sabato 7 marzo 2015

Battere la logica del Potere

 
 


 
 

Sembra talvolta che la logica del potere vinca: era l'impressione che avevano anche gli apostoli. Ma la vittoria del potere è apparente ed effimera: non cedendo alla mentalità dominante noi facciamo diventare la nostra vita funzione permanente, funzione di ciò che dura nella storia, la verità, la giustizia l'amore. Dice Anna Vercors nell’Annuncio a Maria di Paul Claudel. Dobbiamo essere attenti, perché la vittoria del potere cerca il suo spazio nella nostra quotidianità, non quando andiamo facendo discorsi, prendendo posizioni o analizzando. Il potere cerca di farsi spazio in noi travolgendo la nostra fragilità. Il valore e la consistenza dell'uomo si esprime di fronte alla realtà in un modo nuovo di usare il tempo, di attraversare la fatica, di amare, di superare l'estraneità. E' questa la rivalsa della persona sull'alienazione voluta dal potere.
 


40 commenti:

  1. Migliore ipotesi per questa immagine: 3d abstract backgrounds.

    RispondiElimina
  2. Invece di commentare il post potreste prepararvi un piatto squisito:

    'na cosetta leggera, rigorosamente in forno

    Taieddha di riso cozze e patate alla leccese

    Pulire le cozze, aprirle, conservare il liquido e lasciare le cozze su una sola valva; affettare separatamente le patate, le zucchine, le cipolle, tagliare grossolanamente i pomodori. Condire separatamente gli ingredienti in una coppa, meno le cozze, con olio, sale, prezzemolo, pepe.
    In una teglia rotonda e alta iniziare a mettere il primo strato di cipolle, il secondo di patate, il terzo di zucchine, a questo punto aggiungere lo strato di cozze aperte a metà con il loro guscio e su di esse distribuire il riso crudo, il pomodoro spezzettato, il pepe e il pecorino, completare con uno strato di zucchine e uno di patate.
    Sulle patate spolverare pane grattugiato e pecorino. Aggiungere un po' di acqua per la cottura, il liquido delle cozze e infornare a forno caldissimo. La sapienza del piatto sta nel dosare bene l’acqua di cottura perché la taieddha non sia né brodosa né secca e il riso ben cotto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. ma non eri quello che non si interessava ai cibi se non per intenti nutrizionali? ;)

      Elimina
    2. Infatti, l'ha ricetta l'ho scritta per voi.
      Le cozze?
      Mai mangiate in vita mia. Sono gli spazzini dei mari.

      Elimina
    3. COTTE nell'ORA acQUA sono una de'LI'zia.
      E lo spazzino della terra non TELO mangi pure CRUDO?
      Sotto SALE?
      A.T.TENTO alla TANIA SOLArium.

      Elimina
    4. Per quale motivo?
      Da quanto?
      Eppure ricordo di aver letto poco tempo fa che la stavi mangiando con un bel bicchiere di un particolare vino.
      Gv 6,53-66

      Elimina
    5. Sono concettualmente vegetariano.
      Solo un po' di carne bianca, petto di pollo alla piastra antiaderente.

      Elimina
    6. Il conCETTO non bASTA. inFATTI è sempliceMENTE un'iDEA asTRATTA.
      La devi PARTOrire. La MADRE non è SANTA solo per averlo conCEPITO, ma PARTO-RITO e poi PORTAto a compiMENTO.
      Tu non ti a.C.cORGI ma dalleTUE risPOSTe noto quel tuo ESSERE NON reMISSIVO.
      SOLO la COMPREnSIONe della VERITA' in tutte le COSE del mondo, comPRESE le LEGGI e i SACRIfici ti PO'sSONO liberare de'FINITIvaMENTE.

      Per questo NON si PUO' sPIE-GARE tutto senza VENIR PIE...GATO.
      E' come conoscere TUTTE le SCRITTURE a meMORIA e non saperle sPIE-GARE in quell'UOMO dall'INIZIO alla FINE.

      Comunque BASTA che TRA-MITE TE io POSSA nutrirmi di ogni PAROLA uscita dalla TUA bocca e che io riconosco da QUAle ABBA'io proVIENE.

      Elimina
    7. Angelo, la verità è che la cucina mi interessa poco. Forse sono anche remissivo perché difficilmente protesto per i fatti della vita che mi accadono. In ogni cosa cerco di vedere il bello, come Gesù che ammira i denti bianchi della carcassa di un cane.

      Elimina
    8. apPUNTO!
      Sai perché il CANE ha quei denti? Non certo per mangiare erba.
      La VERITA' E' UNA = la TUA e GUAI se la CONTRAdDICI!
      ABBY-AMO libertà si scelta e dovremmo saper scegliere tra BENE e MALE.
      Cos'è il BELLO?
      Infatti ciò che è stoltezza di Dio è più sapiente degli uomini, e ciò che è debolezza di Dio è più forte degli uomini.

      Vuoi che ci spostiamo tra gli apocrifi?
      I nascosti?

      Elimina
    9. Non dovremmo mai scegliere perché tutto è già scritto nella nostra coscienza.

      Elimina
    10. TU LO HAI DETTO.
      Mi vado a lavare le mani. Anzi mi faccio la DOCCIA.

      Elimina
    11. Teologia. E' il paradosso della libertà. La libertà perfetta è la tua coscienza ( è scritta da Cristo) che ti suggerisce come agire. La libertà imperfetta è quella che lascia a te il compito di decidere. Questa possibilità ti può condurre all'errore, che in teologia si chiama peccato.

      Elimina
    12. Cosìvameglio!
      Macomesifapoiacapiresesièinerrore?
      Eilpeccatoèononèunaviadisalvezza?

      Elimina
    13. Nei Comandamenti e nella vita di Cristo trovi le risposte.

      Elimina
    14. Quindi ci stai spiegando "la sapienza della preparazione di un piatto" cosi come io potrei spiegarti come funziona la turbina di una McLaren?!? Troppo carino.. "concettualmente".. ahah..

      Elimina
    15. Per chi ha talento basta la ricetta, per chi è negato è meglio che vada al ristorante.

      Elimina
    16. CONCIATAlmente molto MA,MMOlto di più. Cioè TUTTO. A.T.TRI-BUEndo TUTTO a DIO.
      Ci vuol sPIEGARE quello che l'UTERO lo fece capire con un CASINO, dentro e fuori, nella CHIESA di pietra e anche QUELLA di carne, inTErPRETAndo la Lettera ai Romani a VANT'AGIO suo, scopandosi l'a-MICA SUOra, visto quello che facevano i POR-POR-ATI a Roma.
      E' inutile BATTERE la logica del Potere umano e di Dio senza BATTERE CHI ODO.

      Poi saREI io quello INcomPRENSIBILE o per altri il FUORI TE...ma'?

      Vabbè, non è stato TEMPO sprecato per ME.
      Mai lo è e MAI lo sarà.

      Perciò FATE TUTTO quello che volete ... finchè siete in TEMPO.
      Poi si vedrà se quel DIO si prende anche le responsabilità delle vostre cadute oltre alle sue proVOCAZIONI.
      In VERITA' vi dico che sarà riCONFERMATO anche quando il RE sarà il FIGLIO. MaggiorMENTE, in quanto lo ha aiutato a diVENIRE più TRASparente del PADRE.

      Elimina
    17. Io non ho problemi sulla Verità e non penso minimamente che il fatto che le suore non possano celebrare la Messa sia un problema. Non sempre il diverso è emancipazione.

      Elimina
    18. BEL la risPOSTA su dove prePARARE l'ULTIMA CENA!
      (ho scritto BEL la e non BUona, sai perchè?)

      Nella NOTI-FICA ho letto al contrario ma adESSO LEGGO CHIARA-MENTE.
      Però mi rimane il dubbio sull'ultima FRA SE.
      diVERSO da CHI?
      e MANCIApAZIONE per COSA?

      Elimina
    19. Angelo, è l'annosa questione dell'emancipazione femminile fatta di chiacchiere e mai di fatti concreti. Il problema riguarda la società e non la Chiesa. Preti e suore hanno compiti diversi e non c'è nulla da obiettare. Basta leggersi con attenzione i Vangeli.

      Elimina
    20. Non riesci a seguirmi.
      Perché continuare a proVOCARTI se poi, come tu S.O.S.tieni che è tutto nella coscienza, nei comandamenti, nei vangeli.
      A cosa serve continuare solo per farci compagnia.
      Perdere TEMPO?

      Elimina
    21. Credo che sia tu a non seguire me.


      Giovanni 3:3
      Gesù gli rispose: «In verità, in verità ti dico che se uno non è nato di nuovo non può vedere il regno di Dio».

      Elimina
    22. Cosa significa nascere di nuovo?
      Significa avere Cristo nel cuore.
      "Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16).

      Elimina
    23. E tutto questo deve stare nella tua coscienza.

      Elimina
    24. Cosa significa "Credere in Dio?"

      Anche i Bantù credono, ma non significa niente.
      Una sequela di Giovanni spiega tutto:
      Credere significa amare Dio.
      Amare Dio significa osservare i suoi comandamenti, ovvero impegnarsi
      radicalmente a osservarli.

      E tutto questo deve stare scritto nella nostra coscienza.

      Elimina
    25. Io ti seguo e lo sai BENE come ti seguo, ma certi giorni sei noioso come in questi.
      Il BELLO è che conDIVIDO questo che tu "scrivi", ma non so TU quanto comPRENDI in Gv 3 virgola o due punti 16. Proprio in quel evangelizzare CHI E' in VERITA' quel Gesù Cristo Nostro Signore.
      Non basta fare il bene ma CONOSCERNE il SENSO.
      Io riNASCO continua-mente e non so fino a che punto riUSCIRO' a SUpPORTARE questo FAR...DELLO.

      Elimina
  3. PIATTO difficilissimo in quel saper dosare BENE il SALE, con il SOL spolVERIo tra meDIO inDICE e PO'lliC'E', ma senza zucchine ... all'ABBA'-RESE.
    Le FURBE cercano di sciogliere preCEDEnTEmente il sale nell'acqua ma non ha lo stesso SAPORE. In QUANTO, così facENDo si sBALLAno le PRO-PORzioni degli ingREDIenti.

    Fu questa la MIA PROVA daMORE, DAME' riCHIeSTA.

    come VEDI la ricetta si CONTRAdDICE nel titolo (non riporta le zucchine) e non riporta la cottura delle patate. E' da queste che si nota la riUSCITA nella loro consistenza, cottura e SALATURA. Se la PA-TA-TA è perfetta ... è PRObABILE che lo SIA anche TUTTO il RESTO.

    In "QUANTO" al TEMA del POSTo, ci stà TUTTO perché il segreto è in quel MOSTRA-RE l'altra GUANCIA che fermerebbe QUAlSIaSI DIO.

    RispondiElimina
  4. La mia ricetta non è perfetta ma è perfettibile.

    RispondiElimina
  5. ALTRI-MENTI scegliere il mangiare per vivere e non vivere per mangiare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mangiare solo per vivere.

      Elimina
    2. preFERIRE la compagnia alla PIETA'nza.

      Elimina
    3. Ti senti un:

      rari nantes in gurgite vasto?

      ( Emistichio dell'Eneide)

      Oppure solo un Emistichio?

      Elimina
    4. Mi sento SPESSO un semplice "sticchio", stuprato da un PIRLOne.
      Non è facile sPIEGARE in SIMILItudine (Gv 3,29) la RARI/scelta.
      Mi sarò FATTA trovare o mi ha sCOVATO?
      THO ho parlato al FEMMINILE.

      Elimina
    5. Sticchio spanato, minghia sei una bottana.

      Elimina
  6. MA GARE bASTAsse conCORRERE con la PROprYA COSCIEenza.
    Ma l'avVERS'ario non è solo dentro di NOI. Quando pensi di aver VINTO è PROprIO all'ORA che ha INIZIO FUORI di TE.

    RispondiElimina

la paranoia è un disturbo della personalità