giovedì 12 dicembre 2013

I pensieri di Pietro







"Se l'innocenza deve siffattamente soffrire, cosa avverrà del colpevole?”.  “Se io, che porto solamente i peccati altrui, devo soffrire in questo modo, quale sarà la sorte di quelli che hanno chiamato il mio sangue e i loro peccati sul loro capo e sul capo dei loro figli?”.  L'albero verde, pieno di succo, di vita e di foglie non è un buon combustibile, ma l'albero secco è inaridito, pronto a divenir preda delle fiamme. “Se i Romani esercitano tali atti di crudeltà sopra di me, che sono un albero verde e la sorgente stessa della vita, che cosa non vi faranno essi quando vi puniranno per la vostra malvagità e diventeranno gli strumenti di Dio, per distruggere questa nazione peccatrice?" Dai patimenti sofferti al presente dai giusti, per amore del loro Maestro, Pietro ne induce, in modo analogo, la certezza della distruzione degli empi e impenitenti.



35 commenti:

  1. Qual'è il tuo dilemma Gus? Noi porgiamo l'altra guancia ed offriamo il sorriso allo schiaffo. Veramente non mi interessa la certezza della pena per i colpevoli, lo sono di sicuro anch'io, per quanto mi prodighi alzando polvere. Forse non saremo giudicati mai, se non attimo per attimo dalla nostra coscienza, cortesemente fornita da Dio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando Cristo si rivolge a chi lo ha assassinato pensa anche a noi.

      Elimina
    2. Prima di ...intervenire vorrei comprendere bene i tuoi commenti, Augusto. Possibilmente, con parole tue, cosa vuoi dire esattamente con " Cristo si rivolge a chi lo ha assassinato pensando anche a noi" .Detta così la frase sembra quasi contraddittoria. NOI l' abbiamo assassinato, con la nostra ipocrisia, vigliaccheria e cattiveria, ma sappiamo benissimo che ci ha perdonato....eppure, anche oggi, in modi diversi, commettiamo gli stessi errori , gravissimi peccati, anche mortali

      Poi , " succede perché c' e' chi dice sì e chi no"...per no cosa intendi?? una disobbedienza a Dio? Forse perché non siamo troppo gentili e educati esprimendo la verità? O forse perché avremmo dovuto porgere l' altra guancia? Lo sai vero che nemmeno Dio è sempre stato tanto gentile e ...raffinato con chi ha peccato? Vero che lo sai? Anche questa frase sembrerebbe una contraddizione, se ho capito bene.

      Elimina
    3. Il peccato è un mettere sulla Croce di nuovo Cristo e noi lo facciamo.
      Sì è l'accettazione di una dipendenza a una Presenza. No è il rifiuto di accettarla per seguitare a fare i comodi nostri.
      Sì e no significa riconoscere Cristo ma non osservare e seguire la Parola e il suo modo di vivere.
      La Verità è Cristo e non la nostra che è solo arroganza di giudicare e condannare.
      Ciao.

      Elimina
    4. Giudicare chi, Dio? Condannare Dio? Un'altra volta? No, non mi pare, in questo contesto è solo un giudizio di valore, come il bene, l' incondizionato perdono e tanto, tanto altro ancora... il male?...parlami delle sette piaghe d' egitto...
      Fede e testimonianza sono due facce della stessa medaglia.
      La testimonianza dimostra ciò che la fede VIVE e SPERIMENTA.
      che NON è SOLO aprirsi nel suo splendore senza zone d’ombra, ma il manifestarsi, tra luci e ombre come ultimo fondamento della REALTA' a cui aderire in assoluta LIBERTA'. Vi riconoscete liberi voi?
      Eppure... contiene abbastanza luce per lasciarsi riconoscere, ma altrettanto conserva abbastanza ombra per non, e imporsi... al nulla
      Beate è la persona che si permette di vedere la realtà che solo gli occhi della fede possono scrutare.
      La nostra presenza CRISTIANA comunque deve misurarsi, verificare, agire con un carattere non certo trascurabile alla rivelazione dipendente a una Presenza.
      Quella di Gesù è stata un' UNICA offerta di sapienza divina, di salvezza in libertà, ma ci chiede precise condizioni esercitando ANCHE un giudizio secondo VERITA' e GIUSTIZIA sull’esistenza e sulla storia VERA E REALE dell’uomo.
      L'uomo con il suo modo di vivere come vuole si chiude alla verità e al bene, si, soprattutto a Dio. TUTTAVIA La sua presenza non DOVREBBE lasciare in-differenti OMERSOSI, LA VERA FEDE scuote e chiede una presa di posizione onesta e sincera: o con lui o contro di lui?? Questo è UNO dei TANTI GIUDIZI che non possono essere....selezionati, ma visionati alla fede cristiana. I giudizi di valore o meno, non si dovrebbero? commentare contro singole persone, ma il contrasto evidente emerge con le parole dei credenti e con i fatti della vita.
      Determinante è osservare, e non solo, “eventi e parole” , si annunciano con le parole e con la vita ciò che egli è e ciò che egli crede.
      Notte, Augusto

      Elimina
    5. La volontà di Dio è imperscrutabile e per questo si chiama Mistero. Noi la dobbiamo accettare con amore.
      Ciao.

      Elimina
  2. Il cuore dell’uomo è un abisso.
    Mi è capitato d’incontrare nella vita, persone infinitamente buone, umili di cuore, pazienti, percosse dalla vita grandemente, ma perseveranti nella loro testimonianza di fede .
    E... altre persone, più fortunate, incattivite, arroganti, violente verbalmente, piene di baldanza, giudicando a destra e a manca. Come può essere che l’animo umano abbia così tante discordanze.
    Solo il Signore riesce a capire e arrivare là, dove noi non arriveremo mai umanamente.
    Io confido nel Signore, Lui è grande e non abbandona il peccatore ma lo risolleva, nella sua grande misericordia.
    Ciao August, buona serata!
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Succede perché c'è chi dice sì e chi dice no.
      Ciao Dani.

      Elimina
  3. Chissà se la mente di uno stolto arriverà mai a comprendere, mi chiedo! ma non c'è fretta, sono quasi certa che gli "ultimi" saranno i primi nella cena del Signore.
    Certo che l''amore di Dio, com'è inteso nella Bibbia, non lo induce ad azioni, ma non solo, folli, impulsive e immorali.
    Ma un Dio che si manifesta del male quanto del bene, sarebbe un buon Dio?
    Augusto, un Dio, il Dio che non reagisce al male nel Suo mondo, sarebbe un Dio moralmente perfetto?
    Sicuramente no? O si?
    Ma proprio questa reazione, contraria al bene ,è davvero una componente necessaria della... perfezione morale, che la Bibbia ha bene in vista quando parla dell'ira di Dio. Per questo motivo o altro ancora si preferisce il vangelo?
    Dunque... l 'ira di Dio è una necessaria componente della Sua perfezione morale??
    E le piaghe? Le morti innocenti di tanti bimbi?
    Solo lo stolto giudica solo quello che comprende....o che fa comodo?
    Augusto, Lampur, Daniela, Lucia, Angelo...cosa ne pensate voi?


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi dobbiamo amare Dio principalmente osservando la vita di Gesù e adempiendo ai suoi Comandamenti.

      Elimina
  4. Il mio cuore sa che la mia vita non sarebbe la stessa senza di Lui. Lui mi dà forza, mi sostiene nel dolore e nella tristezza. Lo scorso inverno, per una serie di malanni, i medici mi avevano diagnosticato il Parkinson. Dovevo fare ancora una radiografia con mezzo di contrasto, al cervello. La domenica precedente, all'esame, in Chiesa, il sacerdote somministrava l'Unzione dei Malati. Ho chiesto, spiegandone i motivi, di riceverla. E fu così. Nella preghiera silenziosa del mio cuore chiedevo la serenità. E l'ho ricevuta! Beh, il Parkinson non è arrivato, ma le mie gambe non vanno bene, ho bisogno del bastone. Ora da agosto ho una simpatica Orticaria che, nonostante le cure....accompagna i miei giorni. Serenità Eh sì, proprio così! Anzi mi accorgo di sorridere ancora più di prima. Chi si lascia salvare da Lui, è liberato dal peccato, tristezza e vuoto! Ciao Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è proprio questo. Conservare la serenità anche portando la Croce.
      Ciao Lucia.

      Elimina
  5. Neanche Gesù era molto contento di essere crocifisso. Cerchiamo di non affogarci di congetture irrisolte e di non lamentarci, per mezzo di uno dei regali più belli ricevuti dal Signore: il sorriso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristo vive un momento particolarmente angoscioso di fronte alla volontà del Padre, alla quale la debolezza della carne sarebbe tentata di ribellarsi.
      Nell'Orto degli ulivi Cristo si pone nel luogo di tutte le tentazioni dell'umanità, e di fronte a tutti i peccati dell'umanità per dire al Padre: "non sia fatta la mia, ma la tua volontà.

      Elimina
  6. Io credo di aver già risposto nel mio commento!
    Ciao.
    Dani

    RispondiElimina
  7. E si continua a parlare e a giudicare senza aver l'AUTOREVOLEZZA data dallo SPIRITO SANTO.
    Come lo si riconosce?
    Dalle SCRITTURE, ancor PRIMA di VENIRE a condividere il MALE e il BENE nella NOSTRA CARNE fatta dalla SUA polvere.
    SOLO LO SPIRITO SANTO PUO' STRAVOLGERE le SCRITTURE prendendo dal VERBO e sPIEGANDO TUTTE le PIEGHE e le PIAGHE di CHI ORA o MAI E' PARTE dello STESSO SPIRITO.
    Basterebbe LEGGERE quello che difficilmente viene LETTO in CHIESA.
    Eppure è lì a portata di MANO ed io sto iniziando a LEGGERE quello che è ORA o MAI dentro di ME.

    SOLO quando si è VICINO al SIGNORE si percepisce quella SUA PACE "nascosta" da tanta sofferenza IN SPIRITO, fattosi POVERO in SPIRITO. Altro che SEGNI che proVENGONO dal CIELO. Per me SONO OPERA SEMPRE della MADRE, nel BENE o SOPRATTUTTO nel MALE e non si comprende l'ULTERIORE tempo concesso in un corpo ... destinato alla RUGGINE e alla TIGNOLA.

    Se non credete a ME allora LEGGETE le STORIE di CHI ha percorso TRATTI della SUA stessa VITA.

    Ho letto INTEREMENTE la PRIMA LETTERA ai CORINZI di Saulo di Tarso divenuto PAOLO.

    Mi piacerebbe APPROFONDIRE OGNI SUA PAROLA e SONO sicuro che INSIEME possiamo FARNE UNO.

    Chi non dimentica E' perché NON COMPRENDE.
    Vale per entrambe le VIE, VERITA' e VITE.

    DUE di VOI mi ha MINACCIATO.
    UN. sar. pres. e l'altr. lasciat.
    Basterebbe rileggersi per almeno comprendersi.
    Io so XloPIU' di ESSERE MALE e BENE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E Giuda rispose: "Sono forse io".
      Spero che la tua risposta non sia: "Tu l'hai detto".
      Come capisci quando è lo Spirito Santo che si serve del tuo involucro per illuminare gli in-sapienti?".

      Elimina
    2. Mi fa vedere il MO'mento a preSCINDERE in che modo lo racconTANO l'UNO o l'ALTRO. Poi vado a leggerli TUTTI dopo aver VISTO con l'AIUTO del MIO ANGELO che PARLA in un MODO alQUANTO strano.
      Io HO VISTO UNA SOLA MANO.
      Poi GIU'da sapeva della COMMISSIONE da svolgere dopo il colloquio del Fariseo Nicodemo.
      Se non PORTIAMO a COMPIMENTO il NOSTRO COMPITO all'ORA E' MEGLIO che non FOSSIMO NATI.
      E' TUTT'ALTRA perSONA VIVERE i mo'MENTI.

      Elimina
  8. Niente da fare. I mio blog non si aggiorna. :(
    Buon giorno Augusto. :)

    RispondiElimina
  9. E' un pensiero molto confortante.
    Certo, il legno verde difficilmente può essere bruciato, ma chi è inaridito e secco, ecco che brucia facilmente lungo la via del peccato.
    Pietro sapeva quello che diceva, Gesù Cristo lo amava e si raccomandò molto a lui per il futuro della sua Chiesa.

    Ciao Augusto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pietro non deluderà le attese dei cristiani
      Ciao Rossella.

      Elimina
  10. ma....abbiamo perso anche Angelo?

    RispondiElimina
  11. No. Ha commentato abbastanza.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  12. Augusto, e' vero che nella mia seconda foto somiglio a Ornella Muti da giovane? :))))
    Sono narcisista lo so, ma ancora per poco. :(
    Ciao. Buona settimana anche a te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho conosciuto Ornella Muti. In un albergo. Senza trucco era inguardabile.
      Ciao.

      Elimina
  13. Ah bhe, lo vista anch'io. Solo la Puccini e poche altre sono belle senza trucco. Io al mattino sembro un zombi: pallidissima, e quando sto male divento sul violetto con gli occhi grigi, spenti. Non mi trucco molto, ma se una donna e' inguardabile, lo è anche truccata. C' e' poco da fare. Mi fanno innervosire solo le donne trascurate dai vizi. Npn le tollero come gli uomini del resto. Sono anni che non vedo un Bell' uomo, truccato o meno. :)

    RispondiElimina
  14. Mi piace tantissimo il pensiero di Scarlett, Pietro in effetti con tutte le contraddizioni "umane" è la roccia su cui il Signore ha fodato la Sua Chiesa.
    Grazie!
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pietro era illuminato dallo Spirito Santo.
      Alla domanda che Gesù rivolse ai suoi discepoli ci fu un'unica risposta: " Tu sei il Figlio di Dio". La risposta è di Pietro.

      Elimina
  15. Perché? può essere contraddittoria una persona illuminata dallo spirito santo? :((((

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pietro prima che il gallo cantasse rinnegò per tre volte Cristo.
      In quell'occasione la paura scacciò lo Spirito Santo.

      Elimina
    2. Ma smettila di pensare di riuscire a scacciare lo Spirito Santo.
      Puoi solo prenderTELA con la polVERE/carne che lo a.C.COGLIE.
      Anche Gesù si defilava agli inizi.
      Devi sforzarti di capire il mo'MENTO GIU'STO' per portare TUTTO a compiMENTO.
      Non serve MORIRE subito senza aver portato a TERMINE la MISSIONE.
      Ma come fate a dire certe CAZZATE se Gesù stesso VOLLE che doveva andare così per Pietro in quel mo'MENTO.
      Ti perdono solo perché NON E' il TUO mo'MENTO.
      O anche TU cerchi di evitare il ... SALE?

      Elimina
    3. Gesù non interferisce sul libero arbitrio.
      Non siamo marionette.

      Elimina
    4. Mica è inTErVENUTO!
      InTErFERISCE e SOLO Pietro sa quanto GLI ha fatto male quella proFETICA visione. Eppure! Nonostante la preVISIONE Pietro non riuscì a USARE la SUA LIBERTA' ancora priva della VERITA' che RENDE la VRA LIBERTA'.
      Guai a essere MARIoNETTE. Meglio BURrAttini.

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità