lunedì 10 luglio 2017

Arrivare a un significato completo





Anche un'azione che sembra semplice necessita di un'adeguata concentrazione.
Una volta ho provato ad appendere un quadro al muro.
Il foro è venuto troppo largo, e il chiodo ciondolando ha causato la caduta del dipinto.
Si è rotto il vetro e il quadro cadendo ha rovesciato un vaso di fiori sul tavolo, imbrattando d'acqua documenti su cui lavoravo da giorni (e notti).
Sul muro è rimasta una crepa, con quel buco a sghignazzarmi senza ritegno, e a farmi sentire un idiota completo.
Ora ho imparato come si deve fare.
Sabato, in una galleria del centro ho visto un quadro molto bello.
Non sono stato a pensarci due volte.
Un assegno bancario e il dipinto è mio.
Ma non è di questo che volevo parlarvi.
E' di quello che è successo dopo.
Sono tornato a casa.
Ho preso un chiodo e un martello.
L'operazione è riuscita e ho appeso il quadro.
Prendere un chiodo, battere con il martello fino a farlo penetrare nel muro e appendere il dipinto rappresenta una sequela importante nel segno della logica.
Qualcosa che ha un senso compiuto.
Ecco, tutto quello che facciamo dovrebbe avere un significato chiaro e preciso.
Voi agite rispettando la logica?




30 commenti:

  1. Migliore ipotesi per questa immagine: remo brindisi

    RispondiElimina
  2. Questo non significa che io abbia comprato "Tre Profili".
    Un viso di bimba di Adriana Filippi, invece è possibile.
    "Il codino".

    RispondiElimina
  3. Parto dal gesto di appendere un quadro: tutti i quadri che abbelliscono le stanze di casa, ebbene li ho scelti, fatti incorniciare, appesi: io. Dopo i primi insuccessi come quelli descritti, ma non così a "effetto domino", ora sono senza dubbio migliorata: rispettare la base o l'altezza di ogni singolo quadro, dare l'impressione di una continuità di una "collezione" mai sparpagliati sulla parete. Segnare con la matita il punto esatto per il chiodo e metterci un po' di nastro adesivo.....e via dicendo. Per i quadri di una certa dimensione....preparo tutto e arriva mio figlio con il trapano per il tassello.

    Rispetto la logica? Ogni azione compiuta, penso, debba avere una logica. Vorrei modificare le tende della mia camera. Ho preparato una lista degli accessori che vorrei usare. Se la spesa non è più che abbordabile cioè irrisoria, le farò, le cucirò io stessa altrimenti mi terrò quella bellissima che già adorna la mia camera.
    Tutto questo a me pare logico. E tu come mi commenti?
    Buonagiornata Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che sei perfetta.
      Ciao Lucia.

      Elimina
  4. Personalmente in amore non seguo mai la logica ma il cuore. In altro sì...
    Cosa si intende per logica?
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non rispondi? Forse ti ho posto una domanda troppo difficile? In questo caso elimina il mio commento. Ciao

      Elimina
    2. Farfalla, avevo già risposto. Probabilmente non ho cliccato su "pubblica".
      Ti avevo chiesto se in amore eri stata fortunata.
      Sulla logica non avevo risposto. Mi era sfuggita la domanda.
      E' logico ogni comportamento che ha un significato chiaro dettato dalla ragione.

      Elimina
    3. ;-) Non c'è problema, era una scusa per attaccare discorso. Qui fa troppo caldo per i miei gusti anche se c'è il venticello che mitiga un pò, ma io non esco ed allora mi attacco ad internet. E ti leggo ... Sì in amore sono stata "fortunata". Amo e sono riamata e ho una bella famigliola che a dicembre avrà un pargolo in più.
      La logica sarebbe un bell'argomento da trattare (Aristotele se ricordo bene) ma più in là quando fa freddo e il cervello non bolle tanto.. Abbraccio e bella serata a te.

      Elimina
    4. Mi fa piacere. Aristotele si è interessato della logica ma definiva la donna come un uomo mutilato e affermava che era il Sole a girare attorno alla Terra.

      "il corpo femminile è incompleto, menomato"

      Elimina
    5. Cavolo questa di Aristotele sulla donna non la sapevo proprio. Decisamente maschilista ma, considerando il mondo di oggi, mi sembra che l'opinione sulla donna non sia cambiata di molto... eppure sono passati più di duemila anni. Ahimè.
      Riguardo al sole che gira attorno alla terra, possiamo anche scusarlo, in fondo noi italiani ci siamo arrivati solo con Galileo, che è arrivato dopo Copernico, che è arrivato dopo un altro antico greco di cui non ricordo il nome. Noi italiani, gira che ti rigira arriviamo sempre per ultimi. Dolce notte

      Elimina
    6. Ah dimenticavo: non sentirti un'idiota per aver sbagliato ad appendere il primo quadro. Sbagliando s'impara, ci siamo passati tutti da quest'affermazione. Ciao

      Elimina
    7. Aristotele più che un maschilista era un idiota.
      Come si fa a non apprezzare il magico triangolino?

      Elimina
    8. Ma per quello che so anche il sole ha una rotazione su se stesso
      E proviamo a "girare" l'affermazione di Aristotele...la donna la definiva un uomo mutilato...bene, perché non girarla in modo positivo?
      Forza fisica dell'uomo, tutti e due gli emisferi del cervello, e la ragione che il mondo sia abitato...
      Non mi sembra cosi' maschilista visto in questo modo.
      Ciao Gus, bacio.

      Elimina
    9. Fiorella, non ho detto che Aristotele era maschilista, ho detto che era un idiota perché non apprezzava il magico triangolino e voleva metterci un pennacchio.
      Ciao Fiorella, bacio.

      Elimina
    10. Ancora:

      Secondo Platone (427 - 347 a.c.), la donna deriverebbe da una degenerazione fisica dell'essere umano. “E solo i maschi sono creati direttamente dagli dei e sono forniti di anima .Coloro che vivono in rettitudine ritornano in cielo, ma coloro che sono 'vili' o vivono da malvagi si può con ragione supporre trasformino la loro natura in quella di donna in una seconda generazione...”
      Aristotele (384 - 322 a.c.) considera la donna un essere umano 'imperfetto' .
      Le donne sono 'maschi sterili'. “La donna, poiché non possiede sufficiente calore naturale, è incapace di 'cuocere' il suo liquido mestruale fino al punto di raffinatura, al quale diverrebbe sperma ( cioè seme).Perciò il suo solo contributo all'embrione è la materia, ed un 'campo' sul quale può crescere". L'incapacità di produrre seme è la sua insufficienza.
      La ragione per la quale è l'uomo a dominare nella società è la sua superiore intelligenza. Solo l'uomo è un essere umano 'completo'. “La relazione tra maschio e femmina è per natura tale che il maschio è più alto, la femmina più bassa, l'uomo domina e la donna è dominata..”
      Per maggiori dettagli ed informazioni, leggi, La filosofia Greca sull'inferiorità delle donne
      Leggi anche di Kim Power, “Uomini di religione e medicina: la biologia antica e i Padri Cristiani sulla natura delle donne”.

      Elimina
    11. http://www.womenpriests.org/it/traditio/inferior.asp

      Elimina
    12. Un argomento decisamente interessante, prendo nota della tua indicazione. Nel frattempo ho trovato anche io questo link con varia bibliografia: https://profgiovannafraccalvieri.wordpress.com/2016/03/31/la-condizione-femminile-nellantica-grecia/
      Appena torno dalle ferie farò una capitina in biblioteca universitaria perchè mi va di approfondire ... Grazie per stuzzicato la mia curiosità culturale. Buona serata

      Elimina
    13. Ho voluto dare il mio pensiero.
      Se noi pensiamo Allora di Ipazia filosofa e scienziata iglia del filosofo e matematico Theon, erano i custodi della ricchissima biblioteca di Alessandria d'Egitto, venne stuprata e uccisa dai cristiani e la biblioteca messa a ferro e fuoco.
      Lei aveva già ipotizzato il movimento delle stelle e della terra.
      Era molto apprezzata come cervello e non c'era diversità tra lei e un uomo.
      E' storia antica, ma vera.
      Cerco sempre di vedere anche l'altra faccia dello specchio.
      Bacio Gus.
      E se sono andata fuori tema o sono inopportuna cancella pure.

      Elimina
    14. Ohibò ma non si parlava di Aristotele che non apprezzava il magico triangolino e voleva metterci un pennacchio? Forse mi sono persa nel mondo antico ihihihihi
      Aaaaa hhh ciao Gus 'notte, e domani buon risveglio

      Elimina
    15. Ma da che mondo e'a mondo forse Aristotele era omosessuale, oppure siccome in quei tempi avere un ragazzo per.....non era assolutamente una cosa riprovevole, anzi...
      Mi ricorda una cosa....Trigellino portami il lacrimatoio...
      Per anche accodarmi al tuo post sul pianto...lacrime di coccodrillo?!
      Per me il pianto che sia per un dolore, una felicita, e' assolutamente una parte della nostra vita, basta che non sia, usata come fanno gli attori, o chi non ha sentimento.
      Ciao Gus, bacio.

      Elimina
    16. Fiorella, c'è un'eccessiva eroicizzazione di Ipazia da parte del mondo laico anticlericale. Ipazia non era l'unica filosofa dell'antichità, ce n'erano molte e tante per essere accettate facevano, per così dire, le "escort". In che senso? Frequentavano uomini importanti, disquisendo con loro di filosofia e di matematica. Un'abitudine che oggi si è persa…».
      In ogni caso polemizzi con me o con Aristotele e Platone?

      Elimina
    17. Con nessuno, io dico quello che penso, e non competo con te in filosofia teologia, posso imparare, perché com'e disse Totò nessuno e' nato imparato.
      E'A non ho neanche la pretesa di sapere tutto anzi, sono umile, e cerco d'imparare, leggendo e ascoltando chi ne sa piu' di me, sono curiosa, ma curiosa del sapere.

      Elimina
    18. Lo so. La donna subisce violenze concettuali, morali e fisiche da sempre.

      Elimina
  5. Generalmente dovrebbe essere proprio come dici tu nelle ultime righe del post, tuttavia ci sono esperienze che si fanno per il puro piacere di farle e anche quelle, se sono fatte col cuore e senza danneggiare nessuno, sono doni da non lasciarsi scappare.
    Buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me ogni cosa che è illogica diventa disumana.
      Cia Sinforosa.

      Elimina
  6. Gus, per quello che so non ho mai trovato un uomo capace di appendere un quadro.
    Ho fanno un buco da passare nell'altra stanza o lo mettono cosi male che il quadro cade rovinosamente per terra.
    Io i miei quadri e del mio A.T li ho appesi tutti io.
    Ehmmm ehmmmm me curiosa, che quadro hai comprato se posso sapere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adriana Filippi: "Codino"

      Elimina
    2. Urka che bei dipinti, complimenti a te e all'artista che non conoscevo.

      Elimina
    3. Il dipinto è bellissimo. E' qui in questa stanza e mentre scrivo lo guardo.

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità