lunedì 17 luglio 2017

Vittime e carnefici







L'altra sera ho visto un bel film, La migliore offerta, di Tornatore. Il personaggio dell'antiquario era stupendo. Un uomo di successo, così tristemente distante dal mondo dei sentimenti, che ama le donne solo attraverso la loro rappresentazione dipinta e tocca le cose solo attraverso protezioni (guanti). Un uomo solo ed affezionato alla sua malata forma di collezionismo. Apparentemente intoccabile.
Pur tuttavia si lascia “toccare“ dalla realtà, altrettanto distorta e morbosa, di una donna fino ad innamorarsene.
Ma era tutto un inganno. Ma nonostante il tradimento lui esce dalla sua follia conservando la sua purezza. E attende fino alla fine quell'unico elemento di vero che ogni falso contiene.
E' una bella attesa quella che sa semplicemente di attesa, come certe nuvole cariche di promessa di pioggia. Spande nell'aria un odore di muschio, di terra, di sale. E' un momento che pretende osservazione di occhi e cuore attenti, o al contrario, disattenzione indifferente. Quel che si scorge negli altri è esattamente quel che si ricerca per sé, attraverso assonanze, similitudini. Piccoli grandi segni di alloggio emotivo, nonostante il “brutto” che ognuno reca sulle spalle.
Credo che la cosa più importante, nelle anime pure, sia conservare, nonostante i dolori, le disavventure, le delusioni, le ferite  quello sguardo magnanimo, indulgente che è l'antico sapore che ci portiamo dentro, una sorte di odore di pane caldo appena sfornato, che qualche volta ancora sentiamo nell'aria che ci accompagna in certe mattine di brina, quando si è in custodia solo a se stessi.  come tutti, inevitabilmente. Ma ci accompagna quel profumo di buono, di antico a custodia di un cuore che conserva lo sguardo puro da gettare sulle cose. E' fondamentale non lasciarsi smarrire dalla rabbia o dalle “circolarità”. Anche se esiste un solo impercettibile profumo di buono, è da inseguire come un cane da tartufo. Poiché a cristallizzarsi sugli inganni subiti o inflitti si finisce solo col diventarne vittime, ma al contempo, carnefici.


36 commenti:

  1. Grazie Gus.
    Buon pomeriggio.
    sinforosa

    RispondiElimina
  2. Migliore ipotesi della donna che si affaccia sul corridoio:
    Mostra fotografica di Malena Mazza.

    RispondiElimina
  3. " E' fondamentale non lasciarsi smarrire dalla rabbia o dalle “circolarità”. Anche se esiste un solo impercettibile profumo di buono, è da inseguire come un cane da tartufo. Poiché a cristallizzarsi sugli inganni subiti o inflitti si finisce solo col diventarne vittime, ma al contempo, carnefici."
    Frase molto significativa che la dice lunga, almeno per me. Buona serata Gus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il messaggio di Tornatore. Come i denti bellissimi della carogna del cane del vangelo apocrifo che hai letto e segnalato.
      Grazie Farfalla.
      Ciao.

      Elimina
  4. Poesia. Tutto il tuo post abbraccia la mia realtà. La fatica per rintracciare il sapore del pane. Lo debbo rintracciare non per gli altri uomini ma per me stessa, per il mio Dio.
    Così succede per la pietra sottomessa non alle altre pietre, ma al Tempio. Buonanotte e grazie infinite. Molto, molto bello. Ciao Gus."Amo il profumo del pane, le nuvole che viaggiano per donarci un cielo limpido come il cuore del bimbo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il profumo del pane appena sfornato è la bellezza della realtà che si contrappone al mondo inodore dei dipinti del collezionista con i guanti.
      Grazie Lucia.

      Elimina
    2. È strano come il dolore sia il mezzo obbligato per il cambiamento.
      Bisogna prima un po’ morire per poter rinascere. 🙂😑
      Kam Sunny.

      Elimina
    3. Non può essere un tuo pensiero perché tu non sei cambiata.
      Frase copiata in FB.

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    7. Il perfetto non cambia.

      Elimina
    8. Sisi..il perfetto non cambia certo, ma solo si è evoluto e, purtroppo, non si evolve più. 🙂

      Elimina
    9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  5. Ipotesi seconda immagine: il mondo di Malena Mazza.

    RispondiElimina
  6. A Nicole, la signora del piano di sopra ,che ha un marito che fa turni lavorativi di notte, e lei ha paura di stare sola e mi chiama per compagnia, ho dovuto spiegare il film e i suoi significati strani. Un tipo che ama le donne solo attraverso la loro rappresentazione dipinta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è poi ritornano ... che molte donne sono vere donne ... l' immagine rimane negli occhi.
      Solo un accurato dipinto le potrebbe rappresentare, non valorizzare

      Elimina
  7. Il marito di Nicole è tornato a casa.
    Posso vedere un film senza la fatica della traduzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non faceva il turno di notte? Semmai di pomeriggio. 🙄 non avrai approfittato spero..

      Elimina
    2. A volte scende lei da me, anche con il marito.
      Tutto tranquillo.

      Elimina
  8. Il titolo del tuo post mi richiama alla mente una devastante...chiamiamola "pratica"la violenza sui bambini. Molti di quelli violentati ,se non seguiti immediatamente da personale specializzato, diventeranno a loro volta, violentatori o comunque persone violente. Non credo riusciranno mai a dimenticare, la violenza, e trovare qualche profumo di bontà. Io me lo auguro, ma dubito molto, perché vengono segnati nel corpo e anche nell'anima.

    Buongiorno August, il sole già scalda con i suoi raggi benefici.
    Un abbraccio
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta conosciuta la malattia è più facile curarla. Le troppe reticenze o vergogne non sono d'aiuto.
      Grazie.
      Abbraccio Dani.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Si racconta che Cristo e Pietro mentre battevano le vie del mondo incontrarono la carcassa di un cane morto, ormai in fase di putrefazione.
      Pietro prese Gesù per un braccio e gli disse: "Andiamo via. Non senti il fetore che viene dal cane morto?". Gesù, invece, seguitò a camminare verso il cane trascinandosi Pietro. Quando furono vicini disse a Pietro. "Guarda che denti bellissimi che ha questo cane".
      Pensa positivo.

      Elimina
    4. Abe' chiamala compassione. Meno male che non aveva la dentiera. C'è morte peggiore.

      Elimina
    5. Positivo?
      "La paziente presente elevate doti interpretative, veritiere a priori, che non le permettono una vita serena"..infondo mia diagnosi a Verona l' ho studiata e diagnosticata io. Come? Innanzitutto dall HLB51...e loro nemmeno l' avevano notata...gli esami erano tanti. Un medico deve essere di qualità, soprattutto intuitivo...ma le cure non ci sono. O meglio, sono ben chiuse nei cassetti dalle ditte farmaceutiche. Le malattie rare non rendono.

      Mi pare che quel luminare avesse scritto proprio così

      Elimina
    6. Ci credo. Dovevi studiare medicina all'Università. I medici sono distratti, specialmente se non gira la moneta.

      Elimina
    7. Tu invece ingegneria. Calcolatore e cinico come sei....anche se l' ingegnere è più in-quadrato. Tu no. Ma anche fare il commercialista ,ti piace... maneggiare il soldo e pure gli inciuci sono il tuo pane quotidiano ...tempi grami per i commercialisti

      Elimina
  9. No me gusta las personas que engañan en general. Un abrazo amigo Gus, feliz semana.

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Ho letto il libro (sono una che, potendo, sceglie i libri).
    Mi ha fatto piangere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse il libro vale più del film.
      Ciao Pippa.

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità