martedì 8 aprile 2014

Conoscere chi ci ama



"Da principio Dio creò il cielo e la terra" A catechismo, verso i sei anni, avevo sentito questa frase. Mi facevano vedere un grosso libro che si chiamava Bibbia. Guardavo quel libro stupita e incuriosita. Le suore avevano parole che non comprendevo., In casa non si parlava di Dio ma di Gesù. E io capivo ancora meno. Una domanda mi frullava nella mente: che faceva Dio prima del principio? Dovevo sapere, dovevo domandare, ma a chi? Seppi che "non era il momento" dovevo prima imparare. E ho imparato. Che faceva Dio prima di amarci? Che cosa amava Dio prima di fare tutto quello che ha creato?
Una strana musica cominciò a cantare.
Mi avevano anche detto che Lui non avrebbe avuto mai fine. Questo non mi turbava, perchè mi dicevano che anch'io non avrei avuto mai fine. E questo mi piaceva.
Ma io avevo avuto un principio: Dio no. 
Questo mi stordiva, mi innervosiva, nessuno mi dava ascolto. Pensavo che sarebbe stato bello che noi due avessimo tutto in comune. Mi dissero che anche Lui lo voleva. Ma Lui non aveva avuto principio. Il problema ritornava. Stavo diventando gelosa di Dio.
Musica, strana musica; infinitamente bella quella che ho sentito più tardi quando pensavo a Lui. Lessi che Dio era geloso di me! Ma in modo diverso dal mio. 
Non di una gelosia che vuole possedere, ma di una gelosia che vuole liberare, una gelosia che  ama infinitamente.
Solo negli anni, leggendo più attentamente la Bibbia scoprii la favolosa, stupefacente dichiarazione d'amore "Sono un Dio geloso!"
La musica ritornava: che faceva Dio prima del principio?
Prima del principio Dio amava.
Dio amava me, amava tutti noi che eravamo già nel Suo cuore. Dio era perfettamente felice, perchè Lui è Amore. L'amore è musica. Dio è musica, è bellezza, è preghiera.
Dio è Dio.

9 commenti:

  1. Noi non siamo giansenisti, noi sappiamo che Gesù è il nostro vero amico.
    San Paolo ci ricorda che siamo stati costituiti figli, e se siamo figli, siamo anche eredi: eredi di Dio, coeredi di Cristo.
    Sant'Agostino ci dice che noi siamo divenuti Cristo. Poiché se Egli è il capo, noi siamo le membra, l'uomo totale, Lui e noi. La pienezza dunque di Cristo, il capo e le membra. Che cosa sono il capo e le membra? Cristo e la Chiesa.
    San Gerolamo ci ricorda che noi siamo chiamati ogni giorno a generare Cristo nella nostra vita, quindi a essere compartecipi della sua santità, a essere Tempio dello Spirito Santo. Gesù non ci ha detto pregate Dio che è mio Padre, ma dite "Padre Nostro", così che noi siamo figli e fratelli.
    Quindi Gesù è l’Amico perché è nostro confidente, fratello e figlio, ma diciamo riconoscendo la nostra umanità : "Signore, non son degno di partecipare alla tua mensa ma di' soltanto una parola ed io sarò salvato"



    Lucia, il tuo post è bellissimo.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te giovane amico mio che mi hai regalato questo spazio.
      Chiudo gli occhi, come sempre quando ripeto l'ultima frase prima di ricevere il Pane.
      In questi ultimi giorni di Quaresima in cui sento particolarmente forte il Sacrificio di Gesù per me, per tutti noi, la ripeto spesso perchè so di avere bisogno della Sua Misericordia e del Suo amore grande. Buona notte Augusto. A domani.

      Elimina
    2. Pensa intensamente che nell'ostia c'è il corpo e i sangue i Cristo.
      Lui ti osserva.
      Buona notte Lucia.

      Elimina
  2. Siamo gelosi. Probabilmente l'unica risposta alle nefandezze che continuiamo a perpetrare. Anche come membra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucia ha parlato di un Dio geloso.

      Elimina
    2. Noi lo siamo diversamente, infatti. Nel modo peggiore.

      Elimina
  3. Cara Lucia,non posso affermare che l'amore sia un dono di Dio,ma è un sentimento che tutti nutriamo nella nostra mente,un sentimento che da infinita gioia e,a volte, anche molto dolore.
    Peccato che questo meraviglioso sentimento non tutti lo apprezzano o sanno viverlo e allora passano la vita tra l'odio o l'indifferenza indifferenza.
    Un abbraccio,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'amore che il nostro cuore sente per Dio è qualcosa di miracoloso ed è una gioia
      guardare un cielo di panna e pensare a Lui, averLo vicino e sorridere, magari tra le lacrime, per i doni che abbiamo. Tu che vivi in una città che conosco bene, che è bellissima come non ringraziarLo per ciò che i tuoi occhi ammirano! E' vero però che è importante Amare. Un cuore che ama è un cuore che prova felicità in tutti i profumi che il vento ti regala. (Bora a parte...ma perchè no?, anche in lei c'è armonia) Ciao Fulvio.

      Elimina
  4. Grazie Lucia! Hai scritto: "L'amore è musica. Dio è Musica..."
    Che bello!!!!!
    ciao!!!

    RispondiElimina