giovedì 2 febbraio 2017

L'altro ti fa capire chi sei








Attraverso l'altro noi gettiamo il nostro ponte, dando legittimità e pienezza alla nostra soggettività.
Un uomo incapace di attraversare se stesso mediante gli altri è sterile.
Attraversare l'altro non vuol dire toccarlo
ma nutrire un interesse sentito per la qualità della sua interiorità.
Significa partecipare al suo disagio, alla sua felicità, alle sue problematiche.
In questo facciamo un regalo a noi stessi attraverso l'altro perché scacciamo la nostra solitudine interiore semplicemente ascoltando.
Ascoltare è tenere le orecchie aperte all'esterno e nel fare questo allontaniamo il rumore assordante del nostro silenzio, che è quello che ci svuota di senso.
Non so se ognuno di noi possa pensarsi persona compiuta.
Ma io credo che questa possa esserne una direzione.
L'apparenza parla di riempimento di vuoti.
Riuscire a dare alloggio agli altri è qualcosa che regala a se stessi una grande ospitalità d'animo.




17 commenti:

  1. Il vero problema è quando diamo priorità sempre e solo agli altri (per ogni cosa) dimenticandoci di noi stessi...

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Amare se stessi prima è la conditio sine qua non per poter amare gli altri.
    Moz, suggerisco una ripassatina alla filosofia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si tratta di amore, ma di attenzione...

      Moz-

      Elimina
    2. L'attenzione è una delle tante caratteristiche dell'amore.

      Elimina
  3. "Amerai il prossimo come te stesso". Religione, etica, filosofia.. o semplicemente, buon senso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il buon senso è un'elaborazione mentale soggettiva. Tu sai che io parlo sempre in generale e non posso sostenere tesi con le mie convinzioni.
      Leggi Cartesio.

      Elimina
    2. Il buon senso è oggettivo. Roba per pochi, infatti.

      Elimina
    3. Il buon senso è quello che avevano il sacerdote e il levita. Il samaritano con un'azione dettata dalla coscienza, apparentemente insensata, salvò la vita a un uomo.

      Elimina
  4. La filosofia non è conoscere autori e frasi ad oc, ed io non ho studiato specificamente filosofia o perlomeno ne ho una piccola nozione dovute a scelte di studio passate. Però mi piaceva moltissimo, ricordo...il professore era davvero bravissimo ed apprezzava i miei sforzi...ricordi...ahahahah...
    Comunque andando sul tuo argomento, non essendo ferrata sulla questione se non come esperienza ti dico che: ascoltare è la base di ogni rapporto con altre persone. Poi bisogna avere la forza di agire, per fare che ciò che si sia ascoltato possa avere una continuazione con l'azione. Aiutare senza farlo notare, la cosa migliore. Abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La filosofia - affermano Deleuze e Guattari - è creazione di concetti che il filosofo non possiederà mai, ma di cui sarà l'amico. Non ci si interroga dunque sulla filosofia per assegnarle un ruolo o delle competenze, ma per mostrare come ogni domanda sulla filosofia sia una domanda posta alla filosofia, e come quest'ultima sia una ricerca in continuo divenire negli atti stessi che la instaurano.
      L'ascolto è conoscenza che ti permette di capire i problemi dell'altro.
      Abbraccio Pia.

      P.S.
      Riguardo al "buon senso" Cartesio diceva:
      « Il buon senso è la cosa meglio distribuita al mondo. Ciascuno infatti pensa di esserne così ben provvisto che anche coloro che di tutte le altre cose non si contentano mai, di questa sono soliti non volerne più di quanto ne hanno. »

      Elimina
  5. Bellissimo post, grazie. L'ultima frase la ritengo fondamentale, tuttavia possiamo essere ospitali solamente se liberi, anzitutto da noi stessi, e pienamente compiuti in tutti gli aspetti della nostra umanità.
    sinforosa

    RispondiElimina
  6. Questa è la console di Google:

    RispondiElimina
  7. PageSpeed Insights

    ANALIZZA


    Dispositivi mobili
    Desktop


    70 / 100Riepilogo suggerimenti
    Soluzioni da implementare:
    Elimina JavaScript e CSS che bloccano la visualizzazione nei contenuti above-the-fold
    Mostra come risolvere il problema
    Possibili soluzioni:
    Ottimizza immagini
    Mostra come risolvere il problema
    Sfrutta il caching del browser
    Mostra come risolvere il problema
    Minimizza HTML
    Mostra come risolvere il problema
    Minimizza JavaScript
    Mostra come risolvere il problema
    5 regole rispettate
    Mostra dettagli
    Scarica contenuti ottimizzati quali immagine, JavaScript e risorse CSS per questa pagina.
    *I risultati vengono memorizzati nella cache per 30 s. Se hai apportato modifiche alla tua pagina, aspetta 30 s prima di eseguire di nuovo il test.


    78 / 100Riepilogo suggerimenti
    Soluzioni da implementare:
    Ottimizza immagini
    Mostra come risolvere il problema
    Elimina JavaScript e CSS che bloccano la visualizzazione nei contenuti above-the-fold
    Mostra come risolvere il problema
    Possibili soluzioni:
    Sfrutta il caching del browser
    Mostra come risolvere il problema
    Minimizza HTML
    Mostra come risolvere il problema
    Minimizza JavaScript
    Mostra come risolvere il problema
    5 regole rispettate
    Mostra dettagli
    Scarica contenuti ottimizzati quali immagine, JavaScript e risorse CSS per questa pagina.

    RispondiElimina
  8. "Amare il prossimo come se stessi" cosa vorrebbe dire se non "servirlo prima di se stessi quando è meno felice "Abbè Pierre"
    Semplice e terribile questo suggerimento. Ma non mi dilungo nel spiegare il mio pensiero. Lo conosci da tempo. C'è una cosa che penso sia giusto confermare: Se il mio cuore avesse veramente incontrato Gesù, come cerco di spiegare con le mie chiacchierate, .....non potrei tacere! E non taccio!!!!. Buonanotte mio caro: silenziosamente Bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che hai scritto è giusto.
      Bacio Lucia.

      Elimina
  9. Dobbiamo mettere in pratica l’insegnamento del Vangelo Lui ci dà le dritte. Dio in Cristo, prende corpo in mezzo a noi, per venirci incontro, prende su di sé la nostra fragile umanità, si prende cura di noi, dà se stesso , avendo compassione per noi, che siamo come quell’uomo lasciato sulla strada mezzo morto, Gesù si avvicina , diventa compassione, diventa prossimo a noi. Cos’è la compassione se non Amore, per l’altro che sta soffrendo? L’amore è il linguaggio universale che tutti possono comprendere. Ed è la risposta a tante domande inespresse.
    Buongiorno August, qui piove a dirotto ☔️
    Dani

    RispondiElimina
  10. Grazie Dani.
    L'amore viene da Dio ma in molti lo rifiutano e lo cercano nelle cose della terra, anche quelle sbagliate.
    A Pescara non c'è più il grande febbre. Ora si sta bene e posso fare le passeggiate sulla riva del mare.
    Ti auguro una buona giornata.
    Ciao.

    RispondiElimina

la paranoia è un disturbo della personalità