giovedì 11 settembre 2014

L'immaginazione riduce il Tutto




 
 
 

 

 

Non è raro sentire qualcuno che afferma che lo scopo della Chiesa
è aiutare la società civile ad individuare e sorreggere
una piattaforma di valori comuni.
Ma anche i pagani possono sostenere i valori comuni.
Ma qual è il significato della parola valore?
Che cosa è un valore? E' ciò per cui vale la pena,
in fondo, vivere.
Ciò per cui veramente vale la pena vivere
è qualcosa che connette quello che un uomo
sta facendo al Tutto.
Senza questo nesso con la totalità ogni
cosa vale la pena per cinque minuti, oppure,
che è lo stesso per cinque anni.
Per poter vivere il valore bisogna avere
una percezione acuta e viva del Tutto.
Ma il senso del Tutto è Mistero: noi lo chiamiamo Dio,
ma l'essenza della parola Dio è assoluto Mistero.
Di fronte al Mistero l'uomo resta come confuso,
ricorre all'immaginazione, cerca cioè di interpretare
il suo rapporto col Tutto, e interpretandolo inevitabilmente
lo riduce, e rimpicciolisce perciò il valore.

 

 

 

 


22 commenti:

  1. L'uomo non potrà mai capire completamente Dio, ma non è neanche sfornito di mezzi che gli consentano di illuminarne IN PARTE la natura. Dio è un Mistero che si è Rivelato.
    Come diceva Sant'Agostino, l'uomo è davvero "capax Dei".
    Così dunque la verità rivelata circa l'uomo, che nella creazione è stato fatto «a immagine e somiglianza di Dio», contiene non soltanto tutto ciò che in lui è «humanum», e perciò essenziale alla sua umanità, ma potenzialmente anche ciò che è «divinum», e perciò gratuito, contiene cioè anche ciò che Dio - Padre, Figlio e Spirito Santo - ha di fatto previsto per l'uomo come dimensione soprannaturale della sua esistenza, senza di cui l'uomo non può raggiungere tutta la pienezza destinatagli dal Creatore.

    RispondiElimina
  2. Con il Dio rimpicciolito, diventato un dio tascabile, l'uomo pomposamente crede di aver raggiunto il suo ideale, di conoscere la Verità, invece sta solo sognando.

    RispondiElimina
  3. Quello che dico io: la Chiesa ha sempre fantasticato un po' troppo. Misura ci vuole. Discrezione. Compostezza. Troppo spesso il Dio Rimpicciolito entra giusto giusto in un'ostia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel mio post ci sono considerazioni di Agostino. Non è la Chiesa che ha fantasticato, ma i falsi credenti.
      Tu devi essere convinto che l'Ostia è il Corpo di Cristo. Se non ci credi scivoli nel Nulla che è l'esatto contrario del Tutto.

      Elimina
    2. Io ci credo. Ma non ne avrei bisogno. Sai quanti non potrebbero farne a meno? Forse anche tu.
      Io credo in Dio Creatore anche se mi certificassero che la vita che mi ha donato è tutta qui. Ecco servito il mio, di rimpicciolimento.

      Elimina
    3. La vita è veramente un dono perché chi non nasce non potrà conoscere il volto di Dio. Senza la Chiesa Cristo sarebbe solo un personaggio storico dubbio, meno importante di Napoleone. La Chiesa è il prolungamento nella storia di Cristo. Nella Chiesa si celebrano tutti i Sacramenti istituiti da Cristo.



      I sacramenti toccano tutte le tappe della vita del cristiano.
      Il Battesimo è il fondamento di tutta la vita cristiana perché apre l'accesso agli altri sacramenti.
      Nei Vangeli è scritto che Gesù stesso che era immune dal peccato originale volle farsi battezzare dal Battista.
      La prima origine del sacramento della Confermazione risale agli Apostoli che attraverso l'imposizione delle mani comunicavano il dono dello Spirito a completare la grazia del Battesimo.
      L'Eucaristia fu istituita nell'ultima cena da Cristo:
      Matteo:
      Ora, mentre essi mangiavano, Gesù prese il pane e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede ai discepoli dicendo: "Prendete e mangiate; questo è il mio corpo".
      Poi prese il calice e, dopo aver reso grazie, lo diede loro, dicendo: "Bevetene tutti, perché questo è il mio sangue dell'alleanza, versato per molti, in remissione dei peccati.
      Io vi dico che da ora non berrò più di questo frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo con voi nel regno del Padre mio".
      Il sacramento della Penitenza:
      E detto questo, soffiò su loro e disse: Ricevete lo Spirito Santo. A chi rimetterete i peccati, saranno rimessi; a chi li riterrete, saranno ritenuti" (Gv 20:22-23).
      L'Unzione degli infermi:
      Gesù chiede ai malati di credere. Si serve di segni per guarire: saliva e imposizione delle mani, fango e abluzione.
      Il sacramento dell'Ordine è quello grazie al quale la missione affidata da Cristo ai suoi Apostoli continua ad essere esercitata nella Chiesa. E' dunque il sacramento del ministero apostolico.
      Il Matrimonio:
      Alle soglie della sua vita pubblica, Gesù compie il suo primo segno, su richiesta di sua Madre, durante una festa nuziale, le nozze di Cana.
      Vi riconosce la conferma della bontà del matrimonio e l'annuncio che ormai esso sarà un segno efficace della presenza di Cristo.


      Elimina
    4. Franco, la chiesa siamo noi!
      Perché pensiamo che sia altro da noi? Siamo portati a prendere le distanze da insegnamenti e prese di posizioni del papa, preti, suore, perché?
      Perché noi vogliamo un Dio che sia comodo per noi. Che non ci faccia sentire in colpa, che non ci crei problemi di coscienza, che non ci faccia sentire dipendenti.
      L’orgoglio e l’egoismo dell’uomo sono sconfinati, e attacca tutti pur di salvare la sua finta quiete.
      Noi siamo creature di Dio, siamo stati creati a Sua immagine e somiglianza.
      Ci ha donato Suo Figlio affinché ci fosse ridonata la dignità di essere Suoi figli.
      Ma lo vogliamo capire? E smettiamola per favore di pettegolare su cosa fa il Papa, cosa dice, le scelte che opera…
      Affidiamoci allo Spirito Santo, cerchiamo di essere docili all’ascolto della Parola Verbo di Dio e lasciamo che operi in noi.
      Noi, chiesa di Dio
      Un caro saluto a te e a August, e agli amici che passano di qui.
      buona serata!
      Dani

      Elimina
    5. Grazie Dani. Insistere negli errori della Chiesa senza guardare il tesoro che nasconde è solo un modo per non aderire mai. La Chiesa veicola il divino servendosi dell'umano. Così ha voluto Cristo.
      L'umano è debole, sbaglia e pecca.
      La Chiesa è stata salvata da chi perseguendo il vero e il reale, amando il valore e l'ideale, non si è scandalizzato dei limiti, dell'angustia delle circostanze, dell'incomprensibilità apparente delle vicende umane, e si è lanciato a perseguire ciò che amava, a ricercare il tesoro nascosto nel fango. San Francesco, per esempio, non si è scandalizzato per le divisioni e le violenze che scuotevano la Chiesa dei suoi tempi, per le guerre fratricide che opponevano cristiani a cristiani, ma si getta in una lotta che non è contro qualcuno, è per Qualcuno

      Elimina
    6. Un Dio che mi regala "solo" questa vita credi sia comodo? ;)

      Elimina
  4. I nostri compagni di viaggio sono i Santi. Esiste in loro l'umiltà che ci afferra e ci aiuta a piegarci al Mistero. L'umiltà, la preghiera sono chieste anche a noi!! Vi assicuro che poi riusciremo a scoprire il vero significato della parola Amore. Buonanotte Gus. Grazie.

    RispondiElimina
  5. Ho letto una frase e mi sono fermata, così ho risposto troppo in fretta dando un significato, sempre utile, ma che non è quello giusto. Scusami.
    Come è possibile immaginare il Tutto? Egli è appunto Tutto. I tuoi commenti sono bellissimi e anche quelli non si possono ridurre a una frase sola. Lui è il mio Tutto: è mia madre, è mio padre, è tutto ciò su cui si posano i miei occhi. Tante cose sono state create dall'uomo. E' vero. Ma chi gli ha dato l'intelligenza? Chi ha creato l'uomo?
    Chi sono «io»?. Lui, il Signore Dio, è la realtà, e la realtà prende coscienza di sé attraverso Lui.. E la realtà richiama al Mistero. Il mondo, la realtà, è segno di Dio.
    Non ci sono parole Lui, l'Amore che ci sorregge, ci accompagna, ci consola, Lui è Tutto e più ancora. Adesso, proprio Ora e Qui. Buonanotte Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucia. Dio si è fatto uomo anche per diventare nostro amico. Lui ci ascolta e ci risponde.
      Buona giornata.

      Elimina
  6. Conosco grandissimi fedeli e personalità ecclesiastiche che giurano che un altro Figlio di Dio non potrà mai più venire tra noi. Questo è solo un minimo esempio del dio rimpicciolito a nostro uso e consumo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai ponendo limiti alla Provvidenza? ;)

      Elimina
    2. No. Sulla terra c'è già il Figlio di Dio. A cosa servirebbe un fratello di Cristo?

      Elimina
    3. Domanda indiscreta. Non puoi saperlo, non possiamo sapere di nessun Disegno. E soprattutto non possiamo disegnarlo noi Gus, non è nostra facoltà. Facciamo da secoli scarabocchi piccoli e stortignaccoli per rendere qualcosa di incredibile alla nostra misera portata. Rimpiccioliamo l'infinito sui nostri quadernetti spiegazzati. Ecco perché il tuo post è un cane che si morde la coda. Rimaniamo stupiti di fronte al Mistero. Questo ci è dato.

      Elimina
    4. Non disegno. Mi attengo alle Scritture.

      Elimina
  7. Penso, Franco, che il troppo pensare, faccia mutare, il presente.Il Signore, oggi mi ha donato una giornata serena, piena di sole.
    Rimpicciolire Dio? "Il fariseo si è costruito un Cristo di plastica, fatto a sua immagine e somiglianza, ma non ha la speranza"......Ci sono cose nell'universo ancora da scoprire. Dio è il nostro, il mio, universo. Cosa rimpicciolisci? Quando ho visto l'oceano ho allargato le braccia e felice ho detto" Ecco ho rivisto l'immensità di Dio!" Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho detto guardando una sola goccia di pioggia.. buona giornata a te!

      Elimina
    2. E' uno che gradisce andare controcorrente, ma è una splendida persona.

      Elimina
  8. Vedi.?....pensa a quante gocce nell'oceano!! Non avresti più voce!!!!!Buona giornata

    RispondiElimina

la paranoia è un disturbo della personalità