mercoledì 25 novembre 2015

E' bello quando accade



Allora potrei interpretare lo scritto come l'incontro con un qualcuno di divino (forse un angelo) con le sembianze umane. Il suo sguardo ti aiuta a rendere tutto più facile.   Vedi quel volto per un istante e andando via pensi che avresti voglia di rivedere quel viso. Forse una metafora per far capire che se questa umanità così persa vedesse il divino potrebbe ancora rinascere e salvarsi?




14 commenti:

  1. Potrebbe anche succedere di rivederla quella faccia, perchè no? La vita è piena di sorprese che spesso diventano realtà, amico caro.
    Se poi quel "divino" nascosto ci dà un piccolo aiuto. ... Io ci credo e tu?
    Abbraccio sempre per te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Succede una sola volta. Le altre sono copie sbiadite.
      Ciao Anna.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
  2. e il cuore ritorna a battere! Si è fermato un solo istante per due occhi che non scorderai più! Erano gli occhi di Paolo che nuotava in piscina venendo verso di me: erano gli occhi di Valeria!
    E tutto diventa infinitamente infinito. Buonanotte mio caro Augusto!

    RispondiElimina
  3. Se è quella della foto che hai intravisto.. comprendo..

    RispondiElimina
  4. bel post,a me purtroppo non è mai successo...saluti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elmar.
      Spero che in futuro di accada.
      Ciao.

      Elimina
  5. Devi imPEGNOarti di PIU' a riconoscerlo in CHIunQUE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, ma non sempre ci riesco.

      Elimina
    2. Un PO' alla VOLTA CE- LE-STEsSE dove tu SEI già STATO.
      Non fare il moralista da VECIO.

      Elimina