lunedì 30 dicembre 2013

Una forma di assoggettamento psicologico totale





Questo post può essere un buon punto di partenza per una seria riflessione sul senso della libertà
del pensiero, senza assoggettamento psicologico, quella libertà che solo Cristo ci può dare se decidiamo di affidarci totalmente a lui, anche se a volte faticoso liberarci dei tentacoli della mondanità cioè del pensiero del mondo.









29 commenti:

  1. Nel blog ci sono momenti di gioia e serenità, di contrasti, tensioni e sofferenza. Anche se il cuore è ferito e l'animo è sconvolto non dobbiamo aver paura e seguitare a scrivere chi siamo e per chi viviamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' SOTTILE questo POSTo!
      Troppo sottile. SOTTILISSIMO come un IMENE che potrebbe rompersi anche per GIOCO. COME in un GIOCO DEI bambini nel giocare al DOTTORE e alla MALA te.

      IO SONO qui per mettervi in GUARDIA su quando sta a.C.cadendo.
      I tempi vengono ABBREVIATI per TUTTI, ma con un SENSO diVERSO.

      E' COME SCRIVERE per lasciare un SEGNO?
      Per CHI?
      Per NOI STESSI se ritorniamo?

      Molti pensano che METTENDOCI la FACCIA o il CORPO ucCISI diVENTI più VERI ... TEMEoRARI?

      Il MISTERO, cioè COSA STRAORDINARIAmente FINALIZZATA al SUO FINE, è spesso inTErPRETAta MALE.
      For se FOR SE inTErPRETAta BENE si PUO' VIVERLA MEGLIO.
      In CARNE o i SPIRITO poco imPORTA se non si sa BENISSIMO quello che si FA a costo di PERDERE insieme alla CARNE purTROPPO LO SPIRITO.

      Tutto il RESTO sarà COME MAI a.C.caduto e conSIDERAto NON STORICO.

      Elimina
    2. Sì, la penso decisamente come te! :)

      Moz-

      Elimina
    3. Quello che conta è l'essere in pace con la propria coscienza.

      Elimina
    4. AnCORa con la PROPRIA coscienza?
      E qual è la TUA o la MIA?
      E' UNICA con quella del CRISTO?

      CO-SCIENZA = Cum-scire : SAPERE INSIEME.

      Mica tutti devono morire in croce.
      TUTTI DEVONO PORTARE LA PROPRIA CROCE che sicuramente è diVERSA da quella di CRISTO!
      Pensa un po', apocrifo o nascosto, PIETRO VOLLE CAPOVOLGERLA!

      A.D. esempio qual è il PENsiero del xN 12n?
      Al TUO, al MIO o a quello di CRISTO che tu cerchi di voler tradurre da quanto raccontato in GIOVANNI.

      Elimina
    5. La coscienza è una sola e deve scriverla Cristo.

      Elimina
    6. Dalla ALfa alla Omega.
      Tu mettici almeno il POSTo dove scriverLO.

      Elimina
  2. La LOTTA inizia PRIMA in CIELO, nell'INVISIBILE, nel DESERTO per POI continuare per dare un SEGNO a CHI ha biSOGNO di riCORDA-RE il SENSO della SUA prima BATTAglia, vinta per POTER iniziare da ZERO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI! Come in CIELO così in TERRA ... ALEGGIANDO inizialmente con lo SPIRITO.
      E' tutto correLATO, correDATO e correDAZIOnato.

      Elimina
  3. Angelo, il post non è sottile, ma chiaro.
    Chi ama troppo le cose della terra finisce con non amare più Dio. E anche la vita è una cosa della terra.

    Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 12,20-33)

    
In quel tempo, tra quelli che erano saliti per il culto durante la festa c’erano anche alcuni Greci. Questi si avvicinarono a Filippo, che era di Betsàida di Galilea, e gli domandarono: «Signore, vogliamo vedere Gesù». 
Filippo andò a dirlo ad Andrea, e poi Andrea e Filippo andarono a dirlo a Gesù. Gesù rispose loro: «È venuta l’ora che il Figlio dell’uomo sia glorificato. In verità, in verità io vi dico: se il chicco di grano, caduto in terra, non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto.

    Chi ama la propria vita, la perde e chi odia la propria vita in questo mondo, la conserverà per la vita eterna. Se uno mi vuole servire, mi segua, e dove sono io, là sarà anche il mio servitore. Se uno serve me, il Padre lo onorerà. Adesso l’anima mia è turbata; che cosa dirò? Padre, salvami da quest’ora? Ma proprio per questo sono giunto a quest’ora! Padre, glorifica il tuo nome».

    Venne allora una voce dal cielo: «L’ho glorificato e lo glorificherò ancora!».
La folla, che era presente e aveva udito, diceva che era stato un tuono. Altri dicevano: «Un angelo gli ha parlato». Disse Gesù: «Questa voce non è venuta per me, ma per voi. Ora è il giudizio di questo mondo; ora il principe di questo mondo sarà gettato fuori. E io, quando sarò innalzato da terra, attirerò tutti a me». Diceva questo per indicare di quale morte doveva morire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A PUNTO!
      SOTTILISIMO come la PARETE dell'ANIMA che contiene lo SPIRITO SANTO.

      Elimina
    2. In questo senso forse il "sottile" è fondato.

      Elimina
  4. Tutte le cose sono di Dio. Gli spettacoli, gli errori, le chiacchiere, i blog. Ed anche la coscienza tacitata, è di Dio. Basta non dimenticarlo mai. Buon Anno di bei pensieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SI!
      Non c'è un AvVERSArio ma un DIO CRUDELE, nel senso BUONO del termine. Un VERO inTAGLIAtore nella CARNE con lo SPIRITO del PADRE che RIMAne nei CIELI e ci asPETTA.
      Quando arriveremo all'O mega comprenderemo TUTTO o non avremo più nulla da dire o vantarci o lamentarci.
      Per adESSO posiamo SOLO conFORTArci, conSOLArci ... per quanto il SUO SANTO SPIRITO è in NOI, che SPESSO e solo SACRO e gira il coltello nei SOLCHI, che non sono di LEGNO SECCO, ma VIVENTE.
      Buon PASSAGGIO ... INNESTI del MIO SIGNORE.

      Elimina
    2. Sono di Dio se tu hai detto sì.
      Buon anno, Franco.

      Elimina
    3. Sono di Dio anche se io dicessi no, Gus caro.

      Elimina
  5. Hai ragione, Augusto.
    Questa forma di assoggettamento psicologico è di una violenza inaudita, non è facile combatterlo da soli, essere autentici quando tutta la società ti bombarda con immagini false e peicolosissime.

    Ci vuole forza, fede e coraggio.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi ha veramente fede non manca di forza e di coraggio.
      Avere fede significa affidarsi totalmente a Cristo.

      Elimina
  6. Essere, avere, apparire, passività… tutto vero, ma in ciascuno di noi può essere coltivata la forza di cercare un cambiamento. Nel mio mondo (utopistico) io continuo a credere che ci si può impegnare contro la “mercificazione di ogni aspetto della vita quotidiana” e sarà l’augurio del mio post di domani, non solo per l’anno nuovo ma per il futuro. Occorre ricordare che abbiamo occhi per guardare, orecchie per ascoltare, mani che oltre a lavorare servono per accarezzare ed un cuore che batte non solo per vivere ma anche per amare.
    Se riusciamo a ricordarcene, allora riusciamo anche ad uscire dalla gabbia della passività infruttuosa. Cominciamo da noi stessi, gli altri arriveranno.
    Buon Anno Gus. Ciao:). Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MATERIALISTA!
      E se fosse tutto SPIRITUALE il FRUTTO?
      Per DONARE la VENDETTA sottile ai NEMICI?
      Si può perdere la VERGINITA' anche giocando al DOTTORE, ma CHI è entrato nell'ANIMA?
      Da non confondere con lo spirito o il corpo.
      TU l'HAI LOCALIzzata?
      Lo SENTI quando E' PRESENTE lo SPIRITO SANTO?
      O pensi che il FIGLIO sia venuto a salvare le COSE del PADRE?

      Elimina
    2. Angelo: solo tu riesci a trasformare un mio messaggio di augurio per ognuno di noi a trovare la forza di cambiare, in un'accusa di materialismo.
      Sì, fammi fare la materialista: inizia a prendere qualche gastroprotettore, perché se ogni volta che si scrive una parola, anche pura e sincera, tu riesci a contestare, ebbene allora ti scoppierà l'ulcera. Dammi retta: la prevenzione è importante.
      Comunque BUON ANNO anche a te. Ciao :). Marilena la materialista.

      Elimina
    3. Ma IO AMO la MATERIA ma TE ma ti capita di non prenderla SERIAMENTE?
      Dove si trova l'ULCERA?
      SII più precisa!

      Elimina
    4. Tu continua a comportarti come fai e vedrai che lo impari da solo dove si trova. La sentirai e sarà parte di te, con te.
      Potrei dare una mano a fartela venire, ma ho fatto buoni propositi per il nuovo anno e non vorrei trasgredire prima ancora che inizi.
      Concentrati sul Capodanno, mettiti un cappellino, suona una trombetta e fai il trenino con tutti gli angeli che ti circondano. Auguri.

      Elimina
    5. Grazie Marilena.
      Dio è paziente con noi perché ci ama, e chi ama comprende, spera, dà fiducia, non abbandona, non taglia i ponti, sa perdonare.

      Elimina
    6. Sarà quella sotto il piede?
      Colpa delle scarpe strette o del TRENINO?
      Mi hanno preso di PESO con forza!
      Io ho cercato di FARMI pesante, ma LORO sono più FORTI. No vedo l'ora che arrivi l'ALBA.

      Elimina
  7. Giorni in cui il mio solito cicaleccio si fa più moderato. Penso sia giusto non parlare di futilità anche se feriscono. Sento in me la certezza che Tu sei Amore. E il vuoto che c'era nell'anima improvvisamente si riempie. "Tu ci hai fatti per Te, Signore, e il nostro cuore è senza riposo finchè non riposi in Te. (St. Agostino) Mi piace molto questa frase, perchè mentre descrive la mia miseria, afferma la fiducia che ho in Lui. E da questa pienezza deriva quella felicità che mi fa sorridere e amare chi mi sta vicino...
    Grazie per il commento nel mio blog. Grazie e che il nuovo anno "sia buono se Cristo sarà in te, come sempre!" Ciao. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello se ognuno di noi alla sera potesse dire: oggi ho compiuto un gesto d'amore verso gli altri.
      Ti abbraccio, Lucia.

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità