lunedì 8 settembre 2014

Dove si nascondono i narcisisti











Non consapevole che aveva di fronte se stesso, ammirava quell'immagine e mandava baci e tenere carezze e immergeva le braccia nell'acqua per sfiorare quel soave volto ma l'immagine scompariva non appena la toccava.
Rimase a lungo Narciso presso la fonte cercando di afferrare quel riflesso senza accorgersi che i giorni scorrevano inesorabili, dimenticandosi di mangiare e di bere sostenuto solo dal pensiero che quel malefico sortilegio che faceva si che quell'immagine gli sfuggisse, sparisse per sempre.
Alla fine morì Narciso, presso la fonte che gli aveva regalato l'amore anelando un abbraccio dalla sua stessa immagine.





21 commenti:

  1. ...curioso...
    convinta di essere narcisa, ma sicura di essere in totale e continua lotta per un equilibrio che non trovo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto qualche post nel tuo bellissimo blog.
      Non sei sicuramente una narcisista.
      Ciao Alice.

      Elimina
  2. Caro August,spieghiamoci una volta per tutte, lo si prende sì, seriamente Angelo…eccome.!
    Ti chiarisco alcune cose. Quando ero su Splinder, pure Angelo lo era, all’inizio veniva a commentare ed era un commentare sensato, anche se alcune idee erano diverse, ma ci sta.
    Dopo un po’ ha cominciato con veri e propri deliri, da vergognarmi.quindi l’ho bannato, su quella piattaforma c’era questa possibilità, dopo di me l’ha fatto “La Prima Parola”, poi Riccardo, poi Mariella”Kjya”
    Quando ci siamo trasferiti qui, Angelo ha cominciato a venire con l’anonimato, ma siccome conosco il suo IP l’ho ammonito dicendo: “So chi sei”! Tu August hai fomentato un bisticcio insinuando che lo avevo minacciato, ma di cosa? Di sapere che era Angelo.
    Questa cosa io non l’ho mai dimenticata, e lui ogni tanto la tira fuori, tu mai hai cercato di chiarire.
    Sapessi quanti commenti lui fa da me, che per fortuna ho la moderazione.
    Questo Lucia lo sa, è un peccato, perché il lavoro che fate a 4 mani è molto bello,ma non mi sento di venire a prendermi parole non vere e i deliri di Silvi.
    Ciao Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi scrive nel mio blog commenti offensivi perde solo tempo perché è il momento di eliminarli perché perseverare sarebbe diabolico. Uno incontra una persona e l'offende. Al giusto risentimento dell'offeso lui risponde che sta solo provocando e che la considera una sorella o un fratello. Troppo ambiguo e soprattutto troppo comodo.
      A presto Dani.

      Elimina
    2. Bene visto che siamo in vena di chiarimenti, anche io voglio dire la mia, se poi vuoi pubblicare il mio commento o meno, francamente non mi interessa. Quel che mi interessa è che lo legga tu.
      Premetto subito che a me piace venire a leggere i tuoi post, li trovo interessanti ed intelligenti, già dai tempi di splinder e trovo che ho sempre qualcosa da imparare da essi; ma mi piace di meno quando questo tuo bel blog viene trasformato in campo di battaglia da Angelo e Silvi. Ti chiedo quando io ti commento e questi due insultano o provocano, che devo fare stare zitta e fingere di non leggerli. Lo posso fare una volta, due ma poi comincio anche io a rispondere.
      Quando c'è stata la storia dei figli della tua mamma che bisogno avevi di pubblicare tutti i commenti della Silvi o di Franco? L'argomento lo potevi troncare subito dicendo che era un tuo fatto privato ed invece è venuto fuori tutto quel bordello che ha creato la solita persona che addirittura mi ha accusata di essermi impadronita del tuo blog. Le sue solite assurdità! Tu potevi farne a meno di pubblicarla..
      Vedi un pò qui
      http://guspensiero.blogspot.it/2014/08/lenergia-per-camminare-dentro-tutto.html
      http://guspensiero.blogspot.it/2014/08/una-societa-che-ha-dimenticato-il.html
      Sono commenti che si attengono al tuo post? Come mi hai scritto una volta a me, non mi sembra.
      Adesso ti poni che 3/4 persone si sono defilate dal tuo blog, e ci credo...
      Allora cominciamoa farci un pò di autocritica tutti quanti, me compresa, ma soprattutto tu che sei il proprietario di questo blog. A che ti serve mettere la moderazione se non la sai gestire?
      (domanda che ti ho già fatto tempo fa a cui naturalmente non hai risposto)
      Io sono andata su WP proprio perchè lì ho la possibilità di bloccare subito già dal primo commento queste persone che con i loro commenti successivi finiscono nello spam direttamente senza che io li legga più. Qui, su blogger questa possibilità non c'è, esiste solo la moderazione, ma almeno questa impariamo ad usarla come si deve.
      Con i loro insulti e provocazioni hanno solo rovinato le nostre belle amicizie, questo volevano e questo hanno ottenuto con mio grande rammarico, non so il tuo, ma per me è così
      Ciao stammi bene

      Elimina
    3. C'è la cattiva abitudine di sviare gli argomenti e centrare il pettegolezzo offensivo verso gli altri.
      Rovinare una mia amicizia è impossibile.
      Ciao.

      Elimina
    4. Dovevo fare una scommessa sul tuo commento perchè sapevo che avresti risposto così. Mi rimane (e non è poco) la tua convinzione: "Rovinare una mia amicizia è impossibile."
      Chi vivrà vedrà, d'altronde la vita è fatta di speranza
      Ciao Gus buona serata

      Elimina
    5. Ah dimenticavo: con quel "borderline" non ti sembra di essere andato un pò sul pesante nel descrivere la tua amica?
      Di nuovo buona serata

      Elimina
    6. Sono contento che ti sia piaciuta la mia risposta. Tu sei una donna umorale e bisogna trattarti con cautela.
      Ciao Anna Maria.

      Elimina
    7. Di fronte a tutta la violenza scritta, alla denigrazione di questi ultimi tempi, divento per forza di cose "una donna umorale" ma credimi io sono per i rapporti pacifici. Nella realtà non litigo mai anzi ho la ridarella facile....
      Ciao Gus

      Elimina
    8. Anna Maria, prima di dare fiducia a una persona bisogna rifletterci molto. Una vota data la fiducia non bisogna toglierla.
      Ciao.

      Elimina
    9. Ahimè lo sto capendo a mie spese che prima di dare fiducia a una persona ci devo riflettere molto.
      Buon pomeriggio

      Elimina
  3. Ciao Gus.
    Scusami ma non ho capito, per te essere narcisi è un bene o un male.
    Poi se stai parlando di Audrey, la conosco e secondo me, se anche fosse "narcisa",sarebbe "un'adorabile narcisa".
    Buona giornata carissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco Audrey. Io scrivo sempre in generale. Un pizzico di narcisismo non guasta ma l'eccesso è diabolico.
      Ciao Pia.

      Elimina
  4. Meno male,
    allora sono d'accordo con te.
    Ciao.

    RispondiElimina
  5. Viviamo in un mondo variegato...
    Certe volte non vale la pena perdere tempo con persone che si credono migliori degli altri.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Mito Narciso
      Un giorno mentre Narciso era intento a vagare nei boschi e a tendere reti tra gli alberi per catturare i cervi, lo vide la bella Eco che, non potendo rivolgergli la parola, si limitò a rimirare la sua bellezza, estasiata da tanta grazia. Per diverso tempo lo seguì da lontano senza farsi scorgere e Narciso, intento a rincorrere i cervi, né si accorse di lei né si accorse che si era allontanato dai compagni e aveva smarrito il sentiero. Iniziò Narciso a chiamare a gran voce, chiedendo aiuto non sapendo dove andare. A quel punto Eco decise di mostrarsi a Narciso rispondendo al suo richiamo di aiuto e si presentò protendendo verso di lui le sue braccia offrendosi teneramente come un dono d'amore e con il cuore traboccante di teneri pensieri.
      Ma ancora una volta la reazione di Narciso fu spietata: alla vista di questa ninfa che si offriva a lui fuggi inorridito tanto che la povera Eco avvilita e vergognandosi, scappò via dolente. Si nascose nel folto del bosco e cominciò a vivere in solitudine con un solo pensiero nella mente: la sua passione per Narciso e questo pensiero era ogni giorno sempre più struggente che si dimenticò anche di vivere e il suo corpo deperì rapidamente fino a scomparire e a lasciare di lei solo la voce.

      Gli dei vollero allora punire Narciso per la sua freddezza e insensibilità e mandarono Nemesi, dea della vendetta, che fece si che mentre si trovava presso una fonte e si chinava per bere un sorso d'acqua, nel vedere la sua immagine riflessa immediatamente il suo cuore iniziò a palpitare e a struggersi d'amore per quel volto così bello, tenero e sorridente.

      Racconta Ovidio (Metamorfosi III, 420 e segg.):
      "Contempla gli occhi che sembrano stelle, contempla le chiome degne di Bacco e di Apollo, e le guance levigate, le labbra scarlatte, il collo d'avorio, il candore del volto soffuso di rossore ... Oh quanti inutili baci diede alla fonte ingannatrice! ... Ignorava cosa fosse quel che vedeva, ma ardeva per quell'immagine ..."

      Non consapevole che aveva di fronte se stesso, ammirava quell'immagine e mandava baci e tenere carezze e immergeva le braccia nell'acqua per sfiorare quel soave volto ma l'immagine scompariva non appena la toccava.
      Rimase a lungo Narciso presso la fonte cercando di afferrare quel riflesso senza accorgersi che i giorni scorrevano inesorabili, dimenticandosi di mangiare e di bere sostenuto solo dal pensiero che quel malefico sortilegio che faceva si che quell'immagine gli sfuggisse, sparisse per sempre.
      Alla fine morì Narciso, presso la fonte che gli aveva regalato l'amore anelando un abbraccio dalla sua stessa immagine.
      Un po' lunghetto eh August questo commento?
      Buon pomeriggio.
      Dani

      Elimina
    2. Più che lungo direi corposo e interessante.
      Grazie.
      Ciao Dani.

      Elimina
  6. Tutti i bloggers sono, bene o male, più narcisi di chi non si esibisce... ;)

    RispondiElimina