martedì 29 agosto 2017

Alla ricerca dell'amore







Non si può fare a meno dell’amore. Si nasce per amore, si ride per amore, si gioisce per amore, si soffre per amore. L’amore non va imprigionato, ma donato.
Chi è incapace di amare, inaridisce, non ama neanche se stesso.
È solo ripiegato su se stesso, non amare è egoistico.
L'amore, secondo Jean-Luc Marion,  ha un ruolo molto speciale dal punto di vista della filosofia e, insieme, della vita.
La stessa filosofia significa innanzitutto "amore" della sapienza.
La filosofia moderna però non considera l'amore seriamente.
Da Cartesio a Hegel, l'amore è stato relegato a un ruolo secondario, minimo rispetto alla razionalità, alla coscienza. E' considerato passione, malattia. L'amore invece è una parte centrale della razionalità.
Il desiderio e la promessa, l'abbandono e la fedeltà, la gelosia
sono tutti eventi che sfuggono a una certa definizione di
razionalità, e che rivelano figure di un'altra ragione, di una ragione più grande, la vita umana.
L'amore è qualcosa di misterioso. E' il più profondo dei desideri umani.
Si può fare a meno dell'amore?
Rinunciare a porsi la domanda "qualcuno mi ama?"
Rinunciare soprattutto alla possibilità di una risposta positiva,
vuol dire rinunciare all'umano in sé.
Nella misura in cui si progredisce nel cammino della vita
si diventa più saggi e ci si distacca dai desideri egoistici
e si sale nel modo di amare. Dapprima non si ama che se stessi,
poi l'altro, infine finalmente gli altri.
Allora l'amore diventa una virtù: volere il bene altrui
è il bene stesso :è il vero amore. Ed è l'inizio di tutto.
L'amare è gioia che crea entusiasmo.
Lo stesso sentimento che si prova in cuore
quasi fosse un dio nascosto. E' intensità a volte e anche fretta di
arrivare là dove il cuore sarà felice.




29 commenti:

  1. Migliore ipotesi per questa immagine: amore.

    RispondiElimina
  2. Purtoppo l'amore non porta solo idilli e gioie. Spesso porta scelte difficili, sacrifici, sofferenza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maneggiare con cura Pippa.

      L'amore comporta una totalità in cui entrano tutte le componenti della persona. Richiamo del corpo e dell'istinto, forza dell'affettività. Aspirazione dello spirito e della volontà. L'amore è un'esperienza ragionevole e piena di fascino. Dà un senso compiuto alla tua vita. Sì, è difficile abbandonare i propri egoismi e imparare a donarsi, muoversi verso l'altro, capire le sue esigenze e soddisfarle. E' necessario un cambiamento radicale nel proprio modo di vivere.

      Elimina
  3. "L'Amor che muove il sol e le altre stelle" e aggiungo solo che l'amore che Cristo ha per noi è così grande che se tu,se io fossimo le sole persone al mondo,Lui nascere be morire be e risorgerebbe ugualmente per l'amore immenso verso gli uomini poveri peccatori .Buonanotte

    RispondiElimina
  4. C'è un qualcosa di sacrosanto in quello che scrivi: l'amore va donato. Punto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non doni non c'é il ritorno d'amore.

      Elimina
  5. L'amore è soprattutto riuscire a vedere le cose come le vede l' altro, in questo modo l'altro è giustificato nei suoi errori, perché vedendo come vede lui si percepisce la ragione per cui compie quell'azione e comprendendone l'azione non è possibile condannare. Insomma, amare davvero significa non aspettarsi nulla dall'altro e donare sempre e comunque amore, attenzione, tenerezza, sorrisi. Amare con un cuore di mamma, con un cuore di papà.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esagerando posso dirti che amare significa innamorarsi anche dei difetti dell'altra.
      Ciao sinforosa.

      Elimina
    2. Non è esagerazione è la normalità dell'amore.

      Elimina
    3. Concordo Sinforosa.
      Grazie.

      Elimina
  6. Che bello il tuo modo di descrivere questo sentimento.
    Amore, qualcosa che non può e non deve (per me) essere spiegato.
    Amore, diverso in ogni sua forma, perché diversi siamo noi esseri viventi e che non dovrebbe essere rinchiuso in un solo termine.
    L'amore se c'è si vede e lo si sente.
    In un bimbo che avvicina il cibo, con la propria manina, verso il becco di un cardellino...
    Un giovane che scambia amabilmente due parole con un anziano sconosciuto, seduto solo su di una panchina.
    Il gesto inconsapevole di alzare il sacchetto della spesa, ad una signora davanti a te, in fila al supermercato...
    Il bacio dato sulla guancia al tuo lui/lei improvvisamente e senza un reale motivo.
    Come si fa a dare una giusta definizione al senso vero dell'Amore?
    Abbraccio grande Gus, bel post, ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando si incontra una persona importante per la propria vita, c'è sempre un primo momento che ci fa percepire un presentimento che qualcosa in noi è messo alle strette dall'evidenza di un riconoscimento ineludibile: "Ecco, è lui, ecco, è lei". Ma solo lo spazio dato dal ripetersi di questo avvenimento carica l'impressione di peso esistenziale.
      Cioè, solo la convivenza lo fa entrare sempre più radicalmente e profondamente in noi, fino a che, ad un certo punto è assoluto.
      Ma non basta.
      La conoscenza sarà una persuasione che avverrà lentamente e nessun passo successivo smentirà i precedenti.
      Dalla convivenza, nel senso di conoscenza spirituale, deriverà una conferma di quella eccezionalità dell'evento accaduto.
      Si sperimenta ciò non come una vaga eventualità, ma nella sua evidenza stringente.
      Abbiamo bisogno subito di capire che l'amore è fatto dal ripetersi di tanti riconoscimenti, cui occorre dare uno spazio e un tempo perché avvengano.
      L'uomo di oggi ha fretta o inganna se stesso.
      Per questo l'amore diventa solo un gioco che prima o poi finisce per annoiarci.
      L'amore, è vero, non di definisce, ma bisogna riconoscerlo e guardarlo in prospettiva.
      Grazie Pia.
      Abbraccio come vuoi tu.

