mercoledì 13 settembre 2017

Detesto i diffidenti


Un amico sincero è un balsamo nella vita, è la più sicura protezione.
Potrai raccogliere tesori d’ogni genere ma nulla vale quanto una vera amicizia.
L’amico suscita nel cuore una tranquillità che si diffonde in tutto l’essere.
Con lui si vive un’unione profonda che dona all’animo gioia inesprimibile.
La sua presenza ridesta la nostra mente e la libera da molte preoccupazioni.
Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio.
E' un proverbio stupido, contrario a quanto c'è di più evidente.
La capacità di fidarsi è propria dell'uomo grande e adulto, dell'uomo che ha conosciuto molte cose, che ha riflettuto su tutto: egli sa immediatamente quando l'altro gli parla se deve dubitare o se l'altro parla schiettamente.
Quanto uno è più ricco di umanità, quanto più uno è critico di se stesso, è cosciente dei limiti del suo andare umano, è cosciente della sua realtà, tanto più che sa quando e come fidarsi.
Sapersi fidare: questa è genialità.
Non sapersi fidare: questo è un errore che commettono tutti, anche il marito verso la moglie, anche la madre verso il figlio, il figlio verso i genitori.
E questo è all'origine di tanti dissesti.
Istintivamente e naturalmente sono uno che si fida. Ma perché questo avvenga anche razionalmente l'altro mi deve assomigliare, cioè devo riconoscere in lui le mie stesse modalità, non necessariamente negli atteggiamenti comportamentali.
E' chiaro che le brutte esperienze sono un deterrente che creano una sovrastruttura diffidente. Ma se volessi solo interrogare il mio istinto direi che mi fido, fin troppo. Credo nel potenziale buono di tutti.
Spesso capita di fidarsi di chi non si dovrebbe e non fidarsi di chi invece lo meriterebbe.
La fiducia dipende da cosa ti aspetti dagli altri, dipende da cosa desideri, dipende da cosa stai vivendo in un particolare momento, da cosa "ti serve" dentro.


12 commenti:

  1. Migliore ipotesi per questa immagine: Christian Schloe, opere.

    RispondiElimina
  2. Sono anch'io sulla tua lunghezza d'onda. Mi fido degli altri e non ci rimango male se questa fiducia poi viene tradita, forse perché parto dal presupposto che tutto ciò che gli altri mi donano sono doni nè aspettate nè pretesi e quindi sempre bene accolti.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è nemmeno giusto il fatto che uno viene beffato e esclude per principio la possibilità di fidarsi degli altri.
      Ciao Sinforosa.

      Elimina
  3. Purtroppo io sono diffidente, ma non delle persone che conosco da molto tempo. Vedi August, ho detto da molto tempo. Perchè purtroppo ho avuto motivo di diffidare. Allora ora sono molto accorta. Ma nel momento in cui percepisco che questa persona è affidabile mi dono pienamente.
    Grazie August.
    Ciao Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani, ogni incontro ha una propria storia. Non vedo nessuna logica nel non fidarsi degli altri.
      Ciao.

      Elimina

  4. Gus O.
    +1
    +Francesco Grieco
    Grazie.

    8 h

    Gus O.

    +maria luisa bordoni
    Grazie.

    8 h

    Gus O.
    +1
    +Mario Galletto
    Grazie.

    8 h

    Mario Galletto

    +Gus O.
    Ciao.

    6 h

    Gus O.

    +Patty pa
    Ciao.

    2 h

    Gus O.
    +1
    +Luisa tebano
    Grazie.
    Ciao.


    2 h

    Gus O.

    +M.LUISA Zaza
    Ciao.

    27 m

    Gus O.

    +Francesco Attilio
    Grazie.

    25 m

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Gus O.

      +LORENZO PORCU
      ciao.

      2 h

      Gus O.

      +Mario Guglielmino
      Ciao.

      2 h

      Gus O.
      +1
      +Maria Assunta Seveso
      Grazie.


      2 h

      Gus O.

      +maria ferula
      Grazie.

      2 h

      Gus O.

      +Oro puro
      Ciao.

      26 m

      Gus O.

      +Fabio Grassi
      Ciao.

      16 m

      Elimina
  5. franco battaglia “lampur” commented on a post on Blogger.
    Fidarsi è nel dna. Insisti anche dopo aver preso cento sberle. Perché le mille carezze - cui non hai rinunciato, invece - sono di enorme sollievo.

    RispondiElimina
  6. Ho letto e conosco il titolo del tuo post r i contenuti, ma preferisco sorvolare perchè è bene a volte tacere.Tiinvio la buonanotte così: Bellezza infinita, Destino infinito, Mistero chefai tutte le cose, mi capita di non riuscire ad incontrarti anche se conosco il volto in cui t'immergi, e sento che ci sei, perchè è troppo grande quello in cui sto posando lo sguardo e perciò come esito di questo stupore non può non essere la preghiera che ho fatto due ore fa e che rifarò perchè ho il cuore inquieto.
    Buonanotte mio caro Gus. Bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Placa il cuore inquieto. Sei sotto la mia protezione.
      Bacio Lucia.

      Elimina
  7. Non so se invidiarti o meno questa capacità di fidarsi.
    Io mi fido se l'istinto mi dice di fidarmi ma il più delle volte mi dice: stai attenta. Fidati si, ma non al 100%.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbe darsi il caso che nel reale quella che si fida di più sei tu.

      Elimina