giovedì 26 dicembre 2013

Consapevolezza e cambiamento





La consapevolezza di “qualcosa“ non necessariamente indica la strada del cambiamento o della trasformazione.
Per mettere in atto il “cum sapere“ c'è necessità di leggere il termine cum come con, insieme, in relazione. Altrimenti si rischia di isolarsi nel proprio sapere. Altra necessaria considerazione è che per porsi in relazione c'è bisogno di reciprocità, quindi di ascolto. E, oggigiorno, i tempi dell'ascolto sono inesistenti. Così come quelli della riflessione, figuriamoci quella della comunanza consapevole. Anzi, i luoghi ed i tempi dell'ascolto sono vanificati dal troppo “rumore”, dalla ridondanza di affermazioni che ci vengono propinate.
Ora, dato che la consapevolezza di qualcosa deve necessariamente trovare alloggio nella sua applicazione, altrimenti si riduce a teoria se non ha capacità di messa in atto e questa applicazione deve essere collettiva, non isolata a sé, altrimenti troverebbe solo testimonianza di pacificazione della propria coscienza.


56 commenti:

  1. Non a caso tutto inizia con la sofferenza, subentra il disagio quando non ci permettono una vita normale senza chiedere ne pretendere.
    La base di ogni cambiamento è la conoscenza, il nostro pensiero e le nostre azioni.
    Quando mi relaziono comprendo e mi ri-conosco, fuori, da sola, ritrovo la serenità per ricaricarmi, a volte, volutamente, cerco di allontanarmi..
    La consapevolezza di che cosa accade è importante: sono "empatiaca"
    Se c’è consapevolezza c’è lucida osservazione Posso sentire ciò che vedo, ma soprattutto ciò che ho visto in profondità.
    Quando non siamo...consapevoli si apre uno spazio all' ipocrisia, ai comportamenti contrastanti eccetera. Queste esperienze di effimera relazione mi condizionano....eppure devo farmi bella e sorridere. la verità non si può dire perché fa male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Centrato in pieno il significato di consapevolezza.
      Ciao Silvana.

      Elimina
  2. Buona notte, Augusto. Sto male e domani la sveglia suona alle sette.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sveglia che suona alle sette è l'ancora a cui ti aggrappi.
      E' la tua salvezza.

      Elimina
  3. Il non pubblicato contiene una grande verità.
    L'intimità con Cristo a volte lascia spazio una sensazione di tremenda solitudine.
    Non sempre sono balocchi e profumi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quasi per nulla sono gioie terrene!
      La VITA in CREAZIONE è fatta sempre di SCONTRI esteriori e interiori.
      La VERA PACE è trovare l'EQUIliBRIO comprendendo anche gli estremi e le devianze.

      Elimina
    2. Ogni giorno la vita si affronta tra consapevolezza e inconsapevolezza,
      Nelle nostre relazioni e individualmente, riconoscerle è superare molti dei nostri problemi
      Ascolta:
      ...si narra...
      mentre il giorno perde
      la sua battaglia con la notte...
      ..."perchè gli uomini combattono???"...
      "Ogni uomo, prima o poi,
      è chiamato a farlo...
      perchè...per ogni uomo
      c'è sempre una battaglia
      che aspetta di essere combattuta...
      da vincere o da perdere...
      ...Perchè lo scontro più feroce
      è quello che avviene fra i due lupi...
      ...In ognuno di noi
      ci sono due lupi...
      Uno è cattivo e vive di odio,
      gelosia, invidia, risentimento,
      falso orgoglio, bugie, egoismo..
      ...l'altro è il buono...
      Vive di pace, amore,
      speranza, generosità, compassione,
      umiltà e fede...
      ...E quale lupo vince???
      "Quello che nutriamo di più...

      Ciao August,buona giornata!
      Dani

      Elimina
    3. E' vero. In un certo senso nutriamo i lupi.
      Ciao Dani.

      Elimina
    4. Anche non risponderti è una specie di provocazione. Forse ESTREMA-MENTE la MIGLIORE ... mio dio in terra che conosce gli estremi e le curve cosmiche.
      Ma va a quel paese! Poi sarei IO quello che si REPUTA il portaVOCE di DIO. Io mi sforzo SOLO di provocarlo ma coi FATTI e le dimostrazioni e non inventandosi un DIO che nemmeno conoscete nelle VOSTRE imperfezioni.
      Cerca di NUTRIRE chi vi parla a FACCIA a FACCIA come tra un PADRE VECCHIO e un FIGLIO ABBA'stanza adulto. Non mettetevi al POSTO di CHI E' stato prima di VOI così COME adESSO VOI siete.
      UMILTA' E' VERITA' ... qualunque ESSA SIA, sia in terra che SOPRA-TUTTO in CIELO.
      Buon San GIOVANNI Apostolo!

      Elimina
    5. Tu rispondi sempre, soprattutto quando non rispondi.

      Elimina
    6. E smettiamola di CREDERE a.D. messaggeri vestiti con vesti del tempo e pur con ALI da gallinacei.
      POLLI siete per CHI vi rende protagonisti nelle FESTE evitando i CAPPERI se siete RUSPANTI.

      Elimina
    7. Sarei io il lupo cattivo? Così per dire. Altra dimostrazione: cane che abbaia non morde, mentre c' e chi rosica di rabbia.

      Elimina
    8. Il lupo cattivo è la parte sbagliata dentro di noi.

      Elimina
    9. Non è rabbia!
      E' simile a stracciarsi le VESTI.
      A chi di stoffa e a CHI di CARNE!

      Io cucino le galline per darle ai miei lupagghiotti e le PECORE al MIO CANE ... per calmarlo nella stagioni DEI a-MORI.

      Elimina
  4. Non hai capito un cappero del mio commento, angelo. Solo Augusto ha compreso. Sei sotto tono in questi giorni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esprime il suo capire in modo diverso da me.
      Ciao Silvana.

      Elimina
    2. Angelo, gli estremi e le devianze appartengono all'uomo

      Elimina
    3. RiSPIEGAlo dopo averlo nuovamente riPIEGATO. Segui le preESISTENTI PIEGHE. Posso ESSERE LIBERO di ritornare a non capire?
      Quante volte ti devo dire che non sono i meriti degli uomini che devi cercare ma quelli di un DIO che sa consolare COME nessun ALTRO.
      Poi non mi piacciono i CAPPERI che su usano per coprire i SAPORI della PIETA'nza prePARATA.
      Nutritevi a vicenda MIEI LUPI buoni che in inverno invidiano i loro cugini "CANI" che sono scesi a PATTI con l'avversario UOMO.
      IO SONO UNA PECORA CATTIVISSIMA e con il MIO MORSO ne ho castrati LUPI che si volevano riprendere il MIO ... CANE.
      ORA e MAI facciamo COPPIA FISSA controNATURA, ma non facciamo SESSO spaccianDOLO A-MORE.
      Io vengo qui per COGLIERE e quel che do.. è solo ESCA, PASTUME, ... avanzi.
      Altrimenti capireste già TUTTO delle LEGGI del MONDO ... miei BOTTEgay.

      Elimina
    4. In fondo è giusto quello che hai scritto.

      Elimina
    5. Cosa vuol dire per TE GIU'STO'?
      GIU'dicaLO VERO o FALSO, sempreché conosci la DIFFERENZA di LUCE per mantenere in VITA la FIAMMA inestinguibile del SEMPRE

      Elimina
    6. Non bisogna coprire i sapori.

      Elimina
  5. "oggigiorno, i tempi dell'ascolto sono inesistenti" : per un blogger come te è quasi un autogol... il tuo post lo trovo invece calzantissimo per le ultime ridondanti uscite papali: "Che certe cose disdicevoli non accadano più!" ("la consapevolezza di qualcosa deve necessariamente trovare alloggio nella sua applicazione, altrimenti si riduce a teoria se non ha capacità di messa in atto e questa applicazione deve essere collettiva, non isolata a sé, altrimenti troverebbe solo testimonianza di pacificazione della propria coscienza"). Dictum factum. Buon Natale e Buon Pranzo a Tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora con i pranzi!
      Ciao Franco.

      Elimina
    2. Vorresti CENARE anCORa?
      VOI non sapete CHI E' quel Vescovo vestito esteriormente di BIANCO che viene dalla FINE del MONDO vestito di nero.
      Poveri miei MAYAli è iniziato l'ABBAnDONO dei vostri sacrifici dell'UOMO nei VOSTRI Tempi.
      Eppure è così SEMPLICE CAPIRE!
      Ma che Animali siete?

      Elimina
    3. Quando dopo si comincia a sentir puzza di merda!
      Uso termini troppo VOLGARI?
      O preferisci quelli SALGARI che non era mai stato tra i tigrotti di mo'BRACEn ...ere?

      Elimina
  6. Perché ti fermi al pranzo, Gus? Perché dovrei accontentarmi della consapevolezza papale? Quando, come tu stesso ben sottolinei, troppo spesso tacitiamo e pacifichiamo solo la nostra coscienza? Animali di Dio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Papa è un punto di riferimento. L'obbedienza è il cuore del cristianesimo.

      Elimina
    2. Quale P...ietro?
      SiMone o CEFAlo?
      UNA SOLA OBBEDIENZA in CHI abbiamo CONOSCIUTO e riCONOSCIUTO apPARTEnente alla NOSTRA misera SOSTANZA.
      Ha VINTO il FIGLIO, adESSO PADRE!
      Tu da che parte STAI ... se anche il BENEDETTO ... SEDICI a VASATO il CORDONE NODOSO del FRAncESCAno?
      Devi scavare nella MENTE perVERSI scritti per poter capire perché c'è CHI UBIdisce ad una certa TORBInosa verità ... non creata da NOI ... rivestiti di PELLE di POLLI.

      La GUERRA nei CIELI si è trasFERITA in NOI e TUTTO deve compiersi in NOI.
      Agli altri sembrerà TUTTO come PRIMA! Più di prima!

      Elimina
    3. Devi percorrere tutti i gradini dell'obbedienza se vuoi arrivare all'ultimo.

      Elimina
    4. Pensi che non l'abbia perCORSI?
      MuoVITI che c'è poco tempo.
      VI ho TUTTI daVANTI!

      Elimina
  7. Ben detto. Sai quanti si smuoverebbero se il Papa facesse un minuscolo, tangibile passo, oltre allo scontatissimo "che non accada mai più"?
    Se sei riferimento, devi scuotere per primo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Moltiplicazione dei pani e dei pesci?

      Elimina
    2. BRAVO GUS!
      Il miracolo non lo fece chi INSEGNO a farlo con la roba da mangiare di un POVERO BAMBINO che aveva già avuto la razione dai SUOI GENITORI, ma che preferiva STARE tra chi pensava SOLO a NUTRIRSI di COSE e non di PERSONE.

      Elimina
  8. La consapevolezza arriva solo quando sei in pace con te stesso^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La consapevolezza arriva dopo che hai sbagliato tutto.

      Elimina
    2. Decidetevi! Non è meglio sfamare il LUPO cattivo con la CARNE e il LUPO BUONO con lo SPIRITO?
      Per un ragazzino è pace dei sensi anche dopo una manipolazione/agitazione del basso VENTRE.
      Gli UOMINI preTENDONO di PIU' e IO VINCO su TUTTI.
      State attenti alle VERGINI che hanno CAPITO TUTTO.

      Elimina
  9. Infatti noi non siamo per niente consapevoli che il mondo è allo sbando, che Kyoto rimanda le emergenze al 2050!! (tanto che je frega, che ce saranno loro nel 2050?!..), o che le auto bombe dilagano e che noi ormai le cataloghiamo come le farfalline di Belen, o che un centro d'accoglienza lager viene svuotato solo perché qualcuno ha fatto un filmino.
    La consapevolezza è l'illuminazione un attimo prima della fine, non il bollettino dei morti il giorno dopo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ProFETIzare non vuol dire ANNUNCIARE il FUTURO che si avVERErà, ma semplicemente preVEDERLO. IPOTIZZARLO per COME si prePARA, si FORMA con questi INIZI.
      Altro che per FEDE, per SPERANZA e CARITA'.
      Paradiso, inferno e purgatorio.
      E' una BATTAGLIA tra ANGELI e deMONI, ma non è detto che non dicano entrambi la VERITA' sul DOPO MORTE.
      Per entrambi non fa paura la morte e nemmeno le sofferenze se non SONO ETERNE.
      TUTTO E' un SUIciDIO, ma c'è una sottile differenza tra chi avvisa di farlo e chi lo fa senza dire NULLA.
      Non so come spiegarlo!
      Non so se può aiutare una CANZONE.
      Perché quando si AMA si perde l'APPETITO?

      http://www.youtube.com/watch?v=9-uVy_GtbjE

      Elimina
    2. Consapevoli e impotenti.

      Elimina
    3. Avere nelle scarpe
      la voglia di andare.
      Avere negli occhi la voglia
      di guardare.
      E invece restare...
      prigionieri di un mondo
      che ci lascia soltanto sognare
      solo sognare....
      No! Se non ci fossi tu io me ne andrei
      Noo! Se non ci fossi tu io non sarei
      prigioniero del mondo.
      Avere nel cuore
      una voglia d'amare
      avere nella gola una voglia
      di gridare
      e chiudersi dentro
      prigionieri di un mondo
      che ci lascia soltanto sognare
      solo sognare....
      No! Se non ci fossi tu io me ne andrei
      Noo! Se non ci fossi tu io partirei.
      Non sarei prigioniero
      di nessuno e di niente
      io sarei fra la gente un uomo che fa
      quel che sente
      No! Se non ci fossi tu io me ne andrei
      hey-yeh
      Noo! Se non ci fossi tu io non sarei
      prigioniero del mondo.

      Elimina
    4. Anche il BATTISTA pensava che finiva tutto LI' nelle carceri di E-RODE che avrebbe a.C.conSENTITO di dare META' del SUO REGNO ad un sgualdrina ... figlia di SGUARDRINA in cambio della TESTA del SUO SALVATORE?

      Non siamo impotenti ma un PO' TaENTI in un'ANIMA SOLA.
      Cerca il SOLO e SARETE DUE SPIRITI SOLI in un REGNO SOLO.
      Un po' come ritornare alle ORIGINI, ma ancor PIU' rispetto alla DIVISONE di un CORPO SOLO in due.
      Gli ANGELI fanno SeSSo o HANNO sESSO?

      Elimina
  10. Siamo animali privilegiati. Possiamo illuminarci o appiccare roghi in nome dello stesso Dio. Ma a chiacchiere non ce batte nessuno. Consapevoli o meno. Ed anche se a Gus infastidisce un attimo, buona cena! (vista l'ora...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per chi suona la CAMPANA?
      Siamo TUTTI CHIACCHIERE incarnate a CARNEVALE.
      A.T.tento a friggerti con lo stesso tuo OLIO.

      Elimina
  11. Augusto non vedo il mio commento. E stato blogger?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvana, si tratta di un commento sul mio post o su qualche utente?
      Ciao.

      Elimina

  12. Prima che sorga l'alba,
    vegliamo nell'attesa:
    tace il creato e canta
    nel silenzio il mistero.

    Il nostro sguardo cerca
    un Volto, nella notte:
    dal cuore a Dio s'innalza
    più puro il desiderio.

    E mentre, lieve, l'ombra
    cede al chiaror nascente,
    fiorisce la speranza
    del Giorno che non muore.

    Presto l'aurora in cielo
    ci inonderà di luce;
    la Tua misericordia,
    o Padre, ci dia vita.

    E questo nuovo giorno,
    che l'alba per noi schiude,
    dilati in tutto il mondo
    il regno del Tuo Figlio.

    A Te, o Padre santo,
    all'unico Tuo Verbo,
    all'infinito Amore,
    sia lode in ogni tempo.

    quest'Inno è uno spunto di meditazione e ci aiuta nel cammino di coscienza, intesa come consapevolezza di ciò che viviamo e a Chi apparteniamo. Mi accorgo che è nel disegno di Dio se ci deve essere la consapevolezza in me di un cambiamento nei confronti del mio prossimo. Buonanotte! Gus. A domani!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu non devi cambiare.
      Resta come sei.
      A domani.

      Elimina
  13. August mi spiace ma non se ne può più di Silvi, ho fatto un post, mi spiace che tu venga nominato solo di striscio , ma mi pareva giusto avvisarti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, ma io sono Gus e lei è Silvi.

      Elimina
  14. Oggi esperienza dolorosa. Indicibile. Passerà?

    RispondiElimina
  15. Inizia.. la consapevolezza inizia il vero cammino della Vita Vera..ma non si e'...ancora divenuti..essere cosapevoli a tratti man mano che ci si ri.sveglia... e' capire ma non comprendere con la vita! Buon Natale Gus amico caro e bello! Natale tutto l'Anno...un sorriso a te :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mariella.
      Natale tutto l'anno anche per te.
      Ciao.

      Elimina