sabato 4 marzo 2017

La Politica delega al Potere





Il punto debole dell'Italia è la politica.
La politica dei partiti, ma anche qualcosa di più esteso.
In Italia c'è una grande differenza
tra la percezione individuale e le aspettative collettive.
Se si chiede ai singoli come vedono il loro futuro,
spesso si scopre un atteggiamento volitivo e ottimista.
Se uno invece va a chiedere cosa si pensa
del futuro dell'Italia e della sua economia
c'è un crollo immediato di fiducia.
Questo è un limite enorme della politica.
Se la politica funzionasse dovrebbe ottenere l'effetto opposto.
Al contrario, la realtà dice che questi tessuti
sono frenati: se penso che la mia impresa potrà
andare meglio ma l'economia andrà peggio,
ci penso due volte prima di muovermi.
Ormai il potere è fine a se stesso, e la politica è solo
un gioco di poteri, che si allontana dalla realtà concreta
del Paese e dei suoi bisogni.
Proviamo a vederla anche così.
C'è un principio d'incendio(un fuocherello) ho
un secchio d'acqua accanto a me , e chiamo pure i pompieri.
Intanto io sto fermo , i pompieri per intoppi stradali ritardano
e l'incendio divampa e divora tutto. La colpa è dei pompieri.
Intanto quel secchio è rimasto pieno d'acqua.
Oppure: c'è un fuocherello. Sono talmente sfiduciato e
convinto che dare delega a chi di competenza sia superfluo che provo
a buttare il secchio d'acqua sul fuoco. Individualismo.
Semplicemente se mi fidassi, ma qui manca la effettiva
efficienza dei pompieri, attenderei fiducioso senza
il fai da te individualistico. Ergo: la divaricazione
a forbice tra individuo e politica è sempre più evidente.
Ma più spengo da solo il fuoco e meno i pompieri accorrono.
Le scelte politiche sono compiute da quelle stesse persone che,
intervistate singolarmente, sprizzano ottimismo ... a ben pensare.
Che abbiano il cervello annacquato da troppi spot stile mulino bianco?..
Non saprei se è la politica il male maggiore
o l' ignoranza delle nostre genti.



17 commenti:

  1. Immagine:
    Ivanka Trump, all'anagrafe Ivanka Marie Trump (New York, 30 ottobre 1981), è un'imprenditrice, modella e personaggio televisivo statunitense, figlia del 45º Presidente degli Stati Uniti Donald Trump (anche imprenditore e proprietario della Trump Organization) e della ex-modella Ivana Trump.

    Wiki.

    RispondiElimina
  2. Dice la Hannah Arendt: "L'autorità e il Potere sono opposti: dove l'una governa per il bene comune l'altro è assente. La violenza compare dove l'Autorità è scossa e lasciata a se stessa finisce per scomparire. Questo implica che non è corretto pensare all'opposto della violenza in termini di non violenza, parlare di potere non violento è di fatto una ridondanza. Il Potere può distruggere l'Autorità; è assolutamente incapace di ricrearla."
    L'Autorità si esprime attraverso la politica che è stata sconfitta proprio per l'abbandono dei giovani delusi dalla corruzione e dal luogo comune: i partiti sono tutti uguali.
    Anche se così fosse i partiti si possono cambiare solo partecipando alla loro vita. Tutti sono succubi del Potere ed è questo il problema principale, perché se fossero solo i deboli a cedere non ci sarebbe problema.
    Trump rappresenta il Potere, Berlusconi non ha fatto politica e all'Italia è mancato chi amministra in nome della collettività ( Politica). Berlusconi ha rappresentato il Potere, tutto teso a far emanare dal Parlamento leggi che di fatto favorivano la sua proprietà. Per farlo ha corrotto magistrati, si è legato con Dell'Utri ( aggancio con il Potere mafioso).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. “L'aspetto probabilmente più sorprendente e sconcertante della fuga dalla realtà è l'abitudine a trattare i fatti come se fossero mere opinioni. Tutti i fatti possono essere cambiati e tutte le menzogne rese vere... ciò in cui ci si imbatte non è tanto l'indottrinamento, quanto l'incapacità o l'indisponibilità a distinguere tra fatti e opinioni.”


      Hannah Arendt

      Elimina
  3. Ciao Gus. Ieri dalla parrucchiera ho chiesto a delle signore che parlavano di politica, "che ne pensate della politica Italiana?" Erano tutte disgustate. Penserai che le donne non capiscono un'acca di politica, ma non è vero. Capiamo capiamo solo che gli uomini, in genere, non ascoltano i nostri discorsi.
    Pensiero generale: disgusto.
    Non c'è opposizione, non c'è riciclo generazionale, non c'è onestà, non c'è passione.
    I politici passano il tempo a parlare di cose prevalentemente inutili, fanno i loro interessi e si parano il sedere con le loro leggi...
    Non abbiamo più i personaggi che facevano politica perchè l'amavano. Vedi Nenni, Togliatti, Moro, Berlinguer...
    La virtù principale è la disonestà.
    Ma cosa ne sanno i politici che sono distribuiti nei vari ministeri senza sapere quasi nulla della materia di cui si occupano?
    Sono superpagati e da lì lo scarso interesse per il bene vero del Paese.
    Ieri parlavo con Paolo e gli spiegavo come io migliorerei il nostro Sud. Darei vita nuova al turismo: spiagge di sogno, ma male attrezzate.....guardiamo Rimini: spiagge affollate per un mare grigio in cui per fare il bagno devi camminare per cinque km. e poi l'acqua è ancora bassa! Io sono stata in Calabria, in Puglia.....
    In quei posti i giovani con un sovvenzionamento statale potrebbero creare degli stabilimenti balneari da favola......
    Ho idee bislacche? Gus non martellarmi ma aiutami con psrole semplici dove sbaglio. Bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'errore? Quelli che stanno al Parlamento sono uomini e donne come te. Domanda: "Perché loro hanno la sedia e tu no?". Risposta: "E' gente che ha frequentato i partiti, ha fatto politica, si è impegnata. Tu hai pensato alla tua Chiesa, a Paolo, agli alberi, al geranio e alle rose. Ora non puoi lamentarti". Il politico, visto che la gente non chiedeva o proponeva, si è disamorato seguendo la strada sbagliata del lavoro importante e ben retribuito. Insomma ha scelto il potere. Perché la Raggi è sindaco di Roma e tu non lo sei a Novara?
      Bacio Lucia.

      Elimina
  4. Ho seguito, ma non è la mia vocazione. Mio nipote è stato sindaco di Novara per ben due legislature. Non mi pronuncio. E' leghista. Ora fa l'avvocato, il suo lavoro daltronde. E' mio nipote e ho visto come si muoveva e mi è bastato per perdere la stima, anche se gli voglio bene.
    Hai ragione abbiamo troppo delegato chi ci diceva che avrebbe fatto, promulgato, ecc. Me ne sono disinteressata, il mio lavoro era ed è di fare la mamma e ora la nonna......Non avrei comunque saputo fare nien'altro....Bacio mio caro. Buona Domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so Lucia. Il discorso è a tutto campo. Vedrai, ora ti tolgono la politica onesta, poi si prenderanno pure Cristo. Bacio Lucia.

      Elimina
  5. Tutte due le tue conclusioni finali Gus mio...
    La politica un mercato di persone , (ma chiamarle poi persone o individui mi sembra generoso) che sceglie la roba megliore, il cittadino che arranca , si lamenta, attende cosa sperando in qualcosa di cambiato che lui stesso non cambia.
    per ritornare poi al punto di partenza..
    Serena serata caro Gus , un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La critica sterile è inutile e dannosa. Non si nasce politici, lo si diventa. Chi non partecipa sbaglia e dovrebbe stare zitto.
      Abbraccio Nella.

      Elimina
  6. Chissà se i nostri politici hanno mai letto Cicerone, Platone Campanella... comunque io opto per: l' ignoranza delle nostre genti.
    Buona domenica Gus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia dell'Italia parla di dominazioni straniere e di guerre per avere una Patria libera. Poi la dominazione fascista, la politica clientelare della DC, il craxismo, il berlusconismo, il leghismo e il renzismo. E' chiaro che stiamo scontando un ritardo culturale e di civiltà enorme.
      Buona domenica.
      Ciao.

      Elimina
  7. Ciao Gus, una persona disse...i popoli hanno i governanti che si meritano...
    Bacio e buona domenica.

    RispondiElimina
  8. Concordo con Fiorella.
    Purtroppo siamo un popolo di pressapochisti.
    Buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
  9. Per questa sera niente politica. Paolo ieri sera era stanchissimo: caspita: sci, calcio e....qualcos'altro...Oggi tante partite di calcio, riassunto e no...
    I padri dei tempi antichi, quando un figlio s'allontanava lo Benedicevano. No, non mi allontano, ma siamo lontani perciò ti mando una benedizione con l'augurio di una buonanotte e Bacio. Ciao Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domani ti dirò se la notte è stata buona.
      Bacio Lucia.

      Elimina

https://guspensiero.blogspot.it