domenica 22 settembre 2019

Primi incontri









Ogni istante dei nostri incontri
lo festeggiavamo come un’epifania,
soli a questo mondo. Tu eri
più ardita e lieve di un’ala di uccello,
scendevi come una vertigine
saltando gli scalini, e mi conducevi
oltre l’umido lillà nei tuoi possedimenti
al di là dello specchio.
E' una sensazione che abbiamo provato tutti.
Quasi mistica, quasi paranormale.
E certe volte queste sensazioni durano a lungo,
te le porti appresso, le cerchi di nuovo.
Non ti riesce qualcosa, sei stanco
e non ce la fai più. E d'un tratto incontri
nella folla lo sguardo di qualcuno
- uno sguardo umano - ed è come se ti
fossi accostato a un divino nascosto.
E tutto diventa improvvisamente più semplice.
Andrej da Tarkovskij.

30 commenti:

  1. Possible ricerca correlata: lamplighter big ben painting.

    RispondiElimina
  2. Capita di incontrare due occhi che ti attraggono e tutti gli altri attorno a te sbiadiscono e tu non hai parole mentre un sottile filo trasmette emozioni tra due anime sconosciute e poi il filo si fa vortice che avvinghia in un'altra dimensione ma all'improvviso tutto svanisce e ti lascia un vuoto. Sarà stato un sogno?
    Succede a volte che incontrare gli occhi di “qualcuno” , ti fa vibrare il cuore, e ti provoca un languore, una dolce malinconia e vorresti che mai finisse quella magia. E’ come se si arrestasse il mondo, i tuoi pensieri sfumano e restano solo quegli occhi.

    RispondiElimina
  3. Quel giorno soffiava un’aria di tramontana e i suoi capelli erano mossi dal vento. Il giorno dopo non c'era più il vento e non avevo davanti quel volto, eppure era presente, e dopo una settimana quella presenza era presenza ancora, e dopo un mese era presenza ancora.

    RispondiElimina
  4. Anche se fossero passati mille anni senza rivederla, la mia vita sarebbe stata stracciata dal desiderio di ritrovare quel viso con i capelli negli occhi. L’ho vista di nuovo. E mi ha guardato con un amore e con uno sguardo che io su di me non ero capace di avere.

    RispondiElimina
  5. Certe persone entrano nella pelle e nulla può separarci da loro, neppure la morte. Ciao Gus, buona continuazione di domenica.
    sinforosa

    RispondiElimina
  6. Ha ragione sinforosa, certe persone ti entrano nella pelle.
    Credo sia l'immagine più evocativa che si possa usare, in certi casi.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  7. Riesci a descrivere bene queste emozioni...sono anch'io d'accordo con sinforosa!
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri sono stato in un quartiere di Pescara e avevo l'impressione che fosse un angolo di paradiso.
      Ciao Roberta.

      Elimina
  8. Credo che nasca all'improvviso per poi spontaneamente condividerne il cammino. Se si cade ci si guarda negli occhi..., cosa accade non so. Del resto la più grande illusione è il limite del peccato umano, non lo capisco ma lo comprendo bene.
    Lo si prova intensamente solo con una viva condivisione e sana partecipazione... in prima persona. L'insieme in una persona.
    Notte 🙂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Lo si prova intensamente solo con una viva condivisione e sana partecipazione... in prima persona. L'insieme in una persona".
      Sì.
      Buona notte.

      Elimina
  9. Per meglio dire: del resto la più grande illusione è il limite dell'essere umano... oltre al peccato.

    RispondiElimina
  10. Mi piace l'idea che in uno sguardo umano ci sia qualcosa di divino, perché Dio ci fa doni usando i fratelli e le sorelle, il bene che possono farci con la loro semplice umanità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nell'uomo c'è sempre il divino e siamo noi a non riconoscerlo.

      Elimina
  11. Gli occhi sono incantatori! È magico l'attimo di uno sguardo, ci fa sentire soli in un mondo affollato e rumoroso, come su una nuvola dalla quale mai vorremmo scendere. Ciao Gus 😊

    RispondiElimina
  12. Gli occhi trasmettono quello che le parole non rivelano.
    Ciao Sonia👩‍🦰

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No! Gli occhi trasmettono le parole del cuore ( affettività)

      Elimina
    2. In ogni caso lo sguardo è la voce del cuore e della mente.

      Elimina
  13. Sai Gus,rileggendo questo post l'ho interpretato in modo diverso.... In bellezza comunque :)
    Il bosco mi aspetta. Ciao. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il post traduce dal cuore in parole una mia emozione dopo aver visto la casa dove abitava Bruna quando eravamo fidanzati.
      Buona passeggiata.

      Elimina
  14. Avevo intuito, gus. Tu hai avuto una donna meravigliosa accanto. Io ho vissuto più momenti, anche sereni, quando ero più giovane e forte. Ora sono anch'io più ardita e molto più fragile. Ma lo sguardo vero,limpido,che esprime quello che si è non può, non potrà, cambiare mai.

    RispondiElimina
  15. OGNI istante dei NOSTRI incontri.
    L'amore rende ogni incontro come il primo: magico ed emozionate in ogni attimo.
    La parte conclusiva della poesia è quella che trovo più calzante, però.
    Quelle sensazioni negative che appesantiscono il passo e rendono grigio l'umore...spesso basta poco per cancellarle.
    Beati coloro che sono innamorati e corrisposti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' veramente una beatitudine. Non è facile trovare un amore corrisposto.

      Elimina
  16. Gus hai trovato lavoro? Non scrivi più?
    Buon giorno.

    RispondiElimina
  17. Chiara, per me il blog non è un diario, ma un luogo di discussione.
    Se scrivo un post e commentano 3/4 persone mi sembra inutile farlo.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  18. Ma hanno commentato in otto.
    Discussione ma anche condivisione. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto, ma per avere sei commenti il post devo tenerlo fermo almeno quattro giorni.

      Elimina