      Elimina
    2. Gus, credo che tu abbia desiderato descrivere l'amore di coppia profondo e duraturo.
      È difficile riuscirci, ma tu sei stato bravissimo.
      L'hai vissuto e questo lo vuoi far conoscere a tutti.
      I giovani comunque non comprenderanno, bisogna viverlo davvero...ma scriverne è importante.
      È qualcosa che sto vivendo anch'io e ne vado fiera...sempre e comunque in prospettiva.
      Grazie dell'abbraccio ricambiato ed anche di più. Ciao.

      Elimina
    3. Io sono arrivato all'amore che inconsciamente desideravo dopo aver commesso errori gravi.
      Ciao Pia.

      Elimina
    4. È triste arrivare a capire qualcosa di tanto importante dopo aver commesso errori...mi dispiace. Ma ciò ti ha portato a comprendere in profondità e ciò è un bene.
      Ariciao!

      Elimina
    5. Per due anni ho sofferto molto. L'incontro di ha dato una grande serenità.

      Elimina
  7. E' stato detto molto su questo bellissimo sentimento che è l'amore, Per me l'amore è la cosa più importante della vita, più della vita.

    Ti dedico questa poesia di Pedro Salinas.

    Quando io ti amo e tu mi ami,
    siamo l'uno come lo specchio dell'altro,
    e riflettendoci l'uno nello specchio
    dell'altro, vediamo l'infinito.

    Un saluto caro a te.
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La poesia esprime a meraviglia l'amore.
      Grazie Dani.
      Ciao.

      Elimina
  8. Forse l'argomento andrebbe, a mio modesto avviso, "allargato"...
    http://video.leggo.it/societa/il_musulmano_bendato_a_parigi_abbracciatemi_se_vi_fidate_di_me_._ecco_come_hanno_reagito_i_parigini-73493.shtml
    Allora sì che avremo raggiunto l'apice del cosiddetto Amore (e non parlo solo di quello terreno), ma quanti di noi sono pronti a questo? Credo pochi.
    PS meno male che io sono ottimista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti questi discorsi, Farfalla, rappresentano solo un punto di arrivo. Lo vedi che ci meravigliamo di cose normalissime?
      Ciao.

      Elimina
    2. Amico mio, vero che sono cose normalissime, ma proprio perchè tali, forse non ne siamo consapevoli e diventano un punto d'arrivo lontano lontano lontano...
      Ciao a te

      Elimina
    3. Il prossimo, non si capisce l'importanza del nostro prossimo.
      Ciao Farfalla.

      Elimina
  9. L'esperienza dell'amore,quello vero,porta con sé una trasformazione radicale della persona che consiste in una capacità di vivere all'altezza del nostro essere persona cioè potenziare al massimo tutto ciò che ci fa uomini.e quello che ci rende grandi nell'amore sono la la ragione e la libertà. L'amore le potenzia!! Tu e io era un esempio: allore mi correggo: se nel mondo ci fossi stata solo io....Cristo, avrebbe percorso ugualmente il Suo destino: quello di redimere morendo e ri suscitando. ....è chiaro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siete bravissime nell'amore.
      Bacio Lucia.

      Elimina
  10. Vivere senza amore non si può, credo sia il fulcro dell'esistenza. E' una continua ricerca, un continuo desiderare di amare e di essere amati. E' forse l'unico vero senso della vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno incapace di amare è un uomo morto.
      Ciao.

      Elimina
  11. Quanta saggezza che io da tempo ho rinnegato cacciato via nella mia lacerazione, non vedendo o non volendo vedere,sopraffatta dalla malattia, dalla solitudine, voluta o no, cercata, dall'egoismo, da cio' che uno pretende e forse non dà...
    L' amore è l'essenziale, senza di lui in qualsiasi forma non si vive, ma si vegeta, chissà forse inconsciamente aspettando nel dolore la fine che non arriva ancora,con questo bisogno di dare che trattieni per paura, per egoismo , per razionalità che è l'antitesi dell'amore stesso.
    Gus mio io sono un fallimento totale che inconsciamente o meno si crogiola nelle sue mancanze, dando la colpa a cose che poi derivano unicamente da me stessa.
    e questa analisi riassuntiva mi fa anche male, io considerata la più forte, la più spensierata, con appiccicata la maschera che non tolgo e che mi porta al niente.
    Un forte abbbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fatti della vita possono trascinarci nella sofferenza con una sensazione maligna di incapacità nel dare, ma è solo uno stato d'animo perché sei ricolma di affettività.
      L'abbraccio come tu vuoi.

      Elimina