mercoledì 1 ottobre 2014

Il fitto bosco della memoria





Nel nostro cervello c'è uno spazio dedicato alla memoria. Praticamente un hard disk. Tutto quello che ci accade viene registrato, ma resta lì solo se viene evocato con una certa frequenza. Se questo non accade si cancella automaticamente e per noi è un qualcosa mai successo.
Tanto per rispondere a una tua domanda. Se ci pensi non puoi eliminarlo. Studiosi hanno individuato certi pensieri degli adulti che fanno pensare al galleggiamento nell'utero materno. Per eliminare il link bisogna dare una mossa al cervello.
Per esempio il brutale elettroshock riesce a cancellare il tuo passato e con esso gli incubi di una nevrosi fobico-ossessiva. Nei casi estremi di non guarigione viene praticato anche oggi.



17 commenti:

  1. La memoria è importante perché ci racconta la nostra vita. Diventa insostituibile quando ci parla di quello che è avvenuto nel passato ed è ancora presente nella nostra vita facendoci sfuggire dall'oblio.

    RispondiElimina
  2. Pezzo meraviglioso.. mo' non mi ricordo bene cosa c'era scritto ma fantastico, veramente fantastico.. lo terrò a mente. p.s serio: ma teniamo a mente tutte le cose che vorremmo? E perché non riusciamo a cancellare tutte quelle che vorremmo dimenticare? E le sappiamo cogliere tutti queste occasioni/necessità di diseppellimento? Di linkaggio automatico?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel nostro cervello c'è uno spazio dedicato alla memoria. Praticamente un hard disk. Tutto quello che ci accade viene registrato, ma resta lì solo se viene evocato con una certa frequenza. Se questo non accade si cancella automaticamente e per noi è un qualcosa mai successo.
      Tanto per rispondere a una tua domanda. Se ci pensi non puoi eliminarlo. Studiosi hanno individuato certi pensieri degli adulti che fanno pensare al galleggiamento nell'utero materno. Per eliminare il link bisogna dare una mossa al cervello.
      Per esempio il brutale elettroshock riesce a cancellare il tuo passato e con esso gli incubi di una nevrosi fobico-ossessiva. Nei casi estremi di non guarigione viene praticato anche oggi.

      Elimina
  3. Un tuo commento affermava: "perdonare significa dimenticare" io ti dicevo che avevo perdonato, ma non avevo, non ho, dimenticato. Cosa mi rispondi questa sera?
    Abbraccio e Buonanotte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per dimenticare serve tempo e pazienza, ma bisogna volerlo.
      Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
    2. Lucia, non vuole dimenticare nulla della vita trascorsa. Sono una persona che osserva, molto, magari senza che le persone, se ne accorgono. Taccio in una conversazione che non mi penetra, ma osservo le espressioni di chi parla scoprendo sincerità o altro. Non dò giudizi verbali. So di avere una memoria elefantesca: sono pericolosa? Oggi, cioè nel tempo presente, mi ritrovo spesso davanti ad un oggetto e non so il perchè. Risata. Poi il ricordo torna. Tutto si risolve. E' l'età..... Felice giornata nonno! IIl tuo Angelo Custode ti abbracci e ti illumini sempre. Ciao Gus

      Elimina
  4. Secondo me nulla si cancella davvero. Lo rimuoviamo, ma cancellarlo è impossibile.
    E spesso torna su dall'abisso quando meno ce lo aspettiamo^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fatti importanti non possono cancellarsi. Dal conscio passano all'inconscio per poi riaffiorare.

      Elimina
  5. Fuori tema.
    Stanotte sono sicura, ti visiterà il tuo angelo.
    Un abbraccio.
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai indovinato. Questa notte sono certo che c'era qualcuno con me.
      Abbraccio.
      Ciao Dani.

      Elimina
  6. Non c'è mai fine alla memoria.
    Ciao Gus,
    spesso mi succede di non ricordare, ma poi ecco che il ricordo riappare senza averlo richiesto.
    I ricordi sono importanti perché è grazie a loro che siamo ciò che siamo.
    Il fitto bosco della memoria, mi piace!
    Buona giornata, alla prossima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non possiamo sapere quello che dimentichiamo, appunto perché è dimenticato.
      La memoria è la storia della nostra vita. E' vero sono importanti.
      Ciao Pia.

      Elimina
  7. Io spero di mai dimenticare il cammino che ho fatto fino ad ora, quasi sempre in salita, ma a volte, arrivata ad un pianoro, mi si apriva uno spettacolo stupefacente, ed ecco riprendevo il cammino con maggior vigore. E' stato ed è, un insegnamento grande, e nulla deve essere dimenticato.
    Ciao August, sereno pomeriggio!
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si dimenticano solo le cose che non hanno importanza per la tua vita. I ricordi di fatti accaduti nel passato che non rappresentano presenza attuale. Sono come vestiti dismessi e situati sulle grucce di un armadio.
      Ciao Dani.

      Elimina
  8. "Giungo allora ai campi e ai vasti quartieri della li memoria, dove riposano i tesori delle innumerevoli immagini di ogni sorta di cose, introdotte dalle percezioni; dove sono pure depositati tutti i prodotti del nostro pensiero, ottenuti amplificando o riducendo o comunque alterando le percezioni dei sensi, e tutto ciò che vi fu messo al riparo e in disparte e che l'oblio non ha ancora inghiottito e sepolto. Quando sono là dentro, evoco tutte le immagini che voglio." Sant'Agostino
    Ciao Gus un abbraccio e dolce notte

    RispondiElimina

la paranoia è un disturbo della personalità