venerdì 16 novembre 2018

L'amore è fatto di piccole cose








L'amore è fatto di piccolissime cose. Più passa il tempo e più sono le sfumature, gli accorgimenti, le attenzioni, i dettagli ad essere percepiti. Non il ti amo urlato, ma la carezza silenziosa quando è triste, lo squillo se sei in ritardo, l'allungare la strada per non passare sotto l'ospedale dove è morto suo padre, e il sorriso perché lei ha compreso.
Quando si incontra una persona importante per la propria vita, c'è sempre un primo momento che ci fa percepire un presentimento che qualcosa in noi è messo alle strette dall'evidenza di un riconoscimento ineludibile: "Ecco, è lui, ecco, è lei". Ma solo lo spazio dato dal ripetersi di questo avvenimento carica l'impressione di peso esistenziale.
Cioè, solo la convivenza lo fa entrare sempre più radicalmente e profondamente in noi, fino a che, ad un certo punto è assoluto.
Ma non basta.
La conoscenza sarà una persuasione che avverrà lentamente e nessun passo successivo smentirà i precedenti.
Dalla convivenza (nel senso di conoscenza) deriverà una conferma di quella eccezionalità dell'evento accaduto.
Si sperimenta ciò non come una vaga eventualità, ma nella sua evidenza stringente.
Abbiamo bisogno subito di capire che l'amore è fatto dal ripetersi di tanti riconoscimenti, cui occorre dare uno spazio e un tempo perché avvengano.
L'uomo di oggi ha fretta o inganna se stesso.
Per questo l'amore diventa solo un gioco che prima o poi finisce per annoiarci.

30 commenti:

  1. Bellissimo questo tuo pensiero,
    è proprio così.
    La donna in particolare ama le piccole attenzioni. Sono piccole cose che unite assieme fanno qualcosa di grande, come le gocce fanno un oceano. In particolare è importante la premura, che può concretizzarsi in una telefonata anche veloce, ma per far sentire la propria presenza, oppure nella faccenda domestica fatta al suo posto.
    Eppure tanti mariti e fidanzati faticano a ricordarsi anche il giorno del compleanno della loro moglie e fidanzata.

    RispondiElimina
  2. Le piccole attenzioni rispecchiano la presenza costante nei tuoi pensieri della persana amata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Migliore ipotesi per questa immagine: di amore per lei

      Elimina
  3. Non mi sono mai trovato così tanto d'accordo. L'amore è fatto di piccole cose che nel tempo possono avere effetti importanti sul rapporto di coppia. Chi non capisce le piccole cose o non le ricorda allora è destinato a tramontare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La "piccola cosa" è sempre in simbiosi con la conoscenza della persona amata e vivono insieme come il paguro con l'attinia.

      Elimina
  4. È vero Sono i dettagli che rendono grande e forte un amore ♡

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. Sono i dettagli che fanno la differenza.
      Ciao Anna.

      Elimina
  5. Mi piace tanto questo post, forse è il mio preferito tra quelli che hai scritto.
    E sono d'accordo su tutto, su ciascuna virgola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo essere d'accordo mi riempie di gioia.
      Ciao Sara.

      Elimina
  6. Sono talmente avulsa al concetto di 'amore' che mi sembra di leggere arabo. Ho un distacco totale dall'argomento. Troppe delusioni, forse. Forse nell'amore non ci credo nemmeno più. Proprio perché ci ho creduto troppo in passato.
    Una buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando mi scrivi "Una buona giornata" io sono certo che lo dici con il cuore. Questo è l'amore.
      A presto.

      Elimina
    2. Certo che te lo dico col cuore, perché dovrei augurarti una brutta giornata?
      Non credo comunque che sia questo l'amore :)
      Ciao!

      Elimina
    3. Molte persone seguono la filosofia del Formalismo attraverso schemi precostituiti degli aspetti formali come preponderanti rispetto a quelli materiali o sostanziali della realtà. Alla base dell'amore che dura c'è un'onestà di fondo nei sentimenti e nelle parole che si dicono.

      Elimina
  7. Un post molto bello e soprattutto vero. Sono le piccole cose di ogni giorno che rendono un amore l’amore vero ed eterno. Grazie Gus e serena continuazione di giornata.
    sinforosa

    RispondiElimina
  8. Un uomo che coltiva il suo giardino, come voleva Voltaire.
    Chi è contento che sulla terra esista la musica.
    Chi scopre con piacere una etimologia.
    Due impiegati che in un caffè del Sud giocano in silenzio agli scacchi.
    Il ceramista che intuisce un colore e una forma.
    Il tipografo che compone bene questa pagina che forse non gli piace.
    Una donna e un uomo che leggono le terzine finali di un certo canto.
    Chi accarezza un animale addormentato.
    Chi giustifica o vuole giustificare un male che gli hanno fatto.
    Chi è contento che sulla terra ci sia Stevenson.
    Chi preferisce che abbiano ragione gli altri.
    Tali persone, che si ignorano, stanno salvando il mondo.
    (Jorge Louis Borges)

    August grande è chi non smette mai di sorprendersi delle cose piccole!
    Grazie,
    Un abbraccio.
    Dani

    RispondiElimina
  9. Il mio amore è lei, l'ho sempre amata tanto. A volte mi disorienta la disperazione che mi sommerge, quando la nostalgia è insopportabile. Vivo di illusioni per non togliermi il futuro. Non so che esisterà una speranza che mi consentirà di... vivere senza di lei. Rimango nell’ incertezza del cuore e nella nostalgia di un passato che non tornerà più.
    L'amore vero è per sempre, va oltre l'infinito. Anche oggi le ho detto di non dimenticarmi perché sono certa, anche se non so dove ne come, noi un giorno ci ritroveremo.
    Vero Gus, la mia sofferenza la mantiene in vita. Era un sentimento che non si accontentava delle piccole cose... e andato, nonostante tutto, sempre avanti, camminando e crescendo insieme. Quanti abbracci e baci...
    così io mi nutrivo di lei.

    RispondiElimina
  10. Purtroppo solo il dolore riesce a tenere viva la memoria di una persona cara. Fiducia in Dio senza sapere la maniera che userà per aiutarci.
    Un abbraccio Sissi.

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Oggi ci vuole soprattutto un grande cuore di chi, sempre, cerca di dare calore diffondendo per quanto è possibile il bene con attenzione senza distinguere le "virtù" di altri che si rappresentano da soli con la loro effimera e ambigua presenza dell'apparire!
    Non confondiamo, dunque, una partecipazione spontanea a ciò che è solo la mera speranza di credere.
    Amare totalmente non chiede risposte, ma una radicale vicinanza dall’esistenza altrui in base alla propria, un’autentica pre-disposizione a gioire con sensazioni sane in grado di attivare una sensibilità ulteriore a quella vitale, e quindi valutare bene il valore di altre vite oltre la propria.
    Tuttavia, quel “dare” deve costruire un’ apertura superiore a quella del piacere e dell’utile che attiva la disponibilità personale, quella decisa e senza dubbi, non solo delle capacità di percepire le differenze di valore senza perché e assolutamente.
    Sono proprio le esperienze personali, per così dire, che spesso spengono la possibilità di crederci ancora , nonostante tutto, alle vere coscienze con la consapevolezza che, purtroppo, vagano ancora “anime rattrappite” che non basteranno a convincere con sufficiente chiarezza gli effetti devastanti ancora più visibili che, inevitabilmente, alla “resa finale” ricadranno su di loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il dare generalmente provoca piacere ma restano le anime rattrappite dalle delusioni.
      Ciao Sissi.

      Elimina
  13. Si ma non troppo. Poi esaurisci le tue risorse. Mia mamma è stata tantissimi anni malata,,.
    Mi è stata mamma e figlia. Una cucciola meravigliosa 💕
    Buon pomeriggio Gus. ❣️

    RispondiElimina
  14. Da una persona di gran cuore e sensibile come te non poteva venire fuori post migliore.
    Io percepisco l'amore in senso globale, non solo come relazione fra due persone.
    L'amore si trova anche nell'amicizia, nell'aiuto che portiamo al prossimo (persona oppure no, è indifferente perché è amore lo stesso), nell'esserci per fare una differenza in positivo.
    Per questo credo che l'amore debba essere fatto di piccole attenzioni, di gesti, sguardi, parole e silenzi, presenze costanti e in continua costruzione.
    Come diceva John Lennon: "l'amore è la risposta".
    Ti abbraccio e ti auguro un bel fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si cara F.A.V. parlo dell'amore in tutte le sue espressioni.
      Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  15. Si, in tutte le espressioni, so che hai un gran cuore. Ti conoscono bene, quindi. Aiutooo. Scherzo.
    Buona domenica e divertiti.

    RispondiElimina
  16. Sono le piccole cose "immense" che restano, anche nel ricordo, quando la persona che amiamo se ne va per sempre!
    Grazie per avermi dato l'opportunita' di leggere il tuo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ciò che è avvenuto grazie alla memoria diventano presenza.
      Ciao Mari.

      Elimina