lunedì 16 dicembre 2013

Dio che è mio Padre



Noi non siamo giansenisti, noi sappiamo che Gesù è il nostro vero amico.

San Paolo ci ricorda che siamo stati costituiti figli, e se siamo figli, siamo anche eredi: eredi di Dio, coeredi di Cristo.

Sant'Agostino ci dice che noi siamo divenuti Cristo. Poiché se Egli è il capo, noi siamo le membra, l'uomo totale, Lui e noi. La pienezza dunque di Cristo, il capo e le membra. Che cosa sono il capo e le membra?  Cristo e la Chiesa.

San Gerolamo ci ricorda che noi siamo chiamati ogni giorno a generare Cristo nella nostra vita, quindi a essere compartecipi della sua santità, a essere Tempio dello Spirito Santo. Gesù non ci ha detto pregate Dio che è mio Padre, ma dite "Padre Nostro", così che noi siamo figli e fratelli.

Quindi Gesù è l’Amico perché è nostro confidente, fratello e figlio, ma diciamo riconoscendo la nostra umanità : "Signore, non son degno di partecipare alla tua mensa ma di' soltanto una parola ed io sarò salvato"


31 commenti:

  1. Preferisco gli amici veri a quelli immaginari :)

    Buona giornata, cine-produttore! XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristo non è una favola. Nessuno nega la sua esistenza. I Vangeli testimoniano la sua vita.
      Il blogpanettone prenderà l'oscar dei cinecazzari.

      :(

      Elimina
  2. Tranne Chiesa (s.f.), tutto al maschile 'sto post (capo, figlio, padre, fratello, amico, uomo). Giusto per ribadire chi comanda in questa casa. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti la Madre di Dio è una ragazza di quattordici anni.

      Elimina
    2. .. ma non s'azzardi a voler dire Messa...

      Elimina
    3. La solita GUERRA tra le PARTI che ci GEN'ERANO, costituendoci le MEMBRA del FIGLIO.
      La GUERRA di esseri FUORI di noi che trasferiscono la GUERRA dentro di NOI. Sta a NOI riuscire a rimetterli INSIEME, non per a-more di carne ma di SPIRITO.
      Sei stato TU libero di decidere il tuo essere CARNALE?
      E SPI...RITUALE?

      Elimina
    4. Mi dai ragione allora? Si, Gus. La potenzialità innanzitutto. Una volta chiesi ad un amico molto religioso se potesse tornare ancora sulla terra un Figlio di Dio. Mi disse "assolutamente no". Questa è la cosa che mi sconvolge. Siamo noi insignificanti, ormai, a decretare cosa possa o non possa decidere l'Onnipotente. Siamo incapaci di prendere coscienza della nostra nullità senza sentirci preda delle vertigini.

      Elimina
    5. Cristo torna quando arriva il tempo stabilito. La domanda è: "Quando tornerò ci sarà ancora qualcuno che mi ama".
      E' un domanda terribile.

      Elimina
    6. Non serve dare o avere ragione in SUpPOSIZIONI, anche se le scritture poi raccontano e profetizzano in SIMILITUDINI.
      Siamo TUTTI Figli di un Dio di questo mondo e di un Padre che è come se è andato VIA da NOI, ma potrebbe ESSERE il CONTRARIO che sia andata VIA la SUA SPOSA inCINTA di NOI da LUI.
      Non importa di CHI SIA la COLPA. Noi apparteniamo a LEI e a LUI e per OPERA NOSTRA dobbiamo riportare la PACE in NOI, tra le cose del MONDO e quelle del CIELO.
      Delle cose dle MONDO poco sappiamo, ma di quelle del CIELO?
      SONO CRESCENDO in CARNE e in SPIRITO possiamo CAPIRE e ONORARE nostra MADRE e NOSTRO Padre.

      Elimina
  3. Davvero un gran parlatore e pensatore, Agostino, il mio santo preferito! : (
    Ed è così anche per noi. Ognuno di noi ha un ruolo diverso nel corpo, e ognuno ha dei doni e delle capacità, diverse, e ad ognuno Dio dà opportunità diverse.
    diversi da ogni altro membro.
    Però, ogni membro è importante, ed ha un ruolo importante nel corpo. Non bisogna né vantarci, credendo di essere più importante degli altri, né pensare che qualcuno sia inutile. Ogni membro è importante.
    dal web, non l'ho scritto io!
    Notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tommaso ha più sensibilità di Agostino, ma va bene lo stesso.
      Buonanotte, Silvana.

