lunedì 16 settembre 2013

La necessità di produrre in modo diverso

 
 
 
 
 
 
Noi tutti dovremo render conto dello sfascio sociale e morale del mondo perché il mondo siamo noi.
Noi abbiamo permesso che bambini assettati costretti a bere l'acqua putrida delle pozzanghere siano poi morti per una banale diarrea.


16 commenti:

  1. Lo so, ma le nuove energie saranno prese in considerazione solo quando anche la mafia o lo stato potranno guadagnarci come si deve^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In attesa dell'ultima goccia che farà traboccare il vaso.
      Ciao Miki.

      Elimina
  2. Vere perle di saggezza Gus...purtroppo restano solo perle....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella.
      Bisogna diminuire in tempi più brevi le emissioni di anidride carbonica.

      Elimina
  3. Non so quello che potrà cambiare, non credo si faccia molto, i ghiacciai stanno scomparendo e la terra è sempre più inquinata e in pericolo. Sono pessimista Gus. Giorni fa ho visto le foto del ghiacciao alpino del Großglockner una montagna in Austria con i suo ghiacciao Pasterze. Io ci sono stata quando avevo 13 anni ed era enorme. Ora di quel ghiacciaio rimane poco o nulla, sembra forse esagerato ma non è un buon segno per nessuno. Questo succede in tutto il mondo. Quei poveretti non hanno l'acqua da una vita, un domani mancherà anche a noi e forse ci sveglieremo solo allora...
    Buona serata Gus :)

    RispondiElimina
  4. Ciao Saray.
    Non possiamo perdere la Speranza.

    RispondiElimina
  5. Sono certissima che finché vivrò non avrò l'occasione di assistere ad un accordo su scala mondiale. Sarebbe già un grande successo un accordo su scala europea. Nel post precedente hai parlato di case e di negozi con cineserie. Io penso sempre a tutti quelli che le acquistano e che, non solo soprassiedono sulla cattiva qualità, ma anche sulle condizioni dei cinesi che le lavorano (eppure ne hanno parlato in tanti). Già solo impedire l'arrivo di quelle merci imponendo alla Cina un adeguamento delle condizioni lavorative e sanitarie dei propri lavoratori, sarebbe un successo. Già solo pretendere il rispetto della condizione di concorrenza leale prevista nelle regole del WTO dentro al quale li abbiamo fatti entrare, sarebbe un successo.
    Non credo che moriremo di inquinamento, perché prima ancora moriremo affamati (almeno noi italiani). I quotidiani funerali delle aziende che chiudono mi inducono ad essere molto pessimista ed ho il terrore che prima o poi tutto questo si traduca in una rivolta armata e molti di noi non avranno la possibilità di assistere all'innalzamento del livello dei mari e quant'altro.
    Come vedi sono ben più funesta dei dati che hai riportato nel tuo post, ma soprattutto nel mio dizionario non esiste più la parola speranza.
    Con amarezza, ciao. Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è meglio sperare in un cambiamento.
      Ciao Marilena.

      Elimina
  6. Questi numeri, devono spaventare,non per fare inutile allarmismo ma per squotere i cervelli ma, ma soprattutto i cuori. Questo imperante menefreghismo, basato su un'economia, non equa ma che produce denaro(ovviamennte a discapito dei paesi più poveri), è indecente, ma quanti bambini, persone, devono morire per risvegliare le coscienze?
    Senza parlare, dell'inquinamento prodotto a danno della natura, e di conseguenza su ogni essere vivente.
    Grazie August per l'importanza di questo post, fonte di riflessioni.
    Un abbraccio.
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il capitalismo ha bisogno del ricco e del povero. E' un sistema economico marcio.
      Ciao Dani.

      Elimina
  7. E...ci risiamo! Parlo del passato. Dicevamo: ma cosa ci sarà nel 2000? I nostri sogni non si sono avverati...tutto questo povero mondo non ci aiuta a sperare che i nostri nipoti avranno meno pensieri. Ciao Gus.
    Dove sono le favole che a volte racconti e che mi rallegrano il cuore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi tutti dovremo render conto dello sfascio sociale e morale del mondo perché il mondo siamo noi.
      Noi abbiamo permesso che bambini assettati costretti a bere l'acqua putrida delle pozzanghere siano poi morti per una banale diarrea.
      Ciao Lucia.

      Elimina
  8. Nel 2050 non ci saranno più post di denuncia invece, perché non ci sarà neanche più un mondo dove poterlo urlare lo sdegno dello sfascio attuale.

    RispondiElimina
  9. Ciao Franco.
    Ci vediamo nel 2050.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..certo la speranza non muore mai.. specie dalle nostre parti.... ;)

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità