lunedì 23 giugno 2014

Quell'amico speciale fuori dalla Chiesa

 
 
 
 

 





Bruno, è un amico molto speciale.

E' un fedele parrocchiano che io, grazie alla sua costante presenza, l'ho inserito ad onorem nella nostra comunità.

Lo si poteva trovare ogni giorno a messa, o in adorazione eucaristica o in ginocchio nell'ultima panca in chiesa. Poi si trasferiva all'uscita ad aspettare quei pochi soldini che i fedeli gli donavano. Sorpresa: lui in cambio dei soldini ci regalava, un portachiave, un'immaginetta sacra o una caramella. Non era bello non accettare, si sarebbe sentito non accolto.

Poco tempo fa mi sono trovata seduta vicino a lui, sulla stessa panca ad ascoltare i canti gregoriani della nostra scuola cantorum. Quando è arrivata la parte che diceva: "Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi" io mi sono commossa profondamente, per l'intensità della domanda e la bellezza del coro. Al mio fianco, Bruno, piangeva con la stessa commozione.

Bruno è una di quelle persone che noi chiameremmo "indigente".

Ho incominciato a guardarlo come un vero amico, stupita del suo "essere", del mistero infinito di questa persona, così diversa e nello stesso tempo uguale a me.

Io da tempo avevo iniziato a chiedergli della sua salute e, come aveva suggerito Papa Francesco, gli accarezzavo la mano e lui mi sorrideva.

Un giorno ho preso tutto il coraggio che avevo e gli ho chiesto:"Perchè vieni proprio qui in questa nostra chiesa?" Mi ha risposto in un italiano un po' stentato: "Vengo a dire a Gesù: "Tu in me, e io in Te", e a mia madre Maria: "Io sono Tuo figlio e Tu mia madre"

Ultimamente era in condizioni non belle, depresso e, mi è sembrato che quasi avesse la voglia di morire.

Una delle ultime volte mi aveva detto: "Qui con voi conosco il cielo"!

I nostri giovani hanno fatto a gara ad andare ad accudirlo, a portargli il pranzo e la cena.

Da tempo non lo vedo più. Mi hanno detto che le sue gambe non lo reggono più in piedi.

Ciao Bruno, spero di vederti ancora, almeno una volta, perchè nella tua dignità di persona semplice mi hai parlato d'Amore.




L'unica grande fortuna dell'uomo semplice, normalissimo, che non significa mediocre, è quella di avere "le mani vuote", nel consegnarsi a Dio così come si è, nell'offrire se stessi, la propria piccolezza; per me è proprio questo che Dio vuole da noi. Arrivare da Lui dobbiamo avere fiducia e cercare di essere ancora più poveri di quello che siamo per abbandonarci alla Sua volontà, che poi non è altro che Amore.

37 commenti:

  1. Il denaro ha corroso tutto, perfino l'idea pura della carità.
    La carità non è "del denaro" E' un atto d'amore. E' un dono di sè che ti eleva e ripaga il tuo sforzo o la tua rinuncia con la gioia. (Raul Foullereau)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La VERA CARITA' è dire la VERITA' su quando si CONOSCE a riGUARDO del VIVENTE, ma a MOLTI, quasi TUTTI, si a.C.conTEnTANO di dire MISTERO della FEDE.

      Elimina
    2. La tua verità non sempre corrisponde alla Verità.

      Elimina
    3. Beh, certamente questa persona è anche povera in spirito.

      Elimina
    4. IO ho alMENO indiRIZZATO allo SCOPO della MIA CARITA'=VERITA'=BUONA NOTIZIA=rSALVEZZA. Tu, inVECE, cosa hai scritto?
      UNO sciogli LINGUA?
      O non è riVOLTO a ME?
      Mi sembra inVEROsimile che tu ti riVOLGA così a Lucia.

      Elimina
  2. Buonanotte Gus. Se non ti piace, cancella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E BLOCCA ... pure CHI l'ha scritta!
      E che C.A.P.... però.
      Se andiamo avanti così ... ci ritroveremo la CHIESA piena di SENZA TETTO.
      Ma BRUNO siCURA-mente lo ha un CARTOONS.

      Elimina
  3. Le persone che nnon hanno nulla si affidano completamente al Signore ed in loro possiamo scorgerLo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la povertà dello Spirito e non quello dei beni materiale. Povero perché ha donato tutto all'Altro rinunciando ai suoi egoismi.
      Ciao Frapp.

      Elimina
    2. All'ORA è cOME non essere MAI NATO?
      RiFIUTARE la RICCHEZZA per non condividerla?
      SOPRAtTUTTO quella DI o IN SPIRITO.
      Ma PO'VERI IN e non di SPIRITO che vuol di'?
      NELLO Spirito?
      PO'VERI?

