lunedì 6 maggio 2013

L'amore senza Dio è solo un nuovo umanitarismo

 
 
L'ateismo pratico o laicismo, caratterizzato da una divisione tra
la fede e i problemi della vita, con che cosa supplisce
all'assenza della fede, all'assenza di coscienza del rapporto
con l'oltre, con il Mistero, nelle cose della vita?
Nelle cose della vita, certo, perché, come diceva
Cosimo de' Medici in un'arguta sua frase. " A noi non interessa
il cielo, a noi interessa la terra" ; e anch'io la sottoscriverei,
nel senso che se accetto il cielo è perché questo è
l'unico modo per spiegare e dare un senso alla terra, per
moltiplicare il gusto della vita in questa terra.
Può non interessarvi la vita eterna, perché
siete ignoranti in materia religiosa, ma se non vi
interessa vivere meglio quaggiù è infinitamente peggio.
I cristiani devono mostrare al mondo la verità, ma
domandiamoci che cos'è la verità? E' ciò che
corrisponde alla vita.
In questo senso può intendersi la definizione
di san Tommaso d'Aquino:
" adaequatio rei et intellectus", ossia come corrispondenza,
cioè adaequatio della proposta alla vita.
Si tratta perciò di un'esperienza da fare, di un incontro da vivere.
L'amore senza Dio è solo un nuovo umanitarismo, ed
è un male in sé perché contraddice la realtà
cristiana eludendone il vero contenuto, stendendo un velo
sopra di esso.
Il nuovo umanitarismo è il surrogato della fede.
 
 
 


8 commenti:

  1. Non sono d'accordo, la verità non è dei cattolici, solo la verità dei cattolici (una delle tante) è dei cattolici.
    A me non rompessero l'anima, io amo e faccio le cose come voglio io :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I cattolici hanno una Verità, si chiama Cristo.
      Tu sei in cammino è dovresti trovare una verità alternativa.
      Ciao Miki.

      Elimina
    2. Appunto, è la LORO verità. E di loro, solo loro, dovrebbero parlare.
      Non possono parlare per tutti.

      Moz-

      Elimina
  2. Perché nel post ho scelto l'immagine di Teresa di Calcutta?
    Lei spiega la differenza tra umanitarismo e fede.
    Rilasciò un'intervista che è una testimonianza.
    Domanda: Ma perché voi vi interessate di tutta questa povera gente, di questi essere disgraziati, ripugnanti?
    Madre Teresa: Per Gesù. E siamo grate che l'amore a Gesù si possa tradurre in azione di bene per gli uomini.
    Domanda: Ma come, non lo fate per compassione, per pietà?
    Madre Teresa: No, è per il Signore. Allora questa compassione diviene grande, come l'ha avuta Lui.

    RispondiElimina
  3. NON E' FACILE comprendere la VERITA' UNICA anche per i cosìDETTI A-TEI. EPPURE Gesù lo spiega a CHI pur non riconoscendolo ha OPERATO come il "RI-BELLO DEI RI-BELLI". Per questo E' sempre LUI il PORTATORE di LUCE che si SCONTRA con LUI STESSO, come in TERRA.
    FIGLI si NASCE ma PADRI si diventa.

    Non è facile SPIEGARLO! Bisogna VIVERLO con tutti i SUOI TI-MORI e RI-PRESE.

    E' più sostenibile ESSERE credente in un DIO e temere che non esiste o non credere in un DIO e temere che esiste?

    E quando IO dico DIO ... non intendo UNO necessariamente GIUSTO e BUONO.

    E' qui la CHIAVE della VERITA'.

    Non per NULLA il NOSTRO GESU', il CRISTO, E' il NOSTRO SALVATORE.

    Salvatore da CHI ... da cosa?

    Troppo FACILE per CHI ha LOTTATO con l'ANGELO e sapere di aver vinto nonostante l'ESITO della LOTTA.

    Vincere per COSA, da CHI ... per CHI?

    Bisogna CAPIRE perché si ha compassione.
    Voi vi aiutereste da SOLI?
    AIUTATI che D'IO ti aiuta!

    RispondiElimina
  4. L'umanitarismo sicuramente non è fede, è però una condivisione di valori, le persone e le istituzioni che agiscono nei vari ambiti dell’aiuto umanitario.
    La fede non la puoi imporre, Dio lascia libertà di decidere, tuttavia occuparsi di coloro che hanno bisogno, è un pilastro della nostra fede.
    "Ama Dio,e ama il prossimo"
    Ciao Gus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'amore giusto verso il prossimo lo puoi conoscere solo con un'illuminazione dello Spirito Santo.

      Elimina
    2. E si! All'arguta domanda: CHI E' il nostro PROSSIMO, Gesù raccontò la storiella del BUON SAMARITANO.
      Si ma non spiegò perché gli altri due, pur essendo sacerDOTE e il LeVITA ... non vollero aiutarlo. E perché il SAMARITANO?
      E' COME arrivare a dire che bisogna AMARE il nemico.
      E a che pro'?
      Senza CHI vi può spiegare tutte queste incognite ... rimarrete sempre nell'UMANESIMO a mo' di VOLE-MOSE' BEN' che ci conVIENE!
      Gesù non è un grande UOMO, nel senso di BRAVO GOVERNANTE.
      Il CRISTO E' la VERITA su tutto questo!

      Elimina