lunedì 22 maggio 2017

La bellezza dell'amore






Uno sterminato Arkansas è il teatro dove Thelma e Louise comprendono di vivere in una società in cui l'assassinio fisico e morale della donna è una costante maledetta del maschio e pensano di ricambiare con l'omicidio dell'uomo dimostrando, invece, l'incapacità della donna di rapportarsi a un universo maschile prepotente rinunciando a lottare per raggiungere la complementarietà dei ruoli sessuali.

17 commenti:

  1. C'è qualcuno che non ama? Viviamo in un momento in cui tutto è possibile, ma senza amore si muore.

    RispondiElimina
  2. Purtroppo la filosofia non ha preso in molta considerazione l'amore. Schopenhauer lo vede come un'illusione e che serve solo per la procreazione, è un pò deprimente.

    RispondiElimina
  3. Chi non ama ha problemi irrisolti.
    Grazie e buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
  4. Concordo Sinforosa.
    Ciao.

    RispondiElimina
  5. E' impossibile non AMARE!E' bellissimo amare ed essere amati, anche se a volte non corrisposti come vorremmo. Ma l'amore gratuito è il miglior dono che puoi fare.
    Grazie August, oggi un bel sole sopra di noi.
    Buona notte, abbraccio.
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'amore è il desiderio primario dell'uomo. Amare ed essere amati.
      Abbraccio Dani.

      Elimina
  6. Avevo sentito parlare spesso del film Thelma & Louise e l'ho visto su sky on demand dopo 25 anni dalla sua prima. Un film diverso, fresco, imprevedibile di chi parte dalla rabbia inespressa, batte il maschio persecutore, raggiunge la felicità e dopo un bacio appassionato Thelma e Louise con l'acceleratore a tavoletta corrono fino al Gran Canyon e lo saltano volando verso l'immortalità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché il film in effetti invita lo spettatore a scegliere la via giusta che dovrebbe percorrere il femminismo.

      Elimina
  7. Ognuno di noi si sente amato dai genitori e prova il desiderio istintivo di amare mamma e papà. Nell'interno della famiglia si insegna al bambino che l'amore è fratellanza perché tutti abbiamo un Padre celeste che ci ama. Le prime sorprese nascono dall'impatto con la scuola e le amicizie. A volte si percepisce che il nostro amore non viene ricambiato e non resta che isolarsi. Il rischio educativo è fondamentale. Va affrontato dai genitori nei concetti e nei comportamenti.
    Bacio Lucia.

    RispondiElimina
  8. La risposta al nostro invito all'amore à arrivata crudele a Manchester:

    È un attentato: la polizia di Manchester non ha dubbi. L'esplosione che ieri sera ha causato la morte di 22 ragazzi (59 i feriti) al termine del concerto della cantante statunitense Ariana Grande è un attacco terroristico. L'esplosione sarebbe avvenuta nel foyer dell'Arena di Manchester, poco dopo le 22.30, subito dopo la fine del concerto. Secondo quanto riportano alcuni media, potrebbe trattarsi di una bomba "farcita di chiodi", mentre per la Cnn è stato identificato un attentatore suicida. Siti jihadisti festeggiano l'attentato, anche se ancora nessun gruppo ha rivendicato la strage. Lo riporta Site, il sito che monitora l'attività jihadista della galassia estremista. Secondo Site, sui canali di sostegno all'Isis, circola anche un video che ritrarrebbe il kamikaze, con il volto coperto, presunto autore della strage.

    RispondiElimina
  9. El amor es una gran belleza amigo Gus. Gracias y abrazos!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, l'amore è Bellezza.
      Ti ringrazio.
      Abbraccio.

      Elimina
  10. Amare è un impegno... ma può diventare un casino. Dobbiamo essere educati all'amore, e saper insegnarlo al nostro cuore. Con la testa.

    RispondiElimina
  11. L'io è quel complesso di esigenze e di evidenze che costituiscono il volto originale dell'uomo, la struttura dell'umana natura.
    Nel nostro io interagiscono la ragione e l'affettività. Il blocco di questa attività di interscambio causa la dissociazione dell'io.
    La ragione corre verso l'alienazione e l'affettività si manifesta con un fascio di reazioni irragionevoli. L'uomo pensa di realizzare il proprio ideale invece asseconda il volere del Potere che dopo averlo privato dei desideri originari gli impone quelli falsi.
    Le esigenze di un uomo pretendono di essere esaudite. Siccome l'uomo non ha la forza e l'intelligenza per realizzarle, di raggiungere cioè il traguardo che esse fanno prevedere, l'uomo dà forma a questa pretesa secondo la consistenza fragile e ultimamente illusoria che si chiama sogno, cosa molto diversa dall’ideale che rappresenta l’oggetto di perfezione per cui il cuore dell’uomo è fatto.
    Dio può vincere sul Serpente solo se l'uomo batte il Male. Si può fare e lo ha dimostrato quando si è incarnato nel corpo di Maria ed è diventato Gesù. Ha vinto non perché era diverso da noi mortali, ha vinto per la sua fede.
    Dio sapeva che il Serpente avrebbe tentato Eva e Adamo e li aveva avvertiti.
    Anche noi siamo stati informati:
    "In quel tempo, Gesù passava insegnando per città e villaggi, mentre era in cammino verso Gerusalemme.
    Un tale gli chiese: «Signore, sono pochi quelli che si salvano?».
    Disse loro: «Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, io vi dico, cercheranno di entrare, ma non ci riusciranno.
    Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, voi, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: “Signore, aprici!”. Ma egli vi risponderà: “Non so di dove siete”. Allora comincerete a dire: “Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze”. Ma egli vi dichiarerà: “Voi, non so di dove siete. Allontanatevi da me, voi tutti operatori di ingiustizia!”.
    Là ci sarà pianto e stridore di denti, quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti nel regno di Dio, voi invece cacciati fuori.
    Verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio. Ed ecco, vi sono ultimi che saranno primi, e vi sono primi che saranno ultimi».





    











    RispondiElimina
  12. Franco, l'affettività a volte è cieca. Bisogna vigilarla senza spegnerla. Come si fa? Tu usi il buon senso comune e io la ragione.

    RispondiElimina
  13. Ciao Gus.
    Mi piace il discorso sui diversi modi di amare.
    Ma forse in tutto ciò basta solo un pizzico di semplicità...
    Ed un piccolo breve saluto per te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo aver affrontato il "complesso", studiato bene e ragionato puoi arrivare ad essere semplice perché finalmente ti muovi nella chiarezza.
      La semplicità è una complessità risolta.

      Elimina