lunedì 4 agosto 2014

L'attesa del compimento

 
 
 

 
 
 
 
 
 
Può avere anche l'illusione di riconoscere la Rivelazione.
Anche gli Scribi e i Farisei credevano di sapere tutto.
Gesù li accusò pubblicamente dicendo: "Guai a voi, scribi e farisei, ipocriti!”, e lo dichiara per sei volte. Sono tali, spiega, perché chiudono il Regno dei cieli davanti agli uomini, non lasciando entrare quelli che stanno per farlo. Questi ipocriti attraversano mare e terra per fare un proselito, solo per renderlo soggetto all’annientamento eterno. Prestano molta attenzione al pagamento della decima, ma trascurano “le cose più importanti della Legge, cioè la giustizia e la misericordia e la fedeltà”. In effetti puliscono “l’esterno del calice e del piatto, ma all’interno sono pieni di rapina e smoderatezza” in quanto il marciume che hanno dentro si nasconde dietro un’apparenza di pietà. Inoltre sono disposti a edificare le tombe dei profeti e ad adornarle per richiamare l’attenzione sulle proprie opere caritatevoli, pur essendo “figli di quelli che assassinarono i profeti”. Matteo 23:13-15, 23-31.
 
 

 

 

 


61 commenti:

  1. Ricordo che il Papa Buono (chiedo scusa ma io mi sono fermata a lui come Papa, quindi non so cosa abbiano scritto quelli venuti dopo) scriveva: "Continuo a seminare qualche granello tutti i giorni. A suo tempo o io o altri raccoglieranno. Fate cosi anche voi. Quando vedete che il desiderio di una cosa vi dà un po' di pena ed è troppo vivo, allora lasciatelo ed abbandonatevi senza sforzi a ciò che Dio vorrà. Siamo al mondo tutti come in viaggio. Chi arriva presto e chi arriva tardi. Spesso bisogna cambiar treno o vettura, cambiar compagni. Dispiace il distacco: ma poi il Signore lo benedice e lo rende fruttuoso. Ciò che importa è che presto o tardi arriviamo tutti alla meta."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel Papa è il segno dell'Amore di Cristo verso la Chiesa.
      Ciao.

      Elimina
    2. Preferirei "dell'amore (riconoscenza) della Chiesa verso Cristo"!! Interpreta pure come senti!
      Mi piace sempre meno il potere eccessivo della Chiesa e di chi la circonda, (praticanti compresi) che esercita-no il potere proprio di fare quello che, spesso, viene lamentato. Si riconosce come “rivelazione”:….per meglio dire come istituzione della rivelazione.
      Penso che la storia della Chiesa è comunque differenziata, con i suoi dogmi, peccati e santi, miseria e ricchezza. Sono delusa, spero nella fede in Dio e, soprattutto, della presenza. Gradirei, di questi tempi, intendere (decisamente) meno il messaggio di Dio nel senso religioso (molto speculativo), per evidenziare di più quello reale-umanistico. Ossia una visione dell’ uomo più leale e della vita.
      Sono quasi certa che Lui ne gioverebbe!

      Elimina
    3. Io sono andato anche oltre il Papa Buono: mi sono fermato a Luciani.

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. Silvi, lascia crescere la zizzania insieme al grano.
      In quel tempo, Gesù espose alla folla una parabola: «Il regno dei cieli si può paragonare a un uomo che ha seminato del buon seme nel suo campo. Ma mentre tutti dormivano venne il suo nemico, seminò zizzania in mezzo al grano e se ne andò. Quando poi la mèsse fiori e fece frutto, ecco apparve anche la zizzania. Allora i servi andarono dal padrone di casa e gli dissero: Padrone, non hai seminato del buon seme nel tuo campo? Da dove viene dunque la zizzania? Ed egli rispose loro: Un nemico ha fatto questo. E i servi gli dissero: Vuoi dunque che andiamo a raccoglierla? No, rispose, perché non succeda che, cogliendo la zizzania, con essa sradichiate anche il grano. Lasciate che l'una e l’altro crescano insieme fino alla mietitura e al momento della mietitura dirò ai mietitori: Cogliete prima la zizzania e legatela in fastelli per bruciarla; il grano invece riponetelo nel mio granaio».
      Il riferimento preciso è nel giudizio finale.

      Elimina
    6. "Silvi, lascia crescere la zizzania insieme al grano".
      :....seminò zizzania in mezzo al grano e se ne andò. Quando poi la mèsse fiori e fece frutto",
      ...."cogliendo la zizzania, con essa sradichiate anche il grano" ... hai miei mietitori"?.
      ...."Cogliete prima la zizzania e legatela in fastelli per bruciarla; il grano invece riponetelo nel mio granaio".

      Grano (plurale grana, ma, più raramente, anche grani) è il nome di diverse monete coniate nel Regno di Napoli e Sicilia, Malta e in Spagna.

      Grano s. m. [lat. granum «frumento; chicco»] (pl. -i; ant. le grana e anche le grànora).

      "Ogni grano. ha la sua semola, non vi è bene o felicità senza qualche dispiacere; ogni uccello conosce il grano., ciò che è buono piace a tutti; chi ha il grano. non ha le sacca e chi ha le sacca non ha il grano., a ognuno manca qualcosa e spesso la fortuna càpita (o capita) a chi non sa o non può sfruttarla.
      Per questo la zizzania è stata presa a simbolo della discordia??
      Gus..., ti prego, spiegami perché, in particolare con te, sono così terribilmente prevenuta. :-(

      Elimina
  2. Il Papa Buono che Ada piccina chiamava Babbo Giovanni! Torno Domani. Buonanotte.

    RispondiElimina
  3. Ancora con questo MISTER O.
    Il VERO CRISTIANO non aspetta la RIVELAZIONE. LA RICONOSCE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può avere anche l'illusione di riconoscere la Rivelazione.
      Anche gli Scribi e i Farisei credevano di sapere tutto.
      Gesù li accusò pubblicamente dicendo: "Guai a voi, scribi e farisei, ipocriti!”, e lo dichiara per sei volte. Sono tali, spiega, perché chiudono il Regno dei cieli davanti agli uomini, non lasciando entrare quelli che stanno per farlo. Questi ipocriti attraversano mare e terra per fare un proselito, solo per renderlo soggetto all’annientamento eterno. Prestano molta attenzione al pagamento della decima, ma trascurano “le cose più importanti della Legge, cioè la giustizia e la misericordia e la fedeltà”. In effetti puliscono “l’esterno del calice e del piatto, ma all’interno sono pieni di rapina e smoderatezza” in quanto il marciume che hanno dentro si nasconde dietro un’apparenza di pietà. Inoltre sono disposti a edificare le tombe dei profeti e ad adornarle per richiamare l’attenzione sulle proprie opere caritatevoli, pur essendo “figli di quelli che assassinarono i profeti”. Matteo 23:13-15, 23-31.

      Elimina
    2. MAGARI le avessero VERAMENTE AVUTE le CHIAVI del REGNO, ma GESU' non gli aveva ancora indicato la PORTA.
      Ma questo INCONTRO s'è compiuto o no in TE?

      Elimina
    3. Perché in te sii? Dove, come e quando.
      Beato-a chi crede senza vedere ...o sentire... o "sentire"?

      Elimina
    4. Ma QUANDO UNO CREDE SEnza VEDErLO, SEntirLO, ma lo TOCCA ... LUI ESCE dicendo: "Ma così non VALE!"
      PROvare per CREdeRE!

      Elimina
  4. Mister O??
    Il Cristiano che ha ricevuto lo Spirito Santo...vorresti dire!!! Ti correggo.
    La riconosce ? Dove? Solo in Chiesa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti METTERE tra ME e LUI!
      TOGLITI di MEZZO.

      L'HO PUNTATO da un PEZZO!.

      A MEN O che TU fvglia prendere il SUO POSTo.

      Non vi a.C.cORGE-TE nè MENO DEI vostri DEreLITTI imPERfetti.
      Non potete comPETE-re con CHI è creatore del MEZZO.

      LUI sa come farvi cADEre e farvi perdere pNE'UMA.

      Elimina
    2. LUI chi ? Lui o lui o lo Spirito Santo?
      Eccolooo, è arrivato chi ha "la Verità" in tasca. Non la Fede, la Verità!!

      Elimina
    3. Basterebbe CONOSCERE una VERITA' infinitesima per poter GOVERNARE quella INFINITA.
      Ma molti si distraggono meravigliandosi del MEZZO e non DEL'USO.

      Elimina
  5. Dobbiamo darci da fare noi, ora, per la liberazione. In troppi si adagiano sul "progetto misterioso", sul perdono, sulla ricompensa dopo la morte. Questo, ed ora, è il nostro paradiso, concesso da Dio con estremo amore. Non scordiamolo, non disonoriamolo, non rinunciamo mai a crescere, a correggerci, a ricominciare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Regno dei Cieli è sulla terra dove si costruisce per quello Celeste.

      Elimina
    2. Ma che i-DIOzie! Altro che co-MARI.
      Ma fino a quando devo sopPORTARE di stare in MEZZO a chi non comPRENDE le SCRrrr..RITTURE?
      GUAI agli INrI-QUI!
      La vostra con d'ANNA è POSTa nella VOSTRA CONTRdDIZIONE!
      Dovrei PRENDErMELA con il TEMA?
      DADOve dEVO inRiZIARE?

      Troppo FACILE seguire un ALBINO con il sorriso in BOCCA per non REcePIRE il MESSiasAGGIO di sempre.
      E non sono ERROri di BATTItura, ma CHI PIGLIO ... piglio ... TANTO siete TUTTI ME-RITEvoli di PERCosse.
      Non importa chi ne ha di più e chi MENO ... tanto poi riveniamo riPAGATI con gli inTE-RESSI.

      Anche IO SONO FRANCO in BATTAGLIA!
      Di quale LIBERAZIONE vogliamo disCUTEre?
      Cosa vogliamo NON perDONARE?
      Dell'ANTIcipo VOLGI-AMO PARLARE?

      Di quale PARA-diso inTENDI in QUEsto ... TU che non hai conosciuti il TRA-NELLO dell'EaDEN.

      Il MALE ERA GIA' PRIMA dEVA e anCOR PRIMA dell'A-DAM.


      DAMoci na calMATA SENO ... ANTIcipiAMO la VENUTA di CHI viene per CHIUDERE il TUTTO.

      prePARAtevi al PEGGIO!

      E' un conSIGLIO!

      RIN...forzatevi!
      sQUArciaTELA quella PORTA stRETTA!

      Elimina
    3. Franco Battaglia? Ha preso il posto di Gus? Ultimamente è strano...
      Si sono troppo preVENUTA...ugualmente!! ...
      Tiè :-)

      Elimina
  6. Riconoscere che tutto ciò che facciamo e che viviamo è voluto da Dio è già un grande passo.
    Che poi faccia parte del suo progetto finale dovrebbe essere il nostro credo, perché è alla resurrezione del suo popolo che Lui mira.
    Lottare contro il peccato ci rafforza ed il suo Spirito ci aiuta, non scordiamocelo, senza il Suo aiuto non saremmo capaci di fare nulla.
    Ciao Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza il suo aiuto potremmo riuscire solo a combinare cose orrende.
      Ciao Pia.

      Elimina
  7. La vita si attua dentro al sacrificio. In questo e nell'attesa che il cuore riconosca l'Altro, potremmo incominciare a camminare. Ecco che la nostra vita, il nostro cuore riconoscerà il Padre, perchè noi siamo del Padre. E la nostra vita non sarà più banale o vuota. E il mio Dio che ha iniziato quest'opera buona in me, che si è rivelato famigliare, non lo farà per un giorno, per un momento di libertà, ma mi porterà al traguardo dove Lo troverò ad attendermi. Noi parliamo sempre di Cristo ma non parliamo mai a Cristo! Parlare con Lui è l'origine della tenerezza e dello stupore senza fondo che è in noi che cerchiamo la Luce e capiremo che la nostra vita, nel sacrificio, nel dolore, nel peccato, nella gioia è in funzione di Lui.
    Buonagiornata

    RispondiElimina
  8. Signore, vorrei, Ti prego, sali a bordo!. Tu hai camminato sulle acque per raggiungerci e per non lasciarci soli nella traversata della vita. Buonanotte Gus.
    (Comunicazione straordinaria: prego guardare su Repubblica.it parla di radiazioni solari particolarmente dannose che potrebbero succedere...non si sa.) Sarà vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rischi di blackout elettrico?
      Compra le candele.
      Ciao Lucia.

      Elimina
    2. Come mi piace quando fai lo spiritoso! Candele? Tanto per essere coerente con la Lucia, folle collezionista, io colleziono candele che sono di tutte le forme, colori e profumi, nè ho anche ungheresi e polacche (una c'è incisa l'ave Maria, l'altra sembra ci sia una madonnina, ma non capisco) In quei paesi si usa molto accendere le candele quando ci sono cene o pranzi particolari, mettendole nel centro della tavola a simbolo dell'unione della famiglia. E adesso cosa mi dici? Ciao Gus, Sorriso a 87 denti e una serena Buonanotte!

      Elimina
  9. Eh...sì. La libertà...questa parola che assume tanti diversi significati ma il cui vero significato rimane un mistero...
    Ciao Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'uomo ha la sua libertà. Può scegliere correndo il rischio di sbagliare. L'errore in teologia viene chiamato peccato.
      La libertà che ti permette di scegliere è imperfetta, perché nella scelta c'è il rischio dell'errore. Solo attraverso la fede ognuno di noi trasmette la parola di Cristo. Non hai più bisogno di scegliere. Questa è la libertà perfetta.
      Passare attraverso l'esperienza negativa può essere utile, ma bisogna stare attenti a non esagerare.
      "La decadenza dei costumi non sta in ciò che facevano Lady D e l'amante, ma nel fatto che i lettori paghino per farselo raccontare". Così scriveva U. Eco. Così accade che il soggetto dell'azione non è tanto l'oggetto del giudizio, bene o male, punibile non punibile.
      Oggetto del morbo deleterio, che impedisce il varcare di uno sguardo diverso, cristiano, è dato dall'indotto, dalla sovrastruttura, dalla pruderie che si innesca nel parlarne, vociferarlo, tradurlo in gossip, trattarlo come se fosse esterno a sé (il soggetto dell'azione, l'adulterio ad esempio), ma senza comprendere che nel momento in cui se ne è in vario modo investiti, ne assumiamo la colpa e la responsabilità.


      Ciao Singerfrapp.

      Elimina
    2. Mhm...mi sembra che sei saltato di pal'in frasca...anche se la questione che hai scritto sul gossip è molto interessante e per giunta sono d'accordo.
      Ma il resto mi pare un po' un guazzabuglio.
      Vero comunque...la T.V. ...essere spettatori, guardare pensando di non essere implicati in ciò che si sta guardando, è un grande inganno...pensare di poter giudicare chi guardiamo senza capire che da come giudichamo i primi ad essere giudicati siamo noi.
      Che noi stessi ci stiamo giudicando specchiandoci nello schermo...
      Anche Internet ha un che di simile ma è più interattivo...

      Elimina
    3. Secondo me anche mentre si guarda un semplice film di finzione si è moralmente implicati...noi siamo moralmente implicati in tutto quello che facciamo o non facciamo...questo è il fatto.
      E qualunque cosa facciamo o non facciamo saremo giudicati per ciò che abbiamo fatto o non abbiamo fatto, per ciò che abbiamo scelto o non abbiamo scelto.

      Elimina
    4. LaL E D DI era coerente con se stessa come lo è chi compra un LIBRO per leggere CERTE STORIE. Anche nelle BIBBIA ci SONO di SIMILI e ancor più scabROSE.
      Noi possiamo solo SCEGLIERE quale PECCATO (sBAGLIO-erroRE) scegliere.
      Andare controCORRENTE non è GIUSTO.
      BiSOGNA capire cos'E' la VERA GIUstizia, sia in CIELO che in terra.

      O con ME o contro di ME S.O.S.teneva il MIO SIGNOR TEnente o CAPItANO?
      Per me il MIO COMA.. andante.

      Fosse pure SERgente o CAPOorale ... IO sempre REclusa risPETTO a LUI sono.

      Questa volta mi sono a.C.cORTO di aver parlato al FEMMINILE. MELO avevano segnALATO in passato.

      Sapete il PERCHE'?

      Elimina
    5. Con la SECONDA BESTIA WWW più potente della TV ... si può anche inTErLOQUIRE direttamente con SPIRITI che possono anche RIS...PONDERE.
      E' PERICOLOSISSIMO ma si è più VICINI alla SALVEZZA.

      Gesù si corregge subito quando S.O.S.TIENE il non GIUdicare ... aggiungendo il MODO di GIUDICARE scegliendo UNA MISURA.
      Giusta nel senso che potete sempre riMEDIARE.

      Elimina
    6. No.
      Perchè?
      Perchè sei figlio di donna?
      Di madre terra?
      Come il Battista?

      Elimina
    7. Per questo lo sei PURE tu, ma come ... sicuramente NON COME EVA.
      E' molto più SEMPLICE.
      Quando parla la MIA ANIMA che da SEMPLICE conTEnitore dello SPIRITO ... comincia a rispondere alla VIBRAZIONI dello SPIRITO.
      Anche il CORPO è un contenitore dello SPIRITO, ma RIMAne MORTALE.
      Ma le SCRITTURE PARLANO di QUESTA NUOVA GENERAZIONE e non PIU' creazione.

      Elimina
  10. La sofferenza e la libertà...a volte per essere liberi bisogna passare attraverso la sofferenza...chissà perché.
    Ci sono tanti tipi di sofferenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Sacrificio ci avvicina a Cristo.
      La vita di San Francesco.

      Elimina
    2. Sì, il sacrificio avvicina a Cristo, ma perchè?
      Perchè Cristo ha dovuto soffrire per risorgere?
      Perchè si soffre per essere liberi?

      Elimina
    3. Ognuna per OGNI ORgANO.
      Basta non essere CONTRA-ADD-tori con se stessi.
      Se per GUS biSOGNA vivere come CHI rinnegò TUTTO quello ricevuto ... ALL'ORA VA e FA lo STESSO!
      Troppo FACILE mettersi in POSIZIONI come il BATTISTA che poteva GIUdicare TUTTI senza poter ESSERE GIU'dicato.
      Non sto BESTEMMIANDO su FIGURE a ME molto CARE, ma vi sto avVISANDO e INVITANDO ad essere PIU' coerenti con il VOSTRO ESSERE PECCAMINOSO, INIQUO, IPOCRITA e contraddittorio.

      Elimina
    4. CALMA la CUCITRICE o il frullatore!
      Il CRISTO ha sofferto per NOI ... fin dagli INIZI.
      Si è VERAMENTE LIBERI quando ... OLTRE a SALVARSI possiamo SALVARE che il NOSTRO LEGAME di A-MORE (non morte).

      Elimina
    5. Bello però.
      "...il nostro essere peccaminoso, iniquo, ipocrita e contraddittorio"...mi piace.
      Rende l'idea.

      Elimina
    6. La "sindrome del Battista" ogni tanto mi prende...e mi rendo conto di sentirmi come al di fuori a giudicare gli altri, ma non capisco perchè mi succede.

      Elimina
    7. E' FISOLOGICAMENTE proFETIco per chi è PROfeticaMENTE FILOsoFICO.
      Poi biSOGNA farlo diminuire fino ad essere di esEMPIO!

      Anche Gesù agli inizi si comportava come il Battista con acqua e per questo VENIVA A.T.tACCAto dai detentori della LEGGE, in quanto MANGIAVA e BEVEVA come NOI. Gli scappò l'ultima BATTEzzata con acqua anche sulla VIA del calvario .. verso le DONNE che piangevano.
      Ma MORI' perdonando TUTTI e riconoscendo che TUTTO, in un modo o in un altro, si era COMPIUTO il SUO GIU'dizio per VOLERE del CIELO .. per aver DATO l'eternità a NOI miseri mortali, ma A.D. una conDIZIONE! Che lo seguiamo fino in FONDO.

      Elimina
  11. Sono stata anche io rapita dal mistero. Oggi un sacerdote mi ha detto che noi sappiamo già tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dio si è fatto Uomo e il Mistero si è affievolito.
      Noi sappiamo senza conoscere il perché dell'accaduto.

      Elimina
    2. E' come quando la MAMMA ti ha detto TUTTO come si HANNO i figli e di conSEGUENZA vieni a CONOscenza DEI veri DOLORI della VITA terrena. Sarebbe TROPPO comodo FARE SESSO e vivere alle sPALLE DEI GENI-TORI.
      Bisogna prendersi le PROPRIE RE-SPONSAaBILITA'.
      UNA SOLA UNIONE è consentita e DIO non guarda se si arriva inTATTI al MATRIMONIO. L'imPORTAnte che si RI-PARI!

      Elimina
    3. Siingerfrapp, per raggiungere la libertà l'uomo deve abbattere tutti gli egoismi e appartenere totalmente a un Altro. Questo è il sacrificio.
      Da una parte c'è l'offerta del Mondo e da un'altra quella del Cielo. La carne è debole e per rifiutare la prima offerta deve fare come Francesco d'Assisi.

      Elimina
    4. Il figlio della francese, battezzato con il nome di Giovanni, si liberò delle cose terrene ma non di quelle del CIELO.
      La VERITA' che ci inSEGNA il CRISTO ci LIBERA anche da CHI è PADRONE delle LEGGI terrestri e SOPRAtTUTTO CELESTI.

      Elimina
    5. @Angelo: Una sola unione è consentita in che senso?

      Elimina
    6. @Gus: ciao, grazie di avermi risposto.

      Elimina
    7. Come San Francesco d'Assisi!
      Ti ha risposto GUS!
      Da me che CA... vuoi?
      Studiate per cosa o per CHI?
      Per capire se si può FARE quello che si VUOLE?
      Studia la STORIA di SANTA CHIARA d'ASSISI.

      Elimina
    8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    9. Io ho iniziato a studiare teologia per poter conoscere meglio le persone di Chiesa e la Chiesa...

      Elimina
    10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  12. Non so se è partito il mio ultimo commento.
    Dicevo che oggi un sacerdote mi ha detto che il Signore ha messo in noi l 'intelligenza di capire ogni cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Teoricamente l'uomo è a immagine e somiglianza di Dio.

      Elimina