      Elimina
    2. Ci mancava che la contraddizione incarnata riconoscesse la VERITA' di AGOSTINO quando i suoi sensi cominciavano a FARE PACE.

      Che organo vi piacerebbe POTER scegliere di ESSERE?
      Chi GENErerà tu-MORE?
      Chi a-MORE?
      Io sono sempre lo STRONZO generato dai vostri inTESTIni.

      Elimina
    3. Agostino ha parlato usando la metafora. Di quali organi stai parlando?

      Elimina
    4. Quelli a CANNE nelle CHIESE!

      Elimina
  4. Nella confusione di Santi,Apostoli ,Beati e qualt'altro che propone la dottrina Cristiana,io ho una certezza,mio Padre era una persona meravigliosa e come Padre avrò solo e sempre lui l'unico che mi ha generato e mio Madre,l'unica che mi ha partorito,non più vergine,fortunatamente e priva di angeli annunciatori,ma solo una donna innamorata.

    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bello prendere atto di un figlio che ama i propri genitori.

      Cia Fulvio.

      Elimina
  5. Ob!!!! Interessante, vediamo un po' come va a finire. Attendo. :))
    Ciao Augusto, hai ripreso a lavorare?

    RispondiElimina
  6. Vedevo giusto ora il telegiornale coi migranti lampedusani trattati come bestie e stipati in centri d'accoglienza in misura largamente superiore alla norma. Era proprio complicato creare un nuovo centro da parte di Papa Francesco? Cosi assurdo e contrario al protocollo? L'avrà visto il telegiornale Papa Francesco? Ha gettato fiori e cuore a Lampedusa, a suo tempo. Può aver dimenticato? E non ditemi che non può cacciare soldi per ogni emergenza.. (a parte che a mio avviso potrebbe pure..); comunque qualche segnale che non si limiti alle "tessere telefoniche" andrebbe speso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Creare un nuovo centro significa impantanarsi in una tremenda storia burocratica.
      Lampedusa è nel territorio italiano e non in quello del Vaticano.

      Elimina
    2. Mo' dimmi chi si sarebbe offeso.. ;)

      Elimina
  7. Il Signore diriga i nostri cuori nell’amore di Dio e nella pazienza di Cristo (San Paolo.) Buonanotte.

    RispondiElimina
  8. Esiste una legge, la Bossi-Fini che regola la materia.
    Chiedere di intervenire nel territorio italiano per farsi pubblicità sarebbe stato altamente offensivo per il Parlamento italiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace ma neanche se lo vedo... e se invece, veramente, una eventuale volontà vaticana fosse frenata in tal senso... getto la spugna e mi ritengo abitante di un'altra galassia...

      Elimina
  9. Si chiude anche "l' anno della fede" vissuto con vera emozione per chi crede davvero. Abbiamo ancora verificato quanta fede esiste ancora nel mondo. Sono convinta che chi vive Dio e la religione si sente involontariamente coinvolto in qualcosa di incredibile, che diventa inspiegabile, irraggiungibile per i più sfortunati. Niente scossoni quindi, nessuna menzogna, e, per ora, niente rituali spesso noiosi, ripetitivi, ma nulla, nulla è naturalmente a caso,... ovvio.
    Nasce poi il coraggio, la forza della responsabilità che ognuno di noi possiede...volendo, volendo essere l' annunciatore del vangelo.
    C'è nostalgia di Dio, ma abbiamo la presenza di Francesco, predicatore di misericordia, del perdono di Dio, sono un chiaro segno che questo anno ha corrisposto alle finalità che si era dato.
    vivere la fede senza speranza è illusorio,....ma anche viceversa, credere non deve essere solo speranza. Tutti o quasi sperano e amano, ma è sempre il COME che fa la differenza.
    ....qual è il vostro tormento...?
    Buona notte, sono sfinita.

    RispondiElimina
  10. E' una sofferenza inutile, la tua ...sei stato. lo sei ancora, un uomo molto fortunato. io non posso vivere nemmeno di ricordi.
    Gus, basta tormenti, smettila di tormentarti. Io basto e avanzo, anche per voi :)

    RispondiElimina
  11. Dormi serenamente, rilassarti....se sapessi che fatica faccio a vivere...non sopporto la cpap, il mattino è sempre una tragedia...poi passa...

    RispondiElimina