martedì, ottobre 04, 2022

Crederci fino alla fine

 


"Perché è più facile dominare chi non crede in niente ed è questo il modo più sicuro di conquistare il potere.”
Michael Ende fa pronunciare queste parole ad uno dei personaggi della Storia Infinita, Gmork il servo del Nulla.
Cosa fa da sempre chi vuole esercitare il potere?
Cerca di annullare tutti quelli che vuole controllare con tanti mezzi: il terrore, un’ideologia, il rimbambimento mediatico, la mancanza di idee, la violenza verbale e sociale, la perdita di punti di riferimento superiori.
Sono poche quelle persone “divergenti” che conservano nonostante tutto la capacità di pensare con la propria testa e di opporsi a questi meccanismi perversi.
Ho avuto occasione di vedere Nerve e lo trovo esempio appropriato  di come (in questo caso con i social) poche persone cercano di sottomettere e controllarne tante altre.
Tante persone che frequentano Facebook o altri social fanno questo, chi più subdolamente e chi invece in modo diretto e violento.
Ma questo non è potere.
Io sono convinto che il vero potere è essere consapevoli di se stessi e conservare la propria dignità e la libertà di scegliere sempre fra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato seguendo ciò che la nostra coscienza ci dice di fare e non seguire falsi profeti.
E' complicato analizzare la complessità epistemologica, ontologica e sociologica dei termini "normale" e "patologico" e della psichiatria tout court come dispositivo teorico e istituzionale.
Mentre la "malattia mentale" è davvero indefinibile, la sua definizione è, tuttavia, critica per comprendere alcuni aspetti della divisione sociale nella modernità borghese e capitalista.


25 commenti:

  1. Immagine:

    La quiete in autunno
    Völkermarkt, in Austria, un bellissimo posto in cui è possibile scattare foto al tramonto. per realizzare questa foto ho aspettato che calasse il sole del tutto.
    Jo Vittorio

    RispondiElimina
  2. Hai centrato un problema che va oltre il contingente e l'odierno. Condivido ll tuo post che ho letto con interesse. Chi non crede in niente lo si manipola come si vuole per gli scopi anche più aberranti.

    Essere presenti a se stessi e coscienti del proprio essere persone libere e la dignità è oro puro.

    Un salutone e complimenti per il post e per la foto.

    RispondiElimina
  3. Mi sembra di essere in un vortice che mi attira sempre di più: mi attira verso il raggiungimento di quella libertà che per molto tempo ho inseguito.
    La società sta ripiegandosi in un egoismo, in un qualunquismo sfrenato alla ricerca solo di cose.
    La grazia e la disperazione sono molto vicine perché molte volte la disperazione si trasforma in grazia e quando non si recepisce un messaggio della grazia, questo può diventare disperazione.
    Qualcuno ci provoca.
    E' come il fuoco che brucia, il fuoco che purifica.
    Il fuoco che entra dentro può essere un fuoco distruttore come può essere un fuoco purificatore.
    Serve un impegno notevole che si sviluppa nel tempo. Accumulando esperienze e interessi, lasciando filtrare quelle qualità che permettono di poter costruire una identificazione individuale significativa. La forza della libertà e la predisposizione alla relazione, nascono dalla certezza verso le proprie capacità.
    Il bene dell'io, come il bene comune, è un bene relazionale fatto di scelte definitive e stabili, che mantengano la caratteristica della permanenza, di un impegno di fedeltà e di costruttività.
    L'incapacità di permanere nella scelta significa l'incapacità di una effettiva responsabilità.
    Illudendosi di essere libero solo perché può continuamente cambiare le sue scelte, l'uomo finisce spesso per essere condizionato dalla mentalità dominante, dal potere enorme del mass-media. In realtà, spesso il potere sceglie lui, e l'uomo non è più protagonista. Solo la coscienza della propria identità rende protagonisti.
    Dice la Arendt: "L'autorità e la violenza sono opposti: dove l'una governa per il bene comune l'altro è assente. La violenza compare dove l'Autorità è scossa e lasciata a se stessa finisce per scomparire. Questo implica che non è corretto pensare all'opposto della violenza in termini di non violenza, parlare di potere non violento è di fatto una ridondanza. La violenza può distruggere l'Autorità; è assolutamente incapace di ricrearla."
    L'Autorità si esprime attraverso la politica che è stata sconfitta proprio per l'abbandono dei giovani delusi dalla corruzione e dal luogo comune: i partiti sono tutti uguali.

    Un salutone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vivo una fase simile e vedo le cose della vita in modo altrettanto simile soprattutto quando scrivi: "Solo la coscienza della propria identità rende protagonisti" o quando parli dei giovani "delusi dalla corruzione e dal luogo comune: i partiti sono tutti uguali".

      Non c'è da stupirsi se alle ultime elezioni c'è stata l'affluenza al voto più bassa degli ultimi anni. C'è un disincanto dalla politica presente in molte persone in Italia.

      Importante il riferimento che hai fatto al pensiero di H. Arendt perché in quelle parole c'è il rischio che corre la Democrazia.

      Un salutone e alla prossima

      Elimina
  4. testo bellissimo e vero. Sono qui solo per augurarti il buongiorno con una promessa di pace. Bacio.

    RispondiElimina
  5. Ciao Lucia.
    Il 5 ottobre è il giorno del mio matrimonio. La giornata era bellissima. Soleggiata e calda.
    Bacio.

    RispondiElimina
  6. La coscienza, quando è davvero obiettiva, consapevole e responsabile, è l'oracolo migliore. Ma quanti la esercitano e le danno ascolto?

    RispondiElimina
  7. La nostra coscienza è scritta con inchiostro indelebile.

    RispondiElimina
  8. Frase del Film La storia infinita
    “Gmork: 'Sei uno sciocco e non sai un bel niente di Fantàsia. È il mondo della fantasia umana. Ogni suo elemento, ogni sua creatura scaturisce dai sogni e dalle speranze dell'umanità e quindi Fantàsia non può avere confini.'
    Atreyu: 'Perché Fantasia muore?'
    Gmork: 'Perché la gente ha rinunciato a sperare. E dimentica i propri sogni. Così il Nulla dilaga.'
    Atreyu: 'Che cos'è questo Nulla?'
    Gmork: 'È il vuoto che ci circonda. È la disperazione che distrugge il mondo, e io ho fatto in modo di aiutarlo.'
    Atreyu: 'Ma perché!?'
    Gmork: 'Perché è più facile dominare chi non crede in niente ed è questo il modo più sicuro di conquistare il potere.'
    Atreyu: 'Chi sei veramente?'
    Gmork: 'Io sono il servo del Potere che si nasconde dietro il Nulla. Ho l'incarico di uccidere il solo in grado di fermare il Nulla. L'ho perso nelle paludi della Tristezza. Il suo nome era Atreyu.
    Atreyu: Se tanto dobbiamo morire, preferisco morire lottando. Attaccami Gmork! Io sono Atreyu!' ”
    La storia infinita Noah Hathaway

    RispondiElimina
  9. Gus, la maggior parte dei ragazzi, uomini, donne è influenzata da Facebook e crede a cosa scrivono, gli anziani che non hanno questi canali sono influenzati dalla televisione, dai vari programmi che iniziano al mattino e terminano ala sera. Notizie vere, poi smentite, ovunque che confondono le persone, che le inducono a ragionare, no a seguire la massa, persone che avevano ideali e che ora non ci credono più o che forse hanno dimenticato. Come si fa a dimenticare? Si dimentica perchè si pensa che quello o quel altro siano più colti, preparati che possano aiutarci a uscire in una situazione che già era critica ma che ora è al tracollo. Ieri un anziana mi ha detto che ha fatto scorta di cibo in scatola perchè non avrà più il gas per cucinare...capisci cosa inculcano nelle teste e lei convinta mi ha aperto un armadio quattro ante pieno di scatolette...lo stesso Facebook per i giovani vuoi dirmi che non ha influito sulle elezioni persino quelle della mia Provincia su qui anche li stendo un velo pietoso Ciao Gus

    RispondiElimina
  10. L'Italia non ha un governo con un ministro della psicologia. Senza guida la gente va allo sbaraglio. Sulla questione energia e gas le persone hanno paura e questo è sbagliato e dipende dai media impazziti.
    Si ripete la stessa situazione del Covid.
    La Russia ha riaperto i rubinetti del 10% di metano che ci fornisce.
    Intanto la gente aveva cominciato a pensare a un inverno al freddo e con le candele.
    Ecco, è sbagliato far passare queste notizie. Inoltre, la Russia ha smesso di erogare la fornitura per conoscere la nostra reazione e ora sa che dal Capo dello stato all'uomo delle pulizie l'Italia ha tremato e abbiamo messo i proiettili nei fucili dei russi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione! Vengono ribaditi analoghi messaggi di paura. Prima con l'epidemia, poi con la minaccia termo-nucleare e adesso con il rischio di affrontare l'inverno senza combustibili.

      Elimina
    2. Errando discitur non è simpatico e lo smentiscono clamorosamente.

      Elimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. La massa da sempre se incattivita o terrorizzata diventa folla nell'accezione manzoniana del termine. Oggi la situazione è molto preoccupante non solo per il gas o per le bollette che saliranno ancora e che se anche non salissero più, sono già aumentate parecchio e già ora molti arrancano, ma anche perchè l'incertezza sul futuro è motivata e si viene da tre anni infernali per cui i nervi di tutti sono logori e messi ancora a dura prova. Avevi forse già trattato il tema più ampio del tuo post e cioè la facilità nel manipolare chi non crede in niente. Io credo sia più facile manipolare soprattutto chi non ha interesse in niente se non nel coltivare il suo orticello, mentre chi da sempre ragiona con la sua testa, non pensa solo per aspetti quotidianamente concreti ma ha delle idee dei valori, ritengo sia un osso più duro da rendere malleabile.

    Attenzione perchè credere in qualcosa non deve essere come un mantra portato all'estremo altrimenti il fanatismo anche laico può essere pericoloso. Lottare per la libertà e l'indipendenza di un popolo è giusto, arrivare a voler rendere libero un popolo a tutti i costi secondo i propri parametri di libertà ed i propri punti di vista imponendo i medesimi con la forza, è dittatura. Ecco, credo che il nichilismo possa portare ad una più facile manipolazione. Non credere a nulla porta alla diffidenza estrema ed ad un possibile cortocircuito emotivo se non si. ha equilibrio, il nichilismo invece comporta rassegnazione quella di cui parlano i due personaggi de La Storia Infinita da te citati.

    RispondiElimina
  13. Il credere nell'amore verso l'altro che è odiato perché donna, gender, colore della pelle non bianco, povero, malato, questo ci rende forti e non
    schiavi del Potere.

    RispondiElimina
  14. Forse per esercitare la giustizia e non lasciarci influenzare da chicchessia o dai radicati pregiudizi sarebbe sufficiente agire con gli altri come vorremmo che gli altri agissero nei nostri confronti.
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eri finita nel diabolico spam. Riconoscere la menzogna cercando sempre la vertà.

      Elimina
  15. Il vero potere è quello di dire sempre quello che si pensa e non averne paura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Angela, potrebbe capitare che qualcuno creda in cose sbagliate e allora il potere diventa pericoloso. Logicamente non mi riferisco a te che hai la fortuna di avere una mente e un cuore ricolmi di saggezza.

      Elimina
  16. È proprio quando credi nelle cose giuste che il potere diventa pericoloso.
    Hanno disegnato dei...post anche vicino al muro di casa mia. Ora capisco chi può essere stato.
    Tornerà più bello...siamo assicurati per gli atti vandalici 😊
    Oh gus che risposta lampo 4 minuti ...
    Sai cosa vogliono dire per me i tre puntini? Pensaci.

    RispondiElimina
  17. *Oh gus che risposta lampo 4 minuti*. E' un'apertura lampo.

    RispondiElimina
  18. Non credono e non dominano. Una sola parola: guidare con vera verità! Tanta gioia Gus.

    RispondiElimina
  19. Molte azioni dell'uomo sono negative per il distacco dal trascendente.
    Ciao Francesco.

    RispondiElimina