lunedì 27 febbraio 2017

Un rapporto prioritario con l'Altro





Dopo la guerra, Lévinas divenne un pensatore di punta in Francia, emergendo dal circolo degli intellettuali che circondavano Jean Wahl. La sua opera si basa sull'etica dell'Altro o, come direbbe Levinas, egli ricerca "l'etica come prima filosofia". Per Lévinas, l'Altro non è conoscibile e non può esser ridotto ad un oggetto per sé, come è detto dalla metafisica tradizionale (chiamata ontologia da Levinas). Lévinas preferisce pensare la filosofia come la 'conoscenza dell'amore' piuttosto che l'amore della conoscenza. Nel suo sistema, l'etica diventa un'entità indipendente dalla soggettività al punto che la responsabilità è intrinseca al soggetto; per questo un'etica di responsabilità precede qualunque 'oggettiva ricerca della verità'. Lévinas fa derivare la preminenza della sua etica dall'esperienza dell'incontro con l'Altro. Per Lévinas l'incontro faccia a faccia con un altro essere umano è un fenomeno privilegiato nel quale la prossimità dell'altra persona e la distanza sono entrambi fortemente sentiti. Alla rivelazione del volto il primo desiderio naturale di una persona è di uccidere l'Altro. Allo stesso tempo, la rivelazione del volto costringe l'immediato riconoscimento dell'incapacità di una persona di farlo. Ogni uomo deve istantaneamente riconoscere l'inviolabilità e l'autonomia dell'Altro.
"Il povero, lo straniero si presenta come eguale. La sua uguaglianza in questa povertà essenziale consiste nel riferirsi al terzo, così presente all'incontro e che, nella sua miseria, è già servito da Altri. Egli si unisce a me. Ogni relazione sociale, al pari di una derivata, risale alla presentazione dell'Altro al Medesimo, senza nessuna mediazione di immagini o di segni, ma grazie alla sola espressione del volto".
"Il nostro rapporto col mondo, prima ancora di essere un rapporto con le cose, è un rapporto con l'Altro. E' un rapporto prioritario che la tradizione metafisica occidentale ha occultato, cercando di assorbire e identificare l'altro a sé, spogliandolo della sua alterità.  "

23 commenti:

  1. ??? Ciao buon pomeriggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finalmente vedo lo scritto. Prima vedevo solo l'immagine e una pagina bianca. Ora ho "pulito" il PC da cookie, file temporanei, pulizia del registro, deframmentazione... ci ho messo un'oretta piena ma il rusultato è positivo.
      Innanzitutto non sono d'accordo con Levinas nel considerare la filosofia come "conoscenza dell'amore". Io la considero "amore della conoscenza" perchè apre il cervello, parlo il mio ovviamente.
      Riguardo il confrontarsi con altri, presuppone sempre la presenza dell'Altro, l'andare verso gli altri è un andare verso Dio che ti aiuta a vedere il povero, lo straniero come un essere umano esattamente come noi.
      Ciao Gus

      Elimina
    2. Mentre attendo una tua risposta al mio commento... una preghiera per chi ami
      Ciao

      Elimina
    3. Grazie Anna.
      Non vedo il tuo commento.

      Elimina
    4. Sto blogger è impazzito. Io prima non vedevo il tuo post, ora tu non vedi il mio commento...non importa, non c'è problema. L'importante che tu stia tranquillo in questo giorno. Abbraccio

      Elimina
  2. immagine:

    Kirchner a tempo ormai riconosciuto come la personalità artistica più vigorosa della Brucke», è oggi ritenuto uno degli artisti più importanti della modernità e , non solo limitatamente alla Germania.
    Si tratta tuttavia di un consenso ottenuto molto faticosamente.

    La critica, in realtà, non ha mai avuto vita facile con la sua colossale produzione artistica, apparente opera di un ossesso. La strabiliante, chimerica capacità di trasformazione di Kirchner si è sempre sottratta a una comoda classificazione.

    RispondiElimina
  3. Era in mezzo alla strada, vacillante.
    Cantava a squarciagola con la sua voce rauca
    da ubriacone inveterato.
    La gente si voltava, si fermava, si divertiva.
    È arrivato un vigile, silenzioso, alle spalle.
    Lo ha preso brutalmente per la spalla e portato dentro.
    Cantava ancora.
    La gente rideva.
    Non ho riso.
    Ho pensato, o Signore
    Cosa nasconderà nel suo cuore
    per annegare nell'alcool?
    Quali i pensieri tristi, quali lacrime
    Forse non aspetta i pensieri
    per bere, lo fa prima che arrivino.
    Aspetta che nella sua panchina
    un amico gli parli e lo faccia sentire amato.
    Bacio Gus (Metà della poesia è di Quoist e metà è mia!)
    Bacio per tutto il giorno se guardi, sono seduta sulla sedia in riva al mare quella che hai lasciata là. Ora vuota. Bacio Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Altro, Cristo, si presenta a noi con il volto del mendicante, dell'afflitto, dell'ubriacone che non sappiamo abbracciare. Olmi ha scritto e filmato "Il Santo bevitore" Il libro che mi ha fatto conoscere e poi amare, santa thèrése di Liseaux. Bacio e buonanotte

      Elimina
    2. Chi conosce Cristo lo riconosce in qualsiasi aspetto si manifesti.
      Bacio Lucia.

      Elimina
  4. Bello.
    Grazie.
    Bacio Lucia.

    RispondiElimina
  5. Se hai due minuti liberi per piacere vai su You Tube: Il Gabbiano Jonathan - Lezioni di vita. Se fosse scritto sarebbe un bellissimo commento. Aribacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto tempo fa il romanzo.
      E' il percorso di auto perfezionamento del gabbiano che impara a volare/vivere attraverso l'abnegazione e il sacrificio.
      Ciao.

      Elimina
    2. Immaginavo che l'avessi letto, ma su you tube è riassunto (recitato) in un brano molto bello. Ed è Vita e Morte-Vita.
      A Domani se ci sei. Bacio Gus.

      Elimina
    3. Non vorrei farmi i fatti tuoi...ma perché non dovresti esserci domani?
      Bacio gus.❤ Buona serata

      ...Mi sa che non arrivo a sessantanni e nemmeno mi interessa.

      Elimina
    4. Domani lo domando a Lucia.

      Elimina
    5. Sono due cose distinte. Lucia mi deve spiegare che significa "Se ci sei".
      Da parte mia non so perché non dovrei esserci.
      Da qualche minuto siamo entrati nel 28 febbraio.
      Quello del 2011 è la partenza di Bruna verso il Padre.

      Elimina
    6. Sì.
      Bacio Fiorella.

      Elimina
  6. Scrivi un altro post più leggerino. Grazie ⚘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono passi molto belli. Lévinas è il risultato di tante culture diverse.

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità