lunedì 18 gennaio 2016

Gesù e il mondo

 
 



 
 
 
 
Che cosa è il cristianesimo? E’ forse una dottrina che si può ripetere in una scuola di religione? E’ forse un seguito di leggi morali? E’ forse un certo complesso di riti? Tutto questo è secondario, viene dopo.
Il cristianesimo è un fatto, un avvenimento.
Nella misura in cui lo si adatta alle varie mode, si nega in realtà il contenuto proprio del cristianesimo. Nell’evitare ogni scontro lo si rende irrilevante, cosicché poi si può dire a ragione che questo cristianesimo molle come la cera si arrangia con tutto e perciò non si vede perché qualcuno debba prenderlo in considerazione come realtà.
Mi sto rendendo conto della realtà dell’odio contro i cristiani. Dell’odio del mondo di cui parlava Gesù nel capitolo quindici del Vangelo di Giovanni. Se il mondo vi odia sappiate che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo. Poiché invece non siete del mondo, ma io vi ho scelti dal mondo, per questo il mondo vi odia.


21 commenti:

  1. a.C.CATTIV'ante?
    Non hai pubblicato un mio inTErVENTO che mi sembrava molto pacato.
    Se mi dici dove ho sbagliato hai fatto un'opera di BENE!

    RispondiElimina
  2. Angelo, parlavi di un altro utente e questo non lo permetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non ne parlavo male e poi altre volte lo hai fatto, pur parlando male di un altro ancora.
      Vabbè ... SEI TU il padrone! QUI!

      Elimina
    2. Le altre volte ho sbagliato.

      Elimina
    3. Ma perché alimentavi il mio fuoco verso chi ho pazientato, ma questa volta era una carezza ... dàGIOIA.

      Elimina
  3. Il vero cristiano è un uomo della gioia che si appoggia sulla «roccia di Cristo», è nel mondo , ma non del mondo.
    Il cristiano ha scelto una persona(Cristo) come centro della sua vita, ha scelto la Verità. A volte c’è la tentazione di essere «cristiani senza Cristo»,
    Perché guardare il Crocifisso spaventa,abbracciare Cristo abbracci la croce.
    Essere cristiani qui nel nostro paese, non è tragico, perché al massimo siamo derisi,
    e presi come degli idioti. In paesi dove non c’è libertà religiosa, c’è intolleranza dove c’è odio, c’è una vera e propria persecuzione.
    Mi viene alla mente una vecchia citazione: «Il sangue dei martiri è il seme della Chiesa.
    Ciao August, un abbraccio per augurarti un buon giorno!
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che anche tu percepisci l'intolleranza. La Speranza è che l'Altissimo ci stia vicino.
      Grazie per il bel commento e per l'abbraccio che ricambio.
      Ciao.

      Elimina
  4. Mi permetto di dire anch'io la mia.
    Purtroppo in ogni tempo ci sono martiri per la fede. Il cristianesimo non è, come dici bene tu, una dottrina o un insieme di riti, il cristianesimo, a differenza di tutte le alte fedi religiose, è una persona, nella persona del Cristo morto e risorto per ogni uomo, cristiano e non. La nostra fede, dunque, poggia su una persona che ha operato, ,che opera e opererà nel mondo fino alla fine del mondo poiché "tutto è stato fatto per mezzo di Lui e in vista di Lui": quindi, nonostante i tempi bui, non possiamo e non dobbiamo temere.
    Ciao a tutti e grazie dell'ospitalità
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal Vangelo secondo Luca

      In quel tempo, Gesù diceva ai suoi discepoli una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi mai:
      «In una città viveva un giudice, che non temeva Dio né aveva riguardo per alcuno. In quella città c’era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: “Fammi giustizia contro il mio avversario”.
      Per un po’ di tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: “Anche se non temo Dio e non ho riguardo per alcuno, dato che questa vedova mi dà tanto fastidio, le farò giustizia perché non venga continuamente a importunarmi”».
      E il Signore soggiunse: «Ascoltate ciò che dice il giudice disonesto. E Dio non farà forse giustizia ai suoi eletti, che gridano giorno e notte verso di lui? Li farà forse aspettare a lungo? Io vi dico che farà loro giustizia prontamente. "Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?».
      Cristo si definisce di fronte ad un mondo diviso in due: quello degli oppressori senza Dio e senza cuore, e quello degli oppressi senza protezione.
      Grazie.
      Ciao.

      Elimina
  5. Trovo perfetta la frase di Peguy:" Dio si è scomodato per me: ecco il cristianesimo. Dio si è sacrificato per me. Ecco il punto di origine." Bisogna credere che l'uomo e la creazione e il suo peccato, e la sua libertà e la sua Salvezza sono la storia per cui ripeto "Dio si è "sacrificato" per me, per te, per tutti gli uomini.
    Si è sacrificato per Giuda, per Barabba, per Pietro.
    La Chiesa viaggia nel tempo da, dico, duemila e più anni, nel mondo c'è la cattiveria, ma c'era anche al tempo di Gesù, per questo Cristo troverà la fede. Per definire ciò che siamo occorrerebbero troppi verbi, non belli e allora tralascio e con una parola di Speranza ti e vi rassicuro, malgrado io sia una piccola cosa, so che il vecchio tronco darà vita a nuove foglie e poi a dei rami e ancora la vecchia linfa lavorerà e il vecchio tronco rifiorità, darà ancora frutti. La grazia lavora anche in quest'inverno.
    Baci Agù, da troppi giorni e troppe sere mi manca il tuo saluto. Abbracissimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'interrogativo di Cristo è terrificante. Un ammonimento pesante che investe tutti i cristiani. Bisogna amare di più.
      Lo sai che il mio saluto è il bacio.

      Elimina
  6. San Giovanni della Croce: In una notte profonda
    piena d'angoscia ed infiammata d'amore
    uscii senza essere visto.
    E non scorsi nulla...che mi guidasse, trannela luce
    che ardeva nel mio cuore.
    Essa mi guidava
    in modo più sicuro della luce di mezzogiorno
    alla meta dove mi attendeva
    Colui che amavo....

    Il cristianesimo: è il Cristo che mi rivela Dio, più ci credo, più verifico che è la sola via, perchè è in Lui che avviene l'incontro.
    Non so amare di più, forse, proverò.....Buonanotte mio caro. Bacio

    RispondiElimina
  7. L'intolleranza c'è soprattutto verso la religione cattolica ma non solo... purtroppo.
    Almeno io la vedo dappertutto in questi ultimi tempi, anche nel virtuale se vogliamo dirla tutta e sinceramente.
    Abbraccio a te.

    RispondiElimina
  8. Ti lascio questa poesia di Turoldo che io cerco ogni volta che vado a Fontanelle.
    Preghiera
    Gesù, vincitore di ogni male
    e della morte,
    liberaci dalla tentazione
    di cercarti soltanto nel cielo,
    e donaci la capacità
    di vederti in ogni essere.

    Ciao Gus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto. Il nostro prossimo ha il volto di Gesù.
      Ciao.

      Elimina
  9. Urka come dice Fiorella, non mi vuoi più con te??? Sono spariti due blogs miei? Buon pranzo e buon pomeriggio a te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' saltato Java e ha fatto guai. Ora devo risistemare tutto.
      Ciao.

      Elimina
  10. Oggi ho letto:

    “E non vogliate conformarvi a questo secolo, ma trasformatevi rinnovando la vostra mente,affinché possiate distinguere qual è la volontà di Dio, ciò che è bene, ciò che gli è gradito, ciò che è perfetto” (Rm 12,2). Sono passata per la Buonanotte e il bacio per la stessa e non ho potuto non commentare....sono una chiacchierona.....!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel Pater risulta chiaro quello che Dio vuole da noi.
      Bacio.

      Elimina