mercoledì, settembre 21, 2022

Post numero mille

 


Gorgia, filosofo dei filosofi, fu il primo a sapere che non si deve credere nemmeno a ciò che si vede. Ed espone i tre capisaldi che orienteranno lo spirito che deve animare la filosofia, fino ai nostri giorni. Il cui scopo è infatti imparare a vedere dietro le apparenze, e chiedersi cosa è come si può conoscere, spiegare e comunicare. Spesso dimentichiamo che la psicologia è figlia della filosofia, di cui conserva alcuni concetti base, ma i termini non vi corrispondono molto. Escluderei comunque le capziosità sofistiche.
I postulati sono: nulla esiste; se qualcosa esiste non è comprensibile all'uomo; se pure è comprensibile, è certo incomunicabile e inspiegabile agli altri. Includerei nell'ultimo postulato anche l’inspiegabilità per quelli che non vogliono capire, se non ciò che fa loro comodo e che corrisponde alla loro visione della vita. Sono più numerosi di quanto si creda. A tanti secoli di distanza, Severino affermava che, se le certezze appartengono alla mente, mentre la verità è appannaggio di uno stato che appartiene alle cose.
Ma prima di affermare che nulla esiste si dovrebbe dare una definizione dell'esistenza.
Ammesso che essa sia il modo d'essere di ciò che è reale, in opposizione a ciò che è ideale o fantastico, poiché noi viviamo nell'immaginario delle nostre certezze, l'esistenza stessa è un'illusione. Malgrado tutto, poiché è la nostra illusione, essa esiste insieme a noi, nel nostro sogno.
Quindi il sogno esiste, quello che non esiste è il reale.
D'altra parte, siamo strutturati, come specie, per comunicare e i neuroni specchio fanno in modo che i nostri comportamenti si adeguino a quelli degli altri, cioè alle illusioni altrui.


62 commenti:


  1. 255 follower

    1000 post

    30331 commenti

    RispondiElimina
  2. Controlla bene i follower valeria. Considerato il fresco verrò a trovarti. Quante volte hai commentato tu? Piu di me sicuramente. Gus non c'è a quest' ora. Ti ha avvisato il tuo amico? Bene, procediamo

    RispondiElimina
  3. Stai attento da ora in poi come parli con me.

    RispondiElimina
  4. Non solo... Io so amare.

    RispondiElimina
  5. Tutto è fiaba e tutto è reale. Anche Giorgia fa la cacca ad esempio. Anche se qualche volta tracima dal vasetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa donna che viene nel mio blog chiedendo la restituzione di foto non è un sogno, ma una storia reale.
      Io non conosco queste foto e nemmeno cosa stia facendo.
      *Avrai capito vero che stavolta non scherzo. Informati dalla tua amica e dall' altro cosa ho fatto oggi e non è finita*.
      Quello che fa non mi interessa e non mi riguarda. Il fatto è che questa volta la presunta mia amica è una sua allucinazione, come è un sogno terrificante l'altro che non so chi sia.
      Quello che sta succedendo è materia che riguarda gli effetti della schizofrenia o della paranoia.

      Elimina
    2. Giorgia ha ragione.

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. Siti, può essere che il vero gus non ci sia più qui. O si è dimenticato di se stesso. Più volte hai detto che io ho subito molte angherie nel web. Ma se sei pagato a commento adDio nulla si fa.

      Elimina
    5. Ho sempre stigmatizzato quello che hai subito.
      Che io non sia Gus è un tuo pensiero assurdo.
      Il mio è un blog amatoriale e senza scopi di lucro.

      Elimina
    6. Hai stigmatizzato e parli di schizofrenia e paranoia? Ma dove hai una coscienza tu?

      Elimina
    7. Non hai il diritto di coinvolgermi in una storia di furto di fotografie.
      Se lo fai scivoli nella paranoia.
      Io stigmatizzo l'enorme cattiveria che anima questo furto, ma è schizofrenico cercare a me la restituzione.

      Elimina
    8. Relazionandomi con Valentina ho percepito questa sensazione.

      Elimina
    9. Chissà da chi è in cura ..

      Elimina
  6. Complimenti per il successo del tuo blog:mille post,255 followers,30331 commenti.Buona giornata:

    RispondiElimina
  7. Purtroppo la realtà è un inferno e al paradiso non ci credo, quindi sono proprio messa male. Auguri per i tuoi 1000 post, che leggo sempre volientieri e con attenzione.Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La realtà è anche fantasia.
      Ciao Angela.

      Elimina
  8. Complimenti per il post numero mille.

    RispondiElimina
  9. Post 1000 altri avrebbero già fatto arrivate la banda e tu? Tu fsuminin post di spessore. Tu stimo e ti apprezzo tantissimo per la tua obiettività ed onestà intellettuale che è a me ancora oira più evidente ora chev so cosa viterai. Esiste ciò che avvertiamo non solo con i 5 sensi ma anche con l'anima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io montavo il palco per la Festa dell'Unità e poi con Berlinguer, che lavorava con noi, tutti a mangiare il brodetto di pesce cotto con l'acqua di mare.
      Noi eravamo compagni e con tante speranze di un mondo nuovo.
      Poi i dittatori come Putin hanno sfasciato tutto.
      Alla fine, in Italia, sono rimasti solo D'Alema e Veltroni, due fetenti borghesi e narcisi.

      Elimina
  10. Congratulazioni per il tuo post numero mille. I tuoi post ci invitano sempre a riflettere, a usare la ragione, a fare uso della nostra cultura per capire la realtà.

    RispondiElimina
  11. Grazie Caterina.
    Sì, è importante capire la realtà per evitare di rimanere impantanati in qualcosa che non esiste credendo di realizzare un ideale, mentre si tratta solo di un sogno.
    Ci realizziamo solo liberandoci dai preconcetti e dal terribile luogo comune che violenta il reale.
    Il luogo comune è insomma una falsità che, ripetuta pedissequamente dai c.d. opinion leaders, ingenera nell’opinione pubblica la convinzione (incolpevole) che quella menzogna costituisca invero una verità.

    RispondiElimina
  12. Buonagiornata Gus. Un post difficile per la mia mente stanca .Ti regalo un silenzio che mendica, che domanda un desiderio senza la pretesa di rispondere a tutto., Bacio buona serata.

    RispondiElimina
  13. Non devi rispondere perché già da tanto tempo hai capito il tuo destino.
    Bacio Lucia.

    RispondiElimina
  14. Bel post caro Gus - molto interessante. Sicuramente per l'essere umano i sogni sono importanti direi necessari . . . in questo senso anche i sogni sono sicuramente reali. Un saluto e buon autunno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La vita stessa è un sogno senza risveglio, almeno qui sulla Terra,
      Grazie Arwen.

      Elimina
  15. Mi unisco agli auguri per il tuo post numero 1000 e quello di oggi è, come sempre, molto interessante. Soprattutto sul fatto di dover guardare oltre le apparenze visto che viviamo in un mondo con tanti miopi e gente che non sa guardare oltre il proprio naso.

    Un salutone e alla prossima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché guardano e non vedono, ascoltano e non capiscono.
      Un salutone.

      Elimina
  16. Congratulazioni e grazie per il tuo esserci perchè nel teatro della vita ci regali pagine su cui riflettere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona.
      Bisogna riflettere spesso per vedere cosa facciamo e cosa ci serve.
      Ciao.

      Elimina
  17. leggo giorno 21 e dopo 22 e dopo 23 anche adesso e la mia mente 🤯. Infatti parlo da solo! Buona notte Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parlare da solo è solo un pensiero vocale.
      Ciao Francesco.

      Elimina
  18. Ma se nulla si crea, nulla si distrugge e tutto si trasforma, alla fine della fiera cosa sono il nulla e il tutto?
    Ti abbraccio (mille volte come il post)

    RispondiElimina
  19. Dopo la morte Qualcuno ci spiegherà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca (complimenti per il suo commento) pone una questione che definirei essenziale su cui molti grandi pensatori nel tempo si sono scervellati non poco.
      Un salutone e alla prossima

      Elimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. Ore 23:35 - Ricciardi (M5S): «Letta faccia mea culpa»

    Riccardo Ricciardi, vicepresidente del M5S, ha commentato così gli exit poll: «Il Pd ha la responsabilità politica della vittoria del centrodestra. Ha chiuso la porta al M5S, ha portato avanti una pessima gestione della fase delle alleanze. Letta deve fare mea culpa. Con il M5S ha chiuso ogni possibilità di coalizione» e «pagherà in termini di voto»
    Finalmente il risveglio degli italiani..
    🤗🫂 🙏

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il movimento 5stelle è un partito senza ideali, escluso le poltrone.
      Con la storia del reddito di cittadinanza riesce a prendere i voti che servono per le poltrone.
      Noi, la sinistra, abbiamo un'etica, una morale e un'ideale e Letta ha fatto benissimo a prendere le distanze dall'avvocato di provincia e dal comico Grillo.

      Elimina
    2. La grande sinistra era quella di Berlinguer e Gramsci.
      Si, apparentemente esiste, solo di facciata, un' etica e una morale tipo "radical chic", con i soldi in tasca però, dove prevalgono più gli interessi personali. E i precedenti lo confermano.

      Elimina
  23. Italiani maschilisti, sbavano dalla rabbia anche solo perché lei è una donna.
    Lasciamoli rosicare.
    Sei in lutto gus?
    Considerato che gli uomini vogliono la guerra speriamo che le donne miglioreranno il mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È quando la patina di finto perbenismo improvvisamente cala che si scopre la vera identità dei radical chic italiani. Questo svela lo squallido episodio di cui si è resa protagonista Lucia Annunziata, bacchettatrice professionista della destra e di tutti coloro che non aderiscono al pensiero unico del mainstream. In un brevissimo commento di tre parole (aggiungendo anche quella del “vate” Di Bella) si sono materializzati tutti i pregiudizi razzisti e sessisti esistenti.

      Elimina
  24. Conte si deve vergognare di andare soprattutto al sud a elemosinare il reddito di cittadinanza per prendere voti (e li ha presi un po), al posto di impegnarsi per migliorare l' economia, il lavoro per i giovani

    RispondiElimina
  25. Succede nonostante la legge 194 del 1978, quella che afferma il diritto all'aborto, vieti «l'obiezione di struttura», cioè stabilisca che il numero di medici obiettori di un ospedale non deve impedire che vi si pratichino interventi di interruzione volontaria di gravidanza.

    RispondiElimina
  26. Perché dovrei controllarti?

    RispondiElimina
  27. Perché lo so...mi informano. Tu mi segui sai dove vado e cosa faccio in rete.

    RispondiElimina
  28. Bene. Naviga in privato (nuova finestra in Private).
    L'informatore è un burlone.

    RispondiElimina
  29. Complimenti anche da parte mia Gus per il tuo post numero mille Ciao buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valeria.
      Ho risposto al tuo post, ma il commento non viene accettato dato che io non sono un membro del blog.
      Ciao.

      Elimina
    2. ma c'è il tuo commento, ne avevi scritti altri. Grazie

      Elimina
    3. Ciao Valeria.
      Inizialmente il mio commento è stato rifiutato perché non membro del tuo blog. Ho visto l'elenco dei tuoi preferiti e io non ci sono.
      In ogni caso è irrilevante. So che mi vuoi bene.

      Elimina
  30. E si è importante eh. Ma un blog non deve essere accessibile a tutti? Cos'è una setta? 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungere membri del team al blog
      Accedi a Blogger.
      In alto a sinistra, seleziona un blog.
      Nel menu a sinistra, fai clic su Impostazioni.
      Nella sezione "Autorizzazioni", fai clic su Invita altre persone come lettori.
      Inserisci gli indirizzi email delle persone che vuoi aggiungere.
      Fai clic su Invia.

      Elimina
  31. Ma lo so, non voglio navigare in privato. Tu non ti sei accorto di nulla? Meglio.

    RispondiElimina
  32. Io scrivo e rispondo con i commenti. Girando si consuma solo spazio.
    Chi cerca di seguire è il Gestore, ma io cancello cronologia, attività e tutto quello che disegna il mio percorso sul web.
    Anche nella ricerca sto molto attento ed evito le curiosità porno.
    Leggo Repubblica e il Corriere della sera per informazioni e politica.

    RispondiElimina