giovedì, gennaio 20, 2022

Verità e menzogna

 


A Firenze Dostoevskij iniziò a scrivere "l'Idiota" e buttò giù molte delle riflessioni e degli appunti che lo portarono a "I Fratelli Karamazov" e al suo incompiuto disegno di grande romanzo.

Dostoevskij supera l'ipotesi che sorge in Nietzsche di un nichilismo lieve, o gaio, propagandato come modo di vivere da "turista", un po' distaccato e scettico tra le cose belle e le difficoltà del mondo.

Dostoevskij comprende che l'abisso dell'animo umano non si risolve nell'individuare una buona idea o una norma giusta, ma nel mistero della presenza di Cristo.

Dice  Péguy che un allievo non fa che ripetere non la stessa risonanza ma un miserabile ricalco del pensiero del maestro; quando l'allievo non è che un allievo, fosse pure il più grande degli allievi, non genererà mai nulla.

Un allievo comincia a creare quando introduce egli stesso una risonanza nuova, cioè nella misura in cui non è allievo.

Non che non si debba avere un maestro, ma uno deve discendere dall'altro per le vie normali della figliolanza, non per le vie scolastiche della discepolanza.

La Chiesa ha dimenticato la strada della figliolanza. Il Papa dopo aver ammesso l'incapacità della Chiesa nei confronti del fenomeno "pedofilia" doveva denunciare i colpevoli a tutte le magistrature del mondo e poi dimettersi.

Questo è un atto di figliolanza, cioè l'introduzione di una risonanza nuova.

La Chiesa veicola il divino servendosi dell'umano che è portato a commettere l'errore. E' successo con Galileo Galilei, ora dobbiamo aspettare 400 anni prima che la Chiesa consegni alla magistratura preti, vescovi e cardinali osceni.

Chi mente a se stesso e presta ascolto alle proprie menzogne, arriva al punto di non distinguere più la verità, né in se stesso, né intorno a sé. (Fedor Dostoevskij, I fratelli Karamazov)


25 commenti:

  1. Immagine:

    E' forse Nietzsche?

    RispondiElimina
  2. Oggi hanno messo in mezzo anche Ratzinger, reticenza per i nuovi scandali emersi in Baviera. Purtroppo è Chiesa di uomini. Uomini legati al Potere, all'Ambizione, ai Soldi. Hanno perso qualsiasi insegnamento di Gesù.
    Lo venerano su crocifissi d'oro e in chiese di alabastro.
    Non hanno capito praticamente niente. (o forse hanno capito tutto...)
    Amen.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credono che esista un Dio che si fa uomo per conoscerci meglio.

      Elimina
  3. Non credo che sia così facile per il Papa, Gus. Francesco non è rimasto indifferente a questa piaga, anzi ha portato alla luce molti casi, si sono aperte numerose indagini e ha persino eliminato il segreto pontificio su questo tipo di reato. Ma non è dalla mattina alla sera che si risolve questo problema che è una piovra nel mondo della Chiesa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è un potere forte nel Vaticano e il papa ha solo il compito politico di coprire lo sporco.

      Elimina
    2. Troppo complicato per te.

      Elimina
    3. Il controllo lo fa Google che invia un sms.

      Elimina
    4. Fiuta quella cosa che hai scritto al mio indirizzo di posta elettronica😀

      Elimina
    5. L'accesso alla mia mail:

      Contattami

      Email
      La mia pagina Web

      è aperto a tutti. Perché nasconderlo?

      Elimina
    6. La mail è visibile nel mio profilo. Tutti possono scrivermi, non solo quelli che sono presenti nel mio blogroll.

      Elimina
  4. Spero che non ci vogliano 400 anni perché facciamo prima ad estinguerci... quanto all'ingannare se stessi è come voler mettere la testa sotto la sabbia ed oggi per molti sembra essere lo sport preferito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hanno capito niente. Dopo il grave episodio di Ratzinger, il papa attuale dice che chi ha subiti violenza sarà rimborsato, come se la dignità avesse un prezzo. Non hanno capito che da loro è giusto pretendere di più perché hanno sposato Cristo e Cristo li ha accolti. Ratzinger, dopo aver chiuso gli occhi su episodi schifosi, ha accettato di fare il papa, senza vergogna alcuna.

      Elimina

  5. Proteggi il tuo account con la verifica in due passaggi
    Ogni volta che accedi al tuo Account Google, hai bisogno della password e del codice di verifica. Ulteriori informazioni
    Aggiungi un ulteriore livello di protezione
    Inserisci la password e un codice di verifica univoco ricevuto sul telefono.
    Tieni alla larga i malintenzionati
    Anche se qualcuno scopre la password, non riuscirà ad accedere al tuo account.

    RispondiElimina
  6. Dire la verità a sé stessi è la cosa più difficile poiché scardina tutto ciò che sei stato fino a quel momento.
    Ti abbraccio Gus.
    Ely

    RispondiElimina
  7. Il problema è sempre lo stesso: la Chiesa è ciò che esiste di più lontano da Dio.
    Secondo me se uno crede, deve cercare il suo Dio fuori dall'istituzione della Chiesa.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La vita di un cristiano inizia e finisce nella Chiesa, attraverso i Sacramenti.
      La Chiesa non solo è espressione di vita, qualcosa che nasce dalla vita, ma è una vita. Chi si accinge a verificare una propria opinione sulla Chiesa deve tener presente che per l'intelligenza reale di una vita come la Chiesa occorre adeguata convivenza. Io ho questa convivenza.
      Io non giustifico, cerco solo di capire, spiegare, indagare. Il comportamento di Dio è il Mistero per noi impenetrabile. Se riuscissimo a farlo saremmo anche noi divinità. Io racconto la mia fede. Un cattolico ha accanto una Presenza e non è nemmeno sfiorato dal pensiero di un'analisi critica sulla dottrina cattolica che è un patrimonio, anche dei non credenti. Tutto parte e si ripropone da una domanda fatta da Cristo a Pietro: "Chi credi che io sia?". Si può rispondere con un sì oppure con un no.

      Elimina
    2. Abbraccio Francesca.

      Elimina
  8. Preferisco non addentrarmi in questi argomenti.Buona domenica.

    RispondiElimina
  9. Gus O.08 giugno, 2019
    Il Do Ut Des è normalissimo.
    Se io ti amo alla follia, mentre tu provi indifferenza nei miei riguardi, solo un coLLione può seguitare a correrti dietro.

    RispondiElimina
  10. Da bravo agnostico mi stupisco di chi si stupisce, ma solo un pochino. Ognuno fa quel che crede e crede in quel che crede, l'importante sarebbe rispettare ciò in cui credono gli altri. Ma questo difficilmente è ammessibile per un credente.
    Vabbè... alla fine la fede è una questione privata e ognuno se la gestisca come sente.
    Ciao Gus se sei felice in cristo per me è ok, ma se pensi che questa sia l'unica strada percorribile mi sa che ti sbagli di grosso.
    Scusa l'intrusione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alberto, io non penso niente perché non sta a me giudicare. Io ho scelto una strada, quella che corrisponde alle mie aspettative. Chi ha preso altre strade ha di certo convinzioni precise.
      Chi scrive un post aspetta commenti e non può considerarli intrusioni.

      Elimina