venerdì, settembre 30, 2022

Biden ha sbagliato

 


Dice Ferguson: " Il problema sono gli Stati Uniti perché l’Amministrazione Biden si è imbarcata in una strategia che punta a prolungare  la guerra, nella convinzione che questo porterà a un cambio di regime in Russia".
La cosiddetta gaffe di Biden non era affatto una gaffe: membri dell’Amministrazione hanno più volte indicato quella che chiamo la strategia cinica ma ottimista di prolungare la guerra e aspettare che le sanzioni facciano cadere Putin. Trovo però questa strategia straordinariamente rischiosa e pensata male. Se gli Usa adoperassero la loro influenza sia su Ucraina che Russia per spingere a un cessate il fuoco, allora accadrebbe: e tuttavia l’Amministrazione Biden non sembra coinvolta nella diplomazia. È un grave errore: e i rischi di prolungare la guerra sono molto maggiori di quanto Biden non sembri comprendere. Potrebbe essere fortunato e magari Putin viene davvero rovesciato: ma se scommetti il futuro dell’Ucraina su questo esito, le chance mi sembrano terribili».

Quali sono i rischi più gravi?

«Quello ovvio è che l’Ucraina venga distrutta al punto da non essere è più una nazione sostenibile, magari con dieci milioni di profughi. Inoltre, se minacci Putin con un cambio di regime, le probabilità che ricorra a misure disperate per evitare la sconfitta crescono: e quelle misure disperate includono l’uso di armi nucleari. Lui non è Saddam o Gheddafi: ha un arsenale nucleare più vasto di chiunque al mondo ed è incredibilmente irresponsabile parlare apertamente di cambio di regime in queste circostanze. Putin deve essere portato al tavolo dei negoziati: dobbiamo sfruttare il fatto che è in difficoltà, non incoraggiarlo a prendere misure disperate».

Ma finché Putin è al potere non resta un problema per la stabilità mondiale?

«E cosa otterremmo con un cambio di regime in Russia? Anche assumendo che il risultato fosse di nostro gradimento, a beneficiarne sarebbe la Cina. Tutta la strategia americana è basata su un profondo e strategico errore di calcolo che mi rende molto nervoso per le prossime settimane».

                                         Niall Ferguson

(di Luigi Ippolito corrispondente da Londra del Corsera)


48 commenti:

  1. E io la penso come l'autore di questo articolo

    RispondiElimina
  2. Anche per il fatto che le sanzioni hanno dato una stangata economica all'Unione Europea e siamo diventati nemici della Russia.
    Leggo di aumenti catastrofici delle bollette per l'energia elettrica e il gas.
    Inoltre Putin non vuol perdere la guerra scatenata contro l'Ucraina e minaccia l'uso del nucleare.

    RispondiElimina
  3. Non ci sarà mai un cambio di regime in Russia. Non fare nemmeno affidamento su di esso. Io stesso ho votato personalmente per Putin. Putin è sostenuto dal 100% della popolazione russa.
    L'Ucraina è colpevole di aver bombardato il Donbass per 8 anni. Nel Donbass, il 92% della popolazione è russa. I presidenti ucraini Poroshenko e Zelensky si sono rifiutati di negoziare. E siamo venuti per salvare i nostri fratelli.

    Putin non ha mai minacciato nessuno di una guerra nucleare. Gli americani ne parlano costantemente e, come sempre, mentono.

    RispondiElimina
  4. Anch'io la penso come l'autore dell'articolo.Biden ha sbagliato i conti.E' vecchio ,non ragiona.

    RispondiElimina
  5. Evidentemente tu leggi la Pravda. Io ho letto ( fonte Agenzia Ansa):
    Medvedev, la Russia ha il diritto di usare armi nucleari.
    L'ex presidente russo torna ad evocare lo spettro atomico
    https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2022/09/27/medvedev-la-russia-ha-il-diritto-di-usare-armi-nucleari_6f38dd6f-ac4d-4895-889d-b778a33c2bd6.html.
    Non sono io che desidero un cambio di regime in Russia, ma è Biden che lo vuole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se queste sono le parole di Biden, allora perché pubblichi queste parole senza i tuoi commenti? Quindi la pensi come Biden.

      Sì, la Russia ha il diritto di usare una bomba nucleare, ma solo per la propria protezione. Medvedev e Putin non hanno mai detto che l'avrebbero usato. Ma Biden ne parla.

      Elimina
    2. La guerra del Donbass è un conflitto iniziato nel 2014 tra forze separatiste del Donbass ucraino appoggiate dalla Russia e forze governative ucraine. Il conflitto iniziò il 6 aprile 2014, quando manifestanti armati si sono impadroniti di alcuni palazzi governativi nell'Ucraina orientale, ossia nelle regioni di Donec'k, Luhans'k e Charkiv.[9][10][11][12] Queste manifestazioni facevano parte di più ampi moti di protesta anti-governativi in concomitanza con l'annessione alla Federazione Russa della Crimea.[13]

      I secessionisti, volendo emulare quanto è accaduto in Crimea dopo l'intervento militare russo nella penisola, chiesero anch'essi un referendum per l'indipendenza che fu negato dall'Ucraina. Il referendum non fu riconosciuto e non fu verificato da alcuna organizzazione internazionale, ma si tenne comunque l'11 maggio 2014.[14][15]

      L'Ucraina lanciò una controffensiva che riuscì a ridurre le zone controllate dalle forze separatiste a poche fasce di territorio isolate.[16] Tra il 22 e il 25 agosto, personale militare, artiglieria e materiale militare entrarono nei territori ucraini del Donbass. L'Ucraina e le diplomazie occidentali denunciarono gli aiuti russi alle milizie separatiste come una "invasione diretta dell'Ucraina da parte della Russia".[17][18][19]

      Dal febbraio del 2022, a seguito dell'invasione dell'Ucraina delle forze armate russe, la guerra del Donbass entrò nelle più ampie dinamiche del conflitto russo-ucraino ancora in corso.

      Elimina
  6. Quello che dice Orsini. Biden sta sbagliando o peggio si illude di poter schiacciare Putin senza troppi danni ma non è così sottovaluta la potenza la freddezza e la ferocia dell'avversario. Il dramma è che dentro tutto questo abbiamo l'Europa che sembra non comprendere il rischio in cui si trova o forse finge di non capirlo. E se lo scopo fosse tornare a spartirsi l'Europa come prima della caduta del muro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente qualcuno va al cuore del problema: tutti parlano di quanto accaduto a decorrere dal 2014 nelle due provincie a maggioranza russa, Donetsk e Luhansk, ma pochi riflettono sulla "spartizione" di quella cospicua porzione dell'Europa che è l'Ucraina, come hai giustamente menzionato tu nel commento.
      Penso che a monte della crisi ci sia il fatto che quelle due potenze nucleari (USA & Russia) a un certo punto non sono state più disposte a considerare l'Ucraina come territorio neutrale. E ovviamente da una lato la Russia si è opposta all'inclusione di quel territorio dell'alveo dell NATO e, viceversa, dall'altro lato gli USA hanno cercato di evitare l'assorbimento dell'Ucraina nell'orbita russa (come la Bielorussia ad es.).
      Ora per poter discutere su quale delle due potenze ha iniziato prima, nel procedere con ingerenze sul piano politico-internazionale, è necessario procedere con approfondimenti sul piano delle relazioni internazionali, che potrebbero non avere alcun interesse, se non per chi è di parte.

      Interessanti anche i contenuti del post pubblicato dell'autore del Blog. E perdonate l'intrusione da parte mia che sono nuovo di questo blog.

      Saluti

      Elimina
    2. L'Ucraina è una nazione slava e non europea.
      Russia e USA dovevano permettere una neutralità costruttiva.
      La guerra nasce dalla cupidigia dei due grandi Paesi.
      Ciao Giorgio.

      Elimina
  7. Perché Russia vuole Donbass?

    Perché il Donbass è una regione ricca e contesa

    Le terre del Donbass, infatti, celano un tesoro particolarmente utile per l'economia e la tecnologia del XXI secolo. Dal petrolio al gas naturale, dal carbone all'uranio, senza considerare manganese, titanio, ferro, terre rare e tanti altri.

    L'Ucraina è colpevole di aver bombardato il Donbass per 8 anni. Nel Donbass, il 92% della popolazione è russa. I presidenti ucraini Poroshenko e Zelensky si sono rifiutati di negoziare. E siamo venuti per salvare i nostri fratelli.
    Mi pare in contraddizione

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande lavaggio di un'ora, prima che per pagare le bollette di luce e gas dovrò vendermi la casa dove abito.
      La Germania, che prende anche il metano dall'Italia, ha tradito l'Europa. Draghi l'ha capito e ha informato Giorgia.
      Qual è l'imbroglio. I Crauti sovvenzionano le imprese per 200 miliardi di euro in modo che le loro aziende riescano a fornire beni che in Italia costerebbero il doppio. Una porcata alla nazista.

      Elimina
  9. Ma non hai risposto alla mia domanda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La domanda devi farla alla signora russa.

      Elimina
  10. Spero che collaboreranno insieme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giorgia deve ringraziare che esiste uno come Draghi, perché i marpioni se la spolpano come e quando vogliono.

      Elimina
    2. Draghi è inimitabile. TUTTI i politici al posto di giorgia con i marpioni di oggi avrebbero spolpato chiunque.
      Non sottovalutare Giorgia, la sto seguendo con molto interesse.

      Elimina
  11. Il premier Mario Draghi è molto irritato per il “Whatever it takes” della Germania sul gas. L’annuncio del cancelliere Olaf Sholz sullo scudo da 200 miliardi, nelle intenzioni, è una risposta a Vladimir Putin. E il piano annunciato da Berlino a sostegno di famiglie e imprese non sarà finanziato con nuovi prestiti, ma dalla riattivazione di un fondo di stabilizzazione economica usato già durante la crisi finanziaria del 2008 e la pandemia da Coronavirus. Ma oggettivamente rompe il fronte comune dell’Europa. E la decisione rischia di allontanare le misure strutturali e vantaggiose per tutti i paesi membri. Per il governo porterà a tre errori: rottura della solidarietà europea, distorsione del mercato e aumento del debito tedesco. E il premier minaccia anche di non condividere con gli altri paesi europei le riserve di gas già stoccate

    RispondiElimina
  12. Sono d'accordo con l 'autore dell'articolo. Secondo me si sta facendo un grave errore di sottovalutazione. Pensare che sia possobile spodestare Putin secondo me è una follia per le possibili conseguenze catastrofiche potrebbero coinvolgere l'intero pianeta. Ma il mondo sembra andare verso la guerra, non verso la pace. E l'Europa? E a rischio come non mai, ma sembra che nessuno se ne renda conto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abitiamo tutti nel pianeta Terra. Chi al nord, chi al sud e anche a occidente e oriente. Dovrebbe andare tutto tranquillo ma all'uomo che ha già perso il cuore, ora sta liquidando anche la ragione.

      Elimina
  13. Spero solo comprendano che se un solo scemo schiaccia il bottone.. come diceva Einstein, la IV guerra mondiale la combatteremo a pietre e bastoni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà come l'inizio del film * (2001: A Space Odyssey) *

      Elimina
    2. La Russia è un grande Paese. Ricordiamo Tolstoj e Dostoevskij e anche i viaggi nello spazio.
      La Russia ha perso 20 milioni di soldati per frantumare i nazisti
      Mi sembra assurdo che gli attuali governanti diano vita a una celebrazione solenne per comunicare che la Russia ha altre quattro Regioni sorte da referendum ridicoli, privi di un minimo supporto giuridico.
      Non posso crederci, quindi imbrogliano per giustificare ulteriori
      operazioni militari devastanti.

      Elimina
    3. Ho capito anche che è più facile vincere l'elezione che dar vita a un governo. Lupi famelici azzannano Giorgia per poltrone ambite. Minacce tra amici di cordata.

      Elimina
    4. La gente del Donbass, così come Zaporozhye e Kherson, voleva diventare parte della Russia. Sono tutti russi. Sono appena tornati a casa.
      Loro stessi hanno tenuto referendum a Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporozhye. Ai referendum hanno partecipato osservatori provenienti da 40 paesi. I referendum erano legali.
      Secondo la Carta delle Nazioni Unite, i popoli di tutti i paesi hanno diritto all'autodeterminazione.
      Ora queste 4 regioni fanno parte della Russia. Ieri i capi delle regioni hanno firmato un accordo con il presidente Putin per entrare in Russia. Abbiamo dovuto chiedere il permesso a Biden? Non vuoi riconoscere i referendum? Non ci interessa la tua opinione! Non ti riconosceremo neanche.

      Elimina
    5. Gus, ti piacerebbe se in Italia esplodessero proiettili per 8 anni, distruggendo case, scuole, ospedali? Ti piacerebbe se i bambini italiani venissero uccisi? Certo, chiederesti aiuto ad altri paesi vicini.
      Il tuo Draghi è venuto a Kiev con Macron e Scholz, ha abbracciato Zelensky.
      Perché non ha visitato il Donbass? Perché non hai visto come vivono le persone nel Donbass? Draghi ha promesso a Zelensky di inviare armi. Perché non ha promesso di inviare cibo nel Donbass?
      Ora stai esportando grano dall'Ucraina in Europa. I paesi affamati dell'Africa ricevevano meno grano dell'Unione Europea.
      L'Italia è un paese affamato anche in Africa?
      E cosa mangeranno gli abitanti delle regioni di Donetsk, Lugansk, Kherson, Zaporozhye? Chi li ha aiutati, tranne la Russia? Non sono stati autorizzati a coltivare il grano per 8 anni. Le tue conchiglie sono esplose nei campi di grano.
      Non vuoi riconoscere i referendum! Abbiamo la nostra opinione. Non obbediamo a un pazzo presidente degli Stati Uniti.

      Elimina
    6. L'Onu dichiara "illegali" i referendum nelle regioni ucraine.
      Le Nazioni Unite hanno affermato che il referendum nella regione ucraina controllata dai separatisti filorussi non ha legittimità internazionale.
      Il sottosegretario generale delle Nazioni Unite per la politica e il mantenimento della pace, Rosemary Dicarlo, ha affermato che il "referendum" in questione non è "una vera espressione della volontà popolare" o "legittimo" ai sensi del diritto internazionale.
      In un discorso al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, DiCarlo ha dichiarato:
      "Le azioni unilaterali intese a legittimare un tentativo di prendere con la forza un territorio di un altro stato da parte di uno stato mentre pretende di rappresentare la volontà del popolo, non sono legalmente accettabili secondo il diritto internazionale".
      DiCarlo affermando che le Nazioni Unite rimangono pienamente impegnate per sostenere pienamente la sovranità, l'unità, l'indipendenza e l'integrità territoriale dell'Ucraina, ha chiesto alla Russia di rispettare le leggi ucraini nelle regioni controllate dai separatisti filo-russi in Ucraina.
      La rappresentante permanente degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite, Linda Thomas Greenfield ha affermato che una bozza di risoluzione che condanna il referendum sarà inviata al Consiglio di sicurezza.
      Greenfield ha affermato che se la Russia pone il veto alla risoluzione, gli Stati Uniti trasferiranno la bozza di risoluzione all'Assemblea generale delle Nazioni Unite.
      Mentre, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, nel suo discorso al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, definendo il referendum un "tentativo di rubare territorio e cancellare le regole del diritto internazionale", ha invitato la comunità internazionale a isolare completamente la "Russia.
      Zelensky ha chiesto che la Russia sia espulsa da tutte le organizzazioni internazionali, dicendo che se la Russia annette il territorio ucraino occupato attraverso un "falso referendum", significa che non c'è nulla di cui parlare con il presidente russo Vladimir Putin.
      Il presidente dell'Ucraina ha affermato che la Russia, che attua una "politica di pulizia etnica", ha portato il mondo ad un passo da una catastrofe nucleare.
      Da parte sua, Israele ha affermato di impegnarsi per la sovranità e l'integrità territoriale dell'Ucraina e ha annunciato che non riconoscerà i referendum tenuti nelle regioni sotto il controllo dei separatisti filo-russi.

      Elimina
    7. Gus, ho capito! L'UE sta di nuovo facendo tutto ciò che dice Biden, dice Zelensky. I referendum erano legali. I residenti di Donbass, Kherson e Zaporizhzhia li hanno condotti da soli secondo le regole internazionali. Erano presenti osservatori provenienti da 40 paesi e hanno notato che i referendum erano legali.

      Ora l'ONU è anche subordinata agli Stati Uniti. Lo testimoniano anche i sondaggi della centrale nucleare di Zaporizhzhya. L'Ucraina non li ha fatti entrare, ha ritardato il loro avanzamento alla centrale nucleare. L'Ucraina ha sparato alla centrale nucleare in presenza di membri della commissione delle Nazioni Unite, e hanno detto di non sapere nulla. CHE CINISMO!

      Gus, quindi ti piace quando i bambini vengono uccisi nel Donbass? Ho capito tutto. Sei uguale a Biden e Zelensky! Ecco perché non hai guardato i miei blog. Mi chiami anche aggressore.

      Elimina
  14. Gus, ho capito! L'UE sta di nuovo facendo tutto ciò che dice Biden, dice Zelensky. I referendum erano legali. I residenti di Donbass, Kherson e Zaporizhzhia li hanno condotti da soli secondo le regole internazionali. Erano presenti osservatori provenienti da 40 paesi e hanno notato che i referendum erano legali.

    Ora l'ONU è anche subordinata agli Stati Uniti. Lo testimoniano anche i sondaggi della centrale nucleare di Zaporizhzhya. L'Ucraina non li ha fatti entrare, ha ritardato il loro avanzamento alla centrale nucleare. L'Ucraina ha sparato alla centrale nucleare in presenza di membri della commissione delle Nazioni Unite, e hanno detto di non sapere nulla. CHE CINISMO!

    Gus, quindi ti piace quando i bambini vengono uccisi nel Donbass? Ho capito tutto. Sei uguale a Biden e Zelensky! Ecco perché non hai guardato i miei blog. Mi chiami anche aggressore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non scrivere idiozie.
      L'operazione militare l'ha fatta la Russia e non tu.
      La Russia è membro dell'ONU e tutto il mondo ha detto che i referendum sono una burla.

      Elimina
    2. La guerra del Donbass è un conflitto iniziato nel 2014 tra forze separatiste del Donbass ucraino appoggiate dalla Russia e forze governative ucraine. Il conflitto iniziò il 6 aprile 2014, quando manifestanti armati si sono impadroniti di alcuni palazzi governativi nell'Ucraina orientale, ossia nelle regioni di Donec'k, Luhans'k e Charkiv.[9][10][11][12] Queste manifestazioni facevano parte di più ampi moti di protesta anti-governativi in concomitanza con l'annessione alla Federazione Russa della Crimea.[13]

      I secessionisti, volendo emulare quanto è accaduto in Crimea dopo l'intervento militare russo nella penisola, chiesero anch'essi un referendum per l'indipendenza che fu negato dall'Ucraina. Il referendum non fu riconosciuto e non fu verificato da alcuna organizzazione internazionale, ma si tenne comunque l'11 maggio 2014.[14][15]

      L'Ucraina lanciò una controffensiva che riuscì a ridurre le zone controllate dalle forze separatiste a poche fasce di territorio isolate.[16] Tra il 22 e il 25 agosto, personale militare, artiglieria e materiale militare entrarono nei territori ucraini del Donbass. L'Ucraina e le diplomazie occidentali denunciarono gli aiuti russi alle milizie separatiste come una "invasione diretta dell'Ucraina da parte della Russia".[17][18][19]

      Dal febbraio del 2022, a seguito dell'invasione dell'Ucraina delle forze armate russe, la guerra del Donbass entrò nelle più ampie dinamiche del conflitto russo-ucraino ancora in corso.

      Elimina
    3. Io, in 10 anni, ho avuto diverse badanti ucraine. Russe no. Le ucraine mi hanno raccontato quello che è successo. Erano benestanti e hanno perso tutto.

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  15. La situazione geo politica che si sta configurando è sempre più complicata, così come sono discordanti le opinioni dei singoli su quale sia il modo migliore per poterla affrontare.
    Personalmente credo che fin che usa e Russia non si siederanno insieme davanti ad un tavolo ... Non andremo da nessuna parte.

    RispondiElimina
  16. Gli Stati Uniti sognano di distruggere la Russia, distruggendo la Cina. Gli Stati Uniti non sono interessati all'Unione europea. Gli Stati Uniti stanno già distruggendo l'economia d'Europa, facendo esplodere i gasdotti.

    RispondiElimina
  17. Gli Stati Uniti sognano di distruggere la Russia, distruggendo la Cina. Gli Stati Uniti non sono interessati all'Unione europea. Gli Stati Uniti stanno già distruggendo l'economia d'Europa, facendo esplodere i gasdotti.

    RispondiElimina
  18. Veramente un bel post. Finalmente qualcuno che esprime una visione credibile e plausibile in un'ottica geopolitica che secondo me non fa una grinza.

    Gli errori dell'Amministrazione Biden sono molto chiari e l'analisi che hai postato rende molto bene l'idea. Perché, ad esempio, chi garantisce che un cambio di potere in Russia risolverebbe i problemi?

    Ma insieme ai problemi americani mi permetto di aggiungere il problema Europa. Procederò per gradi. Anno 2000, il nuovo Zar Russo è già al potere, invade la Cecenia e rade al suolo Grozny. Poi, di fila, i conflitti in Georgia e in Crimea. Guerra, morte e distruzione sino al 2014 con il primo conflitto in Ucraina...tutto questo non era già sufficiente per capire come sarebbe andata avanti la situazione?

    I paesi Europei e l'Unione Europea si sono svegliati tardi. Per 20 anni i paesi Europei hanno foraggiato lo Zar comprando gas e petrolio a basso costo. Lo Zar è stato furbo, scaltro ma non un genio come qualcuno lo ha definito in USA. Perché quando penso ad un genio penso a qualcuno che fa in bene dell'Umanità, e non mi sembra proprio questo il caso.

    Si trattava quindi di destabilizzare innanzitutto l'Europa in qualsiasi modo con 300 milioni di investimento (dollari o euro che siano) andando a foraggiare i peggiori reazionari Europei e, a quanto pare dalle indagini, non solo quelli. Quindi l'Europa che si trova fra l'America e la Russia, il continente debole fra due super potenze. Infatti è bastato tagliare il gas e il petrolio per vedere quanto sia debole l'Europa. Il gas e il petrolio sono un problema globale e quindi lo si dovrebbe affrontare insieme e non un paese per conto proprio (come sta facendo la Germania ad esempio).

    Il resto è guerra con strategie di comunicazione da delirio. L'ultimo delirio lo abbiamo visto ieri quando lo Zar ha festeggiato a Mosca dopo i referendum farsa. Oppure le parole, anche queste da delirio, tipo: "L'Europa Satanista" (ma dimmi te...).

    Grazie per lo spazio, non vorrei aver tediato te e i tuoi lettori.
    Un salutone e alla prossima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie.
      Lo storico Niall Ferguson ha ben individuato gli errori di Biden.
      L'Unione Europea è poca cosa e qualche Paese agisce in modo non corretto e per niente solidale. Attualmente è schiacciato dalla lotta USA-Russia per ottenere il controllo del mondo.
      Il costo delle sanzioni verso Putin lo stiamo pagando a caro prezzo. Non era complicato capire che avremmo sofferto per
      l'energia e il gas. Non abbiamo avuto nessun aiuto e Biden con la sua idea di guerra lunga per sfiancare la Russia finirà per creare una situazione gravissima per l'Europa. In ogni caso il *satanismo* è tutto di Putin e la mediocrità appartiene a Biden.
      Il salutone è carico di apprensione.

      Elimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. commento finito nello spam.
    buon giorno

    RispondiElimina