domenica 15 giugno 2014

Non facciamo del male ai bambini






"Bambini all'inferno", il libro di Cecilia Gentile, ripercorre la tragica realtà del conflitto tra israeliani e palestinesi attraverso undici testimonianze di piccoli che abitano quella striscia di mondo lacerata dalla guerra, stretta tra il blocco israeliano e
Movimento Islamico di Resistenza. La realtà cruda e brutale schiaccia ogni sogno, costringendoli a crescere in fretta.
A Gaza, dal 27 dicembre 2008 al 18 gennaio 2009 l'Operazione Piombo Fuso ha causato la morte di 1419 persone, 318 dei quali erano bambini. E chi vive lì, racconta l'autrice, non può sperare nella costruzione di scuole, "perché Israele vieta ai privati l'importazione di materiali da costruzione, permettendola solo alle organizzazioni internazionali, ma sulla base di progetti presentati e approvati dal governo di Israele". È in questo struggente scenario che Cecilia Gentile ha conosciuto Vittorio Arrigoni, l'attivista per i diritti umani assassinato nel 2011.


46 commenti:

  1. Autore





    Cecilia Gentile



    È nata e vive a Roma. È redattrice del quotidiano La Repubblica, esperta nelle tematiche dell’ambiente, traffico, inquinamento, abusivismo edilizio, turismo sostenibile, infanzia. Le piace fare cronaca perché sente in questo modo di partecipare e dare il proprio contributo al processo di trasformazione della società. È stata docente di ruolo di italiano e latino in un liceo scientifico di Roma. Prende lezioni di canto jazz. Appassionata di bicicletta e di fotografia, è una guida dell’associazione cicloambientalista Ruotalibera-Fiab, che si propone di diffondere l’uso della bici in città ed il cicloturismo. Buongiorno Senegal. In bicicletta da Dakar a Podor

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No. Chi consiglia un libro deve dare qualche chiarimenti sull'autore.

      Elimina
    2. IO LASCIO LIBERA IN TE PRETE AZIONE.
      Al massimo SOTTO-LI'-NEO l'alterazione cromatica o morfologica, localizzata e persistente, presente sulla superficie.
      Ma non è il POSTO del QUADRO?

      E' del TONDO o del TONTO?

      TUTTO è PATRImonio dell'UMANItà. Non solo MATRImonio all'UN'ANIMIetà.

      Elimina
  2. E che dire DEI bambini che cuciono i PALLONI dei MONDIALI?
    E i piccoli BRASILIANI?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sfruttamento del lavoro minorile è cosa indegna per l'uomo.

      Elimina
    2. E SE SU ALI?

      Elimina
  3. Guardatevi dal disprezzare uno solo di questi piccoli, perché vi dico che i loro angeli nel
    cielo vedono sempre la faccia del Padre mio. E' tardi. Domani aggiungerò qualcosa....Buonanotte Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché a.C.CADONO certe COSE?
      Lo chiedo a TE ... visto che il TEOlogos mi sfugge.

      https://www.youtube.com/watch?v=jPn7AsxX0t4

      Elimina
    2. Accadono queste cose perché l'uomo è più vicino ai tesori della Terra che a quelli del Cielo.

      Elimina
    3. Risposta sABBAgliata.
      Non confonderti con le CIRCO-STANZE che sVIAno l'a.C.CADUTO.
      O preferisci che la TRAgeDIA di una morTE imPROvVISA?
      Molto INfatile.
      Spero che non bisogna SCAVARE oltre questa GENErAZIONE, fino alla TERZA. ALTRImenti bisognerebbe SENTIRE le conFESSIoni DEI NONNI e DEI loro FIGLI.
      Le croci non si devono lasciare senza avvertire.

      Elimina
  4. Sono sempre loro a rimetterci per i casini dei grandi.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro sono chiamati dal Signore. Chi fa del male ai bambini possono solo affidarsi alla Misericordia di Dio, ma ne dovranno render conto.

      Elimina
    2. Ritornando nelle vesti della VITTIMA?

      Elimina
  5. Grande Vik! Peccato che è stato spesso attaccato quando era in vita (vedi Saviano) ed onorato adesso che è morto.

    RispondiElimina
  6. http://internetepolitica.blogosfere.it/2011/04/vittorio-arrigoni-e-la-verita-su-israele-saviano-non-e-come-pensi.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saviano sbaglia. Le colpe di Israele sono evidenti.

      Elimina
    2. Già, il guaio è che molti gli danno ancora retta purtroppo

      Elimina
    3. La nascita dello Stato d'Israele ha causato l’espulsione di 850mila palestinesi dalla propria terra.

      Elimina
  7. mi interessa tantissimo questo tema. Grazie mille per la segnalazione.

    RispondiElimina
  8. Volerà nel cielo senza nuvole
    una voce, un canto inconfondibile:
    i bambini di Dio
    la gloria canteranno liberi
    di Chi ha fatto la vita
    e ha dato la Speranza agli uomini.

    Sento ancora il sapore dolce delle fragole
    il profumo del primo fiore che guardai
    la tua mano tra i miei capelli
    forte e fragile
    Tu sapevi, Tu lo sapevi...

    Volerà nel cielo senza nuvole
    una voce, un canto inconfondibile:
    i bambini di Dio
    la gloria canteranno liberi
    di Chi ha fatto la vita
    e ha dato la Speranza agli uomini.

    Il tema che affronti è amplissimo. Quanto dolore c'è nel cuore dei bambini ebrei, di quelli che debbono affrontare la guerra perchè sono ritenuti Grandi. di quelli che hanno i genitori separati o ne hanno uno solo. Come cresceranno? Noi tutti dobbiamo amarli anche per chi li maltratta! Ho messo le parole di questo canto, perchè vorrei che questi passerotti a cui noi strappiamo le piume, conoscessero la speranza di un domani con tanti amici e sorrisi! Buonanotte Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per sperare devi avere la certezza su una cosa presente. La Speranza come certezza in una cosa futura poggia su tutto il passato cristiano, poggia su tutta la memoria cristiana, poggia su tutta la certezza di quella Presenza che è incominciata duemila anni fa ed è arrivata fino a te. Se non c'è puoi solo dar spazio all'immaginazione.
      Buonanotte Lucia.

      Elimina
  9. Sono certa della speranza che è in me donatami da Lui. Lui presenza viva di cui sono totalmente presa.
    Sto pensando a un post....forse è preferibile andare nel lettone!
    Buonanotte, Buonanotte Gus! Domani avrò i terribili due e poi giovedì si fermano anche a dormire.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Speranza è una Grazia.
      Buonanotte lucia.

      Elimina
  10. Mentre scrivo quattro parole cullate dal mio docile ADSL muore un bimbo, non è pazzesco? Ma accade. E continua ad accadere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' triste. Manca il minimo rispetto verso gli altri.

      Elimina
    2. Io penso che manchi anche la volontà di rivoluzionare il pessimo status attuale. E non parlo di me o di te, Gus. Questo ormai lo sai

      Elimina
    3. Molte negatività sono ormai istituzionalizzate.

      Elimina
  11. Ma come non provare orrore? Come e perché si arriva ad essere cosi bestialmente disumani?
    Credo che l'infanzia e l'adolescenza sono momenti determinanti per la salute mentale e fisica dei bambini. Molto importante è l'affetto che lega il piccolo ai genitori. Il bimbo spesso si identifica, chiede il contatto, affetto! Ma se tutto questo viene a mancare, o peggio ancora si subisce passivamente abusi, o violenze di qualsiasi tipo, non a caso e spesso si crea, nel bimbo, una barriera involontaria di autodifesa. Non prova e non sente affetto, amore, empatia, sensibilità....
    in queste gravi situazioni, potenzialmente, può nascere un assassino, un guerriero,un pedofilo spietato che cerca di liberare le indimenticabili angosce e sofferenze subite.
    L'assassino può maturare la convinzione, secondo la quale, uccidendo, si libera da tutti i traumi patiti in vita.
    Da vittima diventa carnefice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io provo tristezza quando si innescano nella nostra mente pensieri contorti.

      Elimina
    2. Con TORTI?
      L'imPORTAnte è METTERCI la FACCIA.
      Gesù sapeva TUTTO questo e per questo INIZIALmente cercAVA di NASCOndere CHI OSPITAVA in SE.
      Solo i deMONI lo riCONOSCEVANO.

      Elimina
    3. Non comprendo cosa tu voglia dire.

      Elimina
    4. Spero che tu abbia capito che non sempre con lo studio si può prevedere il COMPIMENTO annunciato dalle SCRITTURE. Lo SPIRITO SANTO ci spiega TUTTO su di LUI. Il SALVATORE da SEMPRE.

      Elimina
  12. Io provo profonda tristezza quando nella mente dell'uomo si innescano pensieri contorti.

    RispondiElimina
  13. Wow, sei in vacanza?. :-)
    Non solo nell' uomo, anche nella donna.
    ...fino a prova contraria :-(
    Non posso giudicare, in questo caso. E' terribile subire violenze, soprattutto da bimbi. Dipende poi dal grado di sopportazione...poi si impazzisce. Non sapremo mai cosa scatta nella mente delle persone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quando è morta Bruna sono finite le vacanze. Il mare mi piace di più d'inverno, di notte, quando piove e tira vento di tramontana. Tu sai che quando parlo di uomo non faccio differenze tra maschio e femmina.

      Elimina
  14. IIn punta di piedi per non disturbare....ma la fotografia iniziale mi strazia il cuore e nello stesso tempo l'amo. Amo le sue gambette, il viso che vorrei baciare e che non vedo e accarezzare i capelli ricciuti. Quel bimbo sofferente, solo ho stretto la sua manina, perchè anch'io conosco la sofferenza dei bambini. Sono nata quando è iniziata la guerra.
    Gli adulti di allora erano frequentemente distratti da cose "grandi" e noi bimbi siamo cresciuti seri, con la paura della notte, del buio, della fame.
    L'infanzia va amata e protetta. Avvolta nell'amore e nella pace.
    Silenzio, la casa dorme. A piedi nudi ritorno nel lettone portando con me quel bimbo, perchè non si perda. Ma Dio conduce i suoi passi. Buonanotte Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero sicuro che quell'immagine avrebbe bucato il tuo cuore.
      Buona giornata Lucia.

      Elimina
    2. Non so come dirVELO, ma siccome il paDRONE di questo POSTo si compiace di aver bucato il cuore a CHI ha provato lo squarcio dell'ANIMA ... all'ORA VELO dico.
      C'è un DIO diverso dal PADRE che E' nei CIELI.
      Sta a voi doVIDErlo!
      Troppo facile procurarsi PIACERE carnale se poi a PAGARE è CHI tu PIU' AMI. C'è un MALE più SOTTILE ed è quello di nutrirsi del PIACERE di sentire SOFFRIRE ... anche in ETERNO.
      Ma tutto questo sta per FINIRE.
      C'è imMEnsa differenza tra a-MORE e TI-more di DIO.
      Il Figlio dell'UOMO CiELO sPIEGA!

      Elimina
    3. Bucare il cuore significa entrare dentro il cuore. E' logicamente una metafora.

      Elimina
    4. META FORA?
      Come DESTINAZIONE ESTERNA?
      COME bucare lo schermo?

      Vale anche per ARDERE il CUORE? (Lc 24,32)

      Elimina
    5. Direi di no. La situazione è diversa.

      Elimina
    6. ApPUNTO!
      A me non piace mettere il DITO nella PIAGA.
      Il risorto dette istruzioni per far capire a Tommaso quello che capirono tutti coloro che sono stati testimoni del risorto.

      Elimina