mercoledì 9 ottobre 2013

La via che percorre il cristiano

 
 

 
 
Vangelo di Matteo 16,13-20 - Chi dite che io sia ?

Essendo giunto Gesù nella regione di Cesarèa di Filippo, chiese ai suoi discepoli: "La gente chi dice che sia il Figlio dell'uomo?".

Risposero: "Alcuni Giovanni il Battista, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei profeti".

Disse loro: "Voi chi dite che io sia?".

Rispose Simon Pietro: "Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente".

E Gesù: "Beato te, Simone figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l'hanno rivelato, ma il Padre mio che sta nei cieli.

E io ti dico: Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa.

A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli".

Allora ordinò ai discepoli di non dire ad alcuno che egli era il Cristo.

 
 
 


35 commenti:

  1. La vocazione religiosa è una chiamata di Dio rivolta a un cuore che è pronto, anche se non ne è consapevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GUAI se fosse il contrario.

      Elimina
    2. E per questo che ri-maniAMO anCORa UNO di FRONTE all'ALTRO.
      Non sappiamo se continueremo INSIEME VERSO lo STESSO VERSO o in SENSO OPPOSTO ... nel MOMENTO della PROVA.
      Perchè la PROVA arriva sempre, se non è già arrivata e non l'abbiamo riconosciuta.
      Ognuno SA da DOVE VIENE e CHI ha LASCIATO.
      Posso tornare INDIETRO solo per riprendere qualcuno che continua OSTINATAMENTE in quel VERSO ... e se me lo chiede con insistenza CHI IO VOGLIO BENE per una PERSONA che LUI vuole BENE.

      Forse diciamo la stessa COSA ma nella PROVA seguiremo la STESSA PERSONA?

      Elimina
    3. Se ci chiama Dio perché dovremmo seguire un'altra persona?

      Elimina
    4. Io conosco DEI altri ma UNA SOLA PERSONA, MIO SIGNORE e MIO DIO.
      BASTA con questo Dio, DIO, d'IO, dio ... ODIO questo nomignolo che è creazione di uomini perVERSI.
      Sai cosa vuol dire IO SONO?
      COLUI CHE E'?
      Io non seguo e non l'ho mai seguito CHI non si FA riconoscere nel SUO VERO VOLTO. C'è CHI sostiene che lo si può intravedere nelle SCRITTURE. QUALI?
      Diamo un TAGLIO per SEMPRE a questo cordone ombellicale.
      BASTA!
      Da ORA in POI ... NOME e COGNOME.
      Altrimenti non mi appartenete.

      Per questo SONO ANONIMO e chissà che lo CAPI-AMO una volta per SEMPRE CHI E' il SIGNORE DEIgli ESERCITI.

      Di ANGELI o straccioni che chiedono quello che gli spetta e che non trovano più per terra o sugli alberi.

      Elimina
    5. Infatti il Verbo si è fatto carne ed è venuto ad abitare in mezzo a noi. Ha detto chi era, dove abitava, e ha lasciato nome e cognome: Gesù Cristo.

      Vangelo di Matteo 16,13-20 - Chi dite che io sia ?

      Essendo giunto Gesù nella regione di Cesarèa di Filippo, chiese ai suoi discepoli: "La gente chi dice che sia il Figlio dell'uomo?".

      Risposero: "Alcuni Giovanni il Battista, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei profeti".

      Disse loro: "Voi chi dite che io sia?".

      Rispose Simon Pietro: "Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente".

      E Gesù: "Beato te, Simone figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l'hanno rivelato, ma il Padre mio che sta nei cieli.

      E io ti dico: Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa.

      A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli".

      Allora ordinò ai discepoli di non dire ad alcuno che egli era il Cristo.


      Elimina
  2. Credo sia il cammino di tutti, Dio o non Dio. Fa poi tanta differenza? Forse sì, dirai... ma forse... forse :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fa la differenza si Miki, la differenza la fa l'Amore, la sequela di Cristo è annullarsi, e sguirlo mettendoci l'amore in ogni cosa che fai, e in ogni persona che incontri, non è facile perché è bello seguire chi ci ama, chi ci compiace, il difficile è amare il "nemico" che può essere l'amico che ti tradisce.
      E allora che si compie il miracolo di un incontro Grande.
      Ciao Mikiz!
      Ciao August!
      Buona giornata!
      Dani

      Elimina
    2. La differenza dipende dall'importanza che dai a Dio.

      Elimina
    3. E' così, Dani.
      Buona giornata.
      Ciao.

      Elimina
  3. L'importanza che dai a Dio è il peso del sorriso che doni ad un povero. Tu magari non fai caso, ma il povero si. E Dio pure. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ricordi mia nonna, che mi minacciava di consegnarmi alla punizione di mio padre, ma per farmi da scudo.
      Quel sorriso non potrò MAI dimenticarlo. EPPUR erano tutti finti i suoi denti.
      Come si pulivano BENE tra le sue mani, con lo spazzolino, ... come quando rendeva LUCIDE le mie scarpine.

      Elimina
  4. Come al solito io sono quella che non capisce tutto tutto, sopportami. Ma non credi che a volte la pigrizia arriva appunto dopo che si è stanchi e affaticati ? Se corri come un disperato per mille e più problemi, quando poi questi si risolvono (o si acquietano) perché non ci si può cullare in un po’ di pigrizia? Siamo esseri umani e quando passi tante tempeste è durissima pensare di respirare di nuovo il dolore, i drammi.
    Sono d’accordo che c’è da fare e lo dobbiamo tenere in mente, ma non mi sento colpevole se “rubo” alla vita un po’ di tempo e mi dico che io voglio vivere. Verrò tacciata di essere egoista o immorale? Forse. Ma per me respirare un po’ di sana pigrizia porta serenità e aiuta a ricominciare a vivere, a riprendere la spinta. Non la considero una tentazione per lo spirito laddove di base hai comunque sempre bene in mente che non si vive solo per se stessi e si ha fede nell’amore che devi avere sempre per chiunque. Ciao Gus. Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pigrizia è una perdurante assenza affettiva nei confronti di Cristo. E' negativa perché senza Cristo l'uomo vive in perfetta solitudine.
      Ciao Marilena.

      Elimina
    2. CI SONO i pigri in SPIRITO e i PIGRI in carne.
      Attenta a NON ingrassare, anche se VAI nellOrTuO DEIgli u LIVE.

      Ma è più FACILE AMARE CHI NON TI AMA o NON AMARE CHI TI AMA?
      Ma la CAMO' MIgLLA è una MARgheRITA?

      Elimina
    3. Rifletterò su quanto dici. Nella mia pigrizia non pensavo di avere assenze affettive verso nessuno, nemmeno verso Cristo. Al contrario io penso di avere tanta affettività che porta ad avere il calore dell'amore che dai e che ricevi. E come ho detto prima penso che un ritaglio di pigrizia ogni tanto sia invece propedeutico alla rigenerazione. Ma prometto che ci penso a queste tue parole. In fondo vengo a leggerti anche per riflettere su argomenti che sono per me sconosciuti. Ciao di nuovo. Marilena

      Elimina
    4. Tranquilla Marilena. A volte le mie risposte sembrano dure, ma è solo un modo per aiutare l'altro a vedersi dentro.
      Ciao.

      Elimina
    5. Angelo, Marilena è una bella persona. Viene a confrontarsi apertamente e con umiltà. E' umile perché in fondo io non sono nessuno.

      Elimina
    6. Grazie Gus, mi fa piacere che tu mi definisca una bella persona ... sai a volte ho il timore che le mie parole vengano scambiate per contestazione. Concedimi anche di spendere due parole per rispondere ad Angelo: non è facile nessuna delle due cose. Puoi amare senza essere contraccambiato e puoi non amare chi ti ama. Ma sono due percorsi difficili entrambi: nel primo caso soffri perché non sei contraccambiato, nel secondo soffri perché sai di essere la causa di sofferenza. Questo vale per me, visto che hai tirato in causa me. Se ampli la platea credo ci saranno molte persone che ti diranno che è più facile non amare chi ti ama. Ma io come al solito parlo per me e non per il resto del mondo. Non so cosa c'entra con tutto il resto ma va bene così. Quanto alla mia linea, ti ringrazio per il suggerimento, magari frequenterò il blog della Lambertucci per tenermi aggiornata. Scusa Gus questa divagazione, ma tanto avevamo già stabilito che entrambi vogliamo bene ad Angelo, quindi non lo si può ignorare. Ciao. Marilena

      Elimina
    7. InVECE SI!
      Spargi PURE la MIA IGNOR-ABILITA'.

      Elimina
    8. Devo io ringraziarti o rimproverarti?
      Facile fare il DURO o il PROVOCATORE quando c'è CHI ti supera.
      So che le PELLE PIONTE T'ESCHE di CERMANIA non si pentono MAI di essere PELLE come in realtà SONO.

      MENA di BRUTTO ma poi dice che è una RAPA irrigante che dice che non assorbe acqua ma diventa pure diuretica.

      Attenta che se diventi buona ti si accorcia la VITA. ma tu non 696660690.

      http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=182463

      Elimina
    9. Angelo, non è per niente educato che stiamo qui nello spazio di Gus; che c'entra lui con noi due? Non credo che voglia essere coinvolto nelle nostre amenità e forse preferisce rimanerne estraneo.
      Comunque sia, io non ho mai menato nessuno. Sorvolo sull'allegato e mi spiace non poter comprendere i tuoi numeri; so solo che qui a Bologna abbiamo il Portico di S. Luca con 666 archi: è l'unico numero diabolico che riconosco all'interno della tua sparata. Puoi sparare finché vuoi, tanto ti ho già assaggiato e non sei così cattivo, sei solo fuori come un terrazzo.
      Sai Angelo, in Sicilia mi hanno detto che paragonano la donna al Fico d'India: buono, morbido e delicato all'interno, pungente all'esterno, protetto dalle spine pronte a penetrare nelle dita di chi vuole degustarlo. Non ho bisogno di diventare buona, essendo donna io lo sono già come un fico d'India.
      Gus, di nuovo ti chiedo scusa per questa invadenza; qualora ti infastidisca questo scambio di messaggi, basta che me lo dici e non raccoglierò più le provocazioni di Angelo, come una perfetta sconosciuta.
      Buon fine settimana ad entrambi. Ciao. Marilena

      Elimina
    10. Con tutti questi numeretti vado in confusione.
      Buona domenica, Marilena.
      Ciao.

      Elimina
    11. Angelo è folcloristico, bisogna fare la tara quando bergonzoneggia, ma non le spara poi cosi inconsulte.. e Gus immagino tenga a tutti quelli che sentono vicino Cristo ed il suo blog - il blog di Gus, ovviamente... ;)) -

      Elimina
    12. Ciao Franco.
      Avevo scritto un commento sul tuo post sulla Sicilia. Non lo vedo.
      Che dici, ho dimenticato a pubblicarlo?
      Se così fosse è colpa di Angelo che bergonzoneggia.

      Elimina
    13. POSSO solo aggiungere che non sopPORTO aLESSAndro BERGOn..ZONI. PreFERISCO più BERGOgliO.

      Le misure che non hai SONO 96 60 90 e tanto MENO 90 60 90.

      Dimagrisci che è meglio ... visto che conosci il numero 666 senza capire chi sei sei sei.

      Devo indicare a chi risPONDO?

      Io non ho inserito un NOME e tantoMENO un Soprannome.

      Ma Angelo sono IO?

      IO non sono STATO educato a BON-SAI o fico d'INDIA.

      Elimina
    14. Non ho nessuna intenzione di competere con Scarlett Johansson.
      Bergoglio lo vedo, lo sento e lo leggo. Bergonzoni non lo conosco, Bergonzi è un arbitro di calcio, logicamente cornuto, che ha danneggiato molte volte il mio Pescara. Mio in senso sportivo perché non sono il presidente della Società.
      I Fichi d'India cono comici simpaticissimi. Dovevo dirti un'altra cosa ma l'ho dimenticato.

      Elimina
    15. Che 6 un BON...SAI.
      BON'... aMERI-CANA.
      ALEsSANDRO è BOLOGNESE e gioca con le parole ... facendone PERDERE il SENSO.
      Io, invece, NASCONDO l'UNICO SENSO!

      Elimina
  5. "Gesù non fece proselitismo, ma accompagnò l’uomo."

    Esatto: proprio oggi alla messa riflettevo su questo concetto... io lavoro nel sociale, aiuto le donne ed i bambini vittimi di violenza, ma spesso devo guardarmi dalla superbia, dal pensiero di inorgoglirmi di me stessa a ricordarmi solo che "sono uno strumento nelle mani di Nostro Signore" e che non aiuterò nessuno se non sarò umile e incentrata su di loro, non su di me.

    grazie per questa riflessione Gus.


    

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bello leggere di una donna che percepisce di essere solo uno strumento nelle mani del Signore.

      Elimina
    2. ATTENTI, però, in quale FASE.
      Il SIGNORE rappresenta TUTTI, dall'ALFA all'OMEGA.
      E' tutto un LAVORO di POSIZIONI: ANTI - RETRO, ma non so se riuscite a SEGUIRMI.
      TUTTI hanno il proprio Signore nel SIGNORE E TERNO.
      Non dimenticare che è ANCHE pietra di INCIAMO per la ROVINA di molti.
      Troppo difficile seguirmi SOPPORTANDO il PESO della VERITA' CELESTE.

      Elimina
    3. Penso all'inizio della fede quando, con il suo temperamento generoso e impetuoso, Pietro dice a Gesù: " Via da Te dove andiamo?"
      Cristo ha afferrato quella gente semplice, è entrato nella radice del loro essere non con violenza, ma con tenerezza, prendendo continuamente l'iniziativa con loro, come lo fa con noi, con ciascuno di noi. C'è qualcosa di più bello che lasciare entrare Lui nella nostra vita? Ciao Gus! Grazie per le riflessioni che mi porti a fare anche se poi....

      Elimina
    4. Non sono riflessioni ma il tuo modo di essere.
      Ciao.

      Elimina
    5. Saulo, Nicodemo non erano tanto semplici, ma nemmeno gli apostoli se li prendiamo uno per uno per il loro modo di escludersi dalla vita pubblica.

      Elimina