mercoledì 31 luglio 2013

Per tutti gli uomini di buona volontà, e ce ne sono tanti





La crisi del sistema capitalistico non è una fase che verrà superata, ma è diventata permanente.
A chi vorrebbe ricordarmi che i tempi sono cambiati, che non si può parlare di padroni e di classi, rispondo che sì, i tempi sono cambiati e in questo cambiamento sono anche mutate profondamente le basi oggettive su cui il sistema capitalistico si reggeva.
Le alterazioni che stanno per diventare irreversibili degli equilibri naturali dovute al perseguimento di uno sviluppo senza nessun controllo, l'esaurimento delle fonti, il costo sempre più elevato dell'energia, la dimostrata incapacità di attuare un rapporto equilibrato tra i diversi fattori del processo economico sono diventati ormai una costante dei paesi industrializzati.
Inflazione, recessione, mancanza di lavoro sono aspetti ormai connaturati al sistema e da questo prodotti.
L'indifferenza verso milioni e milioni di uomini come noi a cui manca l'essenziale per sopravvivere porta solo al disastro, senza contare che è eticamente inaccettabile.
Anche lo stato sociale va in crisi in conseguenza di questo, lo stato sociale che è stato il fulcro della moderne socialdemocrazie.
Non solo quindi si possono cercare vie nuove, ma si devono cercare senza far diventare la crisi del capitalismo una crisi nostra.
E vorrei sapere perché mentre ci si interroga sulla realizzabilità di un sistema diverso, non ci si fa la domanda sul come e sul se le moderne democrazie capitaliste hanno risolto qualcuno dei problemi per cui il comunismo è nato e nella sua attuazione aberrante non ha risolto.
La risposta per me è no, visto che quei problemi ci sono e aumentano.
Allora perché è da folli pensare e voler costruire un sistema diverso?
Non lo capisco e nella mia limitatezza penso invece che dovrebbe essere l'unica strada da percorrere per evitare la catastrofe.
Per tutti gli uomini di buona volontà, e ce ne sono tanti.




33 commenti:

  1. Riscopriamo le donne di Modigliani, i loro inconfondibili colli lunghi ed eleganti, come i ritratti della moglie Jeannette Hebuterne, e l'amica Beatrice Hastings ,con i suoi capelli corti, nascosti nei più svariati cappelli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E cosa centrano le donne di Modigliani?
      Già ai loro tempi non c'era più RI-TORNO.

      Vieni, c'è una strada nel bosco e il suo nome conosco.
      Vuoi conoscerlo tu?
      Vieni, è la strada del cuore, dove nasce l'amore che non muore mai più.
      Laggiù tra gli alberi, intrecciato coi rami in fior, c'è un nido semplice come sogna il tuo cuor.
      Vieni, c'è una strada nel bosco e il suo nome conosco.
      Vuoi conoscerlo tu?
      Laggiù tra gli alberi, intrecciato coi rami in fior, c'è un nido semplice come sogna il tuo cuor.
      Vieni, c'è una strada nel bosco, il suo nome conosco,
      Vuoi conoscerlo tu?

      Elimina
    2. Modigliani è la risposta alla mediocrità, al cinismo del capitalismo.

      Elimina
  2. I ritratti: lo sguardo interiore
    “Sono Modigliani, ebreo, cinque franchi per un ritratto”, disegna per pochi franchi il ritratto dei vicini di tavolo, al bar e in mancanza di soldi si accontenta anche di un bicchiere di vino, restano così più di mille disegni. Egli disdegna dipingere quadri dove il soggetto è la natura, preferisce il ritratto delle persone che ama: la moglie (una giovane allieva fuggita di casa per seguirlo, sua compagna fedele fino alla fine, alla morte di lui si uccise incinta del loro secondo figlio), gli amici artisti, i bambini del suo quartiere. Trova alla fine il suo stile, i volti greci e negri confluiscono nei suoi quadri che diventano inconfondibili, perché le figure sono disegnate con il viso affilato ad uovo, un lungo collo e gli occhi vuoti come quelli delle statue antiche, rovesciati verso il proprio sé o diversi tra loro, scordando la simmetria, un occhio chiuso e l’altro aperto, uno di un colore e uno di un altro, come nel ritratto di Paul Guillam, il giovane mercante d’arte che ha fiducia in lui al punto che per mantenerlo vende i suoi mobili e manda la moglie a lavorare, a Paul, dipinto con un solo occhio quando gliene chiede spiegazioni dice: “Perché con uno tu guardi il mondo, con l’altro guardi in te stesso”. Non fu il primo a dipingere occhi senza pupilla, lo fece già Cézanne, Picasso, Matisse o Carrà, ma è con lui che diviene un modo d’essere.

    Dalla rete.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ApPUNTO ... dalla RETE
      OCCHI senza ANIMA:

      http://img.thesun.co.uk/multimedia/archive/01478/Adolf-Hitler_1478223a.jpg

      http://www.infooggi.it/public/foto/articoli/77040c974685b1f34d059e1f898d768b5140925087d20.jpg

      Elimina
    2. Due degni rappresentanti del Male.

      Elimina
  3. Quando i romani, grandi conquistatori, dominavano il mondo imponendo la forza del più forte, non mancavano gli uomini buona volontà, quelli che possono cambiare la storia.
    Nel momento del giudizio divino la speranza è che gli onesti siano una grande maggioranza.
    Un abbraccio, Bru.

    RispondiElimina
  4. Ti commento con questa citazione:

    « Voi pensate: i tempi sono cattivi, i tempi sono pesanti, i tempi sono difficili,
    vivete bene e muterete i tempi »
    Sant’Agostino
    Ciao August, serena notte!
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Daniela, sta a noi cambiare il mondo.
      Ciao.

      Elimina
    2. In parte ho RIsPOSTO nello ZAINO di MARI(amadda)LENA.
      A te che ti interponi tra ME e Agostino ... devi convincerti che i TEMPI non sono gli stessi.

      Perciò cerca di vivere BENE la TUA VITA ... perchè i SANTI non si sono preoccupati dei tempi cattivi, pesanti e difficili DEL MONDO.

      Bisogna VINCERE il MONDO, ma mi sa che da tempo è PASSATO un FUMO che ha coperto il VERO MESSAGGIO per ANIME di BUONA VOLONTA'.

      Bisogna soffrire per gli altri e non per SE STESSI e non parlo di sofferenza MATERIALE, ma SPIRITUALE ... pur inconsapevole.

      Elimina
    3. A SIsi NOno. Comincia a CAMBIARE TU e a chiedere il SENSO del MESSAGGIO dell'ANGELO alla NASCITA del FIGLIO dell'UOMO per TUTTI GLI UOMINI di BUONA VOLONTA'.
      Se cambi tu VISIONE sul MONDO ... cambia TUTTO il SENSO di questo MONDO. O vi sentite PIU' FORTI del FIGLIO UNITO al PADRE COM-PRESO LO SPIRITO SANTO?

      MATTEO 18,7 (Mt 11,1-15; 13,18-23,36-43).

      Elimina
    4. Speriamo di essere tutti in cammino verso il cambiamento.

      Elimina
    5. Non preoccuparti! Ritornerai NUDO come lo ERI ... a costo di STRACCIARTI le VESTI.
      Ogni quando ti CAMBI? (Lc 12,35-50)
      QUANDO FAI il BAGNO? (Gv 13,1-12)
      Ti preoccupi di questo? (Gv 21,7-23)
      Chi lo FARA' per te? (Gv 19,42)

      Elimina
  5. Beati tutti voi che siete ottimisti. Io che l'ottimismo ce l'ho nel DNA non vedo uomini di buona volontà, né speranze. Non vedo vie nuove, ma solo una strada impervia che mi sa di non ritorno. Temo arrivi il momento in cui la gente sarà sfinita e ricorrerà alla violenza (fa paura dire guerra) per ricominciare tutto daccapo. Nella storia i popoli affamati fanno la rivoluzione.... Ma sicuramente sbaglio io e ci sono tanti uomini di buona volontà che non riesco a vedere. Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. BiSOGNA SOLO capire quale BUONA VOLONTA' dobbiamo AVERE.

      Eppure E' scritto e spesso rimprovero TUTTI, in famiglia, nel lavoro, nel PASSA-TEMPO, NELLA CHIESA ... ricordando che OGNUNO deve prendersi la PROPRIA CROCE fino alla MORTE di CROCE.

      Una volta si potevano fare le guerre con la SPERANZA di riottenere un PERIODO di PACE, ma adESSO?
      CHI E' il VOSTRO NEMICO ... se non VOI STESSI?

      Eppure E' SCRITTO!
      Ma perchè interpretano con volere umano quello che è VOLONTA' di DIO?

      Ma se si è arreso il FIGLIO, il riBELLO DEI riBELLI, ... chi siete VOI adESSO a riBELLICArvi a CHI ha VINTO il MONDO e adESSO E' PADRE nei CIELI?

      IO VELO DETTO!

      Anche IO mi sto arrendendo e spero che i TEMPI mi vengono ABBREVIATI perchè anche i GIU'sti TENTErrANNO nella FEDE.

      I VINCITORI comprenderanno e alla FINE renderanno pure ... GRAZIE.

      E' SCRITTO! Non potete sfuggire all'IRA di CHI GIU'dica TUTTI ... soprattutto i FIGLI.

      Chi non crede ... faccia COME gli PARE ... tanto non è questione di MATERIA, ma di SPIRITO.

      Elimina
    2. Non basta la buona volontà dell'uomo che ha timore di Dio, serve anche l'aiuto degli altri.

      Elimina
    3. Ma cosa HAI CAPITO?
      L'AIUTO LO DA' SEMPRE DIO PADRE ... mandandovi lo SPIRITO SANTO.
      La GLORIFICAZIONE è nel tradimento e nella conseguente CROCIFISSIONE. Avrebbe avuto tutt'altra VERITA' se fosse stato PRESO senza il tradimento di un AMICO tentato da Dio stesso.

      Ma siete DURI di CERVICE?
      Sapete prendervela con Giuda, con Pilato e Caifa e non con CHI SA COSA FARE per il VOSTRO BENE E TERNO.

      Basterebbe UNA SOLA GOCCIA di quel CALICE AMARO per SALVARVI ... sia rinNEGAN-DOLO che inCORPORAnDOLO.

      Elimina
    4. Se non diventi pulito dentro lo Spirito Santo non verrà da te.

      Elimina
    5. HAI PROPRIO RAGIONE a SAPERLO. Il problema che quando ci si PRE-DISPONE non ti accorgi nemmeno della VISITA e dubiti di LUI, pensando ad UNO SPIRITO MALvAGIO. Non sai cosa FARE e cerchi aiuto a chi dovrebbe CONOSCERLO di PIU' di te.

      Poi, per DIFENDERLO, ti accorgi che TI SPORCHI FUORI e cominciano a PENSARE MALE di TE.

      IO RICONOSCO il TUO SPIRITO, ma tu TENTI di GIU'dicare il MIO. Io COMPRENDO TUTTI gli SPIRITI, compreso quelle della coMARE.

      Conoscere il VAngelo può anche non essere indispensabile, come gli apostoli non conoscevono quello VECCHIO, ma è nelle SCRITURE che HO RICONOSCIUTO CHI ENTRA in UN POSTO che nemmeno io AVEVO la CHIAVE.

      Elimina
  6. Cara amica ti do un consiglio. Scrivi su un diario tutte le buone azioni che coinvolgono gli uomini onesti.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E quelle DEI disONESTI?
      For SE questi ULTIMI è meglio INCIDERLI nella PROPRIA ANIMA.

      Elimina
    2. I disonesti non sono uomini di buona volontà.
      Ma gli onesti possono aiutarli al cambiamento.

      Elimina
    3. Sbagliare è umano ma perseverare è DIABOLICO.

      Ricordati che puoi avere un aiutino PIU' da un disonsesto che da un ONESTO che si sente PADRONE della SUA ricchezza ... riCAVATA con la SUDORAZIONE della polvere.

      E se anche DIO PADRE farebbe allo stesso MODO?

      Il MIO SPIRITO mi ha spiegato i PERCHE' dei comportamenti da parte dell'UOMO ricco e del suo amministratore in LUCA 16,1-8

      Elimina
  7. BEATI GLI AFFAMATI E GLI ASSETATI DI GIUSTIZIA
    BEATI I COSTRUTTORI DI PACE.
    Ci sono poi i rassegnati che dicono: è andata sempre così e sarà sempre così...non possiamo farci niente!
    Ci sono poi quelli che pensano che il grande opprimerà sempre il piccolo, che il ricco sfrutterà sempre il povero, che l'intelligente riderà dell'hadicappato...
    E poi ci sono quelli (la stragrande maggioranza) che dicono "io non me ne impiccio...cavatevela da soli!"
    Bisogna credere alle Parole di Gesù impegnandosi nella vittoria dell'amore, come? Aprendo la porta di casa all'affamato, al ragazzo che non lavora, al vecchio dimenticato, ad ognuno che soffre vicino o lontano. Ciao Gus. Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la risposta che aspettavo.
      Grazie.
      Ciao Lucia.

      Elimina
    2. InVECE biSOGNA apPROFON...DIRLA TUTTA!

      Per questo VI VISIto e Dio sa quanto PENO per tirarvi fuori CHI vi disTRAE con le stesse PAROLE della BUONA NOTIZIA.

      UNA E' la BEATITUDINE che le COMPRENDE TUTTE. E' come l'UNICO COMANDAMENTO che comprende gli altri: AMARE il PROSSIMO come (PIU') di se stessi.

      E che dire su: Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli (chi sono questi).

      La vera beatitudine
      Mentre diceva questo, una donna alzò la voce di mezzo alla folla e disse: "Beato il ventre che ti ha portato e il seno da cui hai preso il latte!". Ma egli disse: "Beata piuttosto coLEI che ascoltata la Parola di Dio l'HA osservata!".

      Elimina
  8. E' da folli perché non farebbe arricchire chi è già molto ricco.

    Moz-

    RispondiElimina
  9. I tempi saranno cambiati ma, sulla Terra, un bimbo ogni cinque minuti continua a morire. Anche se vado in Caritas a sfamarne cento al giorno. E non dovrebbe essere sopportabile, ne rimanere chiacchiera da blog. Ma tant'è.

    RispondiElimina
  10. Ora c'è la Caritas che prima non esisteva.
    In questa organizzazione ci sono gli uomini di buona volontà.
    Ciao.

    RispondiElimina
  11. Io sinceramente preferisco un disonesto che all'occorrenza sa essere equo ed è capace di grandi gesta, ad un'onesto che pensa che la sua onestà gli basti per salvarsi, e giudica male i disonesti sentndosi migliore di loro.

    RispondiElimina
  12. Non è che ce l'ho su con le persone oneste, anzi, figuriamoci.
    Anche io cerco di esserlo.
    Ma non mi piace chi si sente a posto e migliore degli altri solo perchè "onesto".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Personalmente non giudico, esprimo un giudizio di valore che è cosa diversa e ti permette di capire la realtà.
      L'onesto non si sente migliore degli altri perché questa virtù non se la riconosce da solo. Sono gli altri a notarla.
      Capito Frapp.

      Elimina