martedì 2 agosto 2016

Non ci indurre in tentazione







"Non giudicate per non essere giudicati". E' ricorso alle parole di Cristo il 75enne vescovo di Chioggia Angelo Daniel, per giustificare il sacerdote sorpreso in intimità con la moglie di uno dei fedeli. E nel paese è caccia all'identità del prete fedifrago. L'episodio. La dinamica è da "pochade": "lui" rientra a casa prima del previsto e trova "lei" a letto con un altro. L'altro è un prete, elemento anche questo né nuovo né originale. Anzi, un intellettuale, perché il sacerdote colto in "flagranza amorosa" è docente di Sacre Scritture a Padova, alla Facoltà teologica dell'Italia Settentrionale. Il marito è sconvolto - e fin qui tutto normale" - si sfoga con il cognato e insieme vanno dal vescovo a chiedere giustizia.
E' qui che cominciano le curiosità. Innanzitutto, la Curia impedisce all'uomo di vedere il vescovo e chiama la polizia, perché "l'uomo era parso troppo agitato". Eccesso di precauzione, forse, ma vista l'età del prelato ci può stare. "Curiosa", invece, la valutazione del vescovo sull'accaduto.
Ammonisce "l'autorità morale" intervenendo sul giornale diocesano, 'La Nuova Scintilla': "non giudicare per non essere giudicati". E non dimentichiamo che "D'altra parte, pur essendo grande la responsabilità di un sacerdote che dovrebbe essere sempre per gli altri esempio e guida - rileva tra l'altro il Vescovo - non dobbiamo dimenticare che, a fronte di molti che per fortuna sostengono il prete, non mancano persone che direttamente o indirettamente, lo spingono a mancare." Insomma, lei l'ha provocato. Ma rassicura: "Se la debolezza ci accomuna - conclude - siamo certi però che c'è per tutti anche la misericordia e quindi il perdono di Dio".
Piena assoluzione per la scappatella, dunque, o un segnale di "modernità"? L'aut-aut spacca i chioggesi, che sono scatenati. Perché da lunedì è caccia al prete. C'è chi dice che "queste cose sono sempre successe e continueranno a succedere", chi si indigna perché non "lo avrebbe mai creduto", chi indulge di fronte alle debolezze umane perché e chi va al bar a giocarsi al lotto le età dei tre protagonisti. Ma lui non si è più visto: "è fuori Chioggia", fanno sapere dalle segreterie della Curia.



24 commenti:

  1. Che cosa significa:

    «Non ci indurre

    in tentazione»?

    Commento al Compendio del Catechismo

    Enzo Bianchi



    Noi domandiamo a Dio Padre di non lasciarci soli e in balia della tentazione. Domandiamo allo Spirito di saper discernere, da una parte, fra la provache fa crescere nel bene e la tentazioneche conduce al peccato e alla morte, e, dall’altra, fra essere tentati e consentirealla tentazione. Questa domanda ci unisce a Gesù che ha vinto la tentazione con la sua preghiera. Essa sollecita la grazia della vigilanza e della perseveranza finale.

    RispondiElimina
  2. Un prete che parla in pubblico e ha carisma si fa apprezzare e suscita curiosità. Credo che il sesso venga dopo.
    Quello che ha detto il Vescovo non lo conosciamo. I giornali riportano solo stralci di un pensiero probabilmente più complesso. I media sono dei maghi nel far dire a una persona quello che non ha detto.
    Sono ovvie le colpe del marito, del resto il suo comportamento è da idiota. Io sono un cattolico e pratico di parrocchie. La donna considera il prete una persona al di sopra del sesso. E' sbagliato perché il prete è un uomo come gli altri, quindi soggetto alle tentazione. I comportamenti delle donne sono, a volte, molti disinvolti.

    RispondiElimina
  3. C'OSA sai tu delle TENTA-AZIONI che ha subito l'uomo chi amato Gesù? E c'OSA trattano?

    I PRETI non fanno VOTO di castità, c'OME i MONACI, ma di CELIBATO.
    Perché non sentire la DONNA (ingl. FE-MALE), inVECE DEI due. (MALE)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Angelo, nei vangeli canonici non si parla di tentazioni subite da Gesù. La sua fede era così grande che il male gli scivolava addosso. Per i preti, se viene meno la castità, non comporta allontanamento dalla vita sacerdotale ma resta il peccato grave della fornicazione che comporta la perdita della castità. Come possono quelle mani ,che nel rito erotico hanno esplorato il corpo di una donna ,toccare il corpo di Cristo?

      Elimina
    2. Se lo prendi in questa posizione ... non perSEVERO.

      Elimina
    3. C'era un prete polacco, molto bravo. Doveva redimere una peccatrice e poi la storia è finita in uno squallido letto. La Curia lo ha trasferito in un'altra città. Non sono questi gli esempi che possono spingere i fedeli nelle parrocchie.
      Sono severo verso me stesso. Per gli altri cerco di pregare. Ho conosciuto un altro prete, un teologo molto preparato. Una mattina è venuto con me al mare e mi ha detto: "Scappo, non posso stare qui." Ora è a Roma e prepara i nuovi preti. Quando torna a Pescara viene a trovarmi. Lo vedo un po' triste. Non riesce a stare tranquillo nelle comunità dove sono ragazze. E' giovane e sente attrazione.

      Elimina
  4. Questo episodio mi pare sia successo una decina di anni fa. Ma questo non cambia niente.
    Nessuno di noi è esente dal cadere in tentazione, di qualunque sia la tentazione. Certo che questa è più pruriginosa in quanto, la religione e tutta la chiesa, sono sotto la lente d’ingrandimento della società, che aspetta di giudicare e condannare.
    Chi induce chi, nella prova o tentazione?
    La prova o tentazione a cui siamo sottoposti, può coincidere con un’astuzia del maligno, che striscia nelle nostra vita e che come finalità ha la perdita dell’uomo. Il Nemico dell’uomo lo induce per rovinare la sua vita. Se è “ prova per saggiare il cuore” è Dio stesso che può condurla. E Dio non tenta mai nessuno al male.
    Qualsiasi sia il tipo di prova, chiediamo a Dio di non farci soccombere alla prova. Che ci sia tentazione come astuzia, che tentazione del cuore.
    Ciao August, buon proseguimento pomeridiano.
    Abbraccio fraterno.
    Dani

    RispondiElimina
  5. Pedofilia e desiderio donna sono i mali della Chiesa. Bisogna far chiarezza. I preti non sono eunuchi e i picchi ormonali sono un problema. Molte donne frequentano parroci credendo che questi siano di ferro e non di carne. Dai tempi di San Paolo questo problema esiste. Basta leggere le lettere ai Corinzi. Praticamente la castità è una grazia, preghiera assidua e senso di responsabilità. Non esiste un automatismo: prete=purezza.
    Ciao sorella Dani.

    RispondiElimina
  6. Non metterei sullo stesso piano pedofilia e desiderio donna. Pedofilia è usare violenza, grande violenza perché chi subisce è un minore. Desiderio di donna, è una cosa normale, e se avviene l'atto lei è sicuramente consapevole. Ti pare siano la stessa cosa?
    Ciao, fratello.
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non li ho messi sullo stesso piano. Sono problemi della Chiesa. La pedofilia è anche un reato da ergastolo. Eppure, i pedofili restano impuniti. Un grido che arriva a Dio, come quello causato da Sodoma e Gomorra.
      Ciao sorella.

      Elimina
  7. Hello !
    Welcome to the "Directory Blogspot"
    We are pleased to accept your blog in the division: ITALY
    with the number: 1626
    We hope that you will know our website from you friends,
    Invite your friends by giving them the "Directory award"
    This is the only way to expand the site.
    The activity is only friendly
    Important! Remember to follow our blog. thank you
    Have a great day
    friendly
    Chris
    For other bloggers who read this text come-register
    http://world-directory-sweetmelody.blogspot.com/
    Imperative to follow our blog to validate your registration
    Thank you for your understanding
    ++++
    Get a special price "Directory award" for your blog! with compliments
    Best Regards
    Chris
    A pleasure to offer you a degree for your site
    http://nsm08.casimages.com/img/2015/04/22//15042212171618874513195366.png
    +++++
    Ciao!
    Benvenuti al "Directory Blogspot"
    Siamo lieti di accettare il tuo blog nella divisione: ITALIA
    con il numero: 1626
    Speriamo che si sa il nostro sito web da voi amici,
    Invita i tuoi amici, dando loro il "premio Directory"
    Questo è l'unico modo per espandere il sito.
    L'attività è accogliente solo
    Importante! Ricordatevi di seguire il nostro blog. grazie
    Hanno un grande giorno
    amichevole
    Chris
    Per gli altri blogger che hanno letto questo testo venire-Register
    http://world-directory-sweetmelody.blogspot.com/
    Imperativo di seguire il nostro blog per convalidare la registrazione
    Grazie per la vostra comprensione
    ++++
    Ottenere un prezzo speciale "premio Directory" per il tuo blog! con i complimenti
    Cordiali saluti
    Chris
    Un piacere di offrirvi un grado per il tuo sito
    http://nsm08.casimages.com/img/2015/04/22//15042212171618874513195366.png

    RispondiElimina
  8. Problemi grossi da risolvere, certo, ma che non saranno mai estirpati definitivamente, perché il Male esiste ed esisterà fino alla fine. Il Male che induce l'uomo, e la donna, a uscire dalle salutari vie di Dio per intraprendere le vie dal maligno, che ha come primo scopo l'infelicità umana ottenuta attraverso la seduzione al male. Imperativo: la preghiera per noi stessi - perché tutti noi siamo fallibili in questo - e per i fratelli, soprattutto quelli spinti alla tentazione.
    Ciao.
    sinforosa

    RispondiElimina
  9. La fedeltà è una vocazione, ma non basta. Bisogna vigilare e soprattutto pregare come hai suggerito nel tuo commento.

    RispondiElimina
  10. Timida, azzardo un mio pensiero: perché la castità a tutti i costi per sacerdoti, monaci e suore?... Non potrebbero avere una famiglia pure loro? Casti solo coloro che abbracciano il celibato e il nubilato... Amare, di cuore e di corpo, non riuscirò mai a considerarlo peccato.
    E comunque si ama sempre in due, ci si tenta sempre in due, ci si abbandona sempre in due... Anche la moglie ha rotto il suo voto di fedeltà, anche il sacerdote l'ha tentata.
    La pedofilia è un altro discorso; abominevole: si è dei mostri a violare anche solo con le parole i bambini. Anche se poi oggi giorno, si fa presto a urlare al pedofilo... E i media, ah i media: sono il male del nostro tempo: la verità è quella dei media, non quella dei fatti... Se solo le menti non si lasciassero traviare.

    Un abbraccio, Gus

    RispondiElimina
  11. IL CELIBATO PER IL REGNO DEI CIELI



    · Gli dissero i discepoli: “Se questa è la condizione dell’uomo rispetto alla donna, non conviene sposarsi”.

    Mentre Gesù eleva il pensiero e lo porta alle dimensioni dello Spirito di verità e di santità, i discepoli ridiscendono sulla terra e riconducono la verità negli stretti confini ed ambiti della insipienza umana.

    Secondo la carne, non potendo questa più vivere alla sua maniera, diviene più opportuno, più conveniente non sposare.

    · Egli rispose loro: “Non tutti possono capirlo, ma solo coloro ai quali è stato concesso.

    Anche questo pensiero viene elevato da Gesù ad un piano superiore, al piano del Regno dei cieli. Se non conviene sposare, non conviene perché non è più possibile il divorzio, non conviene per una missione più alta dello stesso matrimonio. Ma questa convenienza non viene dalla carne, è dono dall’Alto, discende dal Cielo, è illuminazione e saggezza del Padre della saggezza e di ogni intelligenza.

    · Vi sono infatti eunuchi che sono nati così dal ventre della madre;

    Alcuni non possono sposare perché naturalmente inadatti (l’integrità fisica è richiesta per accedere al matrimonio).

    · ve ne sono alcuni che sono stati resi eunuchi dagli uomini,

    Altri non possono perché per mano d’uomo sono stati resi naturalmente inadatti (presso le corti dei re era pratica assai diffusa, dovendo alcuni uomini custodire l’Harem dei sovrani).

    · e vi sono altri che si sono fatti eunuchi per il regno dei cieli.

    Ci sono infine coloro che essendo stati illuminati da Dio e dal suo Santo Spirito, si sono resi tali nello spirito per il servizio del Regno dei cieli.

    Costoro consacrano l’intera loro esistenza per l’annunzio e il servizio del vangelo. La decisione di consacrarsi totalmente a Dio e la fortificazione dello spirito attraverso la grazia consente di vivere da veri eunuchi.

    E’ questa la forza dei santi e delle santi interamente dediti alla diffusione del regno di Dio tra i fratelli.

    · Chi può capire, capisca.

    La comprensione non è di tutti; comprende chi vuole comprendere e prega perché possa comprendere. Una cosa deve essere certa: la scelta del celibato per il regno è grazia concessa da Dio; Dio chiama e concede anche la grazia; spetta poi all’uomo crescere nella grazia per vivere la propria scelta.

    Abbraccio Regina.

    P.S.
    Il prete è uno che ha sposato Cristo. Se lo ha fatto per amore non può avere altri amori, se la fede viene meno e con crede più al celibato è meglio che si tolga l'abito.
    Io sono sicuro che i preti protestanti tradiscano anche le loro mogli. Quindi, si lascia un Valore per cadere nello stesso trabocchetto.

    RispondiElimina
  12. Risposte
    1. Ho letto tutto. Con interesse. A me probabilmente manca la Fede piena per comprendere con il cuore - comprensione nel senso di fare proprio un concetto -; non giudicarmi male Gus - anche se già so che non è nella tua natura - ma da un pezzo si è fatta strada questa mia idea fissa: le religioni, tutte, sono state concepite e formulate dall'uomo e dalla storia dell'uomo: dunque, anche le leggi delle religioni... Vedi? Mi manca la Fede. Ad un certo punto della mia vita, la Fede mi ha abbandonato. Nonostante questo, il tuo blog è come una calamita... Forse cerco ancora di "comprendere" :)

      Elimina
    2. Un confronto nel reale tra una persona che crede radicalmente può farti cambiare atteggiamento. Dal confronto si capisce la propria inadeguatezza nel modo di vivere. A me è successo dopo l'incontro con la ragazza che sarebbe diventata mia moglie. I suoi comportamenti rispecchiavano i Vangeli, la Parola di Cristo e i Comandamenti. Io ero come un cieco che della vita non riusciva a comprendere il significato, il senso delle cose, i fatti che accadono.
      Ciao Regina.

      Elimina
  13. Non desidero entrare nel particolare mi fermo alla frase: non indurci in tentazione.Da duemila anni ripetiamo il Padre Nostro, ma non sia­mo diventati fratelli e il pa­ne continua a mancare. Quante volte ci chiediamo se Dio, il Padre, ascolta la nostra preghiera. «Dio esaudisce sempre, ma non le nostre ri­chieste bensì le Sue pro­messe» (Bonhoeffer): Dio si coinvolge, intrec­cia il suo respiro con il mio, mescola le sue lacrime con le mie.
    Se pregando non ottengo la cosa che chiedo, ottengo però sempre un volto di Pa­dre e il sogno di un abbrac­cio. Buonanotte a tutti. Bacio Gus. (Attenti a non sbagliare letto!!!!!)

    RispondiElimina
  14. Il mondo di oggi produce un immenso deserto di affezione. L'uomo diventa arido nella sua solitudine. L'uomo è sempre più solo. Giudicare....C'è già troppa gente che giudica. Troppa. Abbiamo bisogno di occhi puri e di pregare perchè la messe sia più santa. buonanotte Gus. Bacio.

    RispondiElimina
  15. Sì, la solitudine è la malattia di questo periodo storico.
    Bacio Lucia.

    RispondiElimina
  16. Hello, yuk mutual visit each other's blogs ...
    visit the Web Download Game Android 2016
    http://alamsemesta19.blogspot.com
    I'm sure with this cooperation, could increase visitor activity.

    RispondiElimina
  17. https://plus.google.com/+GusOOrsini


    Il tuo blog plus è tra i miei preferiti.
    Ciao.

    RispondiElimina