giovedì 6 giugno 2013

La fedeltà di una Presenza fa del cristiano un diverso




La dimenticanza dell'idea di ragione come apertura positiva al reale mi desta molta preoccupazione.
L'esperienza, invece, causa una sincera attenzione ai bisogni veri dell'uomo.
La ragione come libertà ridotta a puro parere o opinione snerva nell'uomo la creatività e lo rende schiavo dell'istinto, cioè ultimamente del potere, che in ogni epoca fissa regole e valori a seconda delle sue convenienze personali.
Il mio punto di arrivo non è certamente il cinismo appassionato della cultura laica che fa considerare il mondo come un grande gioco, talvolta tragico, sempre venato di un sorriso amaro.
Nessuno può generare se non è stato generato. E' la fedeltà a una Presenza quello che fa del cristiano un diverso.
 

8 commenti:



  1. Pierre-Auguste Renoir - Navigando la Senna ad Asnieres.

    RispondiElimina
  2. Contento di non essere un diverso, o contento di essere diverso da un cristiano :p

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Proponi un ateismo stantio. Sì, non sei un diverso.
    In effetti nemmeno il cristiano è un diverso è solo un uomo che propone il nuovo.
    Il nuovo è il vivere che è il centuplo già quaggiù.
    La tua vita scorre piatta e si uniforma al quotidiano.
    Il centuplo, tanto per fare un esempio, appartiene a Francesco e anche a Teresa di Calcutta.
    E' impossibile che tu abbia provato le loro emozioni.
    Hai invocato Cristo di avere le stimmate, hai pregato la mattina quattro ore prima di donarti ai sofferenti?
    Sempre con affetto ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono ateo, sono terribilmente pagano! :)
      Pensa tu, ho citato le stimmate nel postche potrai leggere dopo la mezzanotte... :)

      Moz-

      Elimina
  4. paganesimo

    l'insieme delle credenze e dei culti politeistici antecedenti al cristianesimo.

    oppure


    neopaganesimo

    Mentalità e modo di vivere di alcuni ceti delle moderne società industrializzate, nei quali la ricerca sfrenata di beni materiali e voluttuari assorbe totalmente gli interessi e gli impegni dei singoli e dei gruppi fino al punto di farli diventare indifferenti ai problemi morali e ad ogni idealità superiore.

    RispondiElimina
  5. Libertà. Quando il mattino ti svegli, puoi scegliere: lasciarti soffocare da tutto o vivere, respirare. Quel poco che hai (o tanto non so, parlo del cuore) ti è dato. Notte Gus-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vivere con Lui si può dire in un altro modo: vivere come Lui.
      Buona giornata, Lucia.

      Elimina
    2. PER LUI!
      Come un GENItore di un DIO bambino che ha POTERE su di noi, ma non un POTERE MATERiale e nè MENO spiRITUALE.

      Un PO' TERE e TANTO A MORE!

      Mi viene difficile TRASmetterlo a parole.

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità