mercoledì 14 agosto 2013

Ecco come diventa virale un video








 
 
Ecco come diventa virale un video




 
In un’infografica qualche giorno fa vi abbiamo raccontato come nasce un meme. Il meccanismo è lo stesso dei video virali. A Twitter hanno provato a studiare graficamente il diffondersi sui social network di un filmato. Diversi gli esempi (tra cui anche un video di Vine in cui Ryan Gosling si rifiuta di mangiare i cereali). Ma quello che più colpisce è il caso dell’ultima campagna pubblicitaria di Dove (ne avevo parlato, a proposito di Gender Washing, sulla 27esima ora).

http://video.corriere.it/come-diventa-virale-video-/85e51b44-03d9-11e3-b7de-a2b03b792de4

5 commenti:

  1. Però deve sempre esserci qualcosa di particolare nel bene e nel male (anche che sia geniale o troppo idiota)... non penso che un video... banale o piatto possa colpire.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte la menzogna sostituisce la genialità.
      Ciao Miki.

      Elimina
  2. http://video.corriere.it/usa-mai-piu-giocattoli-per-soli-maschi-/83aebeee-e605-11e2-ad19-4496ac8ff7bf


    Un esempio tipico è l’ultima campagna di Dove (vedi il video sopra), diventata virale con 55 milioni di visualizzazioni in rete. La potenza sta nel claim: “We are beautiful”. Alla Unilever – multinazionale che da anni propone campagne politically correct – hanno perfino assunto un disegnatore di identikit dell’Fbi. Obiettivo, far capire alle donne che si vedono brutte che hanno torto. Bene, bellissimo. Ma intanto tra le attrici scelte non c’è nessuna dai lineamenti davvero irregolari e solo una è di colore. E il motivo è molto semplice. L’obiettivo di Unilever non è salvare le donne ma vendere sapone. Ma non solo. Il colosso produce anche creme per sbiancare la pelle. E in questo caso il payoff è “Fair and Lovely: The power of Beauty”. Alla faccia del “sei bella come sei”.

    RispondiElimina
  3. E' verissimo, come far passare il messaggio che nella famiglia sono tutti belli,il quotidiano è meraviglioso, fatto di parole dolci, cioccolatini, fiori,e altri superficialità.
    La famiglia deve essere costruita salda,sull'amore, sulla condivisione, sull'aiuto reciproco, sulla pazienza, sul morire a se stessi per promuovere l'altro...Questa è la solidità, essere pronto a prendere la tua croce, ed aiutare il coniuge più fragile a portare la sua. E farti padre e madre dove manca. Il resto le belle parole, i gesti galanti sono un corollario che possono fare solo bene, ma se manca la sostanza tutto cade.
    Dani

    RispondiElimina
  4. Sul degrado dei valori la pubblicità ha gravi responsabilità.
    La menzogna mostra un'immagine del reale inesistente.
    Ciao Gioia.

    RispondiElimina