mercoledì 16 dicembre 2015

Il post filosofico per Anna






Se non dimenticassimo finiremmo tutti come Seresevskji ,  il mnemonista di Aleksandr Romanovic  Lurija ,in preda ad una memoria talmente affollata di ricordi, da creare un duplicato caleidoscopico e labirintico della realtà, impossibile da governare. Un doppione così intricato, folto, ridondante e linkato, da non permettere più di ricordare, con ordine e pertinenza, i fatti, le persone e gli oggetti della vita reale.
Dobbiamo capire se l’oblio della mente è un vuoto che non è più colmabile nonostante i nostri sforzi di recuperare il tempo perduto  o se questi vuoti della memoria sono essenziali all’equilibrio psico-fisiologico della nostra vita cognitiva perchè impediscono quella pienezza troppo patologica, strabordante e straripante, di Seresevskij e di altri mnemonisti, che aumenterebbe talmente il potere della nostra memoria da renderlo nemico della memoria stessa, fino a impedirci di parlare della nostra vita con ordine e precisione e addirittura di agire nel mondo da persone normali.
E’ forse possibile che questi vuoti così importanti e fisiologici siano al contempo inaccessibili, ma colmabili attraverso strategie mirate del ricordo, attraverso itinerari particolari segnati dentro il fitto bosco della memoria.
Del resto se, come abbiamo detto, l’oblio è, insieme alla memoria, una funzione fondamentale della nostra conoscenza è anche vero che il nostro cervello immagazzina ed elabora un messe straordinaria di ricordi e di informazioni e che tutti noi crediamo di essere persone umane, dotate di un Sé unitario, grazie al fatto che sentiamo di contenere nella mente i fatti della nostra vita e di poterli raccontare a noi stessi e agli altri in qualsiasi momento. Inoltre è stato dimostrato che gran parte del nostro sapere e della nostra vita sta nascosto nella nostra mente in modo inconscio e implicito e che può essere richiamato alla nostra attenzione cosciente quando se ne presenti l’occasione o la necessità.







19 commenti:

  1. Anna, leggi cosa è scritto in questo link:

    http://www.mat.uniroma2.it/LMM/BCD/SSIS/Neurosc/Immersione/Immersione.htm

    RispondiElimina
  2. Che magnifico post. Grazie Gus. Io adoro i post filosofici perchè mi permettono di riflettere sulla vita in generale, capire i suoi perchè. Li adoravo anche in gioventù e la filosofia era una materia tra le mie preferite. Ma sono passati più di 40 anni e l'oblio su alcuni autori ha fatto presa sulla mia memoria che a 62 anni comincia ad avere delle crepe. Con i tuoi post ho la possibilità di rinverdire il mio piccolo cervello. Per questo prediligo i post filosofi a quelli teologici che, anche se interessanti, sono spesso frasi fatte e copiate dalle Sacre Scritture. Queste, non dico che non fanno riflettere, ma presuppongono una Fede, un'accettazione da parte nostra, insomma o credi o non credi, non c'è alternativa.
    Ritornando a bomba (si dice così?) il mio oblio culturale dipende, oltre dai troppi anni passati, e dal mio poco tempo dedicato alla lettura dei testi, anche dalla mancanza di una controparte con cui confrontarmi. La mia famiglia, ahimè sono realisti, materialisti, con i piedi saldati alla terra. L'unica che filosofa con la sua piccola mente sono io.
    Per quel che riguarda i ricordi della mia vita, credo di essere riusicta nella mia vita a mandare nell'inconscio solo quelli brutti, lasciando in superficie quelli belli. Un processo che ho svolto su di me studiando psicologia in gioventù e leggendo, in questa ultima fase di vita, testi di Thich Naht Hanh.
    Urka credo di non aver mai scritto un commento così lungo.
    Vado a leggere anche il link, a più tardi
    PS spero che i tuoi commentatori non se l'abbiano a male per il titolo indirizzato a me, e che partecipino anche loro
    a più tardi Gus

    RispondiElimina
  3. "PS spero che i tuoi commentatori non se l'abbiano a male per il titolo indirizzato a me, e che partecipino anche loro
    a più tardi Gus".

    Apprezzo questo commento, ma quello che hai scritto ancora di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto il link e ho avuto la spiegazione del perchè non amavo e non amo la matematica (ihihihih).
      In effetti la memoria visiva aiuta molto, parlo per me, ricordo che nei miei libri sottolineavo in rosso ciò che ritenevo importante per lo studio. Oggi lo faccio con l'evidenziatore giallo e mi sovviene prima l'immagine in mente poi le parole.
      Nella vita reale mi aiuto collegando le immagini o la musica con i fatti
      Ho trovato interessanti i consigli per tenere in allenamento il cervello
      anche se alcuni già li faccio: enigmistica, e giochi degli scacchi. Allontanandomi dalla Tv e in particolar modo da quei programmi idioti preferendo quelli intelligenti che a onor del vero sono molto pochi. Quindi mi rifugio nei libri e negli spettacoli teatrali.
      Attendo altri post interessanti come questo. Grazie ancora e un bellissimo proseguimento di giornata.
      PS Ho salvato sul PC il link che mi hai proposto, ci sono parecchi spunti di riflessione

      Elimina
    2. Ho fatto caso adesso alla foto, il colore degli occhi e la loro forma quasi coincidono, solo le sopracciglia sono più sottili... Ihiihihihih

      Elimina
    3. Su cosa ti devo rispondere? Mi è sfuggito qualcosa?

      Elimina
    4. Farfalla Legger@17/12/15, 11:46 la mia risposta al link che mi hai dato. Buongiorno per tutto il giorno. Ti leggerò più tardi, devo preparare i nipoti per la scuola. Abbraccio Gus

      Elimina
    5. Beh ti dirò che con questo post comunque mi hai rallegrata perchè ho imparato qualcosa di nuovo (vedi il link)
      Attendo un prossimo post filosofico, perchè in quelli religiosi non interverrò più, troppa ipocrisia tra ciò che dice il Vangelo e il comportamento umano.
      Dolce notte e buon fine settimana a te Gus

      Elimina
    6. Non c'è uomo al mondo che ha un comportamento fedele ai Vangeli, cioè a Cristo. Nemmeno il Papa. Non pretendere dagli altri quello che tu non sai fare.

      Elimina
  4. Nel primo, e ultimo, anno di teologia, tra le materie che insegnavano c'era "filosofia" Arrivavo da un'Istituto tecnico per segretarie d'azienda e la filosofia si rifiutava di entrarmi in testa. Oggi sono a bocca chiusa. Posso però continuare parlando di memoria. Posseggo una memoria fotografica che mi aiuta in tutte le occasioni, una volta anche in quelle scolastiche. Argomento, pagina, lettura e parole a profusione.....
    Cosa vale davvero nella vita? Un affamato chiederebbe del cibo, un assetato, da bere...se sono nella noia, situazione improbabile, varco i sentieri della musica o della lettura. Il reale mi regala costantemente una bellezza che aiuta a ridestare il cuore, a sorridere alla domanda: "Per che cosa vale la pena vivere?" Per Te, mio Signore che doni al cuore la fame e la sete della Tua Parola!
    Ecco il mio dono per questo nuovo Natale che:Colui che arriverà se Lo amiamo oseremo fissarlo per ore.
    Ti voglio bene Gus e ti regalo un bel pacchetto filosofico!!!! Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non te ne rendi conto ma questo è un commento che profuma di filosofia.
      Ciao.

      P.S


      I bovini hanno perso per 4-0 e va bene così.

      Elimina
  5. Questa sera debbo uscire (incontro di preghiera) tu hai la partita.
    Io però quando rientro voglio leggere anche solo una parola (bacio) dal mio amico. Io ho bisogno del mio amico. L'amico a cui confido tutto, a cui parlo di tutto, non c'è più neanche il modulo di contatto....dimmi perchè? Ti voglio tanto tanto bene Agù. Non andartene via! Bacio preserale.

    RispondiElimina
  6. E' stata una bellissima serata!
    Perchè Cristo vede ciò che noi non vediamo mentre plasma la mia vita!
    Sono contenta che tu abbia pubblicato il mio pensiero e ti sono grata per la buonanotte. Ciao Agù.

    RispondiElimina
  7. Bellissimo post che offre infiniti spunti.. il vuoto e l'oblio sono fondamentali.. sottolineano quello che rimane.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Franco, è un post importante.

      Elimina
  8. Sono certa che lo stupore della mia scrittura ti creerà un certo disagio: ancora qui? Sì, per correttezza e coerenza.
    Chiarisco: sono sempre stata coerente con il mio credo. Essere amici, grandi amici, non turba il mio rapporto nè con la fede nè con la mia famiglia, specialmente con mio marito. Ho parlato di amizia, corrisposta fino a tre giorni fa. Gus o Agù come mi ha detto che lo chiamano, avrà pensato che era giusto un cambiamento da parte sua senza spiegarmene il motivo, certamente ci sarà e sarà stato ben ponderato. Ora è il momento di togliere il disturbo. Buona giornata e buon Natale! Grazie per l'amicizia che mi ha scaldato ma ha scaldato più ancora te, penso e spero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cambiamento riguarda il passaggio da Live a Outlook.
      Per il resto sono sempre lo stesso.
      Questa tua informazione o è una interpretazione sbagliata, oppure non esiste.
      Bacio Lucia.

      Elimina