      Perché Gesù non ha rifiutato la PO'sSIBILItà di fare i MIRAcoli?
      Mi sa che qui sta il TRA...NELLO.

      Elimina
    3. Sai benissimo cosa vuol dire poveri in spirito. E' spiegato nei Vangeli.

      Elimina
    4. Veramente non è spiaegato che vuol dire, ma è spiegato che il regno dei cieli è dei poveri in spirito.
      Io mi riferivo a chi la vita ha tolto il conforto dei beni materiali, quindi o diventa ladro o si affida al Signore, ma di certo come dice Angelo a volte fa comodo essere poveri per non condividere, mentre questa persona dello scritto di Lucia condivide pur essendo povero, quel poco che ha.
      Alla fine bisogna sempre condividere ricchi o poveri che siamo...penso che sia questo che dovremmo imparare da questa persona.

      Elimina

    5. Condividere significa dare quello che hai e non il superfluo.
      Vangelo: Mc 12,38-44
      Dal Vangelo secondo Marco

      In quel tempo, Gesù [nel tempio] diceva alla folla nel suo insegnamento: «Guardatevi dagli scribi, che amano passeggiare in lunghe vesti, ricevere saluti nelle piazze, avere i primi seggi nelle sinagoghe e i primi posti nei banchetti. Divorano le case delle vedove e pregano a lungo per farsi vedere. Essi riceveranno una condanna più severa».
      Seduto di fronte al tesoro, osservava come la folla vi gettava monete. Tanti ricchi ne gettavano molte. Ma, venuta una vedova povera, vi gettò due monetine, che fanno un soldo.
      Allora, chiamati a sé i suoi discepoli, disse loro: «In verità io vi dico: questa vedova, così povera, ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri. Tutti infatti hanno gettato parte del loro superfluo. Lei invece, nella sua miseria, vi ha gettato tutto quello che aveva, tutto quanto aveva per vivere».

      Ciao Frapp.

      Elimina
    6. ...'sto passo di Marco dev'essere saltato dalle ultime Edizioni Extra Luxury... ;)

      Elimina
    7. Certo. E' sgradevole sentirsi uguali agli scribi.

      Elimina
    8. Io non mi VERGOGNO e non mi SCANDALIZZO se mi danno dello SCRIBA che dice CAZZATE NUOVE!
      Gesù VIENE rimPROVERATO dalla MADRE (vedova) che lo segue dappertutto per far capire che LEI per PRIMA è stata CRESCIUTA nel TEMPIO. Sai che si CURAVA del TEMPIO in quel TEMPO?
      O di devo allegare la PUBBLICITA' dell'OTTO per MILLE CiELA FA'?
      Tu non hai capito la provocazione della PIETRA di INCIAMPO che risponde alla DONNA VEDOVA dando al SUA VITA, che poi in FONDO in FONDO di CHI E' se non del PADRE e della MADRE?
      TU HAI paura di sbilanciarti e per questo ti invito a VENIRE nell'ANONIMATO a CONFESSARTI.
      Il VERO PECCATO è quello MAI DETTO, perché potrebbe pur non ESSERE più un peccato. Ma i tipi come te ... pensano di FARE come quelli ... secondo Marco 12,38-40 ... pur non essendo SCRIBA e dimenticandosi del conTESTO di quello detto ante-cedente-mente SECONDO MArco 12, 28-37.

      TU SEI IN ERRORE!
      Cerca la GIU'stizza di DIO e non il TUO VANTO!
      Diventa PIETRA d'INCIAMPO per TE stesso se non comprendi il SIGNORE che DICE agli altri ma ... FA per SE stesso.
      Si è SALVATO o no?
      TU FA LO STESSO!

      Elimina
    9. Però sei severo con Gus Angelo...dopotutto l'interpretazione che viene spontanea a tutti riguardo a Mc 12, 38-44 è quella che ha scritto Gus, ed è la stessa che mi diceva mia madre quando ero piccola, e penso un po' tutti...a parte chi la sa più lunga...tipo TE.

      Elimina
    10. Ma magari sono cose fra voi che non capisco e non mi dovevo intromettere.

      Elimina
    11. Non SAI che IO SONO per GUS come la TUA mAN\N\A è per TE?
      SE VERO?
      Sta a te GIU'diCARE se è GIU'STO!
      Ti hanno ANCHE sPIEGATO che NON E' GIU'STO' che quel PRO-FETA del CIELO doveva pagare per TUTTI?
      TUTTI CHI?
      SOLO eRODE ANTIPAtici SIete.

      Mia MADRE, invece, sBOTTA/VA con: "FAI BENE ai PORCI".

      Ma COME DEVO po'ORMI con VOI?

