lunedì 9 febbraio 2015

Rispettare il senso originario degli eventi




 Le tappe di trasformazione della coscienza sono simili in tutti gli individui, indipendentemente dal tipo di società, dal periodo storico, dalla cultura e dal grado di sviluppo della coscienza etica, morale e spirituale del gruppo di appartenenza. Le fasi salienti della trasformazione della coscienza individuale sono: il limbo dell'infanzia, le passioni della giovinezza e l'introversione contemplativa della maturità.
Jung distingue tre forme naturali di sviluppo della coscienza che prende avvio con l'adolescenza: "La prima forma di coscienza, quella del semplice riconoscere, rappresenta una condizione anarchica o caotica. Il secondo stadio, cioè quello del complesso dell'Io, è una fase monarchica o monistica. Il terzo stadio rappresenta un progresso della coscienza e cioè la coscienza della dualità, di uno stato dualistico."


41 commenti:

  1. E SCOPRIRSI PENEtrABILE e non pià PENEtrANTE.
    E' proprio VERO che non ci sono più le DONNE di un tempo. Sembrano CAPRE che vantano le loro corna come se fossero BECCHI, alzandole sugli ARIETI per comandare sulle PECORE.
    Con loro se la vede MALE anche il CANE ... pastore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei riuscito a svegliare chi dorme?

      Elimina
    2. Non lo so. Forse era già sveglio o è sonnambulo. Tu e Singer mi a.C.cogliete con piacere ... più MIO che vostro. Ho trovato, inVECE, chi mi TORMENT'ava per la MIA CARNE.

      Elimina
    3. C'è chi del cristianesimo accoglie due o tre cose che accetta, ma passa il resto della vita a trovare i difetti, che chiama dubbi e esprime richieste assurde.
      Ecco, tu sei il contrario. Hai preso tutto il cristianesimo e perdoni i due o tre difetti che hai scovato.
      Un uomo così si accoglie a braccia aperte.

      Elimina
    4. ForSE per questo sono riUSCITO a far cadere un anGELO dal Cielo o salire dagli inferi. TUTTI hanno bisogno di affetto, SOPRAtTUTTO i più irreQUIETI. Ma c'è anche CHI lo è per il suo ZELO. ParDON per R moscia.

      Elimina
  2. Le tappe di trasformazione della coscienza sono simili in tutti gli individui, indipendentemente dal tipo di società, dal periodo storico, dalla cultura e dal grado di sviluppo della coscienza etica, morale e spirituale del gruppo di appartenenza. Le fasi salienti della trasformazione della coscienza individuale sono: il limbo dell'infanzia, le passioni della giovinezza e l'introversione contemplativa della maturità.
    Jung distingue tre forme naturali di sviluppo della coscienza che prende avvio con l'adolescenza: "La prima forma di coscienza, quella del semplice riconoscere, rappresenta una condizione anarchica o caotica. Il secondo stadio, cioè quello del complesso dell'Io, è una fase monarchica o monistica. Il terzo stadio rappresenta un progresso della coscienza e cioè la coscienza della dualità, di uno stato dualistico."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che palle questi filosofi-teologi-falsi profeti. Tu ti perdi in un bicchiere di acqua mezzo pieno. Gv 10,8 e quelli dopo sono POStCRISTI, non più ANTIcristi.

      Elimina

    2. Jung era ateo.
      Nel saggio Die Psychologie der unbewussten Prozesse, "La psicologia dei processi inconsci", del 1917, Jung aveva definito il problema dell’esistenza di Dio addirittura come uno dei problemi più stupidi che ci si possa porre". La psicologia analitica può solo dimostrare la presenza di un’immagine archetipica della divinità nell’inconscio.

      Elimina
  3. Gus Ciao. Buonanotte amico caro!

    RispondiElimina
  4. Scrive Jung. "Noi giungiamo alla metà della vita con la più completa impreparazione, e , quel che è peggio, vi giungiamo provvisti di preconcetti, di ideali, di verità buoni sino a quel momento. Non è possibile vivere la sera della vita seguendo lo stesso programa del mattino, poichè ciò che sino ad allora aveva grande importanza ne avrà ora ben poca, e la verità del mattino costituisce l'errore della sera."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DopoTUTTO è QUA SI ORA. Si legge per meditare o dormire?

      Elimina
    2. Paguro e attinia. Uno aiuta l'altro.

      Elimina
    3. Nel LETTO a CONCHIglYA.

      Elimina
    4. Esiste un posto migliore?

      Elimina
  5. Quanto hai trovato consona la gazzarra sul mio post?

    RispondiElimina
  6. La domanda era interessante, anche se andava posta in modo diverso. Eravamo in tanti e gli scontri sono stati di due tipi. Quelli relativi all'esistenza di Dio e altri riguardanti vecchi rancori e frustrazioni tra blogger.
    Io mi riterrei soddisfatto. Gli scazzi da blog rientrano nella norma relazionale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un modo o in un altro dobbiamo sfogare il male che è in noi.

      Elimina
    2. Franco è la persona adatta perché è un uomo molto comprensivo.
      Se vai a sfogarti contro gli inadatti li rendi ancora più rancorosi.
      Tu vedi una persona bruttissima fuori e dentro. Purtroppo è così. Da cristiano non puoi dirglielo. Se lo fai quella persona diventerà ancora più rancorosa e vendicativa. E' quello che è capitato a me.

      Elimina
    3. Preferisco QUESTI che i tipi molto sicuri di se.

      Elimina
    4. Io no. Le persone incapaci di perdonare, dimenticare, comprendere un errore commesso, mi terrorizzano.

      Elimina
    5. Tu cerca di partire sempre dal PRE-SUpPOSTO che sono deboli, malate.

      Elimina
    6. Questo è vero. Solo così puoi ritrovare la serenità.

      Elimina
    7. CATTIVO.
      Trovare la comprensione.

      Elimina
    8. Quando ti hanno scacciato da F.B. e Splinder cosa hai provato?

      Elimina
    9. Dispiacere per chi avrebbe sentito la mia mancanza e dispiacere per chi avrebbe trovato altri da eliminare.
      Sono serviti più a me nel allenare il distacco.
      Un giorno sarò scacciato anche da questo mondo.

      Elimina
    10. Io vorrei stare in pace con tutti.

      Elimina
    11. Anch'IO con me stesso.

      Elimina
    12. Se non sei in pace con tutti non puoi esserlo con te stesso.

      Elimina
    13. Deve esserci un modo per entrare in un cuore di un altro.

      Elimina
    14. Vale anCOR di più il contrario:
      Se non sei in pace con te stesso come puoi essere in pace con tutti e con Dio?

      Come ci si riesce?
      Perdonando sempre.
      Sei arrivato anche tu al lì...MITE?

      Elimina
    15. E' la via stretta, facile a dirsi, difficile da percorrerla.

      Elimina
    16. In un CERTO MODO come il ricevere per DONO la FEDE.
      Dicono che basta chiederla, ma non dicono COME.
      In VERITA' si potrebbe anche SPIEGARLA TUTTA ma come si può far cambiare il CUORE al richiedente?

      Elimina
    17. Tutto quello che chiederemo a Dio tramite Gesù ci sarà dato.
      Non oggi ma sicuramente domani.

      Elimina
    18. Gesù so chi E', ma quale Dio?
      Il PADRE che è nei Cieli?
      Conosci il SUO VOLTO?
      E lo SPIRITO SANTO lo hai conosciuto?
      Un GIORNO di SI-CURO, ma adESSO?
      Il COME è imPORT'ANTE e se la si prende di TAGLIO ci si può VERA-MENTE farsi MALE-

      Elimina
    19. Chi vede me vede il Padre perché io sono in Lui e Lui e in me.

      Elimina
    20. E questa SI-MILITudine ti sembra espressa BENE?
      Perché Filippo non l'AVEva anCORa comPRESO?

      Elimina