lunedì, ottobre 22, 2018

Gli scheletri nell'armadio











la notte ho bisogno di un vago sottofondo, non dico il traffico di un'autostrada, ma il silenzio totale un po' mi spaventa, devo dire la verità. Perché poi il minimo rumorino mi spaventa.





15 commenti:

  1. Sei un autentico poeta, caro Gus e gli scheletri negli armadi, penso che latitino.
    Ciao.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristiana.
      Ci sono gli spettri nell'armadio ma noi non vogliamo vederli.

      Elimina
    2. Mi riferivo ad eventuali TUOI spettri

      Elimina
    3. Dipende dalla nostra onestà nel considerare come spettri veri fatti.
      Ecco, un ladro ruba. E' il suo mestiere e non trova spettri.

      Elimina
  2. Più che scheletri hai bisogno di sapere quanti ricordi rimangono in te nella moltitudine dei giorni che si susseguono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna, sono cose diverse. I ricordi si dimenticano, gli scheletri restano.

      Elimina
  3. È un post molto bello e che fa riflettere sulle nostre paure più profonde.
    sinforosa

    RispondiElimina
  4. Gli scheletri nell'armadio li abbiamo un po'tutti, siamo umani. Le finestre, hai ragione, in questa stagione vanno tenute ben chiuse. Per evitare che entrino le cimici asiatiche, dalle mie parti c'è un'invasione. Abbraccio siempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava a riconoscere l'esistenza degli scheletri negli armadi.
      Abbraccio.

      Elimina
  5. Sei bravo ad ascoltare la radiazione di fondo cosmica io non so se saprei riuscirci.
    Dagli ultimi commenti che leggo mi sembra che ci sia un po’ di confusione tra scheletri dentro gli armadi e i fantasmi dei ricordi.
    Gli scheletri son come i sassolini nelle scarpe , dan fastidio solo che è più facile liberarmene ,per allontanare gli scheletri devi essere onesto con te stesso e con gli altri.
    I fantasmi dei ricordi belli o brutti che siano resteranno nascosti nelle stanze della memoria finché campi
    A volte riaffiorano e ci travolgono.
    Buona giornata
    .

    RispondiElimina
  6. Una volta aprivo e chiudevo spesso in notturna gli armadi, non so se per controllare gli spettri, ma vivendo vicino alla città in una zona verde, quando sentivo un piccolo rumore scendevo dal letto e aprivo un armadio.A volte vedevo le porte che si aprivano da sole( erano mal chiuse?) può anche essere , ma è bello pensare che il nostro inconscio tenti di scoprire o di liberarsi del nostro intimo che ci infastidisce o ci fa pensare anche positivo.
    Come sempre un post interessante e significativo. Devo anche dire che mi piace sentire rumori in notturna , non certo traffico di auto nella mia strada , ma chissà rumori di animali o della mia anima?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho capito, ti piace il rumore di fondo del mondo e i fantasmi che ballano dentro gli armadi.
      Abbraccio Nella.

      Elimina
  7. Una disamina, lucida, bella; se gli spettri si agitano, meglio incontrarli e parlarci, se si impara a conoscerli si possono poi liberare.
    Ciao Gus, buona giornata!

    P. S. Pensavo che non ti piacesse condividere con chi non risponde ai commenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggo i post di un blog e se sono buoni è inevitabile il segui.
      Grazie.
      Ciao.

      Elimina