venerdì 11 settembre 2015

I limiti del perdono dell'uomo

 
 
 
 
 
 
 
Nella situazione umana attuale non c'è un ideale al quale possiamo sacrificarci, perché di tutti noi conosciamo le menzogne. Noi, che non sappiamo che cosa sia la verità. E' la più terribile definizione del cinismo che identifica l'atteggiamento dell'uomo d'oggi, e poiché non sa il nome della verità, tutto gli sembra menzogna, anche l'aspirazione ultima e costitutiva del cuore, anche l'esigenza profonda di certezza, anche la passione per la giustizia. Ognuno pretende avere così la propria morale, ma questa è la più grande e triste menzogna. Che l'uomo abbia la sua morale significa infatti che ognuno è dominato dalla morale dello stato, del potere, cioè dalla morale dei valori comuni, stabiliti da coloro che hanno i mezzi per farlo. Così, per una pressione osmotica irresistibile, tutti coloro che pretendono di avere una loro morale finiscono sotto il dominio della morale del Potere. La moralità vera è quella che nasce dall'eucarestia, cioè dal Dio non più anonimo, ma presente, cui apparteniamo. E' impossibile all'uomo perdonare: l'uomo può dimenticare, può ovviare, ma non perdonare. Perdonare significa infatti far rinascere da capo. L'Eucarestia è la memoria di un uomo che muore al nostro posto, che ci grazia, che ci fa diventare colmi di essere, come se non avessimo fatto nulla di male.
 


20 commenti:

  1. To blog or not to blog, that is the question.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. To blog, to blog, please!!
      Ciao Gus.

      Elimina
  2. L'OSAi che sono CRUDELE, cioè inTRANSsiGENTE in questa VERITA' alTRImenti sarei MEZZOgNERO.

    RispondiElimina
  3. Io comincio col scriverti quali sono i suggerimenti di Cristo:

    Se tuo fratello commetterà una colpa contro di te, tu va'...
    E' Giovanni che ci conduce per mano: se qualcuno ti ferisce, tu non chiudere la comunicazione, non lasciare che l'offesa occupi tutta la scena -, ma fa tu il primo passo, riapri tu il dialogo.
    Ogni persona vale quanto valgono i suoi amori e le sue amicizie
    Dio è un vento di comunione che ci sospinge gli uni verso gli altri. Senza l'altro l'uomo non è uomo. Il Vangelo ci chiama a pensare sempre in termini di riconciliazione: ciò che avrete riunito attorno a voi, le persone, gli affetti, le speranze, lo ritroverete unito nel cielo. Ma c'è un terzo, un terzo tra me e te, il cui nome è Amore .

    Cosa scrive l'uomo sul perdono? Quali sono i limiti?
    Non esistono limiti. O perdoni o non perdoni.
    Se perdoni ti sentirai nel giusto e non ti preoccuperai dei giudizi altrui, ma farai boccaccie a tutti quelli che non la pensano come te.
    E poi c'è una terza possibilità: voltare pagina ignorando il passato. Guardare al futuro....(e vabbhè sta arrivando l'autunno), ma la libertà di essere sè stessi...non paga!

    RispondiElimina
  4. To blog or not to blog? That is a question? No, is a your problem. my dear
    I like too your blog.
    I'm sincerly my inglish language is phuach!!! ha,ha,ha.....Sorry I kiss you!
    Non so come si dice abbraccio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dire, abbracciami.

      Elimina
    2. Ah, potessi avere le braccia di Olivia!!!! Ciao e Buonaserata
      (Olivia è la fidanzata di Braccio di Ferro!!)

      Elimina
  5. Credo che tu abbia fatto una più che vera descrizione dell'essere umano ed io personalmente ho sempre detestato chi afferma di avere la verità in tasca.
    Buon weend

    RispondiElimina
  6. Siamo tristi, poveri, bugiardi, uomini. Dobbiamo fare affidamento su Gesù, credere, pregare, sforzarci. perché in autonomia, facciamo solo danni. Spesso pure irreparabili.
    Con la nostra morale ritagliata addosso ai desideri.

    RispondiElimina
  7. Accettiamo questa umana fragilità, e lasciamoci guidare dal Signore !
    Buon fine settimana!
    Grazie ciao
    August
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lasciamoci guidare dal Signore.
      Ciao Dani.

      Elimina
  8. Ciao Gus, per quello che puo' servire, ma lo dico con il cuore, ti auguro una serena domenica a te e a chi ti vuol bene e che hai nel cuore.
    Ciao buona serata.

    RispondiElimina
  9. Guuuuussssss amico miooooo dove sei?
    Ciao un abbraccio da me solo per te!
    PS è per farti fare un sorriso, me la fai un sorriso? Mi raccomando non pensare che sono fuori di testa :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna.
      Sono completamente assorbito da commenti sugli US Open di tennis.
      Sono un tifoso del serbo Djokovic che ha vinto battendo il magnate svizzero Federer, il pubblico, Sky, e il tifo organizzato degli svizzeri.

      Elimina
    2. Oh cielo io non capisco molto di queste cose... seguo solo un pò la figlia di Bru, quando vince la vedo su FB...
      Stamani i nipotini sono tornati a scuola ed io mi rilasso finalmente e ho pensato ai miei amici blogger e sono passata da te per un salutino.
      A stasera

      Elimina
    3. Alice non ancora gioca tra i professionisti.
      Grazie per il saluto.

      Elimina
  10. Questa sera trascrivo un pensiero di Oscar Wilde:" Amo molto parlare di niente. E' l'unico argomento di cui so tutto!"
    Buonanotte con un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si può sempre parlare di Cristo ma forse Oscar Wilde non lo sapeva... Ciao Gus dolce notte o buona giornata

      Elimina