venerdì 7 giugno 2013

Marta e Maria, attivismo o intimismo?

 
 
 
 
 
"Mentre era in cammino con i suoi discepoli Gesù entrò in un villaggio e una donna che si chiamava Marta, lo ospitò in casa sua. Marta si mise subito a preparare per loro, ed era molto affaccendata. Sua sorella invece, che si chiamava Maria, si era seduta ai piedi del Signore e stava ad ascoltare quel che diceva.

Allora Marta si fece avanti e disse: "Signore, non vedi che mia sorella mi ha lasciata da sola a servire? Dille di aiutarmi! Ma il signore rispose: Marta, Marta, tu ti affanni e ti preoccupi di troppe cose. Una sola cosa è necessaria. Maria ha scelto la parte migliore e nessuno gliela porterà via.
 


70 commenti:

  1. "Mentre era in cammino con i suoi discepoli Gesù entrò in un villaggio e una donna che si chiamava Marta, lo ospitò in casa sua. Marta si mise subito a preparare per loro, ed era molto affaccendata. Sua sorella invece, che si chiamava Maria, si era seduta ai piedi del Signore e stava ad ascoltare quel che diceva.

    Allora Marta si fece avanti e disse: "Signore, non vedi che mia sorella mi ha lasciata da sola a servire? Dille di aiutarmi! Ma il signore rispose: Marta, Marta, tu ti affanni e ti preoccupi di troppe cose. Una sola cosa è necessaria. Maria ha scelto la parte migliore e nessuno gliela porterà via.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tante volte mi sono sentita Marta, per il mio super attivismo nella parrocchia.
      Mi sono chiesta, Maria si è scelta la parte migliore, ai piedi di Gesù ad ascoltarlo.
      Cosa mi vuole dire?
      L’atteggiamento di mettersi completamente nel Suo ascolto, è la cosa più importante, quindi iniziando la giornata mettersi in ascolto della Sua Parola mi può aiutare ad adempiere, quelle azioni necessarie che ogni giorno mi si presentano, a volte molto faticose ma con un cuore diverso, e un atteggiamento diverso.
      Grazie August, mi piace molto questo post!
      Ciao

      Elimina
    2. Ogni cosa che facciamo se non è dedicata al Signore perde completamente di valore perché manca l'Amore di base,
      Ciao Gioia.

      Elimina
    3. MARTA ... invitò in casa sua quel SIGNORE incontrato al POZZO di Giacobbe? ... per fargli CONOSCEE coLUI o coLEI che non era SUO MARITO?

      L'OPERA non è sfamare i poveri (in TUTTI i SENSI) ... ma eliminare la POVERTA' in LORO.

      Elimina
    4. Ecco, mancava un tuo commento Angelo.

      Elimina
    5. E il commento è adeguato anche se è sbagliato il lemma povertà perché la vera povertà è una beatitudine. Quello che manca all'uomo è la fede.

      Elimina
    6. Ma poveri in spirito e povertà interiore non sono la stessa cosa.

      Elimina
    7. La povertà è un corollario della speranza,
      La povertà ci fa sperare nella felicità futura, per la presenza di Cristo, per il possesso di Cristo presente.
      La non povertà si oppone alla speranza perché colloca la sicurezza nella felicità futura: "Spero domani di guadagnare tanto denaro alla lotteria".

      Elimina
    8. La Fede si può sempre mantenerla come la SPERANZA, ma la CARITA'? Chi ha CARITA'? E non sto parlando di COSE Materiali.

      Poi la cucitrice ... parla di INTERIORITA'?
      Comincio a sentite disINTERESSE, come se non vi vedessi più, non vi sentissi .. NON VI TOCCASSI.
      PercePISCO INDI-FERENZA.
      Non più interFERENZA.
      La STORIA si RIPETE.
      APPARTENETE a CHI è PADRONE di questo MONDO.

      Elimina
    9. La carità è sostenuta da una ragione. La ragione che sostiene la carità è totalmente ed esclusivamente l'oggetto dell'amore, cioè il bene dell'altro, perciò il suo rapporto con Cristo.
      La ragione della carità, cioè della gratuità, è solo questa, che è la ragione più umana che esista, perché i calcoli li può fare anche la bestia.

      Elimina
    10. Parli da filosofo.
      Parlami PERCHE' bisogna amare il NEMICO.
      Tu pensi veramente che il BUON PASTORE ama le proprie pecore per non ricevere nulla in cambio.
      E sul LIMITE che si comprende la VERITA' ... altrimenti i PAGANI vi passano avanti.
      Per non dire i DEMONI.
      MAGARI incontraste UNO di questi o A.D.DIRITTURA SATANA in PERSONA ... vorrà dire che state VICINISSIMI a CHI LORO CUSTODISCONO.

      Elimina
    11. Non sono io che devo corREGGErTELI. Io ti chiedo SOLO: diMOSTRAmeli.
      Ti conFONDI con la SAPIENZA che è la SOLA che può CALCOlarne il NOME.
      Mi dispiace ma il CALCO è andato distrutto e DOVETE guadagnare la SALVEZZA imitandone la VIA, la VERITA' e la VITA.
      Il GIUDICE E' MATEMATICO e di dà l'opzione di farti riconoscere SE sei SUO FIGLIO, in quanto CONOSCITORE della CASA.
      Altro che A.D.domesticare.
      L'EREDE E' EREDE SEMPRE anche se ADOTTIVO.

      Elimina
  2. Bisognerebbe trattare con attivismo e intimismo tutti i gesùcristi che passano da casa nostra.
    Non è questo l'insegnamento? Non è un bel valore?

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parli del prossimo. E' il Comandamento rivoluzionario di Gesù, che va a sostituire l'occhio per occhio e dente per dente.
      Così, con il paragone, si arriva ad essere cristiani e vivere da cristiano.
      Ciao Miki.

      Elimina
    2. Diciamo allora che è Cristo che vive alla Moz :)

      Moz-

      Elimina
    3. Tu dici di essere pagano, ma sei onesto con te stesso e sai riconoscere la verità.
      Ciao.

      Elimina
    4. Un pagano mica è disonesto! :)

      Moz-

      Elimina
    5. potrebbe anche esserlo.

      Elimina
    6. così come un cristiano, in egual misura :)

      Moz-

      Elimina
    7. Cristiano disonesto è un ossimoro.
      Teoricamente è un assurdo.
      Ciao Miki.

      Elimina
    8. Vi ricordo che i GIUSTI sono gli ANGELI, sia nel BENE che nel MALE, ma il problema che gli INCARNATI sono in CAMMINO tra QUESTI e per CIO' potenziali vittime di ipocriSIA.
      ossi...moro?
      Non sai di chi parli!

      Elimina
    9. Ho detto teoricamente. Nel senso che se uno è cristiano osserva la Parola, anche con i limiti che si ritrova.
      Poi ci sono quelli che credono di essere cristiani, ma non lo sono e quindi è normale la disonestà.
      La disonestà non è non sbagliare, ma non riconoscere l'errore.

      Elimina
    10. ".... perchè mi chiami maestro buono?
      Non sai che solo Dio è buono?"

      Tutti gli uomini sono disonesti, cristiani e pagani.

      Elimina
    11. Chi va da confessore conscio dei suoi peccati, e pur sapendo che alla fine saranno replicati non mi va di definirlo disonesto, ma solo debole, ed è giusto che sia così.
      Ciao Rose.

      Elimina
    12. Se uno non riconosce lo sbaglio ... che colpa ha?
      Il problema sorge quando si da si sbagliare.
      Per capirlo BASTA dire: "riMETTI su di NOI TUTTO quello che METTIAMO sui nostri Soccombenti, che si bene o male, affinché NOI possiAMO distinguere il VERO BENE dal VERO MALE".
      Mi sa che il tuo giudizio è PARI a quello COloRAtiZZIsMO di chi GIU'dica un padre che ha ABBA'nDONATO il figlio alla SUA pena in un AUTOmobile.
      Per lo SPIRITO anche il CORPO E' un AUTOmobile.
      ATTENTI che TUTTO VIENE VAGLIATO, anche le PAROLE.
      La CONfessiONE deve diVENTAre un CAMMINO che scalfisce il peccato VOLTA per VOLTA, come chi decide di smettere di FUMARE ... incominciando a diminuire le SEGArette.
      IO VELO DETTO!

      Elimina
    13. Se non riconosce lo sbaglio non conosce Cristo.

      Elimina
    14. BELLA QUESTA!
      CHI NON CONOSCE il PECCATO ... non conosce Cristo.
      PERFETTO!

      Il SERPENTE HA VINTO ... COME nel DESERTO!

      Per A.D.AMO lo era anche l'EDEN e SUA moglie LO SVEGLIO'. Come MARIA ha FATTO SEMPRE con SUO FIGLIO, divenuto NOSTRO PADRE.

      Elimina
  3. Ho un momento un po' "frignoso".
    Ecco che l'amore di Marta e Maria, ci porta a Dio che è propriamente l'Amore. L'amore come sorgente, l'amore semplicemente, l'amore nel divenire e nell'essere al tempo stesso, l'amore nella disponibilità e nell'esercizio, l'amore come condizione di vita, come aria, come luce. Marta e Maria. L'amore attivo è al servizio dell'amore contemplativo.Notte Gus. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido l'abbraccio.
      Ciao Lucia.

      Elimina
    2. L'AMORE senza più ... SESSO che serve solo a sconGIURARE la MORTE.
      La malattia di quel fratello/marito o sorella/sposa non porta alla morte .. perché è un AMORE STERILE. Un semplice PASSAtempo.

      Elimina
  4. A contemplare ti porta la vita, quando puoi fare poco o niente per te e per gli altri. La Parola di Dio (come dice Daniela) apre orizzonti impensati di vita feconda.Ciao Gus. Buona notte.
    Chissà se hanno messo gli omblelloni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Metterò l'ombrellone anch'io.
      Sull'ultima spiaggia.
      Seguo il tuo pellegrinaggio nell'Ospedale.
      Ti sono vicino.
      Ciao.

      Elimina
    2. Fra due settiMANE inizia la FINE dell'ESTATE.
      Ho un PATTIno. Vi inteRESSA?

      Elimina
    3. La VERA OPERA non è farsi servire, ma SERVIRE all'ALTRO.

      Elimina
    4. Cavolo, se fra due settimane finisce l'estate siamo a posto...qui non è ancora cominciata.
      Certo, in teoria dal 21 giugno le giornate si accorciano, ed anche in pratica in effetti, ma spero che farà un po' di caldo. Uff.
      Alcuni dicono che questo è l'inizio di una nuova glaciazione.
      In effetti non c'entra nulla col tema del post...

      Elimina
    5. La glaciazione dell'Amore?
      Se non l'avessi già fatto, se vuoi, vai a cliccare il G+1
      Si trova a destra e in alto del blog. Anche tu Angelo.
      E anche gli altri. Chi ha già cliccato, se lo fa di nuovo, si cancella dal G+1 e diminuiscono le visite.
      Tu, Frapp, devi anche aggiungere il tuo faccino tra i miei lettori fissi.
      Ciao.

      Elimina
    6. IO SONO LIBERO in AMORE ... glaciAZIONE o meno ... visto che rispetto al SOLE siAMO freGATI.
      Però ci avVICINIamo di più al SOLE inVERnO.
      MERAviglie della natura.
      Come mai?
      Chi lo sa perché fa più caldo in eSTAte, stando più lonTANI dal sole, risPETTO all'inVERnO?

      Elimina
    7. Quello che cambia è la direzione dei raggi solari che colpiscono la Terra: d'estate essi sono molto più diretti (quasi perpendicolari all'equatore) e quando un fascio di luce solare giunge a terra perpendicolarmente, a parità di larghezza, esso illumina una superficie minore e quindi la sua energia è più "concentrata" di un raggio obliquo.

      Elimina
    8. BRAVO!
      GOOGLE+

      Con altri fattori sensibilissimi. Basterebbe POCO disaccordo per rendere invivibile la TERRA.
      Quante di queste possibilità ci possono essere nell'UNIVERSO?

      Elimina
    9. Siamo stati graziati dal Signore.

      Elimina
    10. Gus, non so come fare ad aggiungere il mio profilo senza faccino fra i tuoi lettori fissi.
      Devo dire che non mi sono neanche impegnata a capirlo.

      Elimina
    11. Per prima cosa copia l'URL del mio blog.
      Entra in

      blogger.com/home

      Vai su AGGIUNGI , clicca e si apre una finestra. Lì incolla l'URL del mio blog, poi scegliendo di non seguire pubblicamente. il faccino non si vede, mentre nel tuo Elenco di lettura puoi vedere quello che scrivo.
      Perché non vuoi mettere il faccino?
      Ciao.

      Elimina
    12. Ma quello della foto di adesso sei veramente tu?
      Quando avrò più tempo ci provo...a seguirti...a mettere il faccino no.
      :p

      Elimina
    13. E' la foto di Gus ragazzo.
      Ciao.

      Elimina
    14. Comunque non so cosa sia l'URL

      Elimina
    15. Una specie di GRIDO nel deserto virtuale.

      Elimina
    16. http://guspensiero.blogspot.it


      è un URL

      Praticamente è l'indirizzo di un sitoweb.



      In telecomunicazioni e informatica un Uniform Resource Locator o URL è una sequenza di caratteri che identifica univocamente l'indirizzo di una risorsa in Internet, tipicamente presente su un host server, come ad esempio un documento, un'immagine, un video, rendendola accessibile ad un client che ne faccia richiesta attraverso l'utilizzo di un web browser.

      Elimina
    17. Grazie.
      Spiegazione esauriente.

      Elimina
    18. Ebbene credo di avercela fatta.
      Per me internet è una magia.
      Non me lo spiego altrimenti.
      :p

      Elimina
    19. Grazie.
      Sei stata bravissima.

      Elimina
  5. Bella questa lettuta di questo passo.
    Mi è piaciuta.

    RispondiElimina
  6. Chissà se scriverà qualcosa anche Angelo.
    Ciao Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che scriverà. Lui è la coscienza critica di questo blog.

      Elimina
    2. Tra fumaTORI v'inTENDEte.
      Mia MADRE mi riFERISCE TUTTO di VOI.

      Elimina
    3. Non dargli retta Gus, io sono una ex fumatrice pentita di aver fumato e non so perchè ci sono taluni che continuano a darmi della fumatrice, ma si vede che si divertono così.

      Elimina
    4. Il fumo è nato prima delle religioni.
      Fuma sano, fuma tanto, fuma pakistano.

      Elimina
    5. Meno male che il Signore sa tutto perchè voi inVECE vi inventate le cose...dico a te Angelo ed a chi ti riferisce certe cose...

      Elimina
    6. E' VERO!
      Fumava già l'ERBA ... per opera del FUOCO, prima di VOI.

      GENEsi 19,28

      Elimina
  7. Molto bello questo post. Faccio sempre fatica mollare le mie cose per dedicarmi alla preghiera, in definitiva sono una "Marta". Non mi va d'esserlo e sono sempre in lotta per questo mio modo d'essere.
    Buon fine settimana Gus :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel momento in cui dici di essere Marta diventi Maria.
      E non va bene lo stesso perché tu devi essere Saray.
      E non cosa da poco essere una Saray.
      Nel positivo dico sempre quello che penso. Nel negativo prego per chi sbaglia evitando di moraleggiare.
      Hola, Saray.

      Elimina
    2. E cosa rischi a "MORAleggiare"?
      Io ... nel positivo cerco di conSOLARE e nel negativo ... invito a RImPRO-VERARSI.

      Elimina
    3. Una bella risposta, mi da coraggio. Notte Gus *_*

      Elimina
  8. Ho sempre amato la storia di Marta e Maria: io mi sento un pò entrambe... ma se avessi dovuto scegliere, avrei di certo scelto la "parte migliore".

    ciao Gus, buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti scegliamo Maria ma in realtà siamo Marta, e credimi non è poco.
      Ciao Rose.

      Elimina
    2. E qual è?
      Come si fa a dire SCELGO questa o QUELLA se non eravate PRESENTI al signiFICAto di quella disCUSSIONE.
      VUOI che TELA sVELI o riVELI?
      Ma no mi stanco mai di dirVELO.
      Eppure quando non volli crederci e l'ANGELO mi invitò a riLEGGERE tutti i PASSI dove si parla di quei TRE che erano DUE ovvero quei DUE che erano UNO ... rimasi a bocca aperta per come i VANGELI richiAMANO le loro ... PERSOaNALITA'.
      Mi pare che qualCOSA ho accenNATO sul mistero LAZZARO/MARIA ... fino a MARIA/GIOVANNI.
      Andate a leggere CHI era SOTTO la CROCE, chi in casa/sepolcro e CHI fuori.
      Se vuoi ti dico cosa DISSE con SPIRITO e VERITA' MARTA a quel MAESTRO che si diceva "in giro": IL SIGNORE.
      Ma qualcuno lo prendeva per PAZZO o indemoniato.
      Non domenicate!
      "CHI SI VERGOGNERA' DI ME e DELLE MIE PAROLE DAVANTI A QUESTA GENERAZIONE ADULTERA e PECCATRICE, ANCHE IL FIGLIO DELL'UOMO SI VERGOGNERA' DI LUI, QUANDO VERRA' NELLA GLORIA DLE PADRE SUO CON GLI ANGELI SANTI".

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità