sabato 30 novembre 2013

Conoscere quello che siamo






Nel romanzo "Furia" Salman Rushdie definisce New York una città di mezze verità ed echi che in qualche modo domina la terra. Si può odiare questo dominio oppure si può celebrarlo, o ancora rassegnarvisi, ma resta un fatto: New York è il plesso culturale della realtà americana, in tutto il suo eclettismo, la sua emotività, la decadenza, l'intelligenza e il potere. Le mezze verità non sono sufficienti perché l'uomo occidentale, nonostante il suo sapere corre il rischio di arrendersi davanti alla questione della verità. New York è la città ideale per chiedere:" Voi cosa state cercando?" e chiedersi: "Io cosa sto cercando?". La curiosità di una domanda allarga la ragione perché dilata l'orizzonte del conoscibile. Il cuore intuisce già che l'orizzonte è più ampio di quanto il mondo oggi affermi. La nostra capacità di indagare le cose con la ragione è ispirata dal presentimento del cuore che esiste qualcosa di più grande. Si chiama esigenza di infinito o brama di verità



50 commenti:

  1. S. Agostino diceva che siamo quello che amiamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sant'Agostino renderebbe GRAZIE all'altra META' della GRANDE MELA, quella senza il VERME che dimostra che è OTTIMA per CONOSCERE BENE il male per SCEGLIERE BENE il BENE.

      Elimina
    2. Siamo quello che amiamo.

      Elimina
    3. MAGARI. SiAMO inVECE quello che siAMO per gli altri. Come TUTTI. Chi un DIO, chi poco o nulla, CHI un AMICO, CHI un pazzo, chi il proprio AMORE, chi un TORMENTO, ... ma per te CHI SONO?

      Tu per me SEI UNO che mi SU o SO ... PORTA.

      Elimina
    4. Chissà se invece non ci siano persone che si accontentano delle gioie mondane e rinunciano ad adorare il Signore....come ha detto Papa Francesco nella sua omelia, è in questa direzione che va il mondo...o che qualcuno vuole che vada il mondo...ma perché? E per chi?
      Chi vuole che il mondo vada in questa direzione?
      E chi veramente si accontenterà delle gioie mondane e rinuncerà ad adorare il Signore?
      Forse questa sarà l'ultima prova a cui l'umanità sarà sottoposta?
      Quale uomo potrà vivere senza il Signore?

      Elimina
    5. Vale sempre la parola di Sant'Agostino: " Tu sei quello che ami".
      Quelle persone hanno scelto la mondanità e messo da parte Dio.
      Ciao Frapp.

      Elimina
    6. La FRASE è imPOSTata MALE come quella "AMA e FAI quello che VUOI".

      VELO sVELO IO l 'esSENZO di UNO SPOSO che non vorrebbe una sposa che guarda gli altri. POTENZIAlMENTE TRAdTRIce.

      Un GIORNO ritornerà dallo SPOSO di SEMPRE.

      Vale anche per la sposo nei riGUARDI della SPOSA.

      Ci sono MOLTI che si scoccerebbero rimanere in E TERNO SOLO con l'altra SUA META'.

      Elimina
  2. Secondo me per queste domande esistenziali New York non è la città esatta. Ma se uno viene da Chieti probabilmente il senso di smarrimento è più marcato. Metti un newyorkese a Piazza Venezia a cercare un taxi e lo vedrai smarrito ancora più assai... p.s. toccherà pure sdrammatizzà ogni tanto... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salman Rushdie spiega bene perché New York città ideale per confrontarsi con te stesso e capire cosa ami.

      Elimina
  3. New York è anche la città dei sogni, dove puoi sempre e comunque progredire!! :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, Miki. E' la citta dalle mille sfaccettature.

      Elimina
    2. Ci dovrò andare, prima o poi!

      Moz-

      Elimina
    3. Giugno 2014. NewYork arrivo!!!

      Elimina
  4. Ciao, abbiamo notato il tuo blog, i cui contenuti sono davvero interessanti, vorremmo proporti di collaborare con Il Trafiletto, blog di informazione libera e news, ci sono possibilità di guadagno, vieni a trovarci su.http://il-trafiletto.blogspot.it/ e contattaci, saremo lieti di darti tutte le informazioni da te richieste. Cordialmente saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ho visto il blog e mi piace, ma io ho già tanti impegni.
      Ciao Cattia.

      Elimina
    2. Mannaggia Gus.. non ti ci vedevo male a sciveredi "esigenza di infinito" tra la psicologia del cane e le tagliatelle tartufate.. oltretutto con dichiarata chimera di possibili guadagni... strano il tuo rifiuto.. avevano colto in pieno lo spirito del blog.. ;))

      Elimina
    3. Anche noi parliamo di tagliatelle tartufate. Sono buonissime.
      :-)

      Elimina
  5. "Va dove ti porta il cuore"... New York? Potrebbe essere un peccato di presunzione? La sfida al nostro destino non rappresenta più un freno degli umani... appetiti. Il desiderio, la libertà ci spinge molto più avanti .Da qui potrebbe partire un viaggio a ..." tutto campo" capace di coinvolgere e sconvolgere equilibri ben collaudati , ma in-capaci di offrire, forse, il solo necessario per stare dignitosamente nel mondo.
    "Conosci te stesso" ma "niente di troppo"..qualcuno ha detto, è una virtù che elimina gli estremi per difetto.
    Non possiamo sempre decidere, ma credo sia meglio accettare dei limiti.
    Chi non gli accetterà sarà segnato dal male oscuro di vivere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esiste un solo Destino, quello del ritorno al Padre.
      Ciao.

      Elimina
    2. Tramite la MORTE. Tra Lazzaro e Maria chi doveva tornare al PADRE ... e chi alla MADRE?

      Elimina
    3. Gesù con l'episodio di Lazzaro vuole dimostrare che i morti resuscitano e anticipa la sua Morte e Resurrezione. Per Destino, teologicamente si intende il ritorno al Padre.

      Elimina
    4. LEGGI BENE! Poi sostieni di conoscere GIOVANNI.
      Non puoi avere nemmeno l'aiutino da Matteo, Marco o Luca.
      Quella di Lazzaro è un RISVEGLIO, una LIBERAZIONE. Lazzaro poi MUORE come tutti gli altri.
      Parli come un catechista che il parroco ha costretto a dargli una mano per tenere a bada i bambini che poi si chiederanno se sono stati presi in GIRO.

      Elimina
    5. Il miracolo viene dal Vangelo presentato come uno dei maggiori miracoli compiuti da Gesù e viene direttamente collegato con la Risurrezione di Gesù: infatti è l'ultimo dei segni che Gesù compie prima della sua passione ed il segno successivo sarà la sua risurrezione.

      Elimina
    6. E' SOLO nel Vangelo SECONDO GIOVANNI. Il Vangelo dove si parla molto del PANE di VITA ma non dell'Eucaristia.
      LEGGI BENE anche che per quel FATTACCIO per gli Ebrei FURONO condannati entrambi a MORTE.
      Vuoi le coordinate ... i passi?
      Non lo conosci a ME...MORIA?

      Elimina
  6. Ho offeso involontariamente qualcuno?
    Buona domenica, Gus.

    RispondiElimina
  7. ma..non mi rispondi? Perché?

    RispondiElimina
  8. Angelo, La frase di Sant'Agostino è perfetta. Se ami Dio sei un cristiano che ha detto sì e vive all'interno di quel sì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quale Dio?
      E in quale MODO lo AMI?

      Elimina
    2. C'è una sequela di Giovanni:


      Credere significa amare Dio.
      Amare Dio significa osservare i suoi comandamenti.

      Elimina
    3. Il solito TALE e BANO.
      Anche gli ANGELI credono in DIO.
      Ci sono anche CERTI che AMANO DIO.
      Poi CI SONO quelli che SONO GELOSI e INVIDIOSI che DIO AMA chi non osserva i suoi comandamenti.

      Se DIO AMA noi vuol dire che CREDE in NOI e comprende le nostre MANCANZE.

      Ma tu hai conosciuto GIOVANNI?

      Elimina
    4. In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: (9) "Come il Padre ha amato me, così anch'io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. (10) Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. (11) Questo vi ho detto perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena.

      (12) Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati. (13) Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici. (14) Voi siete miei amici, se farete ciò che io vi comando. (15) Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre l'ho fatto conoscere a voi.

      (16) Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. (17) Questo vi comando: amatevi gli uni gli altri".

      Elimina
    5. Conosco il Vangelo di Giovanni.

      Elimina
    6. E lo SPIRITO SANTO? Come fai a CONOSCERLO nella CARNE senza lo SPIRITO SANTO?
      Sei Tu Gesù che ha amato il Padre o sei suo padre che AMA Gesù?Sei Giovanni che ha amato Gesù o Gesù cha AMA Giovanni?
      Perché è coniugato al PASSATO?
      E i né MICI oltre gli a MICI?
      Sai cosa vuol dire MICI?

      Chiedilo a Maddalena!

      Elimina
    7. Non so come sPIEGArTELO.
      La questione sta diventando troppo PERSOnale.
      C'è di mezzo un FIGLIO tra PADRE e MADRE e non so chi VINCERA'.
      A CHI tornerà e COME tornerà.

      IO MI disSOCIO!
      SONO COSE troppo serie che IO per primo ho cominciato a sottovalutare con la CONSAPEVOLEZZA del VANGELO di IERI.

      Elimina
    8. Il Vangelo di ieri è un avvertimento. Quando tornerà il Figlio dell'Uomo non possiamo saperlo, ma se non si vive con la consapevolezza che quel giorno potrebbe essere anche domani si finisce per dimenticare la certezza del Giudizio.

      Elimina
    9. Per qualcuno, ma per altri è già una condanna.
      La PARU'...SIA la riconoscono SOLO chi viene VISITATO.
      Studia BENE le scritture, se non hanno ancora BUSSATO alla PORTA della TUA ANIMA.

      Elimina
  9. Ho letto il post e poi i commenti. Ha ragione st. Agostino. E amare Cristo ti cambia il cuore.
    Però vorrei sapere come stai visto che a Pescara.....Abbracci.

    RispondiElimina
  10. Per seguire le notizie su Pescara leggi questo quotidiano:

    http://ilcentro.gelocal.it/pescara

    Per ora il mio quartiere, anche se è relativamente vicino al fiume Pescara, non è allagato.
    Ciao Lucia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarò drastico ma non posso trattenere il MIO ULTIMO GRIDO per TUTTI gli UOMINI di BUONA VOLONTA'.
      Non ci si salva costruendo una casa in un posto sicuro.
      Ci si salva SOLO non temendo di morire per SEMPRE.
      Come si AMA il CRISTO?
      Mi incolpano che sono troppo duro verso chi non conosco nella REALTA', ma io giudico SOLO le PAROLE. Ad esempio IO SO che Lucia ha perso SUA FIGLIA, ma lo SO di più dalle SUE PAROLE di VERA MADRE, anche se sono riUSCITO a farLE perdere le STAFFE.
      TENETEVI PRONTI perché il GIPRNO della VENUTA del FIGLIO dell'UOMO il MO'mento nel quale si riesce a CONSEGNARE lo SPIRITO al PADRE mentre si consegna la CARNE alla MADRE.

      Elimina
    2. Credere nella Resurrezione è una grande prova di fede.

      Elimina
  11. Il mio link non è aggiornato. :(
    Ciao. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intendi il blogroll?
      E' aggiornato.
      Ciao.

      Elimina
  12. No, non è aggiornato,Gus .
    L'ultimo mio post è: "tu conosci te stesso"
    Per favore mi spieghi questo link! http://it.search.yahoo.com/search
    Era nelle mie statistiche.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il motore di ricerca di Yahoo.
      Ciao.

      Elimina
  13. http://anitali50.blogspot.it/2013/12/tu-conosci-te-stesso.html Questo è l' ultimo, l'ho scritto ieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ho visto, ma il mio blogroll non lo aggiorna. Ho fatto tante prove. Non va. Sul tu indirizzo trovo una x rossa e non so cosa voglia dire.
      Ciao.

      Elimina