venerdì 30 gennaio 2015

L'uomo che mente a se stesso

 
 
 
 
 

Chi mente a se stesso e presta ascolto alle proprie menzogne, arriva al punto di non distinguere più la verità, né in se stesso, né intorno a sé. (Fedor Dostoevskij, I fratelli Karamazov)
 



77 commenti:

  1. Chi mente a se stesso e presta ascolto alle proprie menzogne, arriva al punto di non distinguere più la verità, né in se stesso, né intorno a sé. (Fedor Dostoevskij, I fratelli Karamàzov)

    RispondiElimina
  2. I fratelli Karamazov è un libro di oltre 2000 pagine, ma non devi leggerlo, devi fartelo leggere. Questo lavoro lo faceva per me Bruna e in ogni rigo D. pone un dilemma e tu potresti passare tutta la vita per scioglierlo.

    RispondiElimina
  3. A Firenze Dostoevskij iniziò a scrivere "l'Idiota" e buttò giù molte delle riflessioni e degli appunti che lo portarono a "I Fratelli Karamazov" e al suo incompiuto disegno di grande romanzo.
    Dostoevskij supera l'ipotesi che sorge in Nietzsche di un nichilismo lieve, o gaio, propagandato come modo di vivere da "turista", un po' distaccato e scettico tra le cose belle e le difficoltà del mondo.
    Dostoevskij comprende che l'abisso dell'animo umano non si risolve nell'individuare una buona idea o una norma giusta, ma nel mistero della presenza di Cristo.

    RispondiElimina
  4. LUI E' PIETRA d'inciampo per CHI pensa di essere veramente autore di se stesso, ma E' ANCHE coLUI che si ABBAssa per voler entrare in TE e farti vivere i SUOI STESSI Sentimenti.
    Anche San Tommaso CONFESSO il dubbio di tutta la LETTERATURA scritta su di LUI ma non NEGO' di averla VISSUTA in LUI.
    E' il "MISTER o" di Giovanni e di Maria.

    Pensavo che non fosse possibile ed inVECE si è avverato in quel condividere lo stesso PANE.
    Si avvera SEMPRE eD IO non posso che renderti GRAZIE per aiutarmi a riSENTIRLO che parla A.T.traVERSO le nostre dita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensare di essere autore di se stesso è terribile. Ognuno di noi ha bisogno di qualcuno che lo stimoli e lo spinga a iniziare.

      Elimina
    2. SI AMO polvere nelle SUE MANI.
      Noi possiamo solo PARTECIPARE.

      Elimina
    3. Siamo polvere perché pecchiamo.

      Elimina
    4. TU sei lonTANO anCORa dal comPRENDERE la canCELLAzione del PECCATO, che non vuol dire mettere una PIETRA SOPRA, ma CAPIRE che ERA INDI-sPENsABILE.

      Elimina
    5. Il peccato è perdonato ma resta.

      Elimina
    6. RESTA ecCOME!
      CANCELLATO nel senso di inGABBIAto, TRAS-FORMATO, MODI-FICATO.
      Per questo SIA la MADRE che il FIGLIO sono stati "CONCEPITI" in questo mondo senza questa SI-TU-AZIONE, essendo GIA' perfetti, perché ERANO GIA'

      Elimina
    7. C'ERI TU e DIO ci sono arrivato o io ERO GIA' e HO FATTO in MODO che tu mi RAGGIUNGESSI?

      Elimina
    8. Meglio se ti ho raggiunto.

      Elimina
    9. SPIgenDOTI da RETRO.

      Elimina
    10. Dovresti AVERMI sentito ... anche TU.

      Elimina
  5. Noi, io, possiamo fare tante cose per non essere cenere, ma anima palpitante e ospitante il nostro Signore. Mi è capitato di avere alla mia tavola e poi nel letto che era di Enrico, una ragazzo (ora uomo) che non avevo mai visto, ma che aveva bisogno di ospitalità. Poi è capitato anche di dare ricovero per una settimana a due ragazzi (maschio e femmina) scappati di casa, telefonare alle loro famiglie disperate per rassicurarli e poi al momento opportuno riaccompagnarli a casa. "Tu sei pazza" mi ha detto Giorgio, ma lo sai che potevi finire in prigione? Antonio e Gennaro, due persone che durante il giorno lavoravano e la sera tornavano in prigione. beh il primo è venuto tante volte a sistemarmi l'impianto del televisore e con il secondo eravamo abbastanza amici da andare, tutti, al suo matrimonio portandoci anche il cane. Niente di straordinario, tutto normale. Ma non mi sento polvere....neanche un po'
    So di aver vestito Gesù in tante persone Ucraine, Di averGli dato da mangiare da bere nei marocchini che bussavano per vendere tappeti che non ho mai comprato.
    E poi basta mi pare di fare un elenco di cose straordinarie, che invece sono stati momenti di condivisione, mani strette ad altre mani. Polvere? Ma Cristo lo sento in me e se sbaglio sento il Suo abbraccio e la Sua carezza che mi dona calore e pace.
    Buonanotte a tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CRISTO nel TUO involucro o in un altro E' LO STESSO.
      PECCATO MORTALE sarebbe stato non RICONOSCERLO in quello SCANDALO meraviglioso.

      Elimina
    2. Certo che senti Cristo in te, ma è importante capire che tutto quello che facciamo o ci appare buono non deve inorgoglirci perché si tratta solo di un nostro dovere.

      Elimina
    3. LEI si sta vantANDO del SIGNORE in LEI.

      Elimina
    4. Se non lo sentisse darebbe peggio.

      Elimina
    5. NO! Darebbe lo stesso. C'E' anche CHI lo fa senza conoscere il s'IGNORE, ma c'è una piccola differenza nella S.O.S.TANGE.

      Elimina
    6. Il fatto ò che io ho sbagliato a scrivere. Non è darebbe ma sarebbe.
      Io non rileggo perché il correttore ortografico segna in rosso, ma per la grammatica darebbe o sarebbe sono parole corrette.

      Elimina
    7. L'ho detto non per mettermi in mostra ma perchè non voglio essere polvere prima del tempo....ma: "Convertiti e credi al Vangelo" Io vado a nanna voi continuate e domani leggerò- Buonanotte

      Elimina
    8. Per ME DAREBBE è perfettissimo, visto che l'ESSERE è il CRISTO e l'AZIONE del DARE si amo noi in quel che io riASSUMO in PARTE-CIpAZIONE.
      Per questo il SIGNORE dice: "PRENDETE e MANGIATE" indicando il PANE mentre già mangiavano, come SUO corpo, ma dicendo SOLO "BEVETENE TUTTI", VERSO il VINO, come SUO SANGUE.

      Elimina
    9. NON VUOI FAR PARTE DI NOI? Lanci questa BELLA PERLA su chi dovrebbe convertirsi? La polvere o il VIVENTE in NOI?
      Non ti VA d fare il BAGNO insieme a noi?

      Elimina
    10. Lo so. Poi parli con amici delle tue sensazioni.
      Buonanotte.

      Elimina
    11. Angelo, per me il senso di "sarebbe peggio" significa che è meglio in ogni caso sentire Il sussurro di una brezza leggera e dirlo che non sentire niente.

      Elimina
    12. Chi lo ha detto?
      E' impossibile fare del bene o del mare e non sentire NULLA.
      VABBE' la prossima volta di soffierò dietro l'ORecCH'IO.

      Elimina
    13. Vedi che anche tu invece di male hai scritto mare.
      Il mare è la voce del mio cuore....

      Elimina
    14. Ma ho sbagliato a scrivere BENE invece di BERE. Però nulla avviene per nienTE.
      BUONO a SAPERSI.

      Ma non sfuggirmi. Devi rispondermi a CHILO ha d'ETTO?

      Elimina
    15. Non si compie mai da te nulla senza ch'egli non lo compia in te.

      Elimina
    16. DATE' o da se?
      Senza il nostro conSENSO non si fa NULLA.
      La risposta alla domanda?

      Elimina
    17. Lui entra dove la porta è aperta.

      Elimina
    18. NO!
      LUI entra dove la PORTA si APRE dopo che LUI ha bussato.
      E' necessario riconoscerlo.

      Elimina
    19. Ma Lui bussa alle porte giuste, le porte che meritano. A volte va anche dai ladroni perché capisce che sono recuperabili.

      Elimina
    20. LUI BUSSA a tutte le PORTE!
      SOPRAtTUTTO a quelle CHIUSE dall'in TEr...NO.

      Elimina
    21. Si comporta da vero Padre e gli interessano le pecorelle smarrite.

      Elimina
    22. in TE hanno smesso di fare RESSA?

      Elimina
    23. Se non lo sai tu ... all'ORA KHILO dovrebbe saPERE?

      Elimina
    24. Se seguitiamo a parlarne non finiranno mai. Non so nemmeno cosa sia la candelora.

      Elimina
    25. inFORMATI nel SIGNI-FICATO che E' IMPORT'ante.
      E poi SMETTI tu, se non altro da dire.
      Mi sembri come quelli che si scocciano dopo un po' di DEDICARSI al TEMPIO, di pietra o di carne ha POCA imPORT'anzi!

      Elimina
    26. Luca 2,22-39
      Quando poi furono compiuti i giorni della purificazione di lei secondo la legge di Mosè, portarono il bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore, come è scritto nella legge del Signore: «Ogni maschio primogenito sarà chiamato santo al Signore», e per offrire in sacrificio, come è detto nella legge del Signore, un paio di tortore o due giovani colombi.

      Elimina
    27. La Candelora come credenza popolare non mi interessa.

      Elimina
    28. Fa quello che vuoi.
      Dopo tutto anche io ti USO.

      Elimina
    29. Ogni persona umana, anche Caino, ha diritto al nostro rispetto. Noi siamo quelli che erano pronti a scagliare la pietra sull'adultera. Ti uso per il contributo che dai alla ricerca del vero.

      Elimina
    30. Sei conVINTO?
      Non sai che ci si può perdere anche per sempre?

      Elimina
    31. E' un rischio che si deve affrontare.

      Elimina
    32. SOLO CHI AMA DAvVERO sa GIOCARSI TUTTO e anche per SEMPRE. Altrimenti cosa serve continuare ... SENZA?

      Elimina
    33. Sì. Ma chi ama davvero?

      Elimina
    34. L'AMAante!
      Non l'A-MATO.

      Elimina
  6. Pensavo avessi scritto un post su di me... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "L'Idiota", "I Fratelli Karamazov" o Nietzsche?
      Scegli tu:)

      Elimina
    2. Angelo, ho cancellato un tuo commento dove si parla di "comari".
      A me non piace questo lemma. E' offensivo.

      Elimina
    3. Hai pubblicato di peggio.

      Elimina
    4. Vero. Ma diceva Hannah Arendt che anche il meno peggio fa parte del peggio.

      Elimina
    5. Giusto. Anche il MEGLIO e nemico del BENE.
      Ritornerò quando ci sarà un po' di PANE del CIELO.

      Elimina
    6. Il meglio è il massimo di quello che uno può dare.
      Troppo comodo venire a prendere e non quando uno ha bisogno di avere.
      Se torni con questa Superbia sarai scacciato.
      Non ragioni, non rifletti. Non guardare i difetti degli altri ma pensa a curare quelli che sono dentro di te.

      Elimina
    7. ApPUNTO!
      Sei come un MEDICO che dà la medicina senza dirmi di che male soffro e come posso evitare che ricadi in QUESTA MALATTIA.

      I tuoi sono rimproveri VUOTI, come chi si sente solo OFFeso e non si a.C.cORGE di essere più PREs'UNTUOSO dle suo prossimo fino a divenire VISCIDO.

      DI cosa hai bisogno?
      Compagnia?
      PassaTEMPI?
      O TEMI di disGUS...SIONe?

      Elimina
    8. Accetto anche il "viscido". A me puoi dire tutto perché credo nella tua amicizia. Non mi offendo, ma se chiami comare una che non ti conosce le fai solo del male perché non può capire che il tuo rimprovero è amorevole.

      Elimina
    9. Al MIO PAESE chiamare COMARA seguita dal NOME è una specie di ONOREFICIENZA di AFFETTO. Lo vedi che SEI tu PRE-VENUTO?
      Lascia che sia l'altro a GIUdicarmi OFFEnSIVO.
      Il MIO SIGNORE usa questo modo per rimproverarvi. Come se UNGENDOMI mi dicesse che SONO diventato VISCIDO come LUI STESSO è come la LISCIVA DEI LAVAnDAI.

      Elimina
    10. Che sei stato offensivo non te lo dicono direttamente ma per vie traverse. Io già ti ho detto che può capirti solo chi ti è amico.

      Elimina
    11. NULLA di nuovo sotto il cielo terrestre, come anche NEI CIELI DEI CIELI.
      Un PADRE può intiMORIRE l'amichetto del figlio ma non totalmenTE il FIGLIO. Inizia così che il più antipatico poi diventa il miglior amico.
      Basta confidare e comprendere le DUE PARTI in GIOCO.
      Insegnali TU a diventare AMICI di CHI sembra un NEMICO.
      Puoi riuscirci? Visto che vuoi fare il MAESTRO.

      Elimina
    12. Quello che hai scritto dovrebbe bastare. lo dico come maestro.

      Elimina
    13. Il VERO MAESTRO sa imPARARE qualcosa anche dal DISCEPOLO. Come anche un Padre dal FIGLIO e l'amico dal NEMICO.
      Possiamo andare a dormire SERENAmente?

      Elimina
    14. Un allievo non fa che ripetere non la stessa risonanza ma un miserabile ricalco del pensiero del maestro; quando l'allievo non è che un allievo, fosse pure il più grande degli allievi, non genererà mai nulla.
      Un allievo comincia a creare quando introduce egli stesso una risonanza nuova, cioè nella misura in cui non è allievo.
      Non che non si debba avere un maestro, ma uno deve discendere dall'altro per le vie normali della figliolanza, non per le vie scolastiche della discepolanza.

      Elimina
    15. Ho capito solo che ci vuole SEMPRE UMILTA', cioè conSAPEVOLEZZA di rimanere sapiente in quel che si sa dimostrare.

      Elimina
    16. L'umiltà ti permette la conoscenza. Più che dimostrare serve coinvolgere l'altro in quello che hai compreso.

      Elimina
    17. Non credo nell'A.T.trazione, ma nella PRO-VOCAZIONE.
      Non tutti vogliono venir coinvolti in qualcosa che E' TERRIBILE agli occhi umani.

      Elimina
    18. Uno ci prova a coinvolgere l'altro. Se va male bisogna rassegnarsi.

      Elimina
    19. apPUNTO, altrimenti RIMAni uno che si conTORCE.
      Non mi va di strapazzarmi più di tanto. Potrei rimanerci.
      Una cosa è certa! C'è chi S.O.S.tenendo che non comprende quello che dico ... mi blocca, pure SUBITO.

      Anche TU TEMI che IO pOSSA all'ONTAnare altri visitatori.
      Ti avevo invitato nel POSTo MIO, ma tu vuoi usarmi come METRO di pazienza per chi non vuole che IO sia tuo amico.

      Elimina
    20. Non cerco la quantità ma la qualità che può darti solo l'amico.
      La pazienza è una virtù dei credenti.

      Elimina
    21. a.C.COMPAGNIati da tanta SOFFERENZA per continua inCOMPREnSIONe.

      Elimina
    22. Sarebbe un guaio essere compresi perché significherebbe parlare usando la menzogna.

      Elimina