venerdì 2 dicembre 2016

Si potrebbe parlare della donna






1) BENE: questa è la parola che usano le donne per terminare una discussione quando hanno ragione e tu devi stare zitto.
2) 5 MINUTI: se la donna si sta vestendo, significa mezzora. 5 minuti e' solo 5 minuti, o anche meno, se ti ha dato 5 minuti per guardare la partita o giocare alla playstation prima di uscire o di fare qualsiasi altra cosa insieme.
3) NIENTE: la calma prima della tempesta. Vuol dire qualcosa e dovreste stare all'erta. Discussioni che cominciano con “niente” normalmente finiscono con BENE (vedi punto 1).
4) FAI PURE: è una sfida, non un permesso. Non lo fare.
5) SOSPIRONE: è come una parola, un'affermazione non verbale che è spesso fraintesa dagli uomini. Un sospirone significa che lei pensa che sei un idiota e si chiede perché sta perdendo il suo tempo lì davanti a te a discutere di NIENTE(torna al punto 3 per il significato di questa parola).
6) OK: questa è una delle parole più pericolose che una donna può dire a un uomo. Significa che ha bisogno di pensare a lungo prima di decidere come e quando fartela pagare.
7) GRAZIE: una donna ti ringrazia; non fare domande o non svenire; vuole solo ringraziarti (a meno che non dica 'grazie mille' che il più delle volte può essere puro sarcasmo, e non ti sta ringraziando.)
8 ) COME VUOI: è il modo della donna per dire vai a quel paese!
9) NON TI PREOCCUPARE, FACCIO IO: un'altra affermazione pericolosa; significa che una donna ha chiesto svariate volte a un uomo di fare qualcosa che, adesso, sta facendo lei. Questo porterà l'uomo a chiedere: 'Cosa c'è che non va?'
Per la riposta della donna fai riferimento al punto 3.
10) CHI E'?: questa non è una domanda mossa da semplice curiosità; ogni volta che una donna ti chiede 'chi è?, sta indagando; in realtà, ti sta chiedendo: 'CHI E' QUELLA? E COSA VUOLE DA TE?' Occhio a come rispondi.


39 commenti:

  1. Diversamente dalla mostra romana di sei anni fa che, per centrare la fase artistica dell’"Ultimo Michetti", proponeva un confronto serrato tra "pittura e fotografia", l’antologica di Francesco Paolo Michetti (1851-1929) attualmente aperta a Palazzo Venezia, sempre a Roma, propone quasi soltanto "dipinti, pastelli e disegni" dell’artista abruzzese, più qualcuna delle sue stampe a contatto da negativo.
    L’immagine è una tempera bianco e nero delle stampe michettiane dedicate al tradizionale soggetto pittorico (pensiamo agli splendidi Cézanne) delle "bagnanti". Tale scelta in favore di un riequilibrio tra pittura e fotografia non è solo determinata dalla qualità innanzitutto poetica degli scatti di Michetti, o dalla suggestione che deriva da tali disinibite inquadrature di fine Otto primi Novecento, realizzate per giunta in una estrema provincia dell’Europa di inizio secolo quale era l’Abruzzo dei pastori e delle marine adriatiche. Il fatto è che la scelta a favore della fotografia significò per Michetti una revisione piuttosto radicale della sua pittura.

    RispondiElimina
  2. L'immagine:

    Annunziata, la moglie di Michetti, fotografata al mare dall’artista. Un topless che risale al 1892. Il pittore fu un grande appassionato di fotografia, che utilizzò in alcuni casi per accostarsi alla produzione di quadri.

    RispondiElimina
  3. Ahahaha!
    Oh, ragioniamo proprio in modo diverso, noi e le donne^^

    Moz-

    RispondiElimina
  4. E' un post strategico. Il nudo della moglie di Michetti. In Google plus da qualche giorno scrivono arabi musulmani. Non ti dico che la traduzione è peggio dell'originale. Ora sono diventato un infedele e mi lasceranno in pace. Tu conosci l'Abruzzo ma sai poco di Francesco Paolo Michetti. Un suo dipinto, La Figlia di Iorio, è esposto in una sala della Provincia di Pescara. La tela è lunga dieci metri. Un capolavoro. Ma io preferisco il Michetti pittore. Da un momento all'altro pubblicherò un nudo integrale di D'Annunzio, sempre sulla spiaggia di Francavilla. Farò fuori tutto il bizzocame perbenista che infesta la rete. Mi farò cacciare da Google.

    RispondiElimina
  5. Sì August hai ragione, molti dei tuoi esempi, riguardo la risposta della donna che "ama" risponde più o meno così.Non sono risposte ambigue,ma in attesa ... Riguardo l'immagine direi che è molto bella, non ha niente di scandaloso! Riguardo G. D'Annunzio,
    era un grande ambizioso, un amatore non so, forse amava soprattutto se stesso. E voleva trarne guadagno da ogni suo “fare”. Era comunque un uomo di talento.
    Vederlo nudo? Credo sia né più né meno degli altri uomini.
    Un abbraccio.
    Dani

    RispondiElimina
  6. Lo stupidario l'ho copiato da qualche parte e nemmeno l'ho letto. Uno scherzo. D'Annunzio è molto amato all'Estero, poco in Italia. Era amico di F.P.Michetti.
    Grazie per la comprensione.
    Abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Io non lo considererei proprio uno scherzo, un fondo di verità c'è. Io per esempio dico "va bene" con una sorta di indolenza per non innescare una discussione; poi dico "grazie mille"; e poi invece di chiedere chi è chiedo: "la conosci?" e alzo le antenne-radar (non si sa mai)
    Attendo la foto di D'Annunzio
    Buon pomeriggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che quello di bello che apprezzo nelle donne sono questi difetti che mi fanno tenerezza.
      Ciao Anna.

      Elimina
  8. Concordo con i num.1,3,4,5,6,7,8,9

    RispondiElimina
  9. Ho capito Cettina, quando qualcuno ti chiede di uscire tu sei già pronta e tra gli altri pregi hai anche quello di non essere gelosa -:)
    Ciao.

    RispondiElimina
  10. Va BENE, Gus, tra 5 MINUTI, NIENTE ci fermerà.
    FAI PURE le valige con comodo...
    (SOSPIRONE)...
    OK, destinazione Venezia?
    GRAZIE, della bella sorpresa!
    COME VUOI, la cena?
    NON TI PREOCCUPARE, FACCIO IO, se per te va bene...
    ...CHI E'?...dai non ne vale la pena...
    Hahahhhhhh!!!!
    Gus, guarda, che sto scherzando, lo sai che mi piace giocare con l'ironia!
    D'Annunzio, grande scrittore, fascista conclamato, grande amatore, tra le sue amanti anche la Duse, bruttino diciamo, ma dicono, che sapeva corteggiare e amare le donne...
    Poi...dicono, che...forse e' una leggenda, ma si era fatto fare una "cosa" per... Ehmmm ehmmm...
    Mi sa, che mi censurano!
    Comunque, Gus, aspetto la foto, e sono, e non te lo mai detto, contentissima, perché metti sempre un "pezzo" d'arte nei tuoi post, tra foto e quadri, sia antichi che moderni, e tu sai quanto sono appassionata d'arte.
    Buona serata Gus, sono arrivata da 2 ore, ed ora aspetto il sonno (speriamo) ristoratore, che domani, altra giornata nel segno, del vado dove devo andare...
    Ti abbraccio, e scusa se mi son permessa di fare una specie di racconto mettendoti in mezzo, ma e' solo uno scherzo, se non ti va non pubblicare, non mi offendo.



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosci la vergine Orsola?


      Il viatico uscì dalla porta della chiesa a mezzogiorno. Su tutte le strade era la primizia della neve, su tutte le case la neve. Ma in alto grandi isole azzurre apparivano tra le nuvole nevose, si dilatavano sul palazzo di Brina lentamente, s’illuminavano verso la Bandiera. E nell’aria bianca, sul paese bianco appariva ora subitamente il miracolo del sole. Il viatico s’incamminava alla casa di Orsola dell’Arca. La gente si fermava a veder passare il prete incedente a capo nudo, con la stola violacea, sotto l’ampio ombrello scarlatto, tra le lanterne portate dai clerici accese. La campanella squillava limpidamente accompagnando i Salmi sussurrati dal prete. I cani vagabondi si scansavano nei vicoli al passaggio. Mazzanti cessò di ammucchiare la neve all’angolo della piazza e si scoprì la zucca inchinandosi. Si spandeva in quel punto dal forno di Flaiano nell’aria l’odore caldo e sano del pane recente. Nella casa dell’inferma gli astanti udirono gli squilli, e udirono su per le scale il salire dei vegnenti. La vergine Orsola era sul letto, supina, tenuta dallo stupore della febbre, da una sonnolenza inerte, con la respirazione frequente rotta da i rantoli. Posava sul guanciale la testa quasi nuda di capelli, la faccia d’un colore quasi ceruleo, ove le palpebre erano semichiuse sopra gli occhi vischiosi e le narici parevano annerite dal fumo....


      Io in 4/5 minuti posso trovarmi nei luoghi descritti da Gabriele D'Annunzio. Ne "le Novelle della Pescara" non c'è il fascista. Celebra la buona terra vergine, goduta nei suoi ardori, colori e sapori, con cuore faunesco di primitivo.


      Se ti va di leggere il bello, il vero compra e leggi il libro.

      Elimina
  11. Non dico cinque minuti, ma "un'attimo!!" e "intanto tu aspettami in macchina" .... il resto.....hai proprio azzeccato! Aggiungo che il momento più pericoloso è quando il silenzio impera.....su tutto!
    Buonanotte uomo! A quando un post sugli uomini?
    Bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo un uomo merita un post.
      Bacio Lucia.

      Elimina
  12. In questi giorni vado per farfalle perchè sto aspettando di fare dei post su Lui, ma prima c'è l'Immacolata! Bacio e buongiorno amico carissimo.

    RispondiElimina
  13. Mi hai fatto venire in mente il famigerato:"Mo' chi è 'sta zoccola?"
    Con la quale la nostra compagna tende a certificare immediatamente origine e tendenze di quella che per noi è solo una cara amica.

    RispondiElimina
  14. Franco, non ancora si pronuncia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mò mi sembra un appellativo esagerato... Buon fine settimana ad entrambi

      Elimina
    2. Grazie Anna.
      Non ho capito di chi parla Franco.

      Elimina
    3. Ciao Gus, mi riferisco al commento di Franco, penso, che lui si riferisca al tuo post, cioe' nel pezzo dove scrivi "chi e'?" per alcune donne credono che la donna che voi salutate o guardate sia la famosa "zoccola" che Franco intende, mentre per voi e' solo un'amica.
      Sbaglio?

      Elimina
    4. Ho letto lo stupidario che contiene il "chi è?" e la tua spiegazione è perfetta.
      Grazie.
      Ciao.

      Elimina
    5. Gus O.03/12/16, 14:14
      Sai amico mio ti apprezzo per questa tua capacità di dissimulare di non aver compreso a tal punto da aver bisogno di una spiegazione puntualmente arrivata a quanto leggo. Suvvia Gus... o volevi solo farmi ridere un pò?
      Buona domenica

      Elimina
    6. Ho capito! Avevi voglia di farmi ridere un pò. Grazie allora... rido ancora per la tua dissimulata ingenuità
      Ribuona domenica

      Elimina
    7. Quella roba del post non è una mia creazione. L'ho trovata per caso, una leggiucchiata e vai con il post.
      Franco ha scritto una di quelle cose delle donne e io ho creduto che si riferisse a qualcuno che scrive con noi. Sbagliavo e Fiorella me lo ha fatto notare con delicatezza. Non scrivere più su questo argomento.

      Elimina
    8. Infatti ho scritto sul mio. Tranquillo Gus e goditi la domenica ridendo con me.

      Elimina
    9. "io ho creduto che si riferisse a qualcuno che scrive con noi" continuo a ridere... e poi anche fosse che male ci sarebbe??? Ognuno fa quello della propria vita ciò che desidera, anche noi donne!
      Dobbiamo fare discriminazioni? Ridi Gus ridi con me.

      Elimina
    10. Non ho voglia di ridere. Hai montato una storia del cazzo. Non riesci a vivere se non apri qualche contenzioso con gli altri. Non riuscirai a cambiare. Sei fatta male. Infida e diffidente. Falsa quando serve.

      Elimina
    11. Bravo complimenti e poi ti scandalizzi se Franco scrive "zoccola". Mi sembra che tu scrivi di peggio. Ridi Gus ridi e vedrai che tutto va per il meglio. Ciao ciao

      Elimina
    12. Abbi il coraggio di pubblicare anche la mia risposta. dimostra di essere uomo fino in fondo.

      Elimina
    13. Seguiti a non capire. Non mi sono scandalizzato per Franco. Dove l'hai letto?

      Elimina
    14. Ciao Gus ti ho risposto sul mio blog.

      Elimina
  15. Ahahah. È un prontuario alla sopravvivenza per i maschi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il maschio è fisiologicamente stronzo.
      Ciao.

      Elimina
  16. Questo è un prontuario- potevi usare anche il diagramma di flusso - alla sopravvivenA con la donna. Ahahahahah bello!

    RispondiElimina
  17. Ho dimenticato: "Te l'avevo detto"
    Aristotele affermava che la donna era un uomo mutilato, io penso che il maschio benché abbia il pennacchio è veramente mutilato, direi anche stupido.
    Ciao Marianna.

    RispondiElimina
  18. ahahaha...molto sagace...condivido perfettamente anche se devo dire per quanto mi riguarda te ne faccio risparmiare qualcuna!!!
    Abbraccione serale!

    RispondiElimina
  19. Nello "Stupidario manca": "Te l'avevo detto"
    Mi guadagno un abbraccione.
    Grazie.
    Ciao.

    RispondiElimina
  20. Non ho dissimulato. Fiorella mi è stata di grande aiuto.

    RispondiElimina

la paranoia è un disturbo della personalità