sabato 26 dicembre 2015

Alla ricerca di una vera identità







Il bene dell'io, come il bene comune, è un bene relazionale fatto di scelte definitive e stabili, che mantengano la caratteristica della permanenza, di un impegno di fedeltà e di costruttività.
L'incapacità di permanere nella scelta significa l'incapacità di una effettiva responsabilità.
Illudendosi di essere libero solo perché può continuamente cambiare le sue scelte, l'uomo finisce spesso per essere condizionato dalla mentalità dominante, dal potere enorme dei mass-media. In realtà, spesso il potere sceglie lui, e l'uomo non è più protagonista. Solo la coscienza della propria identità rende protagonisti.




11 commenti:

  1. Io, questo tuo post, lo metterei in rapporto al mio essere cristiana:
    impegnarmi quotidianamente a vivere nella ricerca di Dio e nell’amore verso il prossimo. Seguire l'insegnamento delle sue parabole, dei suoi discorsi, accettare l'amore come unico parametro per vivere in armonia.
    Solo in questo modo, in questo mia fedeltà alla Sua parola, mi sento davvero libera e trovo me stessa.
    Ciao Gus buon proseguimento di Festa

    RispondiElimina
  2. Ognuno di noi deve specchiarsi in questo post e controllare se veramente riflette il proprio viso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso affermare che il mio viso si riflette. Sono presuntuosa? Sicuramente ma almeno ho davvero la pace nel cuore.
      Buona serata Gus

      Elimina
    2. E' una cosa molto bella sentire di essere quello che pensi e manifesti agli altri.
      Buona serata.

      Elimina
  3. Ciao Gus, io sono quella che sono, il mio Qualcuno, sa cosa ho nel cuore.
    Ho sempre cercato di fare il meglio possibile, non sono una Santa, e sbagli ne ho fatti, ne faccio e ne faro, e ti dico che non ho rimpianti, rimorsi si.
    E per quello che tu hai potuto leggere di me, sai che anche se non sono una brava cristiana, il mio Qualcuno e' sempre nei miei pensieri, e mi accompagna sempre.
    Un caro saluto Gus, e grazie dei tuoi post, anche se non sempre commento, li leggo sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo Qualcuno è l'unico che conosce la verità e sarà soddisfatta di te.
      I miei rimorsi sono errori fatti in buona fede, ma sempre errori rimangono.
      Ciao Fiorella.

      Elimina
  4. Gus ciao.
    Non so se erro ma...
    A volte cambiare idea serve...
    Nel senso che se si è coscienti che quella scelta di cambiamento sia giusta per te, perché non farla?
    Certo sempre nel rispetto del proprio io.
    Abbraccio e dolce notte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pia, io mi riferivo alla scelta di fede che dovrebbe essere immutabile.
      Buona giornata.

      Elimina
  5. "Ciao Lucia! Sei sempre splendente!" Che gioia sentirlo dire da un Paolo ormai completamente pelato e bianco, che lo grida a voce alta e allegramente. E mi bacia e lo bacio. Era un mio ragazzo .....del catechismo. Ciao Agù che vanitosa sono!!!! intanto i mesi, gli anni vanno via veloci.....ma splendidamente...bastone al fianco dolce compagno di passeggiata!

    RispondiElimina
  6. La fede? E' ciò che mi rende splendida!!!!! Baci Agù

    RispondiElimina