sabato 30 dicembre 2017

La parola ha sempre un significato







I tempi sono cambiati? E' cambiata la forma di educazione che alcuni genitori impartiscono ai propri figli. Siamo a tavola, la domenica o il sabato, tutti noi. C'è un ritornello che canta in continuazione: "giù i gomiti dalla tavola!" "pulisciti la bocca, la nonna ti ha messo il tovagliolo!!" "mi passi l'acqua per piacere?"
L'acqua per piacere, sembra una sola parola......
Mia nuora e mio figlio sono molto severi nell'impartire l'educazione, sono attenti alle belle maniere......
Io ne sono felice. Ho tolto tassativamente i piatti di carta, i tovaglioli di carta, i bicchieri.....
Mi piace l'armonia dei gesti e delle forme di cortesia.
I tovaglioli di stoffa, li lava la lavatrice....non facciamo fatica, la tovaglia ben stirata e pulita idem e la tavola c'invita a comportamenti gentili.

54 commenti:

  1. Anche gli scritti,ma soprattutto i Fatti che alimentano la vita .
    Anno nuovo vita nuova. Ecco 😳😲😁quell'immagine è proprio il mio volto espressivo quando vi leggo.

    Ed allora di chi la colpa? Perché siamo sinceri dei colpevoli ci sono ,eccome che ci sono!
    Le parole sono sassi precisi aguzzi pronti da scagliare su facce vulnerabili e indifese. Sarebbe la tua?

    Resistere,resistere, resistere, vedrai che prima o poi..
    Da vittime si può diventare eroi. Basta volerlo. Coraggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La volgarità si trova anche nei film, nelle scuole, negli ospedali e nei posti di lavoro.

      Elimina
    2. La bestialità nel web. A faccia coperta oltretutto. Non andrebbe bene nemmeno la tua. Chi ti riconoscerebbe ora? 🙂🙃

      Elimina
    3. Abbi la gentilezza di rispondere, eh

      Elimina
  2. Ho capito il linguaggio di Dio. A volte è ironico, ma corretto. Però gus leggi prima di dare opinioni. ☺️😊😀😁😂 non è leale. Ci ho fatto una risata, al contrario di lei che rosica
    Nota la diversità, nonostante tutto mi spiace per lei, per la vera fiorella ovviamente. Continuo a pensare che non è stata lei a scrivere quel post, ma anche no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tempo fa io ho offeso pesantemente Fiorella e così conoscendoci abbiamo iniziato un' amicizia molto bella.
      Fiorella è una donna buona. Veramente ha incontrato " Qualcuno". Per questo quello che era prima e i rapporti che aveva con te sono acqua passata. Tu esci pulita dal tuo Profilo, vai da Fiorella e lei ti accoglierà.

      Elimina
    2. Dovrebbe farlo lei. Io ci sono andata anche troppe volte. E ho chiesto scusa a diverse persone. Nessuno, nessuno l'ha fatto con me.
      Quel Qualcuno...ma speriamo dai

      Elimina
    3. A lei mi riferivo alla vecchietta.

      Elimina
    4. Se legge vedrai che penserà di venire da te.
      Ma tu hai la capacità di dimenticare?

      Elimina
    5. Per lei si, ma non perché si è ammalata. Solo perché certe volte in situazioni particolari di difficoltà enorme si viene coinvolti, gratuitamente o meno...,(io gratis) da chi... Si vedrà Fiorella non è mai stata cattiva ne furba. Forse la sua è stata la cattiveria di un buono. La capisco.
      Tu, gus, ad esempio sei un gran furbo.. Un vero camaleonte un po'...
      Io non perdonerò mai me stessa, il prezzemolo e il finocchio.😁 Il finocchio ha una schans:raccontarmi tutto. Lo farà in punto di morte. Spero. Ha troppo da perdere.

      Elimina
    6. E tu, gus che ti sei convertito da un po' non hai nulla da dire a me? Oltre il buon anno, ovviamente.
      Ps ora sei nel satellite dei camaleonti?

      Elimina
    7. Ho già detto. Riappropriati della tua anima.

      Elimina
    8. Gli ortaggi finiscono nelle pietanze. I camaleonti sono rettili che strisciano. Non mi piacciono.

      Elimina
    9. CAMALEONTE
      Il camaleonte è un rettile che cattura le sue prede afferrandole con la lingua sottile e lunghissima che tiene arrotolata in bocca. Si nutre di insetti, e li caccia appostandosi non visto grazie alla pelle che cambia colore per confondersi con l'ambiente e secondo la luce, passando dal verde al grigio giallastro e al bruno. Una curiosa particolarità di questo animale è di essere oviparo nella specie europea e viviparo nelle altre. Il camaleonte è conosciuto già dall'antichità, e fin da allora è simbolo di mutevolezza; in questo senso è citato da Diodoro, Plutarco, Ausonio e altri.
      fare il camaleonte
      • Fig.: cambiare opinione secondo l'opportunità del momento, mettendosi sempre dalla parte del più forte.
      Var.: essere un camaleonte

      Elimina
  3. Migliore ipotesi per l'immagine: "girl waiting for text".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miglior ipotesi la mia immagine quando vi leggo. Oggi sono allega. Qualcuno nel reale mi ha fatto ridere, ma tanto. L'ora si avvicina. Mancano circa 27 ore al botto finale. 😁

      Elimina
  4. Semplicemente non ci sono più anziani: oggi abbiamo tutti la stessa età :D

    Moz-

    RispondiElimina
  5. I tempi sono cambiati e questo è uno dei tanti cambiamenti, la buona educazione o meglio ancora la cortesia, tuttavia, dovrebbe rimanere intatta. Buon anno nuovo.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cortesia in fondo è l'approccio giusto verso il prossimo. La sua crisi è un cattivo sintomo e la causa è nella «logica efficientista».
      Grazie.
      Buon anno Sinforosa.

      Elimina
    2. Ma le intendiamo normalmente solo come le parole, una persona ben educata chiede permesso, dice grazie o si scusa se sbaglia. la buona educazione è molto importante. Però, attenzione, nella storia abbiamo conosciuto anche un formalismo delle buone maniere che può diventare maschera che nasconde l’aridità dell’animo e il disinteresse per l’altro. Si usa dire: “Dietro tante buone maniere si nascondono cattive abitudini”. Nemmeno la religione è al riparo da questo rischio, che fa scivolare l’osservanza formale nella mondanità spirituale. Il diavolo che tenta Gesù sfoggia buone maniere...
      Ma okkio, se qualcuno offende me o mia madre gli do un pugno in faccia.

      Elimina
  6. Credo ci sia stata una riqualificazione nei dialoghi, da quando Papa Francesco, disse la sera della sua nomina a Papa: " Fratelli e sorelle...Buona sera".L'importanza nelle relazioni è la gentilezza,il rispetto e l'attenzione,
    tradotta in parole. Forse i giovani che non cedono il posto agli anziani sui mezzi pubblici, o in attesa negli uffici postali o..., non è mai stato dato loro l'esempio, o mai insegnato.
    August ti auguro un buon fine anno, ma un migliore nuovo anno. All'insegna della gentilezza, della mitezza, della gioia, quella che viene dalla passione in cui mettiamo nei rapporti con gli altri, e con il creato.
    Buon anno!
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie.
      L'esempio è contagioso. Speriamo sia sempre buono.
      Un salto e siamo nel 2018.
      Auguri.
      Abbraccio Dani.

      Elimina
  7. Ciao Gus, ciao a tutti...
    E' vero si e' perso il giusto e normale modo dell'educazione nell'educare...
    Ma penso anche che, n'è un grazie, ne un scusa ne un mi dispiace ne un buon giorno, se non c'è una vera consapevolezza voglia di accogliere e credere in questi insegnamenti, nulla e nessuno potrà mai fare si che l'altra personam tra mai e dico mai credere e crederci...
    Perciò, vivendo in un mondo dove ognuno ha la "sua" verità, e non apre il cuore anzi, ha sempre il dubbio, il mondo mio rimane senza rimpianti, come ho sempre detto...e che quello che ho fatto lo rifarei...
    E con tanti rimorsi, ma questi sono fatti miei e del mio Qualcuno.
    Bacio Gus
    E al filo degli Angeli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vita... (Più o meno così)

      Vita, ora si che in te ci credo,

      le nebbie sono sparite

      e ormai ti rivedo, dall'altra sponda,

      sempre tu che sei così Franca senza nessuna certezza.

      È anche per me non è stato facile poi

      uscire da un passato che mi ha lavato l’anima

      fino quasi a renderla un po’ sdrucita...

      Ma vita io ti vedo ancora.

      E Dio mi ama. Nessuna traccia di quel male esiste in me.

      E così purissima

      Ma tu non conosci bene il modo..

      l’arte di difenderti.. Tu così strampalata ti sei rovinata

      e così hai vissuto quasi rotolando, nella pioggia infinita del tempo

      per non dover ammettere d’aver perduto, che nulla sarà mai tuo.

      Sai, anche agli angeli capita a volte che si sporcano

      ma la sofferenza tocca il limite

      e così cancella tutto il male

      e rinasce un fiore raro sopra un fatto brutto

      siamo angeli con le rughe un po’ feroci

      sugli zigomi

      forse un po’ più stanchi ma sempre più liberi

      urgenti di un amore

      che raggiunge chi lo vuole respirare

      Vita io ti credo,

      dopo aver pianto a lungo

      adesso io mi siedo e guardo,
      non ci sono rivincite, ne scuse, ne dubbi ne incertezze

      ora il cielo è limpido

      ora ascolto le carezze degli angeli...

      E capita a volte si sporcano ma la sofferenza tocca il limite

      e così cancella tutto

      e rinasce un fiore, la la la sopra un fatto brutto. Nulla di quel male è rimasto.
      Nulla...

      Francamente sono solo un po' più stanca,
      ma più libera 🙂

      Auguri

      Elimina
  8. Io lo dico ancora "per cortesia", ma ora che mi ci fai pensare credo sia un termine un po' desueto ormai.
    E devo dire che mi dispiace...

    RispondiElimina
  9. Se uno clicca sul profilo "LaDama Bianca" qui nei commenti sul mio post ,con un gran salto arriva al suo Google plus. Poi cliccando su INFORMAZIONI trova il titolo del suo blog "Pensieri Scossi", legge un post e si accorge della bellezza di Sara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei molto gentile. Grazie Gus. Un abbraccio grande e buon 2018.

      Elimina
  10. Sti cazzi. L'ultima volta che mi hai detto di leggere qualcosa il mio p. C si è spento per sempre.
    Pace. Amen.
    Ps questa qualcuno mangia i finocchi?

    RispondiElimina
  11. Interessante direi leggere TUTTO l'articolo del Corriere: http://27esimaora.corriere.it/articolo/perche-non-diciamo-piu-per-cortesia/?refresh_ce-cp
    Argomento trattato comunque dall'Accademia della Crusca. Buon fine e buon inizio d'anno con abbraccio. Farfalla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon anno Farfalla.
      Meglio la farina che la crusca.

      Elimina
    2. Piegata dalle risate.
      Grazie gus.
      Notte.😁😂🤣

      😇

      Elimina
    3. @ Gus - ma la crusca: https://www.riza.it/dieta-e-salute/mangiare-sano/4020/crusca-grande-amica-dell-intestino.html
      Serena notte, arrivederci al prossimo anno.

      Elimina
    4. Farfalla, sì.
      La crusca s.s.p.c.

      Elimina
    5. S. S. P. C vacci gus tu e lei. Ne avete bisogno. Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica - Sapienza, Università di Roma.
      Ben vi sta.

      Elimina
    6. Ma cosa dici Larissa???
      Io e Gus stiamo scherzando sulla crusca.
      A cosa serve la crusca? s.s.p.c significa serve solo per ca.....
      Non la usi mai tu come "lassativo naturale"?
      Buon fine e buon inizio d'anno anche a te

      Elimina
    7. @Larissa - Forse dovresti leggere bene qui:
      http://www.jungitalia.it/2013/09/25/il-male-lincapacita-psicologica-di-vivere-e-accettare-il-male-presente-in-noi/
      Jung aiuta molto. Riauguri

      Elimina
    8. No no no... La la la
      E rinasce un fiore sopra un fatto brutto. Nulla di quel male è rimasto.
      Nulla.
      Nulla...

      Elimina
  12. No no gus, non andrò da quel fiore la la la.
    Si rinasce solo da un fiore raro sopra un fatto brutto

    RispondiElimina
  13. L'Anima GUS


    Tutte le volte che parlo di te
    Mi manca il fiato e non so cos'è
    E a volte credo di star bene
    Pensando a quello che mi conviene
    Dimentico il mondo che respira
    Per averti vicina
    Tutte le volte che io parlo di te
    Ho un nodo in gola e io so cos'è
    Questa maledetta suggestione
    Che ci fa cambiare umore
    Che ci maltratta come un cane
    Per farci amare
    Anima
    In questa vita c'è bisogno di più anima
    Per sopportare quello che c'è intorno
    L'anima che ho lasciato fra le tue mani
    Per non avere tutti i giorni uguali
    L'anima che troppe volte metti sotto i
    Piedi
    L'anima
    Che tiro fuori quando non mi credi
    L'anima che a volte ti fa ragionare
    Anche se hai voglia di lasciarti andare
    E a volte credo di star bene
    Pensando a quello che mi conviene
    Dimentico il mondo che respira
    Per averti vicina
    Anima
    In questa vita c'è bisogno di più anima
    Per sopportare quello che c'è intorno
    L'anima che ho lasciato fra le tue mani
    Per non avere tutti i giorni uguali
    L'anima che troppe volte metti sotto i
    Piedi
    L'anima GUS

    Che tiro fuori quando non mi credi
    L'anima che a volte ti fa ragionare
    Anche se hai voglia di lasciarti andare

    VIVI GUS

    RispondiElimina
  14. Risposte
    1. Auguri doppi per il Re Antonio.
      Grazie.

      Elimina
  15. Auguri di cuore Gus,
    Io passato fine anno, in compagnia di "la dove devo andare"...
    Senza che dica niente di piu'...
    Tanto chi lo sa, da tempo sa, son cambiati solo tempi e modi.
    Meglio cosi perché come dici tu
    Meglio stare zitti...
    Bacio.

    RispondiElimina
  16. 2018 pomeriggio: grigiore nell'aria ma non nel cuore!
    Perciò ti tocco col pensiero e ti contagio d'azzurro.....
    Bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie.
      Bacio Lucia.

      Elimina
    2. Gus...ma ti è andato male il botto di fine anno?🙄 Così, per dire. Tranquillo ora inizia quello nuovo.
      😊
      Bacino.

      Elimina
  17. No, rosiga ancora.
    Notte.
    Gus, ma desiderare il denaro... Pensalo solo. Vedrai che qualcosa arriverà.

    Oggi ero al Santuario Miracoloso. E mai cosi in sintonia.

    RispondiElimina