mercoledì 20 agosto 2014

Chi veramente mi vuole bene

 
 
 

 
 

 
 
 
Non so né il perché, né il per come,

ma il fatto è che le zanzare femmine si sono innamorate di me.

Un amore violento fatto di morsi e succhiamento di sangue.

Mi andrebbe anche bene, in fondo è un donarsi,

ma l'esagerazione , anche se è frutto dell'amore

può anche scocciare.

Ho acquistato un prodotto della Bayer, un prodotto

umanitario. Nebulizzato stordisce le mie amiche

che svolazzano ma non hanno la forza di pungere.

Una tristezza. 

Ieri sera mi sono commosso.

Ho allungato il braccio e la zanzarina più bella

si è adagiata sul mio polso.

Con le forse residue che le erano rimaste

è riuscita a pizzicare.

Ora ho un ponfetto simpatico.

Pizzica pure, ma cosa non si fa per l'amata.

La zanzarina ha ringraziato e mi ha promesso

che tornerà a baciarmi.


29 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho consumato già 2 confezioni di gentalyn beta.
      Ciao.

      Elimina
  2. Anche a me le zanzare mi amano, ma io le spiaccico con sadico piacere:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io sono innamorato, eh!
      Ciao Marilena.

      Elimina
  3. La pomata è giusta----contiene cortisone...potrebbe farti ingrassare. Buonanotte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono alto (190) e in forma (75). Mai ingrassare.
      Buonanotte Lucia,

      Elimina
    2. Gulp, Paolo è solo 1,87! Sei un adorabile punto esclamativo!! Hai percaso la barba? Il mio Paolo sì ed è bellissimo.....L'uomo con la barba per me è il massimo! Io adoro un mio quasi parente: occhi azzurro-cielo, barba a pennello, folta e diritta, ama i musicisti russi, suona benissimo il piano. è un neuropsichiatra, sai che ipnotizza? C'è stato un periodo che ipnotizzava le partorienti....poi l'ASL non l'ha più pagato e allora.....ti puoi immaginare che voce.....! Ero in vacanza, a Vittorio Veneto e c'era un uomo (io avevo 14 anni) con barba nera e occhi azzurri....lo aspettavo passare e come un'oca gli sorridevo.....Follie di bambina!!! Vorrei averti fatto sorridere, Paolo è in salone a guardare la partita.....anche tu? "Fai bei sogni" Buonanotte e una carezza dal Padre.

      Elimina
    3. Io sono Gus e ho detto tutto.
      Ciao Lucia.

      Elimina
    4. Io sono Lucia e non aggiungo altro. Ah sì: e sono amata!

      Sono la tua vicina e ti vengo a... salutare! Buonagiornata Gus.

      Elimina
    5. Lo so che sei Lucia e basta.
      Vuoi l'abbraccio o il bacio?

      Elimina
    6. h. 1,90 sia per l'uno che per l'altro mi ci vuole lo sgabello o la scaletta!! Paolo si china....io non rinuncio! Bellissimo! il colloquio dico, va bene, anche tu!

      Elimina
    7. Le mie affettuosità sono virtuali e non servono né scale o sgabelli.
      Va bene.
      Ciao Lucia.

      Elimina
    8. Che delusione! ....Ma lo so bene che è tutto virtuale! Pensavi fossi andata a cercare la scaletta? Sono andata a rispondere al tuo post nuovo....con impegno e serietà: ma avrò capito bene? E soprattutto avrò risposto esatto? A volte sento sussurrare parole di gioia che mi illuminano la vita. Non scherzo più: benvenuto Spirito d'Amore, resta con me. Ciao Gus
      Però è simpatico giocare un po, no?'

      Elimina
    9. Sì, è bello. Si riscopre il bambino che è dentro di noi.

      Elimina
  4. LA LEGGENDA DELLA ZANZARA
    Tanti anni fa, sulle sponde di un lago, in una capanna di paglia, vivevano due innamorati. Il loro amore era tale che anche il Dio dello stagno ne era colpito e colmava i due amanti di ogni cosa che le acque potessero offrire.

    Un brutto giorno, però, la donna fu colpita da una strana e forte malattia che la portò presto alla morte nonostante le amorose cure del suo sposo. Questi nn riusciva a darsi pace per la perdita dell'amata e vegliò il corpo piangendo giorni e noti intere finché il Dio delle acque, mosso a compassione, non rivelò il segreto per far risuscitare (suscità) la donna: versare sopra il cadavere una goccia del proprio sangue (der tu' umore). Detto fatto la sposa ritornò in vita e i due ripresero ad amarsi.

    Dopo alcuni anni la sposa cominciò a tradire il marito (sputtanà') e, alle rimostranze di questo (ir becco) e al sentirsi rinfacciare la storia della goccia, decise di restituire quello che credeva fosse l'ultimo legame d'amore, facendosi sgorgare una stilla di sangue da un dito per poi gettarla con sprezzo sull'uomo (a pareggià').

    Non l'avesse mai fatto!
    Il Dio dello stagno si infuriò sentendosi anche lui tradito, e tramutò la fedigrafa in zanzara. La donna-insetto cercò di riappropriarsi dell'elisir (la goccia di sangue) e, da quel giorno tentò di ritrovare il modo di ritornare in vita cercando di pinzare ogni uomo che incontrava (bruciore), sotto la potente maledizione, costretta a cercar sangue per l'eternità.

    Il marito tradito ma sempre innamorato, chiese al suo Signore di seguire fino alla fine la sua amata e fu accontentato: fu tramutato anch'esso in una zanzara, ma fu risparmiato dal punchecchiare gli umani perché questi non lo odiassero quanto avrebbero invece maledetto la fastidiosa femmina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La zanzara che mi punge deve essere quella che si è innamorata di me.
      Il tuo racconto avrà anche una filosofia ma io non l'ho capita.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. La TUA risposta MI BASTA.

      Elimina
    4. Ma in NATURA è così! SONO le zanzare FEMMINA che pungono.
      Non è mio il racconto. E' una LEGGENDA.

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    6. Le zanzare femmine pungono perché hanno bisogno di sangue per ne neonate zanzare.
      Così Dio ha voluto, caro Angelo.

      Elimina
    7. E cOSI' SIA!
      Cerca di conVINCERE i VEGANI.

      Elimina
    8. Sono esagerati e non ascoltano gli altri.

      Elimina
    9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    10. Le teorie dei vegani sono sbagliate. Il mondo animale ha regole diverse.
      Ciao Anna Maria.

      Elimina
    11. E' TUTTO un mangiarsi a VICEnda!
      Non ci si può sottrarre a questa VERITA'.
      L'esagerazione è nel lasciarsi MORIRE di FAME o di mangiare SOLO per il GUSto di MANgiare.
      SI-COME il pesce più GROSSO mangia il più piccolo ... MEGLIO MANGIARE per non essere mangiati, BERE per non essere bevuti.
      A costo di mangiarsi il PADRE e la MADRE, ma non il conTRArio.
      PIANGETE PURE mentre MANGIATE altra VITA e promettete di ridare qualcosa in cambio.
      TIPO un po' di concime.
      Altrimenti rimarrete SEMPRE allo stesso POSTO fino a quando la TERRA perderà conSISTENZA.

      Elimina
  5. Se le zanzare ti pungono non è un segno ma solo sfiga,pungono anche me che sono non credente.
    Ciao fulvio

    RispondiElimina

la paranoia è un disturbo della personalità