venerdì 9 maggio 2014

Una coscienza dettata da Cristo

 
 
 
 
 
 
 
Con Gesù la scoperta della persona entra nel mondo:
 Egli è il messaggero, dice Giussani, della dipendenza
 unica e totale del singolo uomo dal Padre,
il grande educatore della religiosità.
Essa è l’atteggiamento più conveniente all’uomo,
quello che fa scoprire la preghiera,
la coscienza della dipendenza costitutiva da Dio,
quella dipendenza continua che riguarda
ogni istante e ogni sfumatura del nostro agire.
In questo modo l’esistenza si realizza
come dialogo con la grande presenza,
con l’Essere che è amore,
che dona se stesso continuamente.
Ogni uomo ha la propria coscienza.
Il non credente si ispira all'etica,
alle mode, al proprio istinto che ha leggi cattive.
 Il ricatto, la menzogna.
Il credente ha una coscienza già scritta
 e segue con la grazia dell'umiltà Gesù.


20 commenti:

  1. L'unico Giussani che seguo è il cognome delle creatrici di Diabolik ;)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io mi riferisco al Giussani di Diabolik.
      DX

      Elimina
  2. Il credente ha una coscienza già scritta in un Amore grande!
    Grazie August.
    Buonanotte.
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è seguire la coscienza e non l'istinto.
      Ciao Dani.

      Elimina
  3. La vita è una trama di avvenimenti e di incontri che provocano la nostra coscienza producendovi un interesse: Cristo Via, Verità e Vita.
    Buona Notte Gus! A domani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ora è un po' tarda per augurarti il Buon giorno ma non per dirti serena giornata!
      Com'è l'umore? Ciao!

      Elimina
    2. Che domanda! Io sono un umorale.
      Grazie
      Ciao.

      Elimina
    3. umorale? Il tuo umore cambia con il cambiamento atmosferico? Da come stai in salute?.....,,lunatico?......
      Io penso, e mi spiace se ciò accade, alla melanconia!
      Buona giornata! Domani 13 maggio: Madonna di Fatima
      Ho postato una canzone, lontana (come musica) dai miei gusti, ma mi piacciono le parole. Che ne dici? Cambio? Non sono umorale, ma mi fa piacere farti felice! Ciao.

      Elimina
    4. Sai come farmi felice.
      Ciao.

      Elimina
  4. Quei due uomini di cui parli, il credente e il non credente, troppo spesso mischiano le proprie coscienze. E se non è un male quando accade al non credente. E ' pessimo quando ci casca il credente (o perlomeno quello che si spaccia per tale e pretende pure di segnare le linee guida).
    Chissà perché mi è venuto in mente Bertone mentre scrivevo... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il credente sa quando sbaglia. Non può essere così stupido da imbrogliare se stesso. Il non credente ha una sua etica che è lontanissima dalla morale, cioè da Cristo. In fondo anche lui sa, per esempio, che abortire è un atto indegno, ma lo fa per convenienza e dice che Dio non esiste, che la Chiesa manda al rogo Giordano Bruno, per dare una giustificazione ai suoi errori.

      Elimina
  5. Seguire la nostra coscienza caro Gus...molto spesso dimentichiamo anche di averla!!!
    :::)))

    RispondiElimina
  6. Nella, la coscienza c'è ma anche l'istinto di fare come ci conviene e così commettiamo un errore che teologicamente si chiama peccato.
    Tutte le Scritture hanno un significato. Seguirle per stare meglio e tornare al Padre quando sarà il tempo della Grazia.
    Ciao Nella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non BASTA!
      Ci VUOLE la GRAZIA che è già in NOI, ma bisogna saperla USARE.
      In VERITA' MOLTI di NOI vengono USATI per SANTIFICARE altri.
      Ci lamentiamo della CATTIVERIA che DIO permette ma nessuno cerca di approfondirla perché nessuno vuole sbilanciarsi.
      Uno sposo IDRAULICO che UCCIDE una sposa crocifissandola!
      Ragazze vendute in nome di DIO per poi dare alito ad interventi stranieri.
      Tutto questo per quale FINE?
      BEATI coloro che pur SAPENDO restano ZITTI ... conoscendo come si CON...TORCE il PADRE che VIENE a.C.compagNATO dalle VERGINI.

      Troppo CARO rimane l'idraulico ... come l'ORO NERO.

      Elimina
    2. La Grazia è quando Dio ti chiama affinché tu possa ritornare al Padre.

      Elimina
    3. E quando ti spinge ad andare VIA dalla CASA del PADRE?
      disGRAZIA?
      Non fare come i l'UTERoaNI.

      Elimina
    4. CHIEDI come si USA la CHIAVE che in TEOLOGIA sono le SCRITTURE per capire cosa vuol dire "PERSEGUIRE" l'UNICO diSEGNO.

      CHI E' in VERITA' il proGETTATO dal CIELO?

      Non DOVEVA VENIRE LO SPIRITO SANTO che è UNA PERSONA che pprendersi qualcosa se non gli è stato dato dal cielo.

      Voi stessi siete testimoni che il proFETA DEI proFETI disse: "Non sono io il Cristo, ma io sono stato mandato innanzi a lui. Chi possiede la sposa è lo sposo; ma l'amico dello sposo, che è presente e l'ascolta, esulta di gioia alla voce dello sposo. Ora questa mia gioia è compiuta. Egli deve crescere e io invece diminuire. ... Per questo il Padre mi ama: perché io offro la mia vita, per poi riprenderla di nuovo. Nessuno me la toglie, ma la offro da me stesso, poiché ho il potere di offrirla e il potere di riprenderla di nuovo.
      Questo comando ho ricevuto dal Padre mio".

      E' ORA che VOI CONOSCETE LAMICO della sPOSA!renderà dal FIGLIO e VELO annunzierà, in quanto nessuno può

      Elimina
    5. E' più il male che si fa, in nome di Dio, o quello che si risparmia?

      Elimina
    6. Quelli che sono entrati nel recinto attraverso la Porta seguono il Pastore e non possono fare male nel nome di Dio. Quelli che hanno scavalcato il recinto fanno del male in nome di Dio.

      Elimina
    7. TUTTO avVIENE in NOME e OPERA di UN DIO.
      VELO riPETO!
      Gesù sPIEGAVA con siMILITIudini riVELANDO ma non Svelando del TUTTO.

      Se non vi preDISPOnete ... non POSSO consegnarvelo.

      Commenterò da ME qual...CUNO.

      Elimina