martedì 27 settembre 2016

Leggere aiuta a conoscere

 
 
 


 
 

Quelli che bruciano i libri hanno sempre qualche problema con le donne, perché sanno che i lettori più pericolosi sono le lettrici. Una mostra parigina di qualche anno fa si presentava con questo titolo: Les femmes qui lisent sont dangereuses, «Le donne che leggono sono pericolose». Nella logica dei piromani e dei censori, infatti, i libri imbottiscono di strane idee le teste di chi li legge. E se poi chi li legge è più esposto alle seduzioni della lettura, come appunto si insinua siano le donne, quelle strane idee possono diventare una polveriera ed esplodere.
E così, tra i libri «filosofici», quelli di teoria politica stavano insieme alla pornografia pura o mimetizzata, detta anche letteratura «libertina». Non dobbiamo stupirci, sostiene Darnton, se «Mirabeau, l’uomo che incarna lo spirito dell’89, è al contempo l’autore delle più volgari opere pornografiche e dei più audaci trattati politici del decennio che precede la Rivoluzione». Del resto, lo stesso Voltaire amava dire, con accostamento che parve (e forse pare tuttora, da un fronte opposto) sconveniente, che «le idee sono le mie puttane».
Ma quando quei libri «filosofici» dal fortissimo richiamo erotico cominciarono ad attirare un’ampia clientela femminile, tutto venne messo a soqquadro. I lettori maschi furono per lo più tentati dalla Rivoluzione, che si portava dietro anche una ventata trasgressiva di libertinismo. Le lettrici, invece, furono per lo più tentate dalla ribellione verso il ruolo loro assegnato dalla tradizione e dalla morale corrente.

Una blogger molto famosa, Rosemarie Urquico scrive: “Esci con una ragazza che legge. Esci con una ragazza che spende il suo denaro in libri anziché in vestiti. Lei ha problemi di spazio nell’armadio, ma perché ha troppi libri. Esci con una ragazza che ha una lista di libri che vuole leggere, che ha la tessera della biblioteca da quando aveva dodici anni. Trova una ragazza che legge. La riconoscerai perché avrà sempre un libro ancora da leggere nella borsa. È quella che scruta estasiata tra gli scaffali della libreria, e che non trattiene un grido di gioia quando trova il libro che cerca. Se la scopri ad annusare le pagine di un vecchio volume in un negozio di libri di seconda mano, è una Lettrice”.

 
 



33 commenti:


  1. L’ultimo libro di Augias, ‘I segreti d’Italia’, che brucia tra le fiamme di un camino acceso: è la fotografia postata su Facebook da Francesco Neri, militante del Movimento 5 Stelle, e rilanciata su Twitter dallo stesso giornalista, che commenta: “Mi informano che c’è stato anche un piccolo rogo. Ecco che cosa intendevo per fascismo”.
    “E’ il gesto di un esaltato”, dice Augias, “però gli esaltati non saltano fuori se non possono contare su un ambiente che nella loro eccitazione ritengono favorevole. Lui ha sbagliato, ma ha contato su un’atmosfera che considerava favorevole. Quello che mi inquieta è che questo ragazzo pensa di fare una novità e non si rende conto di ripetere un gesto storico”.

    Sempre sulla sua pagina Facebook, Neri ha postato in seguito una lunga spiegazione al suo gesto, ammettendo di aver bruciato il libro “per la profonda indignazione provata di fronte alla menzogna”. E replica: “Lei è fascista, signor Augias”.

    RispondiElimina
  2. Mamma mia, quanta rabbia che c'è in giro.
    Ciao e buon pomeriggio
    sinforosa

    RispondiElimina
  3. L'intolleranza è evidente.
    Ciao Rosa.
    Grazie.

    RispondiElimina
  4. la malattia peggiore del mondo è l'ignoranza e la tracotanza.
    La lettura è il nettare della vita.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  5. Io aggiungerei l'indifferenza. E' l'atteggiamento che fa più male a una persona. La tracotanza la puoi contrastare, l'indifferenza è un muro tra te e l'altro.

    RispondiElimina
  6. Leggere aiuta a conoscere.
    Un consiglio sprecato per gli italiani
    "Sono necessarie politiche decise per diffondere libri e lettura. Perché non si tratta solo di crescita culturale del nostro paese, ma anche di crescita economica" Della Passarelli direttrice di una casa editrice
    Non esiste politico che desideri che il 'popolo' legga, troppo pericoloso.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristiana, gli italiani siamo noi! Cosa facciamo nel nostro "piccolo" per migliorare la situazione?
      Non sono d'accordo sul tuo"Non esiste politico che desideri che il popolo legga" Chi lo impedisce? Ci mancherebbe, per favore! Smettiamola di inveire su"gli altri", e prendiamoci le nostre responsabilità!
      Dani

      Elimina
    2. Non è fare un post, che cambi il mondo!

      Elimina
    3. Sai August mi fa arrabbiare tantissimo il pensare che se non ci diamo, e ci diamo a scrivere post denunciando evidenti squilibri nel nostro mondo..Pare che tutto dipenda da ciò che uno risponda ai post...e tutto si risolve. No! Noi dobbiamo cambiare atteggiamento, partendo da noi!!!
      Ciao
      Dani

      Elimina
    4. Dani, nel blog si scrivono i post che sono letture di un reale con piace. I grandi blogger vengono letti da migliaia di persone e possono avere un certo peso. Quello che scrivo io è letto da da 5/6 persone, quasi sempre le stesse, e non credo che abbia un gran peso. Nel reale io leggo tantissimo e non capisco in che consista il tuo invito a cambiare atteggiamento. Ho combattuto e combatto contro il Potere, in ogni sua espressione.
      Ciao.

      Elimina
    5. Non il tuo atteggiamento, ma di tutti noi. Mi infastidisco quando sento: a gli italiani sono... a la Chiesa fa così...
      Dimenticando che gli italiani siamo noi e la Chiesa siamo noi.
      Questo volevo dire.
      Ciao
      Dani

      Elimina
    6. Concordo Dani. Non è bene scaricare le colpe sugli altri senza aver guardato quello che siamo.
      Ciao.

      Elimina
  7. Per questo scrivo spesso post contro il Potere che vuol omologare in basso i cervelli delle persone fino a farli diventare non pensanti. La persona passa dallo stato di soggetto a quello di oggetto utilizzato per i consumi che impone il Potere.
    Ciao Cri.

    RispondiElimina
  8. Per molto tempo la mia vita era completamente assorbita dai miei figli e dalla loro crescita. Non ho veramente vissuto il famoso '68. Ho giudicato pericoloso e stupido il periodo del "femminismo"; Avevo chiaro di come votare per il referendum sia sull'aborto, che sul divorzio. Ora è diverso: ascolto vari dibattiti politici e ne discuto con Paolo. Non intendo pronunciarmi sulla classe politica attuale specialmente qui sul virtuale. Le mie idee sono molto chiare. Ho aperto con gioia un blog, anzi due e una pagina su FB solo per parlare di Bellezza, e di Amore. Leggo certamente ciò che tu scrivi e rispondo come posso. Questa sera rispondo solo sul titolo del post.
    Amo leggere e leggo molto. Leggo però ciò che so che mi fa star bene.
    Oggi dal dentista leggevo "Avvenire" e qualcuno mi guardava con interesse. Quando il medico mi ha chiamata ho chiesto a quella persona se desiderasse leggere il giornale. Ha risposto di sì perchè non lo comperava mai.
    Poi, all'uscita, ho perso la persona e il giornale. Peccato perchè avevo sottolineato una notizia che poteva interessare ad Elena e che riguardava il Vescovo Bescapè 1605 circa.
    Grazie per quello che scrivi,sono certa che sono sentimenti veri e che mi fai vivere. Non sono assolutamente un oggetto, mi sento molto libera nelle scelte che faccio. Buonanotte mio caro e Bacio.Continua sempre.La novena a Santa Teresa di Lisieux è verso la fine: il 1° ottobre è la sua festa. (Non demordo!!!)

    RispondiElimina
  9. E' confidenziale. Ascrivo qui perchè possa aiutarmi. Dalla pagina del mio blog sè sparito l'elenco dei blog che io ritenevo importanti. In fondo alla pagina design ci sono queste tre scritte
    footer-1
    footer-2-1
    footer -2-2 Cos'è successo? Ho scritto ieri sera tardi il post dei nonnini e nel pomeriggio Elena ha lavorato sul pc perchè doveva stampare qualcosa di matematica. Ma lei non va mai sul mio blog.
    Io apro adesso e anche lo chiudo perchè debbo andare dal dentista.
    Ti troverò al ritorno o questa sera dopo il TG? Bacio amico caro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Succede. Fai così:

      Menù a discesa
      Layout
      Aggiungi un gadget
      Blog che segui
      Nella parte alta clicca su "blog che seguo" e trovi tutti gli amici.
      Salva
      Salva disposizione.


      Ciao Lucia.

      Elimina
    2. Fatto. Non funziona. Non insisto a chiederti istruzioni per il mio blog....non vorrei essere in antitesi con il tema che si sta faccendo interessante. Buonagiornata.

      Elimina
    3. Fai qualche errore. Fatti aiutare da Daniela.
      Bacio.

      Elimina
  10. Lucia Nadal "IGNORA" (nel senso di non sapere) che i governi e le chiese preferiscono di gran lunga un popolo bue che non crei problemi contestando scendendo in piazza.
    Per quanto mi riguarda, leggo di tutto, per tenermi informata e tra me e mio marito, conpriamo 70/80 libri all'anno.
    Lei invece, a quanto sembra dai suoi commenti , non accetta la verità, affidandosi completamente alla larola della chiesa.
    Mi ha stufata la sua arroganza.
    Ciao Gus

    http://munafo.blogautore.espresso.repubblica.it/2014/10/29/gli-italiani-sono-il-popolo-piu-ignorante-deuropa/comment-page-9/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho un blog moderato per evitare insofferenze tra gli utenti. Ognuno esprime la propria opinione, critica un'altra ma sempre nel rispetto della persona.
      Ciao Cri.

      Elimina
    2. ihihihihihih risate a non finire... W Cristiana

      Elimina
    3. A Cristiana però è sfuggita l'altra tua amica bizzoca. ihihihihi evvvaaaai che ci divertiamo un pò

      Elimina
  11. Ecco, pubblico il tuo commento.
    Pensa a te, pensa a un cambiamento, perché ora sei una che invia commenti su un blog che dice di disprezzare, ma segue.
    Ognuno di noi è quello che è. In ogni caso deve essere rispettato. Le controversie sono differenze ideologiche e si possono contrastare, ma ogni persona merita rispetto.
    E' un insegnamento che viene dall'alto: "Nessuno tocchi Caino".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il confronto non deve scadere nell'offesa.
      Ciao Cri.

      Elimina
  12. Sai August cos'è? "L'insostenibile "leggerezza" della gelosia"!
    Non ti preoccupare non mi sfiora neanche, se ride ..si diverte.
    Un abbraccio ottobroso, tra un'ora ci siamo!
    Dani

    RispondiElimina
  13. Se qualcuno mi nomina, io rispondo dicendo ciò che penso.
    Tu non c'entri, Gus, ma tu ti esprimi correttamente.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea che uno ritiene sbagliata va combattuta, mentre la persona va rispettata.
      Ecco, io posso dire : " Il tuo pensiero è sbagliato", ma è un errore dire: "Tu sei disgustosa".
      Ciao Cri.

      Elimina
    2. Io non ho parlato di disgusto, ma di arroganza ed è molto diverso.
      A parte te, che sei sempre corretto, i seguaci della religione sono sempre esagerati.
      Cristiana.


      PS. Se preferisci, non ti commento più.

      Elimina
    3. "I seguaci della religione sono sempre esagerati" E' una tua convinzione e per me è sbagliata perché è una generalizzazione. E' vero che ci sono fanatismi, formalismi e presunzione e io li combatto.
      Puoi scrivere tranquillamente. Hai certamente compreso come deve essere un blog civile.
      Ciao Cri.

      Elimina