lunedì 3 marzo 2014

Il desiderio di essere amati

 
 
 
 
 

La peggiore malattia oggi
è il non sentirsi desiderati,
né amati, il sentirsi abbandonati.
Vi sono molte persone al mondo
che muoiono di fame,
ma un numero ancora maggiore
muore per mancanza d’amore.
Ognuno ha bisogno di amore.
Ognuno deve sapere
di essere desiderato, di essere amato,
e di essere importante per Dio.
Vi è fame d’amore,
vi è fame di Dio.
Desiderare di essere amati è
un'esigenza primaria del nostro io.
 Per essere amati, però,
bisogna amare e amare
significa muoversi verso l'altro,
capire le sue esigenze e
accontentarlo, se possibile.

 



54 commenti:

  1. Attraverso l'altro noi gettiamo il nostro ponte, dando legittimità e pienezza alla nostra soggettività.
    Un uomo incapace di attraversare se stesso mediante gli altri è sterile.
    Attraversare l'altro non vuol dire toccarlo ma nutrire un interesse sentito per la qualità della sua interiorità.
    Significa partecipare al suo disagio, alla sua felicità, alle sue problematiche.
    In questo facciamo un regalo a noi stessi attraverso l'altro perché scacciamo la nostra solitudine interiore semplicemente ascoltando.
    Ascoltare è tenere le orecchie aperte all'esterno e nel fare questo allontaniamo il rumore assordante del nostro silenzio, che è quello che ci svuota di senso.
    Non so se ognuno di noi possa pensarsi persona compiuta.
    Io credo che questa possa esserne una direzione.
    L'apparenza parla di riempimento di vuoti.
    Riuscire a dare alloggio agli altri è qualcosa che regala a se stessi una grande ospitalità d'animo.

    RispondiElimina
  2. Dipende, Augusto! Ho conosciuto diverse persone pronte a ..tenderti la mano, molto pie, volontarie misericordiose, gentili, soprattutto a Verona nell'ospedale degli orrori!
    Il reparto di reumatologia era da paura. Ogni tanto queste brave donne venivano a dare conforto, spesso mi è capitato di sentire frasi come: " e io che mi lamento per...e mio marito che, e mia nonna... se ascolto le tue malattie mi sento una privilegiata, ma povera, che cara ragazza, ma così' giovane! Ma Dio è con te, vedrai! Ecc,ecc ,ecc!!! Che poi, comunque, venivano puntualmente pagate! Chi non accettava denaro era solo per ricompensare Dio (detto da loro) da una guarigione!
    Tu non hai idea nel male che, involontariamente, facevano a noi! Era come una coltellata al cuore, e non si rendevano assolutamente conto! Non capivano.
    La maggior parte erano solo donne che volevano colmare un loro vuoto interiore e noi lo capivamo bene. Solo tra di noi c'era una grande comprensione.
    Ci vuole un grande carisma, una apertura totale del cuore ma solo incondizionata.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho scritto su questo argomento perché non vedo chi si muove gratuitamente verso l'altro.
      Ciao Silvi

      Elimina
    2. Bene, bravo Augusto. Sono quasi orgogliosa di te. Ti stai togliendo il peso delle piccolissime ipocrisie ti erano rimaste. :) Vedrai che starai ancora meglio. Piano, piano, con calma. :)
      Buon pomeriggio. :):):)

      Elimina
  3. Chi crede è unito a Dio, è aperto alla Sua grazia.E' così che si diventa testimoni del Risorto.
    Mentre Dio si rivela al nostro cuore, noi, conoscendolo o, riconoscendolo, se lo abbiamo già incontrato, magari nei primi Sacramenti, scopriamo il bene che è, appunto in noi!
    Dio è mistero. Se guardando a Lui, la ragione vede buio non è perchè nel mistero non ci sia luce, ma perchè ce n'è troppa! Buona notte a tutti e sogni sereni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna imparare a vedere senza timore quella Luce.
      Buona nottata, Luci.

      Elimina
    2. Ciao Gus. Mentre scrivevo è apparsa la tua risposta a Silvi. Ho fatto la catechista per 35 anni e i regali che ricevevo era biglietti come questo che ho trovato per caso in un libro:Ti farei la fotocopia ma...non si può...
      3/6/98
      La sua dedizione e il suo modo di essere dolce e gentile con tutti noi, specialmente con i nostri figli, non possono che meritare assoluta gratitudine" Firma.
      Questo è una delle cifre guadagnate. Per non parlare d'altro. Non si può giudicare. Non lo fare mai. Nessuno sa cosa c'è nel cuore di chi cura i malati. Per 7 anni sono stata nel reparto di radioterapia dell'ospedale di Novara. Ho distribuito baci e carezze per un sorriso di chi soffriva. Mi fa tanto male che pensi che tutte le persone fanno la carità per altri scopi...forse sì: guadagnarsi il paradiso. Notte.serena.

      Elimina
    3. Appoggio Lucia in quanto ha scritto. Ci sono tante, tantissime persone che impiegano il proprio tempo a favore degli altri. Vorrei ricordare quelli che fanno servizio sulle ambulanze. Sono persone che non percepiscono compensi e quando li ho incrociati sono riuscita con un filo di voce strozzata a dire GRAZIE, unica ricompensa che quelle persone hanno ricevuto.
      E se vogliamo allargare il campo, allora mi sento di dire che anche dispensare parole alla persona che soffre, raccogliere le sue lacrime, spronarla a credere nel domani, starle accanto quando “gli amici” l’hanno dimenticata, non arroccarsi sui propri tribolamenti ma impiegare il tempo per sostenere qualcun altro, beh anche questo è donare amore senza ricompense. L’hai mai visto il sorriso di una persona che nella sua malattia ti vede arrivare quando nemmeno i suoi fratelli le hanno fatto visita, quando tutti si aspettava fuorché te? Anche il nostro quotidiano può divenire atto d’amore. E c’è chi lo fa senza nemmeno credere nella ricompensa del paradiso, c’è chi lo fa senza dirlo, c’è chi lo fa senza sapere perché lo fa, lo fa non per sentirsi “più buono”: lo fa e basta. Sono la prima a sostenere che non vorrei vivere in quest’epoca con tutte le sue spietatezze, ma questo non significa che io non sappia riconoscere il “buono” che c’è. E non bisogna nemmeno essere dotati di una sensibilità eccezionale, basta ascoltare e guardare con gli occhi giusti, basta non vivere concentrati solo su di noi ritenendo che le nostre difficoltà sono più pesanti di quelle degli altri, anche perché spesso vi sono persone che i propri tribolamenti non li raccontano e vivono le proprie sofferenze nel riserbo. E se ti muovi verso loro e’ tutto amore senza gratificazioni o ricompense. Ciao Gus :). Buona giornata. Marilena

      Elimina
    4. Bisogna fare con amore a imitazione di Cristo.
      Ciao Marilena.

      Elimina
    5. Sì deve stare davvero male per entrare nel cuore di altri. Quando si è disperati, oltre che sofferenti di notano anche le piccole differenze. Difficile comprendere se non si prova.
      Se a una persona non piace fare determinate cose, prima o poi si stanca. Mi riferisco al volontariato, soprattutto.
      La sincerità non ha " code di oaglia"

      Elimina
  4. Ho partecipato ( nel piccolo anche oggi) per più di dieci anni come collaboratrice volontaria Vincenziana e ti giuro che non ho mai chiesto un centesimo...io seguivo la parte burocratica (case comunali, sussidi, invalidità, assistenza, contatti con l'assistente sociale) sempre e solo con grande cuore, ma poi ho avuto grande soddisfazione personale per quanto e come sono riuscita a fare!! Non lo posso negare.
    Ricordati che quando vuoi proteggere e veramente tendere la mano non puoi sbagliare mai! E' davvero così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il donarsi è atto molto delicato. Basta anche un piccolo errore per guastare tutto.
      'notte.

      Elimina
  5. Eggià, Dio è sempre un ottimo autoconvincimento.
    L'ho notato: l'amore di Dio c'è sempre... chissà, sarà per qusto che in molti vi se ne rifugiano quando dalla vita reale ottengono poco? ;)

    Moz-

    RispondiElimina
  6. No, Augusto non hai compreso il mio messaggio!
    "Ricordati che quando vuoi proteggere e veramente tendere la mano non puoi sbagliare mai!"
    Non puoi sbagliare mai perché tu hai la certezza di aver fatto tutto quello che , umanamente, era possibile fare. Il resto aspetta a Lui, al destino, alla fortuna... altro non so! Questa è l'apertura del cuore!
    "notte a tutti!

    RispondiElimina
  7. Ma no, Miki, noi non siamo persone presuntuose! :) Che ne sai tu se quel poco è tanto? L'amore è quello che soprattutto Lui ci dona, ma dobbiamo riconoscerlo, e non è facile!
    Ps Scusa Augusto ho risposto per te!
    Qui mi sento come a casa mia! Protetta. Leggi da Antony quante parolacce mi dicono?? E io sono così indifesa! :(

    RispondiElimina
  8. SI AMO ...



    servi inutili. Strano che c'è chi, volontariamente o involontariamente, viene UTILIZZATO nel VIRTUALE per TENTARE chi pensa di poter dire TUTTO nell'ANOnimato e non si accorge che se lo sta mettendo nell'ANOnimo da SOLO.
    Vale per il PRO-vocatore e il pro-VOCATO.
    Io NON SOPPORTO solo chi si contraddice. Tipo chi sostiene molto la VITA REALE e poi passa TANTISSIMO TEMPO nel VIRTUALE ... in una ETA' nella quale si combina di TUTTO, ma spesso FERMATI da comPASSIONE.
    Io non mi sono mai divertito FACENDO MALE al prossimo.
    IO la VITA l'ho vissuta scrutandola in tutte le SUE sfaccettature, compreso il SESSO.
    Mi chiedevo sempre se FOSSI LIBERO in ogni cosa che POTEVO FARE e anche di POTER pensare di FARE.
    Non è stata FACILE per me, ma nemmeno per un Dio che si NASCOndEVA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dio non si nasconde. Siamo noi che non riusciamo a vederlo.

      Elimina
    2. Non mi piace giocare a nascondino senza sapere quanti SI AMO a giocare.

      Elimina
    3. Io CUSTODISCO solo la mia carne, ma non lo SPIRITO, che non è nemmeno mio.
      Ma chi mi conosce BENE sa che non mi limito solo nel VIRTUALE.
      Scusa il paragone ma lo dico solo perchè mi conforta, anche Gesù ha vissuto queste SENSAZIONI e i tutti i SUOI SANTI.
      Per questo io voglio PRO-VOCARE in VOI questo MIO SENTIRE, VIVERE, TOCCARE!

      Elimina
  9. Che c'è ANGELO, ce l'hai con me stasera? Ho notato che mi segui ovunque. :) Se ti conosco un poco.... c'è che non va? .... Mal di pancia? :) Tranquillo, poi passa, passerà anche a te! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. TU soffri di queste persecuzioni!
      Sto benissimo e spero di stare ancora meglio quando smetterai tu di inTErPORTI tra ME i MICI.

      Elimina
  10. Sei tu che commenti da Antony?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siete noiosi.
      Perché porsi queste domande?

      Elimina
    2. Per me è lei la BARACCONA.

      Elimina
    3. Noiosi? Chi noi? Lo sai che hai un bel coraggio? :)
      Ciao, ora vado a coccolare la mia mamy.

      Elimina
    4. Eppero' Augusto a te piace essere desiderato- amato oppure desiderare e amare? Sei un pochino vanitoso, vero?
      Ciao :)

      Elimina
    5. Vediamo un po'

      La dignità è al primo posto insieme alla giustizia.
      Questi due valori permettono l'amore, nel darlo e riceverlo.
      Purtroppo nell'uomo ci sono anche i dis-valori:
      vanità-narcisismo-orgoglio eccessivo-

      Ciao Silvi.

      Elimina
    6. Tu sei dignitoso? Mi mantengo delle riserve. Se tu fossi stato dignitosi non avresti avuto tante donne. Soprattutto in giovane età. Giustizia? Non mi hai mai difeso una volta, Augusto. Ho l' impressione che tra amore e sesso non ci sia, per te, una grande differenza. Nell' uomo? Nella donna noo?
      Ps davvero hai gli occhi verdi? Sinceramente, Augusto. E quindi io sarei in peccato, eh? Tu no, vero?

      Elimina
    7. Piuttosto che perdere la mia dignità preferirei morire.
      La Giustizia presuppone la conoscenza della verità. Per decenza non intervengo sugli scazzi virtuali. I peccati li conosce solo Dio.
      Scarmacio ha gli occhi verdi?
      Ciao Silvi.

      Elimina
    8. Mbe' l' hai persa, non fare finta di non capire. Eri minorenne, ma poi? La verità? Tu non mi hai mai creduto vero? Pensi che mi sono inventata tutto, a che pro, secondo te? C' e' qualcuno, più di una persona che mi odia. Questo l' ho capito bene. Sono anni che mi perseguita.
      Hai compreso almeno il perché non mi sento in peccato? Scamarcio npn mi piace. Mi pare che si, i suoi occhi sono verdi o azzurri. è tu? I miei occhi non li capisco: cambiano spesso il colore. Boh! Comunque preferisco Delon, Maldini Paolo e adoro ancora Gattuso: troppo simpatico. Vorrei chiedere l' amicizia su fb a Antognoni, ma sono timida. Il primo amore non si scorda mai.

      Elimina
    9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  11. "Dare alloggio agli altri": bellissimo e comunque arduo. Vado in Caritas da una vita ma, lo dico sempre, sono a credito. Lì ho scoperto i miei grandi amori, la mia consorte ed il teatro. Posso dire che vado in Caritas a donare? Vado a prendere in realtà. Quando quel dare alloggio si traduce in regalo da acquisire, creiamo consciamente il ponte tra l'alfa e l'omega.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La domanda angosciante è sempre la stessa: "Lo faccio per gratificarmi , oppure è vero amore altruistico?"
      Io 15 giorni di ferie le passavo nelle comunità insieme ai malati di AIDS.
      Tanto per togliermi il dubbio.

      Elimina
    2. NON ESISTE il NULLA. C'è sempre un MOTIVO. Prima o POI lo scoprirai.
      Ha mai provato a PASSArTELA tra i deMENTI?
      Gesà OGGI lo spiega nel VAnGELO.

      Elimina
    3. E sarebbe? Ti chiedo la massima sincerità. Poi anche non rispondere.

      Elimina
    4. Ahi, ahi! questo è un passo indietro. :-(

      Elimina
    5. Augusto, non fare la "coda di paglia"! Io ho dato davvero molto nella mia vita, e pensandoci bene molto più di quanto avrei potuto dare e fare. Per questo e altro mi sono ammalata gravemente.
      Oggi, non posso (potrei) fare una sana camminata che vado in desaturazione da sforzo. Sai cosa vuol dire? Che la mia vita è una lotta continua per vivere.Ho abusato delle mie forze, sempre, ogni giorno, e continuo a farlo fino a quando Dio vorrà.
      Abbi pazienza, capisco benissimo (anche da come scrive) chi sa aiutare e comprendere perfettamente le esigenze degli altri (non le proprie), soprattutto valutare le reali capacità e ...possibilità! Non bastano le buone e gentili parole. A volte si deve andare oltre! Anche alzare la voce se è il caso, ma solo per chi non vuole capire.
      Hai ragione: nemmeno io ho conosciuto persone con questi grandi carismi.

      Elimina
    6. E' difficilissimo muoversi verso l'altro e aiutarlo spassionatamente.
      Ciao Silvi.

      Elimina
    7. Sì, io sono stata un' incosciente! A volte non si può cambiare il destino delle persone, si deve accettare! Io non l'ho fatto.
      Quando ero con loro sentivo Lui più vicino a me!
      Buona notte! :)

      Elimina
    8. Le nostre omissioni sono tante.
      Dormi tranquilla e cerca di dare sempre il massimo.
      Ciao.

      Elimina
  12. Però sono già le nove e mezza! Due parole: una il buongiorno, l'altra è che io sono così non faccio fatica ad essere gentile.....altrimenti non sarei la Lucia che tanti conoscono (ehilà ragazzi proprio in senso biblico!!)

    RispondiElimina
  13. Il desiderio dell'essere amati è intrinseca nell'uomo, non è possibile vivere senza amore.
    "L'amore è l'unico tesoro
    che si moltiplica per divisione:
    è l'unico dono che aumenta quanto più ne sottrai
    E' l'unica impresa nella quale
    più si spende e più si guadagna
    Donalo,diffondilo,spargilo ai quattro venti,
    vuotati le tasche,
    scuoti il cesto,
    capovolgi il bicchiere
    e domani...
    ne avrai più di prima."

    Ti auguro tanto Amore August!
    Buon martedì grasso ^__^
    Dani

    RispondiElimina
  14. Tanto amore per te, Dani.
    Ciao

    RispondiElimina
  15. Oggi è il primo giorno di Quaresima. Un nuovo giorno in cui gli occhi aprendosi alla nuova Luce parlano di un Amore donato da Cristo a me e anche a te. Claudel ha scritto "Qualcuno che è dentro di me più me stesso di me" L'Amore mi ricorda che ogni giorno, ogni ora, ogni momento Egli è con me è con te: non sentiamoci soli! Soprattutto non sentiamoci non Amati.
    Noi Gli apparteniamo!
    Ricordi il dialogo con Nicodemo (Gv 3) ....non ti meravigliare se ti dico: bisogna nascere di nuovo. Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai di dove viene e dove va: così è di chiunque nasce dallo Spirito. E' una realtà più profonda della nascita carnale: la nascita dallo Spirito. Buona nuova giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Quaresima è un ulteriore dono per cambiare e aumentare la nostra fede.
      Ciao Lucia.

      Elimina
  16. Silvi, perché insisti sul mio passato. Ero un ragazzino che a volte esagerava. Sono cambiato da quando ho incontrato Bruna.

    RispondiElimina
  17. Va bene, e il resto? Avanza?

    RispondiElimina
  18. Non capisco il perché dei tuoi immensi sensi di colpa. Si..sente che sei un uomo sofferente. Scusami, io non ti credo. Difficilmente mi sbaglio. Avevi troppi amici strani nel virtuale. Cornamusa ti conosce bene, e lui che fine ha fatto? Mi piace perché è una persona sincera. Non è su cento passi? Magari con un altro nome?
    E ci scommetto una pizza che tu non hai gli occhi chiari!!

    RispondiElimina
  19. Sul Tusei puoi andare a parlare di cornamusa.
    Non sono sensi di colpa. Sugli errori sono portato a riflettere. Non mi faccio scivolare addosso la sporcizia. Amici strani? Ma tutta la gente è strana.

    RispondiElimina