mercoledì 21 giugno 2017

Colori che danzano






Ridondanza color porpora. Drappeggio di damasco desolato. Questo lembo di stoffa che copre ma non scalda. L'amore partorito da un'idea sciocca ingravidata da una speranza disperata. L'amore figlio, livido d'assenza, cerchio d'occhi doppi, marginalmente segnati, profondamente violati. L'amore in fasce, urlante e dissennato, sporadicamente assegnato in premio di passione al primo della lista, eletto senza inganno, soltanto accompagnato al banco dei presenti, la sedia vuota, fredda di negligente temperanza. E guarda, adesso, come quel rosso piega verso il viola, come le labbra gonfie di non detto diventano una maschera di gesso. E rosso e viola. E tiepide le guance grigio orgoglio, scavate dall'interno piano piano. Fantasma dal lenzuolo dissestato, macchie di fumo e buchi di malinconia. Orfano di domani se non per l'illusione, ma è già domani, e la platea è già stanca. Facciamo i funerali più preziosi al sentimento dalle ginocchia blande.  E' nero. Nero di sordità sprezzante, il cielo al quale stendo i lembi nuova-vita. Sfrangiati, sfilacciati, pastello fino per segni che fatico a decifrare. Lembi novelli, non sanno svolazzare, non possono ancorare ad una corda la garanzia di quello che è migliore. Non hanno una madre silenziosa, ingravidata da un padre-ligio-totem. Sono respiri corti, strattonati, veli di profusione cadenti e spiegazzati. E rosso e viola e nero e pastellato. E' d'oro il dente di chi m'ha morso il cuore, d'argento il luccichio d'un pianto muto. E' rosso e viola e nero, l'oro e l'argento e la stella di natale. Non ha finestre, questo presepe di statuine molli. Non ha un coro di voci.  Finestre chiuse e porte già blindate. Giallo d'autore, per galli che sovrastano i palazzi, che cantano per primi ma sono sordi all'eco. E un bianco devastante, che ricompone le tracce del vissuto in una coltre innevata di distanza. E rosso e viola e nero ; l'oro e l'argento e il giallo battibecco. Il bianconulla e la parola fine, laddove niente è mai iniziato per davvero.


25 commenti:

  1. Migliore ipotesi per questa immagine: clothing.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La danza inizia con tanti colori e sembra finire con il bianconulla. Un sussulto e sboccia l'amore in fasce, urlante e dissennato. Tutti i colori di Gingi.
      Grazie.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  3. Senza parole, ammiorata per queto tuo post, così profondo, vitale,apocalittico e misterioso nella realtà dle cose.
    Da impaurirmi anche un pochino, perchè i colori che io amo sono proprio il nero e il viola,.
    Grazie come sempre caro Gus, per donarci queste meraviglie
    Un abbracio forte e serale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stati d'animo e avvenimenti descritti in base ai colori fino ad arrivare a una nenia, color nenia. A me piace il rosso. Qualcuno dà anche un significato a questa preferenza. Io dovrei essere una persona attiva, carismatica, energetica, estroversa e sensuale che riesce facilmente a farsi notare. Logicamente io non credo a queste cose, come l'oroscopo, ma così è scritto.
      Sono io che ti ringrazio. Tu sei una persona cara che usa il blog per scrivere e non lesina i commenti agli altri blog.
      Ti abbraccio, mi distacco da te e ti faccio una carezza.

      Elimina
  4. Caleidoscopio di emozioni.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai la capacità di trovare sempre le parole appropriate.
      Ciao Sinforosa.

      Elimina
  5. acquarelli sono le parole mie di questa stanca serata. Buonanotte e bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu non sai l'affetto che ho per te.
      Bacio Lucia.

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei tornata ragazza. La ragazza è solo riemersa. Non farla tornare nel buco della dimenticanza.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  7. Caro Gus, hai descritto la tua vita con una sovrapposizioni di colori, luci ed ombre...davvero sorprendente. Tu sei dentro, in ogni termine, ma non ti riveli se non con una magica tavolozza.
    Bellissimo, mi hai ricordato le parole folli di un personaggio fantasioso che mi piace, ma non te lo dico. Ciao e sogni splendidi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I colori rappresentano qualcosa che è accaduto.
      Grazie Pia.

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un altro film "stronzetto". Meno male che trovo te immersa nel color nenia.

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua immagine mi mette gioia.
      Buona giornata.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  11. Il balcone che dà sulla strada principale è dedicato alle rose. 6 vasi, bellissimi i colori che gareggiano tra di loro per il profumo intenso.
    In quello della cucina invece ci sono gerani, violette, gerani ancora e le "belle di notte" che a quest'ora canteranno il loro colori, ma chi le vede? Chi non dorme e le va a dissetare dopo la giornata troppo calda. Domani sarà dedicato a Milano e soprattutto alla mia mamma
    Da stamane mi accompagna questo motivo:Aconteceu sem que o mundo agradecesse,
    sem que rosa florescessem,
    sem un canto de louvor,
    aconteceu sem que houvesse nenbum drama.
    Sò o tempo fez a cama
    como em todo grande amor.
    Certamente io la canto nella traduzione italiana....io sono poco colta......Buonanotte Gus. Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbraccio a tua madre e Bacio a Lucia.

      Elimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

la paranoia è un disturbo della personalità