      Non è scritto che SAPETE giudicare cosa è buono e cosa è brutto? Ma vi vedo in difficoltà "Quando vedete una nuvola salire da ponente, subito dite: Viene la pioggia, e così accade. E quando soffia lo scirocco, dite: Ci sarà caldo, e così accade. Ipocriti! Sapete giudicare l'aspetto della terra e del cielo, come mai questo tempo non sapete giudicarlo? E perché non giudicate da voi stessi ciò che è giusto?"

      E all'ORA perché NON VENDI TUTTO e SEGUI il SIGNORE?
      Tu mi dirai ... DOV'E?
      Tu VENDI TUTTO e lo VEDRAI in te.

      SCIAGURATI DEL FIGLIO del PADRE che E' NEI CIELI che ha sperperato TUTTO con VOI ... per AVERE COSA?

      LO SAI CHE IO SONO DALLA PARTE DEI GIUsti che non sopportano il PER DONO.

      In UN MODO o nell'ALTRO dovete PAGARE!
      Preferisci le MIE PAROLE o i SUOI FATTI?

      Dopotutto SONO SOLO PAROLE le MIE ... o no?

      Elimina
    12. Vendere tutto... ma c'è chi ancora compra (e dovrebbe essere il Primo a vendere...) E non ditemi pensa per te. C'è chi "sacrifica" alla causa per dare l'esempio. Nessuno lo ha obbligato.

      Elimina
    13. L'esempio è molto importante.

      Elimina
  4. Come immagine ho messo un giglio. Quello tuo, bellissimo, conteneva il Water Mark, cioè il nome del blog del proprietario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera Gus. Riesci a non parlare di calcio?
      Io vado spesso da Nik (L'orto dei colori) e spesso rubo qualche immagine. Nik lo sa. Non posso farlo?
      Qui, da un po' di sere, con il TG arriva un bel temporalone! Puntuale!
      Ti auguro una Buonanotte e che una carezza della nostrra cara Madre ti renda sereno. A domani.

      Elimina
    2. Il calcio, non bisogna mai dimenticarlo, è un gioco. Si può vincere e si può perdere.
      Buonanotte Lucia.

      Elimina
    3. Si può perdere si, ma in tanti modi. Aspettando il pareggio non uno dei più edificanti.

      Elimina
    4. E' soprattutto un errore.

      Elimina
    5. Bisognava MORDERE di PIU'!
      CHI ha PIU' FAME ... vince SEMPRE!

      Elimina
    6. Bisognava MORDERE di PIU'!
      CHI ha PIU' FAME ... vince SEMPRE!

      Elimina
    7. Il morso di Suarez non è un fallo di gioco. E' un atto da galera.

      http://centopassi.forumattivo.it/t21458-santo-subito

      Elimina
    8. Ti ricordo che ABBIamo allORO vinto con una testata di Zinedine. Tu hai saputo il perché?
      TU HAI GIOCATO a CALCIO?
      HAI ... ARBITRATO?
      Il FALLO di quello stupido che entra in quel MALO-MODO ad un METRO dall'ALBITRO ... è da espulsione!

      E FINIAMOLA di essere FAZIOSI!
      La Corea non avrebbe VINTO se il MALDINI si fosse ALZATO di testa come DIO comanda!

      Ma hai visto la RETE di spalla?
      E i nostri?

      Lascia GIOIRE chi ha più FAME, visto che in ITALIA non si blocca un MONDIALE per CHI muore per colpa del CALCIO di una pistola.
      O un proiettile?
      Il PISTOLERO in un modo o in un altro è stato un SERVO INUTILE nelle MANI di CHI gestisce TUTTO questo MONDO.

      Io ho apPESO le CAVIGLIERE perché l'ANNO scorso rischiavo di fare la FINE di ACHILLE.
      OSSI non me ne hanno ROTTO ... ma tendini ... giocando con i bambini.

      Elimina
  5. Bellissimo questo tuo rapporto con Bruno. Io ho i miei poverelli che ormai conosco da secoli, in Caritas, e presso i quali seguo corsi di dignità. Ma non sono un bravo scolaro, nonostante grandi insegnanti. Come si diceva una volta, devo applicarmi di più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta mi ha regalato un bel portachiavi azzurro che pare di marmo con la figura di una Madonnina! Tenerissimo cicciottello! Ciao Franco.

      Elimina
  6. Cara Lucia,non frequento le Chiese se non per ammirare le bellissime opere artistiche che spesso contengono,ma il tuo scrivere di carità e di amore mi ha commosso.
    Felice giornata,fulvio

    RispondiElimina
  7. Grazie fulvio, La mia Trieste? Mandale un saluto tutto mio! Ciao

    RispondiElimina
  8. Buonagornata Gus!
    A Novara fratel Temporale ha brontolato tutta la notte e questra mattina ha ancora qualcosa da comunicarci! Ah, un bel tuono secco! Ho paura e chiudo tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonagiornata Lucia.
      Se il tuono è secco bisogna nutrirlo :